The Legend of Zelda: Tri Force Heroes, recensione di HDblog

28 Ottobre 2015 2

Il nome "Zelda" è sicuramente magico. Ogni volta che Nintendo annuncia un nuovo capitolo del brand The Legend of Zelda, i videogiocatori fan di Nintendo entrano in una sorta di trance e non vedono l'ora di poter mettere le mani sul prodotto appena svelato.

Quando The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes venne annunciato, la parvenza era quella di un titolo solamente basato sull'esperienza in multiplayer. Durante la recensione però ci siamo accorti che The Legend of Zelda: Tri Force Heroes è qualcosa di più di un semplice prodotto da giocare con gli amici online, ma una vera e propria epopea completamente nuova e soprattutto innovativa.

TRAMA

The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes catapulta il giocatore al cospetto di Re Boccolone, sovrano di una città in cui la moda la fa da padrona. La figlia di Re Boccolone è stata però colpita da una maledizione lanciata da una perfida strega, la quale ha causato la perdita del gusto e dello stile alla principessa, obbligandola praticamente a vestirsi con una poco ispirata tutina grigia.

L'introduzione è praticamente una sezione in cui è possibile venire a conoscenza delle meccaniche legate a ogni vestito possibile da acquistare e quindi indossare. Ogni outfit donerà al proprio alter ego virtuale diverse abilità, a patto però di riuscire a raccoglierne gli accessori e far confezionare il tutto al sarto presente in città. Alla fine di ogni mondo quindi, dopo aver affrontato i tre livelli e gli altrettanti boss, sarà possibile aprire uno scrigno e raccogliere il pezzo mancante, il tutto andando a completare il proprio guardaroba. E' bene sottolineare però che i materiali vengono generati casualmente, di conseguenza il giocatore si troverà a dover rigiocare i livelli se vorrà collezionare ogni singolo elemento presente nel gioco.

L'avventura viene scandita dalla presenza di 120 livelli, terminabili comunque in poche ore. Gli sviluppatori hanno infatti optato per la rigiocabilità degli stage e soprattutto sulla sezione multiplayer, sia online che in locale, del prodotto stesso.


MULTIPLAYER

Come anticipato poco fa, The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes esce dagli schemi classici della saga e riprende in effetti la concezione di The Legend of Zelda: Four Swords Adventure su GameCube e GameBoy Advance. Lo scopo è infatti quello di collaborare con altri due amici in modo da affrontare e risolvere diversi tipi di enigmi, il tutto scandito dalla perfetta coordinazione e dal lavoro di squadra.

Gli utenti si ritroveranno ad affrontare quindi sezioni di ogni genere. Ci si imbatterà quindi in semplici mostri da eliminare, posizionati magari su diversi livelli costringendo il giocatore a sfruttare la funzione Totem, praticamente impilando i tre link uno sopra l'altro, oppure raggiungere luoghi difficilmente accessibili, premere determinati pulsanti et similia.

Inutile sottolineare che il divertimento sta proprio nel collaborare con i propri amici presenti nella propria stanza. Sarà infatti necessario comunicare con i giocatori, in modo da affrontare tutti insieme il puzzle di turno. Il divertimento nel dare consigli o comandi, o insultarsi in caso di fallimento è davvero al massimo livello, il tutto scandito inoltre dalla presenza di un sistema di gioco immediato ma al contempo profondo.

Se in locale, The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes risulta davvero incredibile, in rete è necessario accontentarsi della possibilità di comunicare con i propri alleati attraverso solamente dei disegni creati ad hoc per l'occasione. Nintendo non ha infatti previsto alcun supporto per la chat vocale, di conseguenza non sarà possibile parlare direttamente con i giocatori ma sarà possibile farlo solamente tramite le sopra citate icone. Purtroppo è capitato che alcuni giocatori in rete non capissero effettivamente le nostre istruzioni, di conseguenza in determinati casi potrebbe risultare "frustrante" la completa assenza della possibilità di proferir parola.

Purtroppo durante la nostra prova abbiamo riscontrato la presenza di alcuni momenti di fastidioso lag e abbiamo storto il naso davanti a sessioni multiplayer affrontabili solamente in party da tre persone. Nintendo ha comunque deciso di inserire la funzione di condivisione del gioco attraverso la modalità Download, sezione che permette a due amici di affrontare il gioco senza dover possedere la copia del gioco.

Gli scontri con i boss sono il vero fiore all'occhiello dell'intera avventura. Ogni cattivone di fine livello risulta divertente da affrontare, come del resto interessante capire il pattern di riferimento e quindi agire di conseguenza. Inutile sottolineare che la collaborazione tra i tre link deve dare i propri frutti, altrimenti sconfiggere un boss si trasformerà in una pratica non proprio immediata.


SINGLE PLAYER

The Legend of Zelda: Tri Force Heroes propone inoltre una modalità dedicata al single player. La struttura della sezione viene ovviamente modificata in maniera da essere affrontata al meglio. Link verrà infatti diviso in cloni, i quali potranno essere guidati solamente uno alla volta, a parte durante le fasi Totem.

Mentre il giocatore è impegnato ad affrontare il livello, i suoi due aiutanti si trasformano in vere e proprie statue, in modo da essere completamente invulnerabili. Anche in questo caso sarà necessario risolvere enigmi di ogni genere, anche se ogni azione risulterà sicuramente molto più lenta rispetto a quanto riscontrato in multiplayer. Anche in questo caso, siamo rimasti colpiti dagli scontri con i boss di fine livello, sempre vari e divertenti.


TECNICA

Il motore grafico di The Legend of Zelda: Tri Force Heroes non si discosta da quanto visto nei capitoli precedenti. Ancora una volta lo stile super deformed riesce a colpire l'attenzione dell'utente, come del resto la presenza di scenari dalle tonalità sgargianti e soprattutto ispirati. Lo stesso plauso va al comparto audio, coinvolgente al punto giusto.

COMMENTO FINALE

The Legend of Zelda: Tri Force Heroes è sicuramente un ottimo gioco se affrontato in multiplayer locale, quindi con il gruppo di amici direttamente nella stessa stanza. La mancanza della chat vocale durante le sessioni di gioco in rete si fa sentire, mentre la presenza di una modalità single player non proprio ispirata potrebbe non piacere a molti fan della saga. E' bene ricordare che The Legend of Zelda: Tri Force Heroes esce completamente dagli schemi solitari del brand The Legend of Zelda e riesce a esprimere la sua vera quintessenza solamente attraverso il gioco in party.

  • GAMEPLAY 8
  • TECNICA 8
  • LONGEVITA' 8,5
  • MULTIPLAYER 9
  • GLOBALE 8

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Shon91

Salve, io avrei una domanda, io avrei solo un altro mio amico per giocare a questo titolo, vorrei sapere se è possibile giocare con un giocatore in locale e uno online :)

Frankbel

"TRAMA:
The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes catapulta il giocatore al cospetto di Re Boccolone, sovrano di una città in cui la moda la fa da padrona. La figlia di Re Boccolone è stata però colpita da una maledizione lanciata da una perfida strega, la quale ha causato la perdita del gusto e dello stile alla principessa, obbligandola praticamente a vestirsi con una poco ispirata tutina grigia."

Insomma ti viene proprio voglia di giocarlo. Si saranno ispirati a Twilight princess.

Recensione Resident Evil Village: un ritorno in grande stile

Legion Phone Duel 2 vs ROG Phone 5 vs RedMagic 6: sfida tra gaming phone

Recensione Monitor MSI OPTIX MAG274QRF-QD: gaming al top e non solo

Twitch: storie di ban ambigui, streamer in "rivolta" e regolamenti poco chiari | Video