HTC Vive sarà collocato in numerosi Internet Café cinesi

29 Dicembre 2015 6

HTC sta curando al meglio la commercializzazione del Vive, sfruttando partnership e collaborazioni con sviluppatori e aziende grazie alle quali da un lato il produttore taiwanese otterrà contenuti utilizzabili con il visore di realtà virtuale (app e giochi) e dall'altro consentirà al vasto pubblico di toccare con mano il prodotto prima dell'eventuale acquisto. A fine novembre HTC ha annunciato la partnership con ShunWang, al quale spetterà il compito di curare l'attività di marketing e promozione nel mercato cinese.

Recentemente sono emersi ulteriori interessanti dettagli sul contentuo della collaborazione. ShunWang, infatti, gestisce un'articolata rete di Internet Café in Cina - più di 100.000 - all'interno dei quali saranno collocate apposite postazioni che permetteranno di usare il visore Vive. Il programma pilota consente ai visitatori dell'internet cafe di provare il Vive sfruttando slot da 10 minuti, al prezzo di circa 5 dollari ed utilizzandolo, in primo luogo, in ambito ludico.

Non è ben chiaro quanti degli 100.000 Internet Café gestiti da ShunWang ospiteranno il Vive, ma si tratta di una partnership esclusiva e di una base di clienti formata da milioni di utenti, come sottolinea il Presidente di ShunWang. Un buon modo per consentire a chi guarda con interesse il visore di provarlo senza dover necessariamente acquistarlo - prezzo e requisiti hardware non sono stati ancora comunicati, ma appare chiaro sin da ora che non sarà propriamente un prodotto "low-cost". Sarebbe utile l'attivazione di iniziative simili anche nel nostro Paese.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Montix

in italia forse sì, si sta facendo conoscere poco, ma di iniziative ne ha fatte parecchie in giro per il mondo, poi adesso che arriva sul mercato dovrebbe continuare e aumentare anche ok, ma non si può dire che non abbia fatto niente. Poi è un prodotto non riservato proprio alla massa, chi è interessato ad acquistare prodotti del genere probabilmente lo conosce

Alessandro Montix

faranno delle cabine chiuse a chiave forse, magari questi internet café hanno anche sistemi di videosorveglianza

Simtopia23

Con Vive si stanno muovendo bene, Oculus si limita a fare un VR per il gaming mentre HTC sta portando il visore in tanti contesti di vita quotidiano o in ambiti più professionali.

In Asia quasi sicuramente venderà di più Vive.

Mattia Lentini

htc deve essere eliminata, sta facendo un lavoro ORRENDO di marketing, i loro PR fanno schifo e l'unica cosa che hanno saputo dire è "ritardiamo l'uscita". Zero pubblicità, solo i camioncini che girano l'america per farlo provare e qualche comparsa ad eventi + conferenze ghetto. Oculus sta facendo gran meglio in questo caso, valve non dice niente, non si sa NIENTE dei giochi in arrivo "esclusive vive" e solo al CES si vedrà cosa sarà questo "technological breakthrough" che sventolano da tempo. Se non sarà così eclatante sprofonderanno nell'abisso.

Mattia Lentini

diventa zero, non vedi nè senti..

rsMkII

Ma vi immaginate l'uso in un luogo pubblico come può favorire i borseggiatori nei vostri confronti? Secondo me la soglia di concentrazione per ciò che avviene nella realtà diventa davvero troppo bassa.

Ve li ricordate? HTC Touch HD e Touch Pro 2: riprova dopo 12 anni | Video

Recensione HTC u12 Life: non eccelle ma fa tutto bene