Amazon Kindle Voyage: la recensione di HDblog.it

31 Luglio 2015 84

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

L'arrivo di Kindle Voyage in Italia è coinciso con l'uscita di Paperwhite 3. I due lettori sono diversi, si rivolgono ad utenti distinti e in un certo senso fanno anche cose differenti. Ma usano uno schermo praticamente identico, lo stesso tipo di connettività, la stessa memoria, la stessa autonomia. Ecco perché è difficile giustificare i 60 euro che separano i due listini. Ed ecco perché Kindle Voyage a 189 euro sembra adesso quasi uno sfizio - mentre Paperwhite 3 a 129 dà invece l'idea di una scelta più logica.

Sono sempre stato a favore degli ebook reader premium. Voglio dire, dato che di modelli economici è pieno il mondo, perché non cercare di soddisfare quei lettori che vogliono anche qualcosa di pregiato, di esclusivo, di evoluto? Il fatto che gli ebook reader siano a tutti gli effetti dei dispositivi da "sola" lettura, e di conseguenza personali e intimi, non è la risposta a tutto.

Al pari degli oggetti di design, al pari di certe versioni di smartphone e tablet, si può desiderare il meglio anche in questo settore. E poi si parla sempre di 190 euro al massimo, non certo di 699 o giù di lì! Senza dimenticare che gli eReader si cambiano ogni 3/4 anni, mica ogni 6 mesi.

Insomma, io ho apprezzato l'uscita di Kobo Aura HD e H20 ai tempi, e bramato dietro Kindle Voyage al momento della presentazione americana di settembre 2014. Anche adesso che Glo HD e PW3 hanno riportato sulla terra la nitidezza dei 300 PPI di Kindle Voyage, è il lettore che consiglierei ad un esperto, a chi ha magari un Paperwhite di vecchia generazione e valuta l'upgrade. Voyage è il vero upgrade, questo sì.

Kindle Voyage Kindle Paperwhite 3 Kobo Glo HD
Schermo 6'' 300 PPI 6'' 300 PPI 6'' 300 PPI
Touch Capacitivo Capacitivo IR
Tasti VoltaPagina - -
Illuminazione Slide + sensore Slide Slide
Memoria 4 GB 4 GB 4 GB + microSD
Connettività WiFi + 3G WiFi + 3G WiFi
Peso 180 grammi 206 grammi 180 grammi
Dimensioni 162 x 115 x 7.6 mm 169 x 117 x 9.1 mm 157 x 115 x 9.2 mm
Prezzo 189 euro 129 euro 129 euro

Ho usato la versione 3G del nuovo ebook reader di Amazon per due settimane. Il primo impatto è terrificante - nel senso buono. Sembra un tablet, si maneggia meglio di un tablet per via della finitura gommosa sui lati stretti, e dà una sensazione di solidità che non ti aspetti di trovare su un eReader. Merito della costruzione in magnesio. Il peso è buono ma non è sensazionale (180 grammi, quanto Kobo Glo HD - tra l'altro più compatto) mentre lo spessore e la robustezza sì, sono loro a fare la differenza. Vi assicuro che una volta abituati a toccare Voyage diventa spiacevole tornare alle plastiche grezze (che poi, nemmeno tanto) di Paperwhite.

Come sono andati i test

Voyage non è il primo ebook reader con vetro a filo che mi capita di provare. Kobo Aura, ad esempio, lo propone da anni. Ci sono certi "cinesi" sul mercato con design simili e, senza andare troppo in là, anche modelli dell'est come Pocketbook Ultra. Ma Voyage è il primo ad integrare il vetro opaco alla luce Amazon, al display E-Ink Carta 300 PPI, al telaio in magnesio. La resa è assoluta perché i due strati formano un tutt'uno, non c'è aria tra di loro. Ci sono davvero contesti e condizioni di luce in cui vi sembra di avere un foglio di carta incollato sul davanti.

Inoltre mi sembra di notare che il vetro opaco riesca ad assorbire meglio i riflessi diretti del sole - nel confronto ad esempio con un Kindle Paperwhite 3. Al di là dei vantaggi costruttivi dati da una soluzione così (non c'è cornice in rialzo quindi non resta polvere o sabbia), su Voyage si hanno anche riscontri pratici nell'esperienza di lettura. Non è solo bello da vedere, ecco.

E posso dire praticamente le stesse cose sull'omogeneità della diffusione della luce. Prima di tutto si può disattivare completamente, ed è una cosa che magari può farvi comodo quando siete con poca batteria esposti ad una bella giornata di sole. Poi non ha le ombreggiature ai bordi come i modelli senza vetro da parte a parte. E, infine, non ha alcuna traccia - intendo, niente di niente - di sfumature o altre distorsioni cromatiche che pure potrebbero essere normali su un eReader sovra-illuminato.

La delusione "sensoriale"

Però il sensore di luminosità integrato è un po' deludente, questo va detto. Forse mi aspettavo troppo, o forse l'ho valutato come se fosse il sensore difettoso di qualche smartphone. Non è reattivo, non cambia drasticamente quelle che sono le regolazioni che fate sullo slide, e anche la modalità notturna per abbassare la luce gradualmente così da seguire l'adattamento al buio della vostra pupilla (in teoria, una genialata) non è infallibile.

Bookerly (sinistra) vs Caecilia (Voyage).

Kindle Voyage è l'unico ebook reader con le capacità per adattare da solo l'illuminazione all'ambiente di lettura, ma a conti fatti non è una cosa che cambia l'esperienza. Io sono finito per tenerlo sì attivo, ma il più delle volte ho fatto prima ad aprire l'interfaccia e fare da solo. Probabilmente non sono riuscito a capirlo.

Sono certo, invece, di aver compreso bene quanto i tasti VoltaPagina non facciano per me. Ho lodato questa aggiunta nei mesi che hanno preceduto il test ma poi, lettore alla mano (letteralmente), ho preferito continuare ad usare il touch capacitivo. Il motivo è semplice: se siete abituati a leggere stringendo il lettore tra il pollice e l'indice, intendo senza appoggiarlo anche sul mignolo o sull'anulare, quei pulsanti a sfioramento nascosti nella cornice non saranno comodi. Vi costringeranno a cambiare posizione ogni volta perdendo ogni logica. A quel punto si fa prima a toccare lo schermo.

È anche una questione personale, di come siete abituati a tenere l'ebook reader e di dove andate fisicamente a sfruttarlo. Io che leggo principalmente la sera, con la posizione che vi ho appena spiegato, avrei preferito averli sui bordi, alla vecchia maniera - magari ancora con la vibrazione (a proposito: sapete perché Voyage non è venduto in Canada? Leggete questo) e con la possibilità di regolare l'intensità necessaria per attivarli. Oppure, anche meglio, un sensore da "bussare" sul retro stile Tolino Vision 2.

Vale il discorso fatto per la regolazione della luminosità: per alcuni potrebbero essere comodi, non lo nego, ma nella mia valutazione non li ho considerati imprescindibili. Continuo a consigliarvi Kindle Voyage, ma non per merito dei suoi sensori.

E, al momento, nemmeno per il software. Amazon sta temporeggiando con Bookerly e le novità tipografiche introdotte su Kindle Paperwhite 3. L'uscita del firmware che allineerà il rendering della pagina è attesa entro l'estate, ma non ci sono date precise. È un vero peccato constatare come la pagina generata da PW3 + Bookerly + sillabazione sia più omogenea e nel complesso più piacevole. Guardate le macro poco sopra: ma quanto è "morbido" Bookerly? La buona notizia è che quando Amazon si deciderà a farlo arrivare, Voyage aggiungerà altri punti alla voce "esperienza di lettura".

Aggiornamento 11/08: nuovo firmware adesso disponibile. Bookerly è anche su Voyage.

Quindi: perché ve lo consiglio?

Perché schermo e costruzione sono i migliori provati fino ad adesso. Voyage è un 6 pollici che si porta in giro come un 5, ed è semplicemente piacevole da usare. Più piacevole degli altri. Ogni suo aspetto progettuale, dal tasto di accensione posteriore al retro sfaccettato, contribuisce a creare la migliore ergonomia possibile. Ha un display bianco latte, sfrutta bene il vetro opaco per assorbire la luce sparata, ha un'illuminazione senza macchie o aloni e pur sempre una densità di pixel che, sì, non è più esclusiva, ma che resta al top della categoria.

Probabilmente le novità hardware non giustificano i 60 euro che separano il suo listino dai rivali, anche perché i sensori integrati possono non fare la differenza nell'uso di tutti i giorni. Abbiamo visto che non sempre la fanno. Ma questo non cambia la sostanza. Voyage è la migliore cosa possibile per gli amanti degli schermi E-Ink e degli ebook reader, a maggior ragione per chi è già cliente Amazon. Kindle Voyage è disponibile su amazon.it.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 367 euro.

84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco

Dopo due anni...ci sono state evoluzioni nel mondo degli ebook reader?Consigli per gli acquisti? :)

eric

... ho preferito il voyage per il voltapagina personalizzabile, il software con la miglior interfaccia e l'illuminazione automatica che la notte leggendo a letto è molto utile ... anche per il feeling per la qualità dei materiali e lo schermo tutto vetro ... personalmente li vale i 60€ in più

eric

... aggiornato il voyage ... ora è disponibile anche il carattere bookerly

Valerio Minervini

Non è un errore in quanto nel Kobo Glo HD non è presente un reale sot MicroSD ma, in realtà, rimuovendo la back cover è possibile in pochi passaggi sostituire la Micro SD presente. In definitiva è possibile, sebbene con qualche passaggio in più del normale, sostituire la MicroSD.

Mistizio

quoto e aggiungo che se state a corto di soldi, potete pure scaricarli :)

spino1970

sui kobo puoi impostare il modo con cui cambiare la pagina: lato destro o sinistro (avanti/indietro), con tocco centrale per il menu... oppure sopra/sotto (indietro/avanti).

Io lo uso in questa modalità, perchè col pollice destro vado avanti... per ovvi motivi tornare indietro si fa meno,, ma quanso serve mi basta allungarlo verso l'alto, senza dover cambiare mano.

Ho un Kobo Aura con sleepcover...

Adriano

6" sono identici ad un libro tascabile.
Poi calcola che 6" solo lo schermo, se calcoli anche la cornice arrivi a 8.2". E a quel punto diventa già grande da tenere in mano.
Una volta che avrai letto una decina di libri, anche se ti offrissero una versione da 7" rimarresti con la versione da 6" :D

spino1970

beh, è pur vero che ormai con i tablet android sotto i 100 euro, puoi usare la funzione che legge il testo... magari non sarà come se te lo legge un attore famoso, ma non devi aspettare l'audiobook :)

spino1970

totally agree :)

spino1970

Vanno bene pure 5... mica è un libro di carta: il carattere lo regoli come vuoi :)

spino1970

Barra di ricerca. Libreria... non capisco dove sia il problema.
E il refresh è setttabile anche ad ogni giro di pagina.

Non conosco troppo i kindle, ma dubito aggiornino il FW ogni settimana (e francamente nemmeno lo vorrei)

Boh.

Adriano

Comunque Riccy, mi hai inculato per bene con questo Glo HD! Ne parlavi bene... Doveva essere open e quindi una community dietro che migliorava tutto e tante belle storielle... Fatto sta, che dopo 2 mesi, Kobo ANCORA NON HA RILASCIATO UNA NUOVA VERSIONE!!!!!!!!!!!!!
Sto ancora con la versione 3.15, che fa pena... Piena di errori ortografici, quando giri pagina le lettere rimangono e la versione 3.16 ancora non mi è apparsa. Ma poco importa visto che nei blog di Kobo si lamentano sia della versione 3.15 che la 3.16. E Kobo che fa? E la community di cui parlavi che fa? Non discuto nemmeno della pessima interfaccia di Kobo. Quando scarichi un libro, poi perdi 1 ora a cercarlo perché è sì in memoria, ma devi entrare in 5 sottomenu e impostare la visuale corretta nei sottomenu quando entri, altrimenti il libro non lo vedi mai.
Con Kindle 4, pur non essendo touch, era molto più intuitivo e con una interfaccia molto più pulita.
Dovevo aspettare e prendermi il Voyage :(

Riccardo P

Cerca un vecchio Kindle Touch, i modelli di qualche anno fa avevano il supporto agli audiolibri e jack cuffia/altoparlanti integrati.

elfabio80

No, 6 pollici vanno benissimo...fidati!!

Lorenzo Liverani

E' da un po' che penso di comprarne uno, ma per chi lo ha già, 6 pollici non sono pochi? Mi sà da essere sempre dietro a girare pagina....

Roberto Ruffini

Un tempo come lettori piccoli si trovavano il kobo mini (5 pollici) e il trekstor pyrus mini (4,3 pollici). Però iniziano ad essere prodotti un po vecchietti, sopratutto il secondo.

Manuel Bianchi

Magari per ascoltare musica no (o comunque molto poca) ma rendevano il dispositivo compatibile con gli audiobook (come si chiamano?), non che in Italia ci sia un reale mercato in tal senso (negli USA invece penso vadano abbastanza) ma mi incuriosiscono anche se non ne ho mai provato uno.

Manuel Bianchi

Insomma i testi "fisici" non convincono. Io l'avrei preso praticamente solo per quelli, avendo il primo paperwhite mi sa che aspetto la prossima versione. Se avessero messo dei veri tasti fisici, magari anche nel lato sotto, sarebbe stato perfetto

Riccardo P

Puoi trovare dei vecchi Kobo Mini a 30€, 5 pollici, ma sono roba per intenditori e, come ti hanno detto gli altri, meglio un Kindle base da 49 euro per iniziare.

LucaS888

Uno 0,8" non cambia molto, alla fine non permette di leggere cose diverse, per i fumetti e riveste è sempre troppo poco, seppur mantiene una portabilità simile.
In realtà oltre ai 6" sarebbe meglio puntare ad un modello tra gli 8 e i 9".

Raffael

per i fumetti dipende molto dal formato! se è un manga o un formato piccolo (stile Diabolik, per intenderci) ce la si fa a leggere, ma ci vogliono PPI alti altrimenti l'immagine è troppo sgranata...
Per formati più grandi (stile Bonelli) non è indicao il formato 6"...per i fumetti USA, spesso a colori, l'ebook reader non conviene proprio.
Poi c'è da considerare il discorso formato, ad esempio, Kobo legge i CBZ (forse anche i CBR) mentre Kindle solo CBR. Tieni conto che solitamente gli eReader non hanno molta memoria interna e non sempre c'è l'espansione!
Per quanto riguarda gli ebook, invece, il discorso cambia totalmente, secondo me il formato 6" è corretto e ti permette effettivamente di goderti il libro grazie alla compattezza dell'eReader e poi lo schermo e-ink non affatica la vista...cosa che accade anche con tablet con risoluzioni elevate!
Per cui, per libri e fumetti manga o piccoli formati in bianco e nero, consiglio un buon eReader con alti PPI...per fumetti grandi e a colori un tablet è, secondo me, l'ideale

Aster

forse anche una versione di tolino vision 2 quella non impermeabile lo visto in una libreria in promozione,speriamo che il nuovo font arrivi presto sul pw 2

Raffael

c'è qualcosa ma è veramente sconsigliabile...se proprio vuoi entrare prendi un Kindle touch a 59,90€ e non te ne pentirai....

Riccardo P

No, puoi anche regolare la pressione necessaria, direi che non è un problema.

Bruno Pisano

che voi sappiate c'è un ebook economico al di sotto dei 40euro? giusto per entrare nel mondo ebook

Giuliano

Dipende, l'e-paper al mare e perfetto, un tablet sotto al sole non si vede un granche, senza contare il consumo della batteria ;)

Giuliano

Sicuramente a livello di display e per il discorso dei colori e meglio un tablet ( anche per il refresh quando giri pagina ), il problema e la durata della batteria e la visibilità, un tablet va bene magari la sera a letto al buio o con poca luce, ma per esempio al mare con il sole un ereader con e-ink sarebbe perfetto, spero che in futuro ci siano una ulteriore evoluzione di questa tecnologia :)

Adriano

Penso anche io che per i fumetti sia ancora meglio un tablet.
Sia per il fatto che poi puoi vederti anche i fumetti a colori e magari anche quelli animati che per la scala di grigi.
Usare un ebook per i fumetti é un po' come gareggiare in formula1 con una FIAT Punto :P Ce la fai, ma non é il mezzo giusto :D Anche il browser sull'ebook c'è, ma lo usi solo in condizioni di estrema necessità.

Mario I/O

Ma per quelli non conviene un tablet?

Antonino

Per quanto mi riguarda mi intriga molto il voyage,ne leggo news e articoli dall'annuncio, visto che finora non ho aggiornato il mio e-reader (Kindle Keyboard) proprio per la mancanza nei reader successivi dei tasti fisici.dovrò vedere di persona se questi sensori di pressione possono reggere il confronto o meno con un tasto fisico.
Per quanto riguarda invece il sensore di luminosità avevo letto che la risposta era volutamente non immediata (se non erro di alcuni minuto) per permettere una migliore e graduale esperienza di lettura e soprattutto per evitare che in situazioni di cambi momentanei di luce, la luminosità dello schermo cambiasse diverse volte. Cambiando solo per cambiamenti prolungati si dovrebbe ridurre il numero di cambi di luminosità e allo stesso tempo evitare all'utente giochi di luce da sabato sera mentre sta leggendo.

momentarybliss

l'e-reader ha il grande vantaggio di avere la batteria che dura una almeno una ventina di giorni

momentarybliss

il kobo aura h2o ha 6,8 pollici ed è pure impermeabile

Raff Malvone

Perfetta recensione come sempre,
io ho un pw 2 e ovviamente non c'è motivo di cambiarlo. in ogni caso mi è piaciuta molto l'excursus finale sugli ebook reader, molti lo considerano il male perchè hanno questa sorta di feticismo della carta, e poi magari leggono 1 libro l'anno. Io ne faccio fuori 2/3 al mese, e per motivi di spazio posso comprare in versioen cartacea solo quelli che ritengo valgano la spesa e lo spazio. Insomma, leggete in digitale, in cartaceo, basta che leggiate :D

Andhaka

Dillo a me... mi mancherà anche la tastiera fisica, ma i tasti laterali VERI.... quelli li rimpiangerò ad ogni lettura.

Cheers

Giuliano

Per vederci i fumetti :)

Adriano

Ci hanno impiegato 4-5 anni a capire che il lettore MP3 in un ebook non aveva senso... Capiranno anche questa prima o poi.

Adriano

Rassegnati... Sul Voyage almeno puoi impostare la sensibilità del touch contrariamente al Kobo.

Adriano

Hahahaha
Io dal Kindle 4 con i tasti sono passato al Kobo GLO HD.
Devo dire che i tasti non mi mancano proprio... Bhuahahahahahhahaha L'ho detto pensando di autoconvincermi che fosse così :P
Che me .rda ora... Ogni tanto il kobo salta di 5 pagine perché il dito mi é scivolato sullo schermo.

Adriano

Per farci cosa, se posso chiedere?
Leggerti il giornale?
Non lo vuole nessuno! Ci sono reader con diagonali superiori a 6", ma nessuno li vuole. Per chi legge, non piace avere uno schermo da 50"... Lo vuole piccolo e maneggevole. Inoltre e-ink ha tempi di reazione lentissime, quindi non puoi sfogliare più di 2 pagine a secondo. A questo punto... Cosa te ne fai? Lo useresti per ascoltare gli MP3 o per scattare foto (come fanno gli sf!gati con l'iPad?)

Rieducational Channel

Lo prenderò, dopo l'estate sarà mio.

Pastis

sarà... a me veniva talmente scomodo che l'ho ceduto

marco

se lo tieni dalla parte bassa, che è larga, si riesce, provare per credere...

Pastis

non mi faccio spaventare, trovo il paperwhite molto più scomodo nel cambio pagina del mio kindle base con tasti...

Pastis

cmq il paperwhite non lo usi ad una mano, soprattutto per il pag indietro sei costretto a cambiare posizione della mano....

marco

ah scusa, non avevo letto il "non", ecco perchè avevo risposto in quel modo

Pastis

decisamente d'accordo. Basta con questa "touchizzazione" di qualsiasi oggetto tecnologico. Per i lettori ebook non hanno alcun senso

Giovanni

dai non farti spaventare dal touch! per me è comodissimo! dei più noti è rimasto solo questo voyage con tasti fisici/a sfioramento altrimenti devi andare su sony, pocketbook, trekstor e simili...marche che realizzano comunque dispositivi certamente inferiori a questi..

Pastis

per quello lo voglio non touch :)

Raffael

Ahahah effettivamente xD

marco

usabilissimi ad una mano, basta tenerli dalla parte bassa...poi quello è un altro discorso, ma lo avresti con qualsiasi touch

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi