Evernote Touch per Windows: editing delle note migliorato con l'ultimo update

26 Agosto 2015 2

Gli utenti Windows interessati ad utilizzare un software per la gestione delle note possono subito trovare una soluzione adatta allo scopo in OneNote, il servizio di note taking sviluppato in prima persona da Microsoft. Chi cerca una valida alternativa può valutare l'utilizzo di Evernote, disponibile anche in versione touch, ottimizzata per i tablet Widows.

Chi conosce Evernote sa che non si tratta certamente di un outsider e che il servizio offerto non ha nulla da invidiare alla concorrenza. La versione touch, più recente rispetto alla versione desktop e mobile, è suscettibile, in ogni caso, di ulteriori affinamenti che gli sviluppatori stanno apportando, come testimonia il recente aggiornamento dell'app.

Evernote Touch si arricchisce con nuovi strumenti per la composizione e la gestione delle note: viene offerta la possibilità di inserire check-box (caselle di controllo, ''spuntabili'', utili per gli elenchi di cose da fare), allegare una foto ad una nota e riprodurre l'audio salvato nella medesima. In caso di ripensamento è possibile annullare la modifica apportata con il tasto 'indietro', mentre l'opzione 'salva e continua' può essere rapidamente attivata tramite l'icona in alto a destra.

Piccoli ma utili affinamenti che rendono più piacevole l'esperienza di utilizzo.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Phonemaxi a 390 euro oppure da Amazon a 479 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
iclaudio

hanno rilashato pure un aggiornamento whatsapp

gennaro di sarno

Confronto fra versione Android e wp?

Recensione Honor MagicBook Pro, occhio ai paragoni azzardati!

Huawei Watch Fit, GT 2 Pro, FreeBuds Pro e MateBook 14 AMD | Prezzi e Anteprima

Le 10 migliori estensioni per Chrome che utilizziamo quotidianamente

Microsoft e Google: breve storia di un'insolita alleanza