Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

HDblog e Skylanders Superchargers: tra moto e videogiochi

16 Settembre 2015 2

Il brand Skylanders è senza dubbio uno di quei prodotti davvero in grado di appassionare i videogiocatori di ogni età, il tutto grazie ovviamente alla presenza di statuine collezionabili in grado di essere usate direttamente in game grazie a una speciale piattaforma.

Gli sviluppatori di casa Vicarius Vision hanno quindi deciso di dare una vera e propria sferzata al brand inserendo la possibilità di accedere a una sezione del gioco completamente basata sui racing game arcade, in perfetto stile Crash Team Racing, Mario Kart et similia.

Quale occasione migliore quindi quella di organizzare la presentazione di Skylanders SuperChargers durante il MotoGp di San Marino e della Riviera di Rimini, scegliendo come testimonial l'astro nascente di Aprilia Enea Bastianini? Activision decide quindi di organizzare un evento ad hoc e mostrare al pubblico la nuova feature di Skylanders, il tutto proposto all'interno del paddock del Team Gresini. Ovviamente non poteva certo mancare Paolo Beltramo come presentatore d'eccezione.

Il buon Enea, a soli 17 anni, ha già portato a casa diversi titoli e sta ovviamente lottando per portare a casa il titolo della Moto3. Durante la presentazione ha però deciso di distrarsi dalla sua professione, sottolinendo di essere un videogiocatore e di essere rimasto particolarmente impressionato da Skylanders SuperChargers, sia grazie alla possibilità di sfidare gli amici online, con lobby in grado di mettere in competizione fino a quattro giocatori contemporaneamente, che soprattutto poter contare sulla presenza di statuine da collezionare.


Ovviamente non potevamo esimerci dallo sfidare il campione su un terreno a noi molto più congeniale, in modo classicamente di approfondire il gameplay legato al sopra citato titolo. L'approccio è senza dubbio molto simile ai capisaldi Mario Kart, Crash Team Racing e altri. Ci troviamo di fronte infatti a un prodotto completamente arcade in cui il saggio utilizzo della derapata e dei vari bonus presenti nel circuito si trasformerà nel mezzo più semplice per portare a casa la vittoria. Sono ovviamente presenti diverse scorciatoie, bonus utili per aumentare la propria potenza di fuoco o difendersi dai vari attacchi e molto altro. Insomma, gli amanti del genere si troveranno sicuramente già pronti ad affrontare i vari circuiti presenti nel gioco. Il motore grafico si basa ovviamente sull'universo stesso degli Skylanders, di conseguenza i videogiocatori potranno contare su colori sgargianti, tonalità accese e soprattutto su effetti visivi ispiratissimi.

E' bene sottolineare che Skylanders SuperChargers non si basa solamente sulla sezione racing ma possiede anche i classici momenti di esplorazione visti nei capitoli precedenti. Di conseguenza gli utenti saranno chiamati ad affrontare diverse fasi platform in cui sarà necessario affrontare nemici, risolvere puzzle e tutto ciò che da sempre caratterizza il brand.

Anche in Skylanders SuperChargers sarà possibile contare su diversi nuovi personaggi e soprattutto sui veicoli fisici, posizionabili sul Portale del Potere in modo da vederli prendere vita sullo schermo. Per l'occasione sono stati studiati venti veicoli, tra cui auto, moto, barche, carri armati et similia, in modo da donare ai giocatori la più vasta scelta possibile. Il design inoltre dei mezzi di trasporto è sicuramente evocativo, quasi al livello di quanto visto nel Wacky Races di Hanna & Barbera.

Ma com'è finita la sfida con Enea Bastianini? Il campione si è rivelato un osso davvero duro, sintomo che si è allenato parecchio prima di questa presentazione. E' riuscito a batterci nonostante comunque un continuo inseguimento che è terminato con un paio di posizioni sotto di lui. Speriamo quindi di poterlo sfidare nuovamente, in modo da prenderci la rivincita.

Non potevamo certo lasciarci sfuggire l'occasione di intervistare Enea. Di seguito le domande e le risposte del futuro campione. Tra parentesi Enea Bastianini ha portato a casa una splendida vittoria durante il MotoGp di San Marino e della Riviera di Rimini, di conseguenza la collaborazione con Activision e/o la nostra intervista è stata di buon auspicio.


INTERVISTA A ENEA BASTIANINI

SketchT: Cosa ne pensi di Skylanders SuperChargers? E' riuscito ad appassionarti?

Enea: Si mi piace perchè ha degli elementi davvero innovativi. Non sono un grande giocatore a causa della mia professione, ma solamente la presenza del Portale del Potere dove posizionare gli Skylanders è davvero molto bello e soprattutto innovativo. Mi ha anche colpito la possibilità sia di contare su una trama che sulla possibilità di sfidare i propri amici, sia localmente che online. E' molto interessante anche per i bambini. E' davvero un bel prodotto.

SketchT: Cosa ne pensi delle statuette dei personaggi degli Skylanders? Sei un collezionista? Hai un personaggio preferito?

Enea: Il mio personaggio preferito è Eruptor. Non sono un collezionista ma le statuette sono fatte molto bene. Secondo me è un gioco davvero azzeccato.

SketchT: Tra i tracciati che sono rimasti in calendario per questa stagione, in quale credi che potresti festeggiare la tua prima vittoria in Moto3?

Enea: Spero proprio in questo circuito di Misano. Non sarà facile dato che anche gli altri piloti, sia italiani che non, vorranno arrivare primi. Ce la metterò tutta ovviamente.

SketchT: Che effetto ti fa quando leggi o senti dire che sei la promessa italian del motociclismo? E una bella responsabilità.

Enea: Quando la gente si aspetta così tanto mi fa davvero riflettere. Mi chiedo spesso "come può essere". Mi fa pensare che potrebbe essere vero, ma lo scopriremo andando avanti. Speriamo comunque di essere proprio io questa promessa italiana del motociclismo.

SketchT: I tuoi amici ti chiamano Bestia e hai finito per mettere il tuo soprannome sul cupolino e sulla tuta. Funziona con gli avversari?

Enea: Secondo me non funziona -risate-. Il soprannome me lo ha dato il mio meccanico Nevio nel 2012. Tutte le volte che scendevo dalla moto mi diceva "sei una bestia". Da li tutti hanno cominciato a chiamarmi con questo soprannome e io voglio assolutamente portarlo avanti.

SketchT: Sei il primo avversario per il titolo di Danny Kent. Dove e come lo si può battere?Avrai scoperto qualche suo lato più debole

Enea: Inizialmente facevo fatica a capire come guidava. In queste ultime gare invece gli sto facendo un po' di giri dietro e lo sto studiando. Ho scoperto che in gara, il buon Danny sente un minimo di pressione, di conseguenza cercherò di approfittare e di stargli appiccicato.

(abbiamo promesso ad Enea di non dire niente al suo avversario, altrimenti che sorpresa sarebbe :D, n.d.SketchT)

SketchT: Cosa ti ha cambiato di più da quando sei arrivato al motomondiale?

Enea: Mi ha cambiato un po' tutto. Il motomondiale è impegnativo, di conseguenza posso stare molto meno tempo con la mia famiglia e gli amici. Stando qui dentro si cresce, forse anche prima del previsto. Penso comunque sia una cosa unica. Molti piloti vorrebbero sicuramente partecipare a questa esperienza, io ce la sto facendo e voglio portare avanti tutto questo.

SketchT: Tornando ai videogiochi, qual è la tua esperienza con i videogiochi? Qual è il tuo videogioco preferito?

Enea: Purtroppo la mia professione non mi permettere di spendere moltissimo tempo di fronte alla console a causa delle innumerevoli ore che spendo ad allenarmi. Skylanders SuperChargers sicuramente è un gioco davvero interessante, come del resto lo sono Call of Duty e Destiny. Ammetto di essere affascinato da MotoGP, ma molto probabilmente questa risposta era davvero scontata.

Ringraziamo il buon Enea per la disponibilità e soprattutto per il tempo che ci ha concesso.


COMMENTO FINALE

Skylanders SuperChargers è sicuramente un titolo promettente che potrebbe allietare le ore di grandi e piccini, soprattutto grazie alla modalità racing inserita per l'occasione. La presenza di nuove statuette collezionabili legate al mondo dei motori apre una vera e propria parentesi in grado di calamitare un ottimo numero di giocatori, anche i meno avvezzi al genere. Le aspettative sono quindi altissime, di conseguenza non vediamo l'ora di poter mettere le mani sulla versione completa del gioco.



2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
jajacq

Mitico Bestia!

StEy

il grande Paolone....spero torni presto nel circus a tempo pieno

Acer Predator, nuovi laptop in arrivo. C'è anche un monopattino! |VIDEO

Recensione Lenovo Legion Go, sfida ROG Ally a viso aperto

Recensione Starfield, parte 2: inizia bene, poi si perde un po'

Giocare su TV senza console: la nostra prova del Samsung Gaming Hub | Video