HP, in arrivo un'offerta 'hardware as a service' per i clienti business

04 Luglio 2016 31

Il Wall Street Journal riporta che HP ha intenzione di offrire ai propri clienti business un nuovo piano di assistenza e gestione dei propri dispositivi informatici, dai personal computer alle periferiche come stampanti, probabilmente passando anche per device mobile come l'imminente HP Elite X3 e i tablet.

Possiamo chiamarlo "Hardware as a Service", e prevederà il pagamento di una quota mensile per dipendente (le condizioni economiche precise non sono state rivelate) per l'uso dell'equipaggiamento.

Il noleggio delle apparecchiature non è certo una novità, ma HP ha in mente diverse soluzioni per differenziarsi dal resto della concorrenza.

Sfruttando i servizi di diagnostica remota, HP sarà per esempio in grado di rilevare quando i componenti consumabili (per esempio i toner o le batterie dei PC portatili) saranno prossimi all'esaurimento, offrendone la sostituzione prima di incorrere in disservizi; inoltre, l'azienda si preoccuperà di scegliere i giusti dispositivi per ogni dipendente, facendo in modo che i requisiti di storage, potenza eccetera di ognuno siano soddisfatti, evitando al tempo stesso l'impiego di hardware troppo potente.

Inoltre, HP si assicurerà che tutte le informazioni presenti sui dispositivi obsoleti vengano cancellate (e se necessario trasferite), e che l'hardware venga riciclato correttamente.

I rivenditori HP dovrebbero iniziare a offrire questo servizio a partire da questo giovedì, ai clienti business in tutto il mondo.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 619 euro oppure da Yeppon a 752 euro.

31

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

interessante per la mia libera professione!!

Gark121

certo, la parte gnu la salti perchè è ancora meno sensata dell'idea che a qualcuno possa realmente interessare un pc con w10m.
davvero, non mi era mai capitato nella vita di leggere qualcosa di tanto distante dalla realtà. mi piacerebbe che provassi ad usare per mezz'ora un pc con solo le app dello store.
mezz'ora, non serve di più.
1) browser -> solo edge, ossia il browser peggiore del mondo
2) applicazioni di uso generale -> pochissime tendente allo zero, e di quelle poche molte non funzionano bene (vedi drobox, che per qualche motivo ha smesso di funzionare sul mio hp x2 da sola senza motivo). mancano drive, telegram, ogni sorta di utility (ad esempio i programmi di supporto delle varie perfieriche, dai mouse alle stampanti), mancano programmi della produttività base, come acrobat reader. manca tutto.
3) bug -> mi piacerebbe che provassi ad usare davvero lo store di windows. perchè solo una persona che non l'ha mai aperto può seriamente considerarlo come qualcosa di usabile.

apple non ha scelto di separare le vie professional e consumer. apple ha scelto di separare le vie touch e non touch. infatti continuano a fare marketing su come ipad pro sia per i professionisti della creatività e continuano a vendere tutte le macchine "consumer" di sempre con mac os. l'esempio non calza, anche perchè non ha nessun senso separare il mercato consumer da quello pro. come decidi cosa è "pro"? io sono un ingegnere, quindi presumo dovrei puntare a qualcosa di pro, giusto? bene, quando torno a casa la sera e voglio rilassarmi che faccio? cambio sistema operativo? cambio pc?

con questo, chiudo io. w10m è un flop prima di nascere. prima chiudono la divisione, prima smettono di perdere soldi inutilmente dietro qualcosa che non serve a nessuno. w10m è esattamente win RT, rifatta 2-3 anni dopo. e in questi 2-3 anni, sono cambiate diverse cose:
i tablet hanno dimostrato di non essere così appetibili e utili
al pubblico, interessa windows completo. senza quello, preferiscono ios e persino android
lo store di windows non funziona (come per altro non è mai servito ad una mazza quello di mac os)
pertanto, a mio modo di vedere, se RT era un flop prima dl suo annuncio, ora w10m su dei pc/tablet/2in1 sarebbe un flop ancora più preannunciato. e lo sa anche microsoft.

Andrej Peribar

Certo che ha senso di esistere.

Il portare un unico sistema con le sue complessità come win10d sui nuovi giocatti hight tech che la gente vuole, questo non ha senso.

Portare dentro windows compatibilità linux con un accordo con canonical per l'utenza consumer non ha senso.
Costringere l'utenza business con aggiornamenti coatti, cortana, xbox live etc, questo non ha senso.

Creare un surface (tablet/2-1 chiamalo come preferisci) con un sistema slegato dalle logiche di più mercati, che può concentrarsi sui bisogni dell'utenza consumer, che può chiudere lo store senza problemi di trust entrando in competizione a quel punto con android/iOs, che muove anche xbox, con le UApp che comunque possono girare anche su win10d alla bisogna, ha secondo me non solo senso, è un buon modo per non perdere l'ultimo treno per i device mobili.

Traghettando realmente l'utenza che vede il PC=Win al mondo mobile MS.

Io la vedo così.

Ci sono cose che all'utenza bussness non interessano, cose che non interessano al consumer.

Le UApp possono fare persino da "ponte" in casi di zone grige.

Alla fine la stessa basa ma sviluppi paralleli come fa Apple con macOS e iOS è la strada più logica da seguire.

Quello che è cambiato dal progetto RT non è il concetto del sistema, ma il mercato.

In questo mercato è corretto, per me, strutturarlo.

PS

La parte GNU la salto perchè ho fatica a credere che tu possa capire e non ho mai amato litigare e fare flame.

Buona notte Gark121 io stacco.

Gark121

non c'è niente da decontestualizzare, dici cose che non comprendo, quindi cerco di capire.
GNU cosa dovrebbe rappresentare? i sistemi GNU/linux? cosa dovrebbe voler dire nella tua testa? non capisco.
anche perchè di tutto l'universo di distro linux, di os "alternativi" a windows e sviluppati con un certo livello di open source, non c'è NIENTE che sia vagamente consigliabile per nessun utente normale. le uniche alternative credibili (circa) sono mac os e chrome os. fine.

RT è uscito una vita dopo l'iphone, una vita. e concettualmente, non diverso da w10m. un sistema operativo "parente" di windows vero, ma senza exe. e, esattamente come w10m tolto dal contesto smartphone (imho pure nel contesto smartphone non ha senso, ma se lo togli da lì la cosa diventa imbarazzante), non ha mai avuto senso di esistere.

Boronius

Ok ciao

Andrej Peribar

Hai letto male il mio messaggio.

Spurgare il prosumer e il business (i due mercati, il mercato dei professionisti ed il mercato enterprise).

CMQ mi hai risposto anche ad altri commenti ( altri 4 - q u a t t r o) senza aggiungere nulla alla discussione, direi che posso lasciarmeli scorrere a dosso.

Buona serata. :)

Boronius

No, casomai tutto è probabile, magari con probabilità quasi 1 oppure tendente a zero

Boronius

In merito all'ultima frase meglio che non parlo...

Boronius

Quotone IMMENSO per il tuo punto 1

Boronius

GNU? Stallman? hahaha...

Boronius

Sei fuori? Sono i social e i giochetti stupidi che fanno il business oggi, non certo i device barbosi e moderni come una mummiä che si trascinano senza fantasia tra lo zero e il zero virgola di share...

Boronius

Con le prime due frasi eri anche partito bene...

pietro

WinRt è non è mica roba uscita 10 anni fa...

Andrej Peribar

Premessa, a me piace discuttere ma odio chi non legge il messaggio nellinterezza e lo spezza decontestualizzandolo.

Detto questo rispondo ai punti sollevati.

i tempi di win rt sono durati fino all'anno scorso eh, mica sono passati 20 anni

Sulla carta, ma di fatto da quando Apple ha lanciato l'iphone i tempi di RT (e cosa rappresentava per MS) sono morti!

Discuterne è inutile.

1) all'utenza non conviene nulla che non sia GNU
stai parlando di software open source?

No Gark121 sto parlando di GNU, non di open. (immagino tu conosca la differenza)

L'unica cosa che conviene all'utenza è GNU, ma non c'è solo la convenienza dell'utenza, ma anche la convenienza dell'azienda, infatti dicevo che se non è GNU, non possiamo di certo fermare il mondo.

2)fermiamo tutto
che cosa c'è da fermare?

Leggi sopra, se non ti limiti a spezzare i messaggi, scoprirai che la consecutio logica è chiara.

:)

Andrej Peribar

Sicuramente.

Ma se noi ragioniamo sulle possibilità e non sulla probabilità, potremmo anche non discutere, non trovi?!

Tutto è possibile in teoria, ma non tutto è probabile.

Vittorio Vaselli

ma questa notizia non esclude che in futuro Microsoft decida di piazzare un processore x86 su un telefono, che a sua volta non significa che le app win32 saranno compatibili(vedi hololens e surface hub).

Gark121

i tempi di win rt sono durati fino all'anno scorso eh, mica sono passati 20 anni....

all'utenza non conviene NIENTE che si appoggi sullo store di windows come fonte di applicazioni, per cominciare perchè è un deserto, per continuare perchè anche delle poche cose che ci sono alcune non funzionano senza un motivo, e per finire col fatto che è buggato.

per il resto, continuo a non capire che c@zzo vorresti dire con

1) all'utenza non conviene nulla che non sia GNU
stai parlando di software open source? quella simpatica cosa e idea che ha già dimostrato per 30 anni di non poter rimpiazzare il ssoftware closed source per il semplice fatto che il software costa e lavorare gratis non conviene a nessuno?

2)fermiamo tutto
che cosa c'è da fermare? w10m è già fermo al palo, da mesi. una roba che sta sotto l'1% del mercato dovrebbe stare nella categoria "other" da mo'. altro che proporla come soluzione per il futuro, qualsiasi esso sia

Andrej Peribar

Ci mancherebbe altro, ma non sei il target.

Il nesso tra x86 e consumer chiedilo a chi lo prospettava.

Se vai nell'altro articolo, sono certo che ancora ora qualcuno vorrebbe vedere x86 su windows mobile

Vittorio Vaselli

ma questo non significa che non potrai compare un elite x3. Anche gli Elitebooks sono per il mercato business eppure nessuno ti vieta di comprarli e li trovi anche nelle catene di elettronica. Ma non capisco il nesso con x86 e win10m solo per i consumer, l'elite x3 sarà business e avrà w10m.

Andrej Peribar

Ma parli dei tempi di winrt?!

Se si non ho altro da aggiungere.

Nei tempi di RT il PC era il mezzo principale per la vita digitale, oggi è lo smartphone.

All'utenza non conviene nulla che non sia GNU.

Che facciamo fermiamo tutto?!

Sono aziende, deve convenire ad entrambe le parti.

Gark121

a MS converrebbe tantissimo, ma ma ci hanno già provato una volta vorrei ricordarti. e si è scoperto, che sai a chi è che non conveniva? agli utenti. e sai chi è che paga? gli utenti.

Ulisse Orsato

Mhm, in questo modo voglio vedere quanto dopo comparirà la notifica di esaurimento inchiostro nelle cartucce, se la quota mensile è fissa...

Andrej Peribar

A MS converrebbe tantissimo un surface non pro con win10m. Con UApp Xbox e Store.

In modo da spurgare il prosumer business da cazz4te come i social e poter persino chiudere lo Store senza problemi di trust.

matteventu

Lasciando al consumer solo W10M ?

Andrej Peribar

No, l'ho semplicemente presa larga, forse sono stato criptico.

Leggi sotto.

Andrej Peribar

Semplicemente di quello che ho scritto.

Che era correttamente prevedibile che MS e i suoi storici partner come HD e dell non potevamo permettersi di gareggiare con i cinesi di primo prezzo nel mercato consumer, non sono semplicemente OEM di Taiwan.

E che tutte le ipotesi di device consumer da vendere al dettaglio sono morti con i lumia.

Vittorio Vaselli

famosisssimo

Carburano

Il famoso hardcloud

DKDIB

Mi sa che hai sbagliato thread. :P

Vittorio Vaselli

Ma di cosa stai parlando scusa?

Andrej Peribar

Strategia logica per MS e i suoi partner per inquadrare i device anche mobili.

Strano era che quando affermato una cosa del genere tempo fa mi sono preso gli improperi dei winfan che aspettavano un winm x86 sul mercato consumer.

Nadella non è malaccio, spero che divida anche lo sviluppo dei due sistemi lasciando al consumer solo win10m.

Vedremo :)

Huawei Watch Fit, GT 2 Pro, FreeBuds Pro e MateBook 14 AMD | Prezzi e Anteprima

Le 10 migliori estensioni per Chrome che utilizziamo quotidianamente

Microsoft e Google: breve storia di un'insolita alleanza

Come scegliere un PC portatile: cosa guardare prima di comprare un notebook