Cala drasticamente il numero di giocatori attivi su Miitomo

26 Maggio 2016 40

Dopo una partenza da record, il primo gioco Nintendo ideato per il mobile gaming, ha raggiunto ben 10 milioni di download. Ma questo successo sembra sia calato drasticamente.


Secondo una indagine condotta dal blog SurveyMonkey Intelligence, Miitomo presenta soltanto 2,3 milioni di utenti attivi durante la settimana, il che significherebbe che soltanto un quarto di chi lo ha scaricato lo usa effettivamente. Come metro di paragone sono stati presi due giochi di grande successo quali Candy Crush e Clash Royale con i quali sono stati messi a confronto i download generali, gli utilizzatori effettivi e la percentuale di utenti che li hanno disinstallati.


Miitomo non è un classico gioco ma si tratta più di un social network in cui possiamo interagire con gli altri utenti attraverso il nostro avatar, quindi questi dati risultano ancora più preoccupanti. Speriamo che Nintendo trovi un modo per riconquistare l'interesse dei suoi giocatori, magari con nuovi aggiornamenti che portino qualche novità all'applicazione.


40

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frankbel

Sottoscrivo pienamente.

Mattia_Krav

Fa cahare proprio come 3/4 dei titoli per la consolle nipponica

InterTriplete

Considerando che è "Monkey intelligence" probabilmente ci sta, e si capiscono tante cose... :'D :'D

AntoM

Magari li facessero i titoli da home console tipo Xenoblade X o Bayonetta 2...

Simone Vinci

hai il mio rispetto.

emmeking

"qual'è il tuo volatile preferito?"
La passera scopaiola.

(Molto bene, anche oggi ho portato un po di cultura nel mondo :D)

Starnat

Installato, provato, era na schifezza e l'ho lasciato nel tablet a marcire per un po', quando ho cominciato ad avere problemi di memoria l'ho disinstallato immediatamente. Non so qual era l'intento di nintendo con miitomo ma è difficile da capire e, checché ne pensi nintendo, i mii li trovo una delle peggiori cose prodotte da nintendo, li sincronizzasse almeno con l'account, no, devi ricrearlo qualsiasi cosa lo richieda..

Giacomo Berti

Finito il boom clamoroso iniziale, si saranno accorti che in fin dei conti era BitStrips con funzioni social...l'equivalente di un reparto di oncologia in un'unica App

Miiiii

Karis

Disinstallata dopo 5 minuti

Fotonic

Per forza, la aprono solo per avere punti gratis per il programma my nintendo...

iclaudio

si ma è diverso...disqus solitamente è agganciato ad un quotidiano ad un blog quindi leggi la rece o notizia e commenti

Vive

eccolo cosa? che portino più contenuti o il crollo di utenza sarà ancora più devastante.

BruceWayne

eccolo!!

Vive

E' finito l'effetto novità: Nintendo capirà ben presto come su smartphone è diverso dalle console, dove puoi vivere di rendita sfruttando l'esclusività.

Manolo

beh paragonare una app social a due "giochi" già la dice tutta... non so se la parola "intelligence" nel nome del blog sia appropriata.

Pursuer

F5

StriderWhite

Per la cronaca anch'io sono su disqus per il sesso...o forse no, non saprei.

StriderWhite

Pure troppi!!

Michele Gurrado

È il software più palloso che Nintendo abbia mai prodotto. Disinstallato dopo pochi utilizzi.

InterTriplete

Premesso che ho smesso anche io di usarla presto, ma vabbè, qua stiamo comparando una app ai due giochi più virali degli ultimi anni. Sarebbe stato molto più strano il contrario, sinceramente. Una app, ripeto, non un gioco. Miitomo non è un gioco. E tutto sommato l'andamento è pure molto simile (in termini di andamento, chiaramente, non di numeri in assoluto, anche questi assolutissimamente normali). E' una app che si presta a un uso occasionale e non regolare, questo sì, ma questa qui è una comparazione che lascia il tempo che trova, per come è stata proposta.

iclaudio

ba ! la maggior parte delle persone che usano i social vogliono fare amicizia con persone ,relazionarsi,avere relazioni,avere rapporti....ovvero quello che fa girare i social è il sesso ! loro vogliono che la gente comunichi attraverso un avatar ...bene e poi ? è chiaro che la cosa fallisce dopo 10 minuti

Marco Mazzocchi

periamo che Nintendo trovi un modo per riconquistare l'interesse dei suoi giocatori, magari con nuovi aggiornamenti che portino qualche novità all'applicazione.LOL. giochi seri su console serie no ?

Painkiller

Ma è in stile Habbo?

Patafrosti

Questa vostra morbosità nei confronti di WP è preoccupante

a'ndre 'ci

beh... come tutti i giochi.. mille mila download appena lo pubblicizzano... poi 3/4 lo abbandona...

francone

E ci credo

Simone Vinci

io l'ho disinstallata mesi fa..apparte qualche domanda e cambiare vestiti all'avatar non si faceva altro..
le domande poi erano qualcosa di ignorantissimo: "qual'è il tuo volatile preferito?"

Baronz

Sarà perchè è una c@g@ta ?

ciro

Infatti AMOE è fallita

xXYellowFlashXx

qualsiasi cosa sia incompatibile con stonex deve fallire

simo

l'incompatibilità con stonex si fa sentire

xXYellowFlashXx

beh 2.3 milioni di utenti in tutto il mondo per un'azienda come Nintendo non è granchè eh

The Fabsav

Ma perché non pubblicano i vari super mario

Nax

"SOLO" 2.3 milioni di utenti a settimana?
Ma come cavolo è cambiato il metro di paragone per definire se un applicazione ha successo oppure no?

Damiano

E' il classico "gioco" che utilizzi 5 minuti al giorno solo per accumulare le monete per avere premi sul sito MyNintendo (quindi per chi non ha console Nintendo è praticamente inutile).

Squak9000

Solo perché non hanno sviluppato per WindowsPhone....

Luke

Tranquillo non ti sei perso nulla

YoungChaos

Non sapevo nemmeno esistesse..

Luke

Non so se abbia ricevuto aggiornamenti ma a me sembrava già noioso dopo nemmeno 1 ora che lo avevo installato

Recensione Paper Mario: The Origami King: sulla carta, un GDR

Recensione Ghost of Tsushima: l'ultimo samurai (di PlayStation 4)

Recensione Deadly Premonition 2: A Blessing in Disguise. Che passo falso!

Recensione The Last of Us Parte II: l'oscurità dentro