Se il telefono non prende in caso di disastri c'è la rete di emergenza portatile RBS

21 Settembre 2015 10

Uno dei problemi più ricorrenti dopo eventi disastrosi di tutti i generi è il collasso dei sistemi di comunicazione, per questo giganti del web come Google hanno da tempo avviato progetti come Loon, inizialmente inteso proprio a questo scopo, per portare connessione di rete tramite palloni aerostatici.

Una soluzione alternativa è stata sviluppata dai ricercatori della Information Technology University (ITU) di Lahore, in collaborazione con la University of California, un sistema di comunicazione prototipale chiamato 'Rescue Base Station' (RBS). Pensato per il Pakistan, è il primo sistema di emergenza in grado di lavorare anche su comuni celle. I vantaggi del RBS sono molteplici: tutto si basa su una leggera scatola rettangolare con antenna e batteria incorporata, può essere facilmente lanciata da mezzi di trasporto aerei in zone di disastri e ricaricarsi sfruttando i suoi pannelli solari.

Quando il RBS è istallato in un'area colpita da disastri, le persone cominciano automaticamente a ricevere segnale sui cellulari. Possono sceglierlo manualmente e perfino navigare in rete senza alcun costo.

Altro non è dunque che una cella portatile e facile da usare, capace da sola di coprire un'area di 3 km di diametro con il suo segnale, dando alle persone interessate la possibilità di utilizzarla attraverso un sistema rapido di registrazione che richiede nome, occupazione, età e gruppo sanguigno. Una simile soluzione, se distribuita rapidamente (o fornita preventivamente nelle aree di maggior interesse) sarebbe in grado di salvare numerose vite umane, con il segnale mobile è infatti possibile mettersi in comunicazioni con le autorità competenti.

RBS non è stato ancora impiegato sul campo, tuttavia si conta di utilizzarlo nei prossimi sei mesi in collaborazione con la National Disaster Management Authority e gli operatori locali. Il funzionamento sarà diverso da quello delle reti tradizionali, gli utenti connessi potranno ad esempio scrivere un messaggio (ad un numero dedicato) con su scritto: "gruppo sanguigno B positivo" e ricevere informazioni su chi nell'area può essere d'aiuto in situazioni d'emergenza.

Chiaro che un sistema del genere, se efficiente come promesso, potrà essere utilizzato in qualsiasi parte del globo, non soltanto il Pakistan. Tuttavia mancano dettagli tecnici che chiariscano alcuni dei punti fondamentali; ad esempio come le scatolette della RBS possano ricevere segnale, pensiamo quindi alle connessioni satellitari se non ci si può affidare ai comuni ripetitori.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Senso a 669 euro oppure da Amazon a 749 euro.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Horatio

si capiva, tranquillo ;)

Questoèilmionick

Era una battuta... mi scuso se è stata interpretata male

nontelodico

Che diamine vorrebbe dire? Sempre meglio dell'alternativa: nulla.

Rollo Funebre

Peccato che sia regolamentato da antiquate leggi pre-belliche.

Questoèilmionick

"... si conta di utilizzarlo nei prossimi sei mesi."

Che disastro è previsto nei prossimi 6 mesi?!?

Andhaka

Ham radio forever nelle emergenze.

Un network molto più diffuso di quanto si creda (tra l'altro in crescita in questo periodo) e con grande versatilità... oltre ad una comunità ben avvezza alla comunicazione efficace ed efficiente.

Cheers

zdnko

il gruppo sanguigno sarà messo a caso visto che pochi lo conoscono

Fabio81

piccoli segni di evoluzione..

iclaudio

nelle emergenze passate anche i radioamatori hanno fatto la loro parte

Francesco

bella idea

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim