Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Apple brevetta un sistema avanzato di controllo veicolare tramite iPhone

24 Maggio 2016 11

Un nuovo brevetto concesso ad Apple dall'USPTO in queste ultime ore, richiama nuovamente l'attenzione a "Project Titan", nome che più volte in questi mesi è emerso parlando della vociferata Apple Car.

L'invenzione si concentra su una sorta di sistema di controllo avanzato per l'accesso alle vetture tramite smartphone, in grado di permettere ad iPhone di aprire le porte, avviare o spegnere il motore sia manualmente che ad intervalli preimpostati, creare una serie di impostazioni personalizzate per il guidatore, e molto altro.

Come descritto nella documentazione, il set di funzioni si spinge molto oltre a quello che potrebbe essere concepito come un semplice add-on per CarPlay, facendo pensare ad un progetto in evoluzione.

L'invenzione descrive l'utilizzo di un dispositivo mobile come chiave d'accesso credenziale ad un veicolo, in grado di funzionare tramite l'utilizzo e la creazione di chiavi temporanee, utili come vedremo a breve anche nell'autenticazione attraverso un dispositivo terzo.


Citando il testo "Il dispositivo primario può inoltre consentire a un dispositivo portatile secondario di accedere al veicolo trasmettendo le credenziali di accesso dei veicoli al dispositivo portatile secondario", caratteristica che potrebbe risultare utile in caso di prestito della vettura ad un famigliare o ad un amico.

Per quanto riguarda la connettività, si parla dell'utilizzo di un protocollo wireless a corto raggio, come potrebbe essere ad esempio Bluetooth o Bluetooth LE.

L'invenzione è accreditata agli ingegneri Brian J. Tucker, Emily C. Schubert, Jesse L. Dorogusker, Joakim Linde e Stephen Chick come suoi inventori, unendosi ai precedenti 54 brevetti di recente concessi a Apple dall'USPTO:


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Saccente

Non credo che servirà per mettere in moto la macchina, visto che una macchina elettrica non ha bisogno di essere messa in moto. Potrebbe, invece, essere utile riscaldare o raffrescare l'abitacolo prima di salire, verificare lo stato di carica delle batterie, attivare il GPS per trovarla nel parcheggio e altre cose di questo tipo, da fare in remoto.

CAIO MARI

Sono usciti un pò di brevetti Apple oggi: questo, il power bank a ricarica solare, il MacBook con connettività cellulare, Mac ed Apple TV comandati con i gesti 3D,

Anatras

Praticamente hanno brevettato questo?
http://www. theverge .com/2016/2/19/11059592/volvo-phone-car-key-app-ride-sharing

AllBlack

I dirigenti Apple non avranno più il coraggio di negare il progetto Apple Car.

7strings

il brevetto non è solo le immagini postate in questo notizia lo sai vero?

CAIO MARI

Hai idea di quanto costano le lampade al led o allo xeno? Meglio non romperle XD

Nick126

Non essere così pessimista, magari ti danno un'auto incidentata rigenerata

Matteo Fabris

Perchè dare le chiavi al familiare che deve andare via in auto era troppo mainstream...

Poi non capisco il sistema di brevetti americano, posso brevettare la qualunque, anche un disegno fatto da un bambino di tre anni con 2 iphone stilizzati e una macchina dicendo "con il telefono accendo la macchina", senza manco presentare uno straccio di prototipo...

geepat

Capirai, i tedeschi oggi come oggi fanno molto di peggio (Audi/Mercedes/BMW)

Giorgio

Rendono "chiusi" apparecchi da 800 euro, figuriamoci un auto da 40/50 mila euro.
Se tutto va bene per cambiare una lampadina bisognerà andare in un centro autorizzato e spendere 200 euro.

Sfrattatodicasa

Cosí fregarti l'auto sarà molto più facile

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO

Recensione Apple Watch Series 9: le novità sono (quasi) tutte all’interno

Recensione MacBook Pro 16 con M3 Max, mai viste prestazioni così!