Vendite di e-book in calo del 10% in USA, il cartaceo non muore mai

24 Settembre 2015 131

Cala l'interesse nei confronti del formato digitale, le vendite di e-book in USA sono scese del 10 percento nei primi cinque mesi dell'anno, a svelarlo la Association of American Publishers utilizzando i dati di circa 1200 editori. Curioso pensare quindi a cinque anni fa, quando il mondo dell'editoria era nel panico vista la crescita portentosa di eReader e vendite in formato digitale (+1260 percento tra il 2008 e il 2010), un terremoto per le librerie che vivono di solo cartaceo.

Gli analisti avevano previsto un sorpasso degli e-book a dispetto dei libri tradizionali già nel 2015, ma nella realtà dei fatti si sta registrando un rallentamento del primo formato, giunto al solo 20% del mercato complessivo. Questo significa che alcuni stanno ritornando a sfogliare pagine in cellulosa, abbandonando gli eReader o divenendo lettori 'ibridi', ovvero in grado di leggere su entrambi i fronti.

I servizi con sottoscrizioni non funzionano bene come in altri settori, secondo qualche studio perfino i lettori più giovani, nati nell'era digitale, preferiscono comunque leggere veri libri. Calano inevitabilmente le vendite di eReader, secondo la Forrester Research sono stati soltanto 12 milioni le unità commercializzate nel 2014, un calo netto rispetto ai 20 milioni fatti segnare nel lontano 2011. Ad ogni modo il calo riguarda solo gli states, non ci sono infatti dati precisi riguardanti l'Europa e il resto del mondo, la guerra 'ebook vs libri' rimane, ma sembra la carta stia avendo la propria rivincita.


131

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mark

Se le vendite degli eBook sono in calo, non significa necessariamente che la gente preferisca il cartaceo,no? Magari ci si è reso conto che i libri si possono anche solo scaricare senza comprarli..
Aldilà di ciò, secondo me il cartaceo verrà inesorabilmente surclassato dal digitale, per mille motivi, dalla praticità, all'aspetto economico, alla ecosostenibilità.

Fabryx

Non ho mai avuto nè l'intenzione nè la necessità di comunicarti un pensiero. Né, altrettanto, ho fatto il moralista della domenica omologandomi al pensiero comune. Il mio post era un semplice richiamo per la "fregnaccia" che hai scritto.
Ho avuto modo di leggere e apprezzare Primo Levi con diverse sue opere:
- se questo è un uomo
- la tregua
- i sommersi e i salvati
Tutti e tre sono spaccati di vita vissuta in un campo di concentramento... è inevitabile che il tono sia drammatico. Quello di Levi è il racconto di un'esperienza che lo sconvolse profondamente, fisicamente e psicologicamente. Quando si legge la biografia di Levi, non lo si fa essenzialmente per "passare il tempo", si abbraccia il libro cercando di immedesimarsi in prima persona, calandosi nell'interiorità di chi scrive per conoscere la Storia (ciò che è avvenuto) e per capire le dinamiche che hanno portato a tali barbarie il genere umano. Perché sono la conoscenza e la presa di coscienza che eviteranno a noi, ai nostri figli, ai nostri nipoti di ripetere tali errori...
Se non arrivi a capire questo e cataloghi la narrazione di un dramma vissuto come "una lagna e uno strazio" allora significa che per te non c'è salvezza... significa che potrai anche essere colto (non ti conosco e non lo discuto)... ma resti una persona immensamente "povera"...

Svasatore

Ecco per me i libri arredano, altri preferiscono un quadro dell'ikea.

Elvin Cannibale Barca

Sei in totale contraddizione con tutte le ricerche scientifiche riguarsanti le capacità intellettuali che si affinano in chi legge: immaginazione, concentrazione, autocontrollo, capacità logiche. Leggiti "Lorigine delle specie" e poi vedi la differenza con il documentario della national geografic.

Rgart

Perchè quei libri esistono in ebook???

Ma seriamente stiamo mischiando pere e mele???

Qui si parla di narrativa, di HP, di Kay Scarpetta, di Dirk Pitt, di mattoni da 1000 pagine di King, i miserabili, il conte di montecristo... Tutti libri che mi innondano la libreria, che mi hanno spaccato la schiena nei traslochi e che ora stanno comodamente in un palmo di mano... Tutti...

Davide

Ma infatti io non discuto che leggere possa essere un passatempo. Critico invece chi dice che "leggere é il cibo della mente" per citarti una famosa pubblicità. Leggere non vuol dire di per sé cultura, né vuol dire essere più in gamba di chi non legge. La differenza la fa il genere di lettura che si affronta. Se vogliamo dirla in altre parole, letta una storia non ti rimane niente, letto un manuale/libro di storia/articolo scientifico ecc. ti rimane una conoscenza. Solo la seconda tipologia vale oggettivamente come cultura.

Davide

Ma vergognati tu. Se l'avessi mai letto non potresti che criticare il tono lagnoso con cui é scritto. Troppo facile fare i moralisti della domenica e omologarsi al pensiero comune anziché svilupparne uno proprio.
Sugli ebrei poi ce ne sarebbero tante da dire...ti risparmio cose che non capiresti o alle quali per cecità mentale non crederesti. Continua pure a pensare che siano brava gente e siano solo delle vittime, tanto sono fenomenali a farlo credere ancora oggi dopo più mezzo secolo.

Andhaka

Ok, mi pareva un po' fuori contesto da quanto avevo scritto. :D

Cheers

Benjamin Sisko

Ti suggerisco di provare un lettore e-ink... rimpiango solo che li facciano con display piccoli... non ne ho mai trovato uno formato a4 o almeno un a5

Benjamin Sisko

E ti credo... se ti prendi un ebook, amazon o quello che vuoi, e perdi le credenziali, oppure amazon, o chi per esso ti banna, non hai più accesso ai tuoi book, neanche se preghi in aramaico antico.
Senza considerare poi che non puoi prestarlo.
Personalmente io che faccio uso di testi tecnici, li vorrei entrambi... quello cartaceo me lo tengo a casa come backup, e me lo leggo la sera con calma, e quello elettronico me lo porto in giro e lo uso velocemente per consultare quello che non ricordo al momento.

Brendon

Il libro è di carta!
Uno schermo può riprodurre solo parole, ma un libro è un'altra cosa!

Fabryx

"poverini noi, ci trattavano male ueh ueh"???
Ti ricordo che quel libro narra il dramma (reale) che hanno vissuto milioni di persone nei campi di concentramento...
VERGOGNATI!!!!!!!!!!!!!!

Svasatore

E' prova a sfogliare quel libro, vedrai che le sensazioni saranno diverse.

Fabryx

Fai un ragionamento sbagliato partendo da un concetto tutto tuo.
Un libro non deve necessariamente "portare cultura"... può farti sognare, può farti immaginare, può farti vivere emozioni... perché è meraviglioso apprendere da un manuale come è sublime sentirsi "vivo" leggendo una semplice storia.
I tuoi post sono permeati di quella aridità propria di chi non vuole "realmente" leggere...
Aggiungo:
"... un libro possiede un'anima, l'anima di chi lo ha scritto e di coloro che lo hanno letto, di chi ha vissuto e di chi ha sognato grazie a esso. Ogni volta che un libro cambia proprietario, ogni volta che un nuovo sguardo ne sfiora le pagine, il suo spirito acquista forza..."
(Carlos Ruiz Zafon - scrittore di storielle insulse)
EDIT: perdonami volevo rispondere a Davide ed ho sbagliato...

Fabryx

Fai un ragionamento sbagliato partendo da un concetto tutto tuo.
Un libro non deve necessariamente "portare cultura"... può farti sognare, può farti immaginare, può farti vivere emozioni... perché è meraviglioso apprendere da un manuale come è sublime sentirsi "vivo" leggendo una semplice storia.
I tuoi post sono permeati di quella aridità propria di chi non vuole "realmente" leggere...
Aggiungo:
"... un libro possiede un'anima, l'anima di chi lo ha scritto e di coloro che lo hanno letto, di chi ha vissuto e di chi ha sognato grazie a esso. Ogni volta che un libro cambia proprietario, ogni volta che un nuovo sguardo ne sfiora le pagine, il suo spirito acquista forza..."
(Carlos Ruiz Zafon - scrittore di storielle insulse)

Miocardio

Con il cartaceo non ti puoi portare dietro una libreria, che non significa che te le leggerai tutti ma che fra un anno in attesa da qualche parte ti può venire lo sfizio di incominciare un libro. Oppure si parte per le vacanze con una serie di alternative che partono dal libro di barzellette al quello sulla filosofia ecc.

Jericho

Hai ragione!! Infatti a volte mi sembra di essere un drogato della carta e dell'inchiostro da quanto sfoglio e risfoglio il libro appena comprato vicino al naso xD
Stessa cosa con i fumetti, ma solo alcuni.
Si forse esagero eh, magari ho qualche problemino, ma l'odore della carta e dell'inchiostro sono irresistibili per me cazz0! xD

Yosemite Sam

E hai fatto bene ;) pensa che mi pare con la newton compton, 1 nessuno è 1000 era disponibile in versione cartacea a 0,99 euro ahah

Gianluca

Sisi immaginavo, ma costando 50 centesimi non ci ho fatto neanche caso :)

Gianluigi S.

L'ultimo paragrafo parla anche del calo dei dispositivi, passato da 20 milioni di unità a 14. Io ho comprato il mio nel 2012 e lo cambierò appena si rompe, non vedo il perché di cambiarlo prima.
Ha perfettamente ragione Raff, per gli e-book reader non ha nessun senso paragonare le vendite con gli anni del boom delle vendite.

Yosemite Sam

Si certamente, era solo per dirti che il libri di Pirandello che hai preso in digitale ci sono anche gratuiti :) (legalmente parlando)

Davide

Quindi il vostro è un ragionamento oggettivo? Buono a sapersi

majortom

In realtà l'articolo parla delle vendite degli e-book, non di quelle degli e-reader

Kevin

immagino che tu non sappia cosa sia o abbia mai provato uno schermo e-ink ...

Gianluca

Beh, se li compri cartacei devi comunque pagarli, mentre col kindle trovi molti capolavori a prezzi bassissimi

Yosemite Sam

I libri scritti da autori morti da 70 anni sono tutti gratuiti :)

xyzkkk

dipende da cosa cerchi! Se cerchi Manga e Sfumature di grigio la rete è piena, se cerchi romanzi rari come me invece è un'impresa.

Rieducational Channel

"siamo tutti pro libri", ma anche no :)

Rieducational Channel

Non su un dispositivo con display e-ink.

Fede

Preferisco la carta solo per gli occhi.. Sul digitale dopo 20 minuti di lettura mi viene mal di testa e inizio a piangere.. XD

Andhaka

Niente, non stai leggendo quello che scrivo.

La tua non è una discussione, ma una presa di posizione assiomatica basata sul tuo semplice gusto personale e che non da spazio a nessun reale ragionamento oggettivo.

Tempo perso.

Cheers

Raff Malvone

quoto su tutto. Inoltre un ebook reader non è uno smartphone che si cambia ogni 2 anni, c'è gente ancora con i primi kindle in giro... quindi bisognerebbe vedere quanti sono attivi al momento e quanti no @@

Colera

Non essendo un feticista della carta vecchia non ho avuto traumi nel passaggio al digitale e daa quando ho il mio fido ereader leggo decisamente di più visto che riesco a trovare quasi all'istante ciò che mi va di leggere, che sia da uno shop o dal "lato oscuro" XD, mi posso portare la mia intera libreria in una SD al solo peso di un tascabile di media lunghezza...
Compro ancora tanti libri cartacei ma solo alle bancarelle dell'usato a pochi spicci, mai più cartaceo a prezzo pieno....

Ngamer

se mi fanno pagare il libro digitale come quello cartaceo allora compro quello normale . mi è capitato piu volte di voler comprare qualche libro in digitale perchè è piu comodo paghi e lo scarichi in 1 min e di solito si trovano facilmente senza fare giri per le librerie però non mi va di pagarlo come quello cartaceo.

Davide

Non mi sono poi pronunciato prima sulla porcata del "meglio i film", perchè a quel punto ti potrei anche girare il discorso dicendo che i film di svago sono stupidi, inutili, non insegnano nulla e i film impegnati sono una lagna continua e noiosa e solo i documentari che insegnano dovrebbero esistere.
Esatto. Un film non é qualcosa di utile e anche i documentari danno solo una panoramica di quello che mostrano essendo pensati per un vasto pubblico.
Gli autori che citi sono inseriti nella categoria storia e letteratura, alla quale do un senso. La narrativa in sé non ne ha uno e per questo è inutile. Dire che insegni qualcosa é oltremodo sbagliato e si scade nella banale retorica del libro=cultura mentre così non è.

matteo795

dare considerazioni su un libro guardando la trama di wikipedia e come dare opinioni su un sistema operativo usandolo per 30 secondi.

Giuliano

Mah solita storia insomma, questione di punti di vista, c è chi non riesce a staccarsi dalla "carta" per l'odore, il piacere di sfogliare etc etc, e chi invece vuole solo il digitale, io sono diciamo a metà strada, se devo leggere un romanzo e una volta finirlo riporlo per sempre o quasi, meglio un formato elettronico, anche perchè a casa lo spazio e quello che è, e comunque su un dispositivo unico e leggero ti porti dietro tanti libri, e se sei spesso in movimento la cosa non è da sottovalutare.

Il cartaceo lo vedo più come una cosa da collezione, insomma anche bella da vedere li sulla libreria, il problema e sempre lo spazio :D

Comunque come ha già detto qualcuno prima di me, incide molto il prezzo, visto che se non sbaglio, almeno in italia al contrario dei libri cartacei, su quelli "digitali" incombe l'iva piena, idem per i lettori ereader, il che si traduce in una differenza di prezzo molto labile.

momentarybliss

anche poter ingrandire il carattere evita magari di inforcare per forza gli occhiali (a chi li usa ovviamente)

Andhaka

Che tu non ci abbia trovato nulla è solo una testimonianza che il sistema scolastico non sa introdurre alla lettura in modo costruttivo.

Che tu dica che un libro di quel calibro non insegni nulla indica chiaramente una grossa lacuna cognitiva da parte tua. Forse ti serve un manuale a riguardo? ;) :P

Scherzi a parte non puoi pretendere di dire che un Pirandello, un Tolstoj, un Mark Twain e via di un elenco infinito di autori di narrativa di tutti i livelli non abbiano nulla da insegnare nei loro libri, altrimenti sei solo miope oltre che arrogante, dato che non credo tu li abbia letti tutti.

Non mi sono poi pronunciato prima sulla porcata del "meglio i film", perchè a quel punto ti potrei anche girare il discorso dicendo che i film di svago sono stupidi, inutili, non insegnano nulla e i film impegnati sono una lagna continua e noiosa e solo i documentari che insegnano dovrebbero esistere.

Capisici che un ragionamento del genere è semplicemente assurdo.

Si può avere un messaggio che insegna in QUALUNQUE media.. qualunque... dalla striscia umoristica al quadro d'autore, dalla barzelletta allo spettacolo comico, alla tragedia, al film parodia (non sottovalutiamo il potere della parodia che smaschera le ipocrisie moderne) al prodotto d'autore complicatissimo e di scarso accesso... quindi prendere un qualunque media o sottocategoria e segnarla come "inutile" è un atto di arroganza piuttosto banale.

Cheers

momentarybliss

per i romanzi trovo la carta ormai uno spreco e basta, e tra l'altro un e-book costa meno, quindi l'investimento iniziale dell'e-reader si fa presto ad ammortizzare. quando il pianeta sarà deforestato oltre il livello di guardia ne riparleremo

Sputasentenze

leggerlo in una discussione e come uno che quando parla usa gli intercalari, un pò antipatico, poi fai come ti pare per carità.

Gianluca

Contentissimo del mio kindle paperwhite! Soprattutto per la possibilità di comprare libri a prezzi veramente bassissimi (appena comprato "Uno, nessuno e centomila" a 50 centesimi :D )

Enry

Anch'io uso entrambi, ma il cartaceo quasi esclusivamente se non vi è la corrispondente copia in versione ebook

shaq_ilFoxXx

rido per "sta nascendo", ci sono biblioteche attive da 5 anni...
che siti utilizzi?

xyzkkk

Poco da ridere, io faccio ancora MOLTA fatica a trovare alcuni titoli!
Per fortuna le nostre biblioteche sono davvero ricche e con siti online davvero performanti!

Francesco Danza

C'è e si chiama "Amazon Kindle Unlimited" (anche se non ci sono proprio tutti tutti i libri)

Francesco Danza

Si ma la lettura non ha solo fini "utili" può anche essere un piacevole hobby, comunque grazie per i libri, possono essermi utili per lavoro.

Davide

i quel libro l'ho dovuto leggere alle superiori. Un insieme di lagne così vasto non l'avevo mai visto in vita mia. Ogni pagina uno strazio con la solita menata del "poverini noi, ci trattavano male ueh ueh". Una lagna incredibile, davvero. Non mi ha insegnato davvero nulla.

Davide

ne ho letta adesso la trama su Wikipedia. Che dire, sembra la trama del 70% del genere narrativa. Eroe anticonformista che d'un tratto s'innamora di una ragazza che lo cambia e insieme lottano per qualcosa. Non mi sembra qualcosa di sensazionale.
In confronto CUDA by Example sulla programmazione parallela è davvero un librone e ti insegna qualcosa di utile. In alternativa Structured Computrer Organization, un must che consiglierei a chiunque oppure un qualsiasi libro di elettronica o anche di fai da te.
Leggendo la trama di quel libro ora so in linea di massima di cosa parla ma dei libri che ti ho citato non è possibile leggere una trama che in 5 minuti ti spieghi anche solo in linea di massima l'intero libro.
I contenuti e ciò che ti insegnano sono ben diversi sebbene il numero di pagine sia probabilmente identico

M4nder

Bha è un pò come giocare in borsa xD

Coronavirus e 5G: rischi reali e fake news, facciamo chiarezza | Video

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio Emilia e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro