Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Pioneer annuncia tre nuovi sintoamplificatori 9.2 con HDMI 2.0a, DTS:X e Dolby Atmos

22 Settembre 2015 13

Pioneer e Onkyo hanno annunciato il lancio di tre nuovi amplificatori per home cinema. I nuovi modelli sono SC-LX59, SC-LX79 e SC-LX89. Tutti gli amplificatori dispongono di 9.2 canali e sono compatibili con i formati DTS:X (previo aggiornamento firmware, che arriverà prossimamente) e Dolby Atmos (con la possibilità di decodificare segnali in configurazione 7.1.4). Gli amplificatori in Classe D Direct Energy HD sono in grado di erogare una potenza complessiva di 850W per LX89, 810W per LX79 e 760W per LX59.

Tutti gli amplificatori sono dotati di connettori HDMI 2.0a (compatibile con HDR), con supporto ai segnali in 4K a 60 fotogrammi al secondo, campionamento del colore in 4:4:4 a 8 bit per ciascuna componente cromatica, compatibilità con il gamut BT.2020 e supporto a HDCP 2.2.

Pioneer SC-LX59

La sezione di amplificazione Direct Energy HD integra un nuovo condensatore, appositamente progettato per garantire un'emissione audio potente e corposa. La sezione di pre-amplificazione,invece, ricorre ad un condensatore Low ESR, utile per migliorare il rapporto segnale/rumore. La conversione digitale-analogico è affidata a due SABRE32 Ultra DAC (ES9016S) realizzati da ESS Technology, capaci di supportare frequenze di campionamento fino a 192kHz/24 bit e tracce in DSD fino a 5,6MHz.

Tutti i nuovi prodotto sono dotati di MCACC Pro, una soluzione proprietaria per la calibrazione automatica dei sistemi. Tra le sue funzioni menzioniamo la correzione del campo sonoro tridimensionale, eseguita tramite un microfono, la correzione dei parametri EQ del doppio subwoofer e la funzione Full Band Phase Control, che misura e corregge il divario temporale tra bassi ed alti e le divergenze nelle caratteristiche di fase dei vari canali presenti nel sistema. Degne di menzione sono anche la funzione Auto Phase Control Plus, che compensa automaticamente ed istantaneamente le differenze di fase negli effetti LFE (low frequency effects) derivanti dalla sorgente, nonché la possibilità di eseguire misurazioni per compensare la riflessione dei suoni sul soffitto (utile per le installazioni Dolby Atmos).

Pioneer SC-LX79

I modelli SC-LX89 e SC-LX79 sono stati inoltre certificati presso i famosi AIR Studios di Londra, rinomati per le colonne sonore cinematografiche e le registrazioni CD digitali. Pioneer ha implementato anche il supporto per i file audio in alta risoluzione: nello specifico sono compatibili i file lossless FLAC, WAV, AIFF, ALAC e DSD.

La connettività comprende il Wi-Fi dual band (2,4GHz e 5GHz), con supporto Wireless Direct, per consentire il controllo da smartphone e tablet (tramite l'app iControlAV5) anche in assenza di un router. Sono inoltre presenti il Bluetooth ed il supporto ad AirPlay e DLNA 1.5

Pioneer SC-LX89

Completano la dotazione il supporto alle internet radio, ai servizi in streaming come Pandora e Spotify, l'upscaling delle sorgenti video alla risoluzione Ultra HD e le uscite pre-out 11.2 e le funzionalità di DAC USB (solo sul modello SC-LX89).

I nuovi amplificatori Pioneer sono disponibili in nero e argento, ai seguenti prezzi:

  • SC-LX89: 2.599 Euro
  • SC-LX79: 1.999 Euro
  • SC-LX59: 1.599 Euro

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimo Olivieri

quindi dovrebbe essere un 9.2 + 2 pre-out (7.1.4 = 11 canali ) anche se le uscite sono amplificate sono 11, quindi in gradi fare decodifiche e upmix su 11 canali.
usciranno ampi DTS:X a prezzi umani...

Massimo Olivieri

dei Pioneer dicono che abbia un ottima app per controllarli da remoto, se ascolti molto musica fa comodo.

Enrico

Ogni marchio ha la sua impronta a livello audio, quindi dovresti sentirli suonare a confronto per capire se Pioneer ti piace più di onkyo. Teoricamente andrebbero poi sentiti con le proprie casse, anche se è impresa molto difficile.

Enrico

Io ad esempio utilizzo due uscite HDMI avendo collegato sia la TV che il proiettore. Il problema telecomandi poi si risolve facilmente con un telecomando universale

Enrico

Decoder digitale terrestre esterno, decoder sky ad esempio

ale

Ma soprattutto considerando che tanto se la TV ha un uscita MHL alla fine basta solo un cavo HDMI per collegare l'amplificatore alla TV senza dover usare così mille telecomandi poi

Thranduil Vala

infatti, anche io, specialmente degli ultimi prodotti. Tra l'altro mi pare abbiano un buon rapporto qualità prezzo. Per questo mi chiedevo se tra i tanti frequentatori di hdblog ci fosse qualcuno che potesse riportare qualche esperienza. Ormai il mio onkyo base base ha i suoi annetti ;-)

Gabriele

personalmente ne ho sempre sentito parlare e letto bene

Thranduil Vala

in effetti... Io ho il pc (da videogiocatore) sotto la tv, ma faccio a meno di consolle varie, visto che appunto uso il pc. 7 ingressi veramente non sai che collegarci

Fabri Fina

mi domando perché vi siano 7 ingressi hdmi quando con(ad esempio) lettore blu ray, xbox one, ps4, ps3 e x360 ne occupi 5 e non mi viene in mente niente altro che li possa occupare. Un mini pc per sentirsi la roba scaricata da youtube?

Thranduil Vala

Al di là di questi amplificatori per pochi, cosa ne pensate in generale dei pioneer? Vorrei cambiare un mio vecchio onkyo con un pioneer, ma, avendo una stanza non sufficientemente ampia, mi accontenterei di un 5.2

Gabriele

bellissimi ma prezzi per pochi

OrazioGrinzosi

Evviva cosi potrò sentire la musica piratata da youtube!!11!

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Tra i Mega Schermi, l’IA e i display trasparenti del CES di Las Vegas | VIDEO

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO