Amazon Fire tablet da 49 dollari: in USA ha solo 90 giorni di garanzia

05 Ottobre 2015 99

Il nuovo Fire Tablet da 7 pollici sta riscuotendo un discreto successo: ha un buon hardware, un buon display e un'esperienza utente che fa valere ogni singolo dollaro dei 49 richiesti da Amazon. Ma l'azienda ha per forza di cose dovuto limare alcuni aspetti della sua realizzazione e, tra queste - si è scoperto solo adesso, c'è la copertura della garanzia.

Negli Stati Uniti, Amazon Fire Tablet da 49 dollari viene venduto con 90 giorni di garanzia. Chi vuole estenderla ad 1, 2 o 3 anni può acquistare una estensione SquareTrade (entro 30 giorni dall'acquisto) con prezzi a partire da 99 dollari. Come fa notare the-ebook-reader.com, 3 mesi di garanzia significa vederla scadere a ridosso di natale 2015 - ed è una considerazione da tenere in mente se si compra adesso il tablet come regalo futuro.

Il dettaglio sulla garanzia 90-days di Fire Tablet americano.

Questo vale solo per Fire Tablet da 49 dollari, e solo per Stati Uniti e Giappone. Amazon precisa che in Europa, Italia compresa, Fire Tablet da 59 euro arriva con la garanzia legale prevista dalla normativa locale; in Italia sono 24 mesi (in basso i dettagli). Tutti gli altri dispositivi Amazon USA, dai Kindle ai Fire HD passando per Fire TV 2015, godono di almeno 12 mesi di copertura (24 per i prodotti destinati a bambini e ragazzi).

Se hai acquistato Fire in qualità di consumatore, hai diritto di avvalerti della garanzia legale gratuita sui beni di consumo prevista dalla Direttiva comunitaria 1999/44/CE, che copre difetti di conformità che si manifestano entro 24 mesi dalla data di consegna del prodotto (anche se non immediatamente riscontrabili a quella data). In base alla garanzia legale, hai diritto alla riparazione o alla sostituzione gratuita del Fire che non sia conforme al contratto di vendita. Devi denunciare il difetto nel termine di 2 mesi dalla sua scoperta. Per maggiori informazioni sulla garanzia legale di conformità, consulta la sezione Garanzia Legale. Fire è anche assistito dalla garanzia limitata mondiale di un anno fornita dal produttore, i cui termini e condizioni sono descritti nel libretto dedicato che trovi nella confezione del prodotto e sono altresì disponibili qui. - da amazon.it


99

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Reziero Micc Di Maio

No GTA naturalmente no. Non mi sono spiegato bene, intendevo "giochicchiare" per navigare e giocare giochi leggeri come Duolingo o emulare giochi GBA o PS1

takaya todoroki

non so come sia l'hardware in questione, ma il prezzo che fa Amazon non è paragonabile a quello che fanno gli altri perché pianificano di guadagnarci coi suoi contenuti (libri, musica e video) e coi suoi servizi.
In pratica possono permettersi di vendere sottocosto, mentre la concorrenza no.
Quanto al numero di giorni di garanzia... se non hai fatto acquisti (digitali o materiali) tramite il tablet, curiosamente smetterà di funzionare il giorno dopo il termine ;)

Lorenzo Stefani

Secondo me se costa 50$ un motivo ci sarà. Se vuoi farci girare giochi come GTA secondo me te lo puoi scordare

Reziero Micc Di Maio

Sarei intenzionato a comprarlo per giochicchiarci un pochino ? Secondo voi va bene come prestazioni ? Aldilà del prezzo ? Per chi ha un divice con processore uguale

Andhaka

Ricorderò sempre quando la Lacie mi accettò la garanzia su un loro monitor a 48 ore dalla scadenza dei due anni. :)

Non mi fecero mezzo problema e mi mandarono direttamente un altro monitor, ricondizionato ovviamente ma in perfette condizioni, con ulteriori 6 mesi di garanzia. Il tutto a spese loro.

Cheers

Andhaka

Il prezzo negli USa viene dichiarato senza tasse perchè queste variano da uno stato all'altro. Quindi come norma il prezzo è sempre espresso in quel modo.

Il discorso della mancia è molto più complesso perchè ha radici anche nella tassazione degli stipendi che poi vanno pagati ai dipendenti ed è, a conti fatti, una ladrata verso i camerieri mascherata da favore che poi va a ricadere sul cliente.

Cheers

DKDIB

La mancia *deve* essere volontaria e personale (cioè a beneficio del singolo dipendente), altrimenti diventa un costo aggiuntivo ed occulto.
Io li avrei denunciati: modalità a parte, 5 € al giorno e per persona, sono veramente esagerati.

Il coperto dovrebbe coprire un po' tutti i costi del servizio: dalla pulizia del tavolo a cose più materiali, come il pane (certi posti ti danno anche cose più interessanti del pane, tipo le pizze scondite o le arachidi).
In ogni caso, per quanto stia antipatico anche a me (questi costi, non dovrebbero già essere spalmati sul profitto dei singoli pezzi?), ha almeno il vantaggio, rispetto alla mancia, di essere chiaro.

Stavus

È molto meno immediato rispetto ad avere già il prezzo finale in primo piano se non scorretto verso turisti o i meno informati, perchè oltre a sapere che ci sono da aggiungere le tasse, devi sapere la percentuale di tassa a seconda di ciò che compri e di dove lo compri...

DKDIB

No, aspetta... ma se uno è di passaggio, come lo trova il piccolo supermercato di quartiere? Quelli, semmai, sono frequentati dai vecchietti senz'auto. ;)
Una persona di passaggio, è più facile che punti al grande centro commerciale: ben segnalato e vicino alle strade principali.

A parte questo, non mi discosto dal tuo pensiero: "piccolo = inculata".
Anche l'esempio che ho fatto in uno dei miei post, in un negozio di grandi dimensioni sarebbe impraticabile, mentre con un personale ridotto ci si potrebbe pensare (anche se rimarrebbe una cosa stupida, come dicevo nel post successivo).

Svasatore

Vero che la concorrenza e´ spietata ma e´anche vero che gli stessi supermercati della stessa catena si danno concorrenza.
No queste cose non sono casualitä. Il cartellino rotto era stato messo di proposito sotto le lattine, se lo avessero messo sotto al vino tutti si sarebbero accorti.
Te ne dico un´altra, ho preso delle uova c´era un prezzo per una marca, ok, vedo che quasi tutte erano M come taglia ma alcune confezioni erano XL, ma stessa confezione, cambiava solo la lettera.
Ovviamente il prezzo di queste ultime non c´era. Ovviamente passato in cassa il prezzo era maggiore.
Sono tutte cose che alla fine portano un certo guadagno anche perche´molti non guardano nemmeno il prezzo figurati cosa gliene frega se le uova vengono 2€ invece che 1€ e 35 centesimi.

Purtroppo certa gente magari anziana non ha la possibilitä di poter cambiare supermercato.
Poi ovvio che se stessi parlando di grossi supermercati fuori cittä questi potrebbero fallire per me.

Body123

No, non era in base alle consumazioni la mancia. Era proprio stabilito "per legge" che tu dovevi dare 10 o 15€ al giorno (non ricordo), pure se non ordinavi niente.

DKDIB

Anche a me son capitate cose simili.
Spesso, ad esempio, non trovo il cartellino del prezzo corrispondente al prodotto che vorrei acquistare: se non trovo la macchinetta od un addetto di reparto, passo oltre.
Non sono cose rare, ma sono anche facilmente individuabili: è più facile che siano dovute a sviste od a guasti (come nel tuo caso), che non a complesse macchinazioni.

Non bisogna dimenticare che la concorrenza nella grande distribuzione è elevata, pertanto i margini sono ridotti all'osso.
Di conseguenza, il profitto non lo si fa vendendo vini da 12 € al posto di vini da 8 € (la differenza non è infatti di 4 €, ma fra il margine del primo vino e quello del secondo vino), bensì sulla totalità della spesa del singolo cliente e quindi, ragionando per grandi numeri, sul numero dei clienti.
Vien da se che giochetti simili, se fatti in modo sistematico, portano i clienti a cambiare supermercato: per speculare pochi Euro (o centesimi) su singoli prodotti e per un periodo di tempo definito, si perderebbe la spesa di interi clienti per sempre.

Svasatore

Non ci sarebbe nulla di male.

Svasatore

Solitamente capita nei supermercati di cittä, piccoli e con un pubblico di passaggio.

veritiero

Ue ue ue lungi da me giudicar. Solo na domanda.

DKDIB

Vale il rasoio di Occam.

Un giochetto simile, al di la del fatto che metterebbe a rischio la fidelizzazione dei clienti, richiederebbe una connivenza diffusa fra il personale. Nel caso più "semplice", il direttore dovrebbe avere l'idea e spostare materialmente i cartellini, mentre gli addetti agli scaffali dovrebbero far finta di non vedere e, cosa più importante, sapere di non dover correggere questa inversione.
È molto più semplice, invece, che un dipendente stanco e/o inesperto abbia invertito i cartellini per distrazione...

StriderWhite

Tarantino maestro di vita! ;)

Svasatore

Non e´ cosi. Non le fanno a caso, mettono la stessa marca e magari lo stesso vino fermo piuttosto che frizzante.

Svasatore

Ok ti farö la foto.
Poi bisogna vedere se le persone se ne accorgono delle fregature...per dirti una delle ultime volte c´era un cartellino con il prezzo digitale che non funzionava ma sembrava segnasse 39 centesimi e indovina sotto a che prodotto era messo?
Lattine di Fanta all´uva importate....dal costo reale di 1 euro e 20 centesimi.
Tutto a caso?
Ho la foto e in piü me la sono fatta regalare visto che mi sono presentato in cassa con la foto sul cellulare.

Seba

Si ma il prezzo finale non lo possono esporre se cambia ogni 5km, per quanto riguarda gli acquisti online. Come negozi fisici ripeto quello che ho detto sotto, evidentemente chi vive là giustamente è abituato a questa organizzazione e sa farsi i conti...i turisti s'arrangiano o si informano, che ti devo dire.

LaVeraVerità

Stavi parlando di questo vero?

https://www. youtube. com/watch?v=K3_76tMXFZg

Seba

Ah per carità, se vogliamo contestare la perfezione americana (pur amando gli USA) hai il mio appoggio, è mitologia tanto quanto quella della perfezione tedesca. ;-)

DKDIB

Sì, vabbeh... ma se uno non legge manco il cartellino, di che stiamo parlando? ^^''
Alla brutta, in caso di dubbio, ci son sempre le macchinette che leggono il codice a barre e ti danno il prezzo "in tempo reale".

DKDIB

What?
Ma in che supermercati vai? ^^''

Dai, seriamente: se un supermercato facesse veramente cose simili, ci vorrebbe poco per fargli il culo quadrato: vai all'ASL con prodotto e scontrino e poi vedi il casino...
Infatti non capita mai.

DKDIB

Con Verizon non esce nulla di particolare, mentre con Comcast un po' sì...
Posso immaginare i motivi. ^^''

DKDIB

Fra l'altro, in USA c'è anche la consuetudine d'dichiarare i prezzi senza tasse (ovvero senza IVA): quando si arriva alla cassa, si avrà sempre un'idea indicativa dell'importo speso.

In questo contesto, la mancia diventa un problema relativo. -__-''

DKDIB

Le crociere non fanno testo, dato che si svolgono in un contesto internazionale, hanno personale inernazionale e clientela internazionale: in Italia, il concetto di mancia è pressoché inesistente.
Fra parentesi, a me risulta che una mancia tipica sia il 5% dell'importo speso: 15 €/giorno mi sembrano fuori di testa... 300 €/giorno di consumazioni?! ^^''

In ogni caso, non bisogna dimenticarsi che da noi esiste il concetto di coperto: lo scopo è praticamente lo stesso, però ha il vantaggio di essere trasparente.

StriderWhite

In USA la mancia è obbligatoria perchè i camerieri hanno uno stipendio base piuttosto basso, dunque hanno istituito 'sta cacchiata della mancia obbligatoria....Con questo sistema, in teoria, si incentiva a lavorare di più, visto che in pratica è come se si fosse pagati "a cottimo".

StriderWhite

Se ti inc@zzi di brutto vedi come ti accettano la riparazione in garanzia anche a 2 anni ed un giorno dall'acquisto!!

Body123

Dato che si sta andando molto OT parlando delle abitudini americane ecc. vorrei sfruttare l'occasione per chiedere una cosa:

PERCHE' IN ALCUNI PAESI LA MANCIA E' OBBLIGATORIA? E soprattutto decidono loro di quanto deve essere (?!?!)

Non ha un c**** di senso! Tu cameriere già prendi uno stipendio per servirmi, perchè quando vado a pagare il conto nel conto trovi anche scritto mancia?!

Ha senso che SE VOLESSI ti potrei lasciare una mancia di mia spontanea volontà, che siano 5€ o 200€..ma se lo voglio, non che mi obblighi!

Funziona così anche in Italia comunque, i miei zii qualche anno fa sono stati in crociera e dovevano pagare tipo 15€ di mancia al giorno..mhà, spiegatemelo. Sicuramente non è una cosa nata in Italia questa..

a'ndre 'ci

perchè le tasse della città (non quelle dello stato) sono fatte così... te lo sai il motivo?

Body123

C'è un motivo? Perchè è proprio strano che da un quartiere all'altro cambi il prezzo, non stiamo parlando di stati..

Svasatore

No perche´? Sei un fan della coop? Voti PD?

veritiero

Lavori all esselunga?

michi17

mi inquieta la tua igoranza

michi17

è anni che è così sulla maggior parte delle cose con garanzia di 2 anni

Stavus

Io mi riferisco ai prezzi nei negozi fisici, quindi i turisti c'entrano: sono stato a NY e non conoscevo/conosco i tassi per le varie fasce di prodotti, quindi vedevo tutti i prezzi bassi e poi quando vai a pagare ti trovi la botta finale.
A me poco importa se il prezzo senza tasse è uno, a me interessa quanto devo pagare e loro non te lo dicono (almeno che tu non compri solo cose che non hanno tasse).
Per rispondere alle prime due domande: basta esporre il costo finale nei negozi. Se entri da mediaworld ti trovi davanti la cifra che devi spendere alla cassa, non una cifra senza iva che alla cassa diventa un'altra.

Oliver Cervera

Amico minion stavo scherzando :P

Svasatore

Almeno in Germania, Norvegia, Gran Britagnia ma anche altri posti, l´approccio e´ben diverso e il cliente in apparenza e´ trattato in maniera ben diversa che in Italia.
Il concetto di customer care e´sconosciuto nel nostro Paese.

Ritornando all´albergo, meriterebbero proprio una denuncia ma non ne vale la pena e´ un modo comune.
Ti dico solo che nello stesso ci hanno portato una bottiglia di vino non aperta al tavolo e ovviamente siamo rimasti con grossi dubbi sul vino... e non era propriamente economico.

Bennet ed Esselunga non li ho mai trovati con prodotti scaduti, ma uno e´ una catena Francese e l´altro e´semplicemente il miglior supermercato italiano che potrebbe far concorrenza ai migliori al mondo.

Antonio Guacci

Amazon (se prendi da Amazon Italia o Europa) deve ritirare per riparare/sostituire: Amazon è il venditore, quindi è soggetto della Garanzia Legale.

La garanzia "commerciale" (o Convenzionale, usando il giusto termine) dovrebbe essere una garanzia "accessoria", quella "normale" è invece quella Legale garantita dal venditore.

...Che poi nell'immaginario comune si pensa che la garanzia "normale" sia quella Convenzionale (o del produttore), perché si trova più comodo rivolgersi a un centro assistenza ufficiale/convenzionato invece che rivolgersi a chi ci ha venduto il prodotto, fa tristemente capire come qui in Italia le cose girino veramente al contrario.

Nico Ds

Ah, questa formula in Europa sarebbe perfettamente legale se formulata in modo consono alle leggi comunitarie, anche quella è una sciocchezza (l'ennesima): Amazon potrebbe benissimo decidere per il kindle Fire di non applicare la sua solita garanzia commerciale oltre i 90 giorni specificandolo per bene, rimarrebbe comunque la garanzia legale che devono dare, ma in quel caso non verrebbe il corriere a casa con rimborso immediato, dovresti inviare una raccomandata con avviso di AR, inviarlo a tue spese, aspettare l'ispezione e i tempi legali per l'eventuale rimborso, come da decreto su menzionato.

a'ndre 'ci

"una ricevuta da 230 euro per 40 euro pagati"
e dove cavolo sei? ripeto il concetto, per UN albergo che fa così... denuncialo...

"in USA aumentano i prezzi per i turisti"
no, sono semplicemente diversi per i locali.. nei paesetti sperduti ovunque....

"poche volte al supermercato"
tipo ogni settimana? tra bennet, esselunga e iperal....

"Hai mai notato le persone che lavorano come commessi o cassiere in Italia che contenti che sono"

ripeto, credi sia diverso negli stati uniti? davvero?

Svasatore

Guarda lascia stare hai perso in partenza.

A parte che e´obbligatorio rilasciarla, ma certamente che la chiedo e l´ultima volta mi hanno fatto una ricevuta da 230 euro per 40 euro pagati!!
Ahahahha questa e´l´Italia! Alla mia domanda di chiarimenti la risposta e´ stata: ma cosa le serve, deve scaricarla?
Ahahaaahaha e questo e´al primo posto su Tripadvisor.

Cioe´ in USA aumentano i prezzi per i turisti? Dove?
Ti do 100€ se mi trovi un locale non italiano che si comporta cosi in Germania.

Mi sa che vai poche volte al supermercato, c´e´ da dire perö che dipende dal brand, ovvio che da Esselunga non li ho mai visti scaduti ma al despar capita ogni tanto, anche emisfero, molti anche riettichettano la carne, sperando che il consumatore la utilizzi qualche giorno prima della data di scadenza.

Hai mai notato le persone che lavorano come commessi o cassiere in Italia che contenti che sono?
Hai mai provato a non pesare ed etichettare unn prodotto e presentarti alla cassa?
Hai visto il trattamento che trattamento ricevi?

Antonio Guacci

Il discorso è un po' più complicato Maurizio: tra i consumatori che in USA cercano di fregare i produttori col sistema assicurativo (visto che le assicurazioni private costano tantissimo, la "copertura" nazionale è praticamente inesistente, e devono quindi rivalersi su quelle delle aziende), e le aziende che offrono veramente il minimo sindacale a livello di garanzia (proprio per andare in pari poi con gli eserciti di legali che pagano), lì il sistema consumistico è veramente uno stato di eterna guerra aperta.

Gran brutto posto dove vivere, comunque.

massimo benini

Scusate ma la garanzia in Italia non è 2 anni ma è 1+1...primo anno a carico del produttore secondo a carico del venditore.
Ormai passa come 2anni perché al compratore non può fregata di meno che copre il guasto e perché nel totale avrà 2anni ma nella realtà è 1+1 anni.

a'ndre 'ci

sicuramente, tutta questione di abitudine.. come noi siamo troppo abituati a pagare più tasse e avere tutto "gratis" (ospedali ecc...)
e queste sono abitudini e modi di vivere... non entriamoci in merito...

ma il tizio qui sopra dice che secondo lui là è tutto perfetto, tutto chiarissimo, nessuno imbroglia, sono il massimo ecc...

Nico Ds

In realtà i mesi di garanzia veri sono 6+2 (6 perché sono quelli in cui c'è l'inversione della prova, cioè quelli in cui se il venditore vuole negare la garanzia deve essere lui a periziare che il danno non derivi da difetto di conformità ma da uso improprio o altro; +2 perché si hanno 2 mesi di tempo per denunciare il danno, quindi di fatto si può portare quel limite fino a 8 mesi) dopo di che ci si affida alla correttezza o al buon cuore dell'interlocutore che se decide di non riconoscere la garanzia, beh, quasi mai vale la pena andare in giudizio, si spenderebbe quasi semrpe più di quello che -forse- rientrerebbe.

a'ndre 'ci

"alberghi che non rilasciano la ricevuta"
chiedila. è anche colpa tua.

"ristoranti che gonfiano i prezzi"
??? che alcuni abbiano prezzi alti ok, ma gonfiati in che senso? diversi tra locali e turisti? è così ovunque xD

"prodotti scaduti al supermercato"
altra cosa che non vedo da anni e anni... vuoi di peggio? tedeschi, americani e russi stanno lottando per togliere le date di scadenza da molti prodotti...

"modi di fare al limite dell'offesa"

.....

Seba

È semplicemente un modo diverso di organizzare l'economia. Noi sappiamo che arrivati alla cassa pagheremo esattamente la somma che abbiamo letto sul cartellino, in compenso tre quarti delle persone non ha idea di quanta parte di quella somma sia richiesta dall'azienda e quanta dallo Stato tramite tassazione. Le tasse sono una questione su cui gli americani battono spesso chiodo e su cui vogliono essere informati e presumibilmente una persona che è abituata a vivere all'interno di quel sistema sarà anche abituata a farsi i propri conti...non penso che ogni giorno un newyorkese giri per tre quarti della città facendo acquisti in posti diversi.

Lorenzo Caner

Benedetta sia l'Europa

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi