La prossima grande rivoluzione della tecnologia? L'intelligenza artificiale, secondo il creatore di Android

08 Ottobre 2015 209

Dopo l'avvento e l'affermazione degli smartphone, il mondo della tecnologia sta vivendo una fase di relativo ristagno. A ogni nuova generazione, i prodotti sono migliori, a volte tanto, a volte poco, ma non c'è più quella sensazione di rivoluzione, di prodotto che cambia completamente le carte in tavola. Abbiamo tutti Internet nelle nostre tasche, sempre a disposizione con le sue infinite possibilità; la differenza tra un device e un altro è quanto bene riusciamo a sfruttarlo, e quanto abbiamo pagato il device.

Quale sarà la prossima grande rivoluzione? È una domanda che in molti, dai semplici appassionati ai professionisti del settore, si pongono. Il 3D nelle TV? I droni? La stampa 3D? Secondo Andy Rubin, fondatore di Android, sarà qualcosa che avrà a che fare con l'intelligenza artificiale e la robotica. Non dovrebbe stupirci, visto che la sua attuale occupazione è dirigere Playground, un incubatore di startup dedicato proprio a questo mondo, a cui già si era avvicinato quando era dipendente Google.

"La robotica e l'automazione saranno presenti ovunque nelle nostre vite", dice l'ex-Googler, che sta investendo in compagnie come Connected Yard, in grado di fornire analisi chimiche in tempo reale delle piscine, e castAR, una sorta di concorrente di HoloLens a realtà aumentata.

E per quanto riguarda il mobile? Rubin crede che il duopolio Android/iOS che c'è oggi non fornisca condizioni di concorrenza sufficiente per garantire un'evoluzione rapida e importante del settore e che Microsoft stia lavorando alla grande con Windows 10. Soprattutto, apprezza l'approccio "open" di Microsoft nel rilasciare le sue app più importanti (come Office) sulle altre due piattaforme.

Infine, un piccolo pensiero per quella che secondo lui è una delle maggiori conquiste del settore, specialmente per quanto riguarda il mercato nordamericano: la graduale perdita di potere dei carrier sulla vendita dei telefoni, una cosa scontata da noi in Europa e in Asia. "È il cambiamento più grande negli ultimi dieci anni", dice Rubin.

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 401 euro oppure da Media World a 479 euro.

209

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Shitstorm

Hanno fatto centinaia di film sull'intelligenza artificiale, robot, sistemi operativi ecc.ecc., io penso che come spesso accade la fantascienza ha centrato il problema, se davvero si arriverà alla creazione di un essere artificiale, e gli chiedessimo di risolvere i problemi del mondo, arriverebbe alla conclusione che il problema siamo noi, forse non ci sterminerebbe come in terminator o magari si, chi potrà mai saperlo.

Shitstorm

io ho una bambola gonfiabile, unico difetto parla poco.

Shitstorm

una assistente tipo come quella del film Her, che ti trova la fig@, un lavoro migliore e fa il lavoro per te, mi piacerebbe assai.

Mario Conoscitore

Sì sì, tranquillamente: non è chissà che gran capolavoro, ma è comunque bello :)

Arnoldo

Ah pensavo stessi preparando già i fazzoletti lol
La cameriera mi faceva non poco sangue haha

Arnoldo

Mi consigli di vedere eagle eye o è na caxxata?

LeChuck

Per carità, con il perfezionamento delle leggi di Asimov nulla impedirebbe ad una IA di migliorare se stessa o di creare una IA migliore di se stessa. Ma qualunque cosa che venisse creata, resterebbe sempre legata alle stesse leggi della creatrice.

rasty++

Pinocchio vuole la ciccia ;)

LeChuck

Siamo già ad uno sviluppo tecnologico tale per cui dovremmo essere tutti "disoccupati". Il problema è che ci sono ancora alcuni poteri forti che avrebbero solo da perdere da una società in cui il lavoro (inteso in senso di occupazione per ottenere un potere d'acquisto per i beni di prima necessità) è stato superato e che impediscono alla società di fare questo balzo in avanti.

LeChuck

Le 3 leggi di Asimov (ammesso che sia giusto anteporre la vita di un umano a quella di una intelligenza artificiale) con i dovuti miglioramenti. Personalmente, ho sempre creduto che bisognerebbe aggiungere una quarta legge, ricorsiva, che impedisca alle I.A. di creare qualcosa che possa sfuggire alle leggi di Asimov.

Stavus

xD

marco

probabilmente voleva fare una frecciatina verso java (dato che il tipo ha inventato android) senza manco sapere la differenza tra java e javascript. L'ignoranza fa brutti scherzi

Stavus

Che c'entra il javascript?

stuck_788

e ci voleva che ce lo dicesse lui? mi sembra ovvio...
cmq vabbe, aspettero Terminator che mi viene a trovare a casa...

Lello

l'intelligenza artificiale in Javascript... ahahaha guardano troppa tv questi

Rorschach

Se potrà pensare come una persona vera e propria dipenderà tutto da come la "educheremo", se faremo le,cose a modo potrebbe volerci bene e darci una mano....in caso contrario siam fregati e di brutto

Rorschach

Beh contando che può essere sempre al 100% senza caffè e sonno direi che farà passi da gigante in poco, pochissimo tempo rispetto a noi

Rorschach

Ahahahahahah la "robottana"! Mi hai migliorato la giornata XD

Rorschach

È ancora più difficile infatti. Se ci pensi un essere per essere definito,intelligente deve saper immaginare e produrre concetti a te estranei. Cosa non facile perché una macchina può apprendere, leggere e scrivere meglio di chiunque con l'adeguato lavoro ma se non sa immaginare cose nuove è solo l'ennesimo assistente vocale

JDG

Nel film ho tifato per lui

JDG

Essendo un intelligenza artificiale, autonomamente scoprirà i suoi punti deboli e migliorerà. Da qui il riprodursi eaffermarsi come evoluzione umana..

JDG

Riporto qui la risposta alla tua ultima risposta(scusa la ripetizione):
Certo che no, la nostra stessa indole irrazionale ci renderà impossibile
accettare tale giudizio, detto poi da cosa?Una mente CREATA da "noi".
Per un uomo è inaccettabile. La logica è il modo migliore di fare le
cose, l'etica il più facile. La nostra mente è predisposta a perseguire la via più facile

Andrej Peribar

risposta in moderazione, ci sarà qualche termine in black list :)

Andrej Peribar

Ciao, non dubitavo che avresti dato l'ennesimo taglio interessante al discorso.

Mi riferisco in particolare a questo passaggio e al modo in cui lo svisceri.

Quindi l'intelligenza artificiale è la costruzione di quella "mente" ~ "essere" superiore, che noi ricerchiamo da tempi atavici.
Questo può giovare o rovinarci per sempre, se meritiamo di essere annientati perché è logicamente giusto, anche se non etico

è un punto molto interessante dal mio punto di vista.

Noi, intesi come umanità, cerchiamo quando parliamo di AI di produrre un "essere" che ci risolva i problemi e ci aiuti, una forma di "animale" da lavoro (tipo come quando allevammo il bue o il cavallo) o cerchiamo di trasformarci in creatori di una nuova vita a cui daremo in mano le redini della nostra esistenza, che ci soppianti nelle scelte anche etiche che dovremmo affrontare (sovraffollamento, fame, guerra) con il dubbio che potrebbe soppiantarci, quasi come un "figlio" che prende il posto del padre?

è interessante discutere di questo, come fai tu.
Io non credo che sia facile dare oggi una risposta.
Qui "mettiamo il carico a briscola" :D

Anche se è contorto prova a seguirmi.

Benchè sia "comprensibile" un odio quasi ovvio, per ciò che la razza umana sta diventando come dici tu "lo si trova accettabile vuol dire che si è combinato qualcosa", questo odio è logico (non c'è modo di migliorare, andiamo eliminati dall'equazione) o etico (vorremmo un mondo eticamente giusto, quindi vorremmo eliminare la spietatezza umana, non noi stessi come umanità).

Quando saremo di fronte al "nostro mostro di logica" saremmo remissivi?! Comprendere il perchè ci basterà?!

Ma forse ci stiamo perdendo, colpa mia :D

Queste discussioni sono un vanto per questo blog

Lo dico anche a te, grazie davvero della discussione, parlare in questi termini è piacevole per me :)

JDG

Queste discussioni sono un vanto per questo blog, ma purtroppo le litigate sugli iphone tirano di più.
Personalmente l'intelligenza artificiale è,semplicemente, la ricerca della perfezione "meccanica" da parte dell'umanità. Mi spiego, la ricerca riguarda qualcosa privo di problemi caratteriali tipici di una persona, una coscienza ferma e giusta. Logicamente superiore, distaccata dai problemi umani, ma coinvolta in problemi più ampli. Ovviamente tutti vorrebbero il cervello positronico che ti risolve il problema del viaggio in iperspazio di Asimov, purtroppo la strada è lunga.
Quindi l'intelligenza artificiale è la costruzione di quella "mente" ~ "essere" superiore, che noi ricerchiamo da tempi atavici.
Questo può giovare o rovinarci per sempre, se meritiamo di essere annientati perché è logicamente giusto, anche se non etico, lo trovo accettabile(vuol dire che hai combinato qualcosa). Un pochino come uomo Sapien Sapiens e Neanderthal, che l'evoluzione umana sia una macchina? (considerando che il corpo stesso è una macchina, di consistenza differente)

Andrej Peribar

bell'intervento.

è davvero stato per me un piacere discutere con te. ti ringrazio sinceramente di questo, sempre più raro su internet, piacere.

alla prossima :)

Jordan Reender

Credo che ricercherò ancora argomentazioni sull'intelligenza artificiale e tutti i problemi che ne conseguono. Argomento davvero interessante. :)

a parte questo rileggendo la conversazione mi è balenato in mente (parafrasando) il fatto che tutte le nostre argomentazioni sono soggette ai vincoli dovuti al nostro modo biologico di pensare e che l'universo (e di conseguenza i parametri fondamentali che lo caratterizzano) dev'essere tale da permettere la creazione di osservatori all'interno di esso a un dato stadio, che si avvalgono di tali parametri.

sto utilizzando il Principio antropico, leggermente rivisto :), per sottolineare il fatto che le tue argomentazioni, decisamente comprensibili (ed è questo il punto) si avvalgono di tutta la logica a cui tu puoi attingere per cercare di spiegarmi fondamentalmente una piccola variante del contrario.

Ergo, continuo a constatare che la logica sia la lingua migliore (che anche tu hai utilizzato) per spiegare concretamente l'universo in cui viviamo, compresi i, concedimi il termine, paradossi su etica e morale e addirittura "l'assioma da cui tutto origina". :)

DavideB

Hahahahaha noooo, è un help di preoccupazione XD

Andrej Peribar

Io non credo che noi siamo in disaccordo, credo che stiamo discutendo di qualcosa talmente astratto che non è difficile da inquadrare.

Per parlare del punto che citi, noi non siamo frutto di *sola* logica.
è palese.

Per risponderti nel dettaglio ti chiedo. Sai che logicamente io (e anche tu) potrei risolvere la fame nel mondo?

L'errore ti dicevo, nel tornare al punto originario, non è il processo logico consequenziale, quello come dicevo è verificabile.

è l'assioma da cui tutto origina che non è logico.
Ossia il seguente.

La *tua* esistenza, non ha logicamente un valore per *me* in quanto esistenza. Ha un valore in quanto mi aiuta a sopravvivere.

Questo è il brodo primordiale della coscienza. IMHO

Jordan Reender

Qui forse abbiamo trovato il vero punto di scontro fra i nostri pensieri :). Noi non siamo frutto di logica? completamente in disaccordo. Noi non siamo un ecosistema astratto immerso in un universo fisico.
L'etica, L'istinto, la pura conservazione, l'istinto primordiale, la legge della giungla e la legge del più forte, sono tutti meccanismi che rispondono a leggi, sistemi, chiamali come vuoi, logici.

Maurizio Mugelli

see, se prendi una di quella delle Olgettine non ti basta neppure per fare il sopralluogo...

Andrej Peribar

Perchè la logica non ha funzionato con gli esseri biologici, noi non siamo frutto di logica.

La società è una scelta etica, il sottoporsi a limitazioni è una scelta etica.

L'istinto che ci ha guidati per gran parte della nostra vita sulla terra è pura conservazione.

Per questo ti facevo l'esempio di un videogioco. Se tu non avessi dato valore alla vita altrui eticamente non avresti questo mondo.

L'istinto primordiale, la legge della giungla è la legge del più forte, è una legge logica, ma è etica?!

Jordan Reender

Capisco il tuo ragionamento, fin dall'inizio.
Ma ho il forte presentimento che, fin quando l'uomo continuerà ad evolversi e ad evolvere, anche questa sfida verrà ampiamente conquistata e superata.
Se la logica ha funzionato con esseri degli biologici non vedo perché non possa funzionare con degli esseri meccanici.

Andrej Peribar

Mi hai fregato, la mia era una provocazione gratuita.

Per introdurre l'argomento di cui stiamo discutendo più su (o più giù a seconda dei punti di vista) XD Logica/emotività/istinto/coscienza/intelligenza

Certo che è affascinante, ma scherzi?!

Se vuoi intervenire nella discussione sopra immagino farà piacere a tutti i partecipanti. :)

Andrej Peribar

Ma certo che è comunque un "giocoforza logico".
Io infatti parlo di etica, non di morale.

L'etica è la "morale" filtrata dalla ragione.

Il valore della vita è razionale, poichè *tu* dai valore alla tua vita.
L'etica ti impone "logicamente" di dare valore alla vita altrui, altrimenti per logica non puoi pretendere che gli altri diano valore alla tua.

La morale è un'altra cosa, è soggetta ad altri fattori emotivi e sociali.

ed è questo che sto dicendo dall'inizio.
Una macchina non potrà mai dare valore alla sua esistenza, poiché è duplicabile.

L'uomo sta cercando questo, IMHO, far comprendere ad una AI che la vita ha un valore in quanto unica, ma una struttura replicabile logicamente non lo comprenderebbe.

Jordan Reender

Certo, ma ciò non toglie che il, chiamiamolo percorso evolutivo che ha portato alla una coscienza è giocoforza logico (leggi fisiche, matematiche, ecc). E funziona, ed interagisce con l'ambiente tramite processi logici, siamo macchine anche noi, c'è poco da sentirsi il centro dell'universo :). Se poi un percorso logico porti a risultati illogici, non lo so, ma dubito.

StupidiTelef0niSottiletta

Si, dal punto di vista commerciale google è una bestia, concordo hai ragione

Andrej Peribar

Già XD direi che hai ragione. Ma lo sterminio può essere logico, ma non etico.
E' quello il limite che non riusciremmo IMHO mai a imporre ad una macchina, ed è quello che ricerchiamo, sempre secondo me, quando parliamo di IA. La coscienza

Andrej Peribar
Rimanendo poi solo sull'argomento coscienza, che sia artificiale o no,
secondo me si ritorna sempre a fattori puramente logici. Anche quella
umana, che ne si dica. In quanto frutto di un percorso profondamente
logico..

Su questo punto sbagli, permettermi di spiegarti il perchè.

Immaginati in un videogioco, tipo CivV o altri strategici simili.
Tu hai boisogno di uranio, sei forte militarmente e economicamente, ma necessiti di uranio per mantenere la tua forza economica e militare in futuro.

Lo stato/giocatore, vicino a te ha l'uranio, ma ha giocato male, è una schiappa, scarso militarmente e economicamente. Logicamente che fai? Cerchi uno scambio commerciale, viene negato, che fai?! Lo massacri e ti prendi l'uranio.

E' logicamente corretto. Non ti pare?!

Fabrizio

Proprio porcheria no, ma sicuramente Android ha fatto successo più grazie alle scelte commerciali di Google che per la qualità dell'os.

Mario Conoscitore

Matrix, Skynet, Eagle Eye e chi più ne ha più ne metta stanno arrivando XD

Arnoldo

Mi immagino i lag di un robot android... per parlare sarà balbuziente

Arnoldo

Intendi una robottina simpatica e vogliosa ?

franky29

e di che ti preoccupa ci sta ironman hulk e tutta la combricola XD

Svasatore

Ahahahah

Jordan Reender

Stiamo entrando nell"ancora più impegnativo" :), quello che intendo è: Ricercare qualcosa (qualsiasi cosa) non è mai l'arrivo ad un fine ultimo, ma è sempre la risposta a qualcosa che genera poi un altra domanda. Rimanendo poi solo sull'argomento coscienza, che sia artificiale o no, secondo me si ritorna sempre a fattori puramente logici. Anche quella umana, che ne si dica. In quanto frutto di un percorso profondamente logico..

Bestme1

Appunto. Per quanto la sua etica possa sembrare giusta (vedi film=Ultron), non vorrei che un'AI si alzasse la mattina e decidesse di sterminare gli umani.

Adriano

La quantità di calcoli che può fare un cervello è lontana anni luce. Questo perché il cervello e le informazioni passano in 3d e non in 2d come i normali processori. Ecco perché si cerca di sviluppare processori a reti neurali

Andrej Peribar

Su "qualunque cosa sia", posso dirtelo se ci limitiamo all'argomento in discussione. La coscienza è prendere e quindi, sentire il peso delle scelte fatte, delle opzioni percorribili soppesamdole con il peso etico della scelta e non con solo il peso logico.

DavideB

Vedremo qualcosa come in ExMachina ? Help please...

Portatili

Migliori Notebook, Portatili e Ultrabook | Top 5 tra 600 e 1200 euro | Agosto 2020

Tecnologia

Curiosità Hi-Tech: come funziona un razzo aerospaziale

Scienza

Intervallo Summer Edition - Seconda stagione | Mars is Real

Android

Huawei e il suo ecosistema di prodotti e servizi: ecco come sta crescendo