Meizu M3 Note si mostra in un primo teardown

11 Aprile 2016 9

Meizu M3 Note, presentato ufficialmente solo pochi giorni fa, è il protagonista di un nuovo teardown realizzato dal sito cinese it168, grazie al quale è possibile scoprire l'ottimo lavoro di ingegnerizzazione messo in campo da Meizu nella realizzazione del suo nuovo base di gamma.

M3 Note si presenta come un terminale caratterizzato da una buona qualità costruttiva e particolarmente semplice da smontare, grazie all'utilizzo di molti collegamenti realizzati ad incastro che permettono di rimuovere e sostituire facilmente eventuali parti danneggiate. Molto interessante anche la realizzazione della scocca, composta da uno strato esterno in alluminio e uno interno in plastica, riuscendo comunque a mantenere uno spessore di appena 8.3mm nonostante la presenza di una batteria generosa da ben 4100 mAh.

Vi lasciamo alla visione delle immagini della componentistica interna di Meizu M3 Note, ricordando che qui potete trovare il link diretto alla fonte del primo teardown di M3 Note.

Meizu m3 note è disponibile online da Amazon a 181 euro.
(aggiornamento del 12 ottobre 2020, ore 15:43)

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
cip93

Poker face scms Sei Come Mia Suocera

Claudio M.

A me non serve, però lo prenderei volentieri. Quando dovrò pensionare il note 3, credo che prenderò un Meizu

Claudio M.

Non guardarli

Tito.scms

Posso dire una cosa? Io che non riparo smartphone che me frega dei teardown!

Giustiziere

Dai che mi serve, lo voglio a 180€ su amazon

Mario

Sembra qualitativamente ottimo , molto meno colla di qualche top di gamma osannato

Seba

Beh dai, mi sembra che anche Samsung abbia capito il concetto...

GianlucaA

Possibile che solo i cinesi realizzano che una batteria >4000mah é ottima cosa è gradita da tutti? Alla faccia che copiano e basta. Al ragionamento più elementare ci stanno arrivando solo loro per ora

SimoM

Mi interessa molto questo smartphone.

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi