Rilasciato il tool jailbreak Taig 2.2.1 con correzioni e miglioramenti alla stabilità

02 Luglio 2015 9

Dopo una falsa partenza di qualche ora fa, con un aggiornamento del tool per jailbreak immediatamente rimosso, Taig ha ufficialmente rilasciato la versione 2.2.1 del suo strumento compatibile con iOS 8.3/8.4.

Questo aggiornamento è orientato verso la sicurezza, in quanto contiene la patch setreuid per evitare che le applicazioni ottengano i privilegi di root attraverso setreuid. L'aggiornamento contiene anche miglioramenti della stabilità e vari bug fix. Se non avete ancora effettuato il procedimento di jailbreak al vostro dispositivo iOS ma siete intenzionati a farlo, vi consigliamo di utilizzare quest' ultima versione, reperibile dal sito ufficiale al seguente link. Vi ricordiamo inoltre la guida al fix dell'errore driver iTunes nell'uso con architetture a 64-bit, nel caso si verifichi il problema in avvio di procedimento.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stantz

Oltre quelli che ti hanno già consigliato (ottimi), un tweak che a me piaceva molto è BioProtect.

Stefano Brancato

Swipe selection, faccio jailbreak solo per questo tweek

PadreMaronno

Yes baby

Gianmarco

Ragazzi, mi consigliate di ripristinare prima di fare il JB? (Ho aggiornato alla 8.4 via OTA)

Marco

ccsetting è uno dei piu utili

NdR91

Qualcuno consiglia qualche tweak utile?

rhakekel

Ok grazie. Non sono molto esperto di jailbreak :)

Bre

No, dovrebbe uscire un aggiornamento in automatico :)

rhakekel

io ho effettuato il jailbreak ieri. Conviene ripristinare il telefono e farlo daccapo?

Recensione MacBook Air con Apple Silicon M1, il futuro dei notebook è già qui

Recensione Mac Mini Apple Silicon M1, ho QUASI sostituito il mio desktop da 2K euro

iPhone 12, Mini, Pro e Max: vi spieghiamo le differenze (e quale scegliere)

Recensione iPhone 12 Mini: grazie Apple, ci voleva