Warner Bros Montreal al lavoro su nuovi titoli ambientati nell’universo DC

30 Novembre 2015 3

Secondo quanto riportato dal sito di Warner Bros Montreal, il team di sviluppo che si è occupato di Batman: Arkham Origins, la software house sembra essere al lavoro su due nuovi titoli di tripla A dedicati all'universo della DC.

Al momento ovviamente non abbiamo notizie precise su che giochi sono in fase di sviluppo, tuttavia alcune indiscrezione indicano che uno dei due nuovi titoli farà parte della serie Batman Arkham. Stando a quanto trapelato il gioco dovrebbe essere ambientato in un arco temporale tra gli eventi che hanno caratterizzato Batman: Arkham Origins e Asylum.

Per quanto riguarda il secondo gioco, le indiscrezioni indicano come protagonista indiscussa la Suicide Squad. E' importante sottolineare che attualmente non ci sono annunci ufficiale di conseguenza non ci resta altro che attendere nuove notizie in merito che potrebbero arrivare nei prossimi giorni durante i due importanti eventi, i Game Awards 2015 e la Playstation Experience.

Vi ricordiamo inoltre che alcuni giorni fa, è stato annunciato l'arrivo di un imperdibile DLC per Batman: Arkham Knight dedicato ai precedenti capitoli della serie e precisamente ad Arkham Asylum e Arkham City. Il contenuto aggiuntivo porterà il nome di "Community Challenge Pack" e vedrà il suo debutto l'anno prossimo, precisamente a gennaio.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ciccio35

e pensa che era il capitolo peggiore della saga!

Mattia_Krav

Alla grande, speriamo sia vero!!!! A me Arkham Origins era piaciuto parecchio all'epoca

Emanuele

bene bene!!

Recensione Resident Evil Village: un ritorno in grande stile

Legion Phone Duel 2 vs ROG Phone 5 vs RedMagic 6: sfida tra gaming phone

Recensione Monitor MSI OPTIX MAG274QRF-QD: gaming al top e non solo

Twitch: storie di ban ambigui, streamer in "rivolta" e regolamenti poco chiari | Video