Monitor 21:9 QHD LG 34UM95: la recensione di HDblog.it

15 Maggio 2015 42

I formati ultra-wide sono da sempre associati principalmente al cinema. L'evoluzione dei display ha poi portato a proporre il formato in 21:9 anche per TV (per ora con scarsi risultati) e monitor. L'idea è quella di realizzare un'alternativa ai prodotti tradizionali, offrendo prodotti che possano soddisfare le esigenze di chi necessita di uno spaio orizzontale più ampio, sia per i contenuti multimediali, sia per ragioni legate alla produttività. Tra i monitor 21:9 presenti sul mercato c'è il 34UM95 di LG, che si presenta con una dotazione interessante, sia per la tipologia di pannello utilizzato, sia per le numerose connessioni e funzionalità messe a disposizione dal produttore coreano.

Uno dei principali motivi che rendono il 34UM95 degno di attenzione è, indubbiamente, la risoluzione, superiore a quella dei modelli proposti inizialmente, con una risoluzione generalmente limitata ad un massimo di 1080 pixel, in verticale. La problematica correlata a quel tipo di risoluzione è legata all'area visualizzata, inferiore rispetto a quella di molti altri monitor in formato 16:9. 34UM95, invece, propone la stessa risoluzione verticale dei monitor QHD, consentendo di ottimizzare (almeno sulla carta) gli spazi, un aspetto che potrebbe fare la differenza, in molti ambiti di utilizzo.

Nel corso della recensione vedremo quali sono i punti di forza e le debolezze del monitor 34UM95, in modo da stabilire quale tipologia di utente può trarre beneficio dall'uso del suo display 21:9.

Caratteristiche tecniche e dotazione


Il monitor si presenta molto bene: l'estetica è stata curata con grande attenzione, come dimostrano tanti piccoli particolari. Il frontale è realizzato in nero lucido e si fonde con il display, ingenerando l'illusione di un display privo di cornici (che ovviamente, pur essendo molto sottili, sono presenti). Il resto dello chassis presenta una doppia finitura: sul bordo è presente una piccola fascia cromata, che spezza la continuità tra frontale e retro, realizzato con una colorazione argento. A spiccare sono due particolari: l'approccio minimalista (sul frontale non sono presenti tasti, nemmeno a sfioramento) ed il piedistallo. Quest'ultimo presenta una base metallica color argento (come il retro), con la porzione verticale (quella che collega il monitor alla base) in plastica trasparente. L'effetto è di sicuro impatto: con la giusta angolazione si ha l'impressione che il monitor fluttui sulla propria base. L'unica critica che si può muovere, in relazione al piedistallo, è relativa alla versatilità: è infatti consentita solo l'inclinazione (-5 e +15 gradi).


La parte posteriore del piedistallo presenta, in corrispondenza con l'attacco sul monitor, una copertura in plastica color argento. Questo componente non ha solamente mere finalità estetiche (copre le viti che fissano il piedistallo): la parte sinistra è provvista di un pratico passa-cavi, utile per tenere in ordine tutti i fili. Sul retro troviamo tutte le connessioni: due sono gli ingressi HDMI, abbinati ad un DisplayPort, due porte Thunderbolt, l'uscita cuffie, una porta USB 3.0, due porte USB 2.0 e la porta USB Upstream (quella da collegare al computer, in modo da abilitare l'uso delle porte USB sul monitor).

Sul frontale, come abbiamo già menzionato, non vi sono controlli di sorta. LG ha infatti scelto di collocare un piccolo joystick sotto il logo, all'interno di una piccola sporgenza color argento.


Con una pressione si accedere al menu, mentre per muoversi tra le voci è sufficiente utilizzare il joystick come una croce direzionale. Nel menu Controllo rapido troviamo tutte le impostazione di base: Luminosità, Contrasto, Volume (il monitor dispone di due speaker a 7W ciascuno), Ingresso e Formato. Sotto la voce Funzione sono raggruppate le impostazioni per attivare il SUPER ENERGY SAVING (risparmio energetico), Calibrazione e Modalità immagini (a scelta tra Utente, Foto, Cinema e Gioco). PBP gestisce, invece, il Picture By Picture, cioè l'affiancamento di immagini provenienti da due ingressi differenti. E' possibile selezionare un ingresso come principale ed uno come secondario, impostare quale delle due sorgenti deve riprodurre l'audio, il formato dello schermo, eccetera.

Schermo è uno dei menu più importanti: contiene, infatti, tutte le regolazioni relative all'immagine ed ai colori. Si possono cambiare i valori di nitidezza, livello del nero, tempo di risposta, gamma, temperatura colore e color management system (la regolazione avanzata dei colori). Impostazioni comprende la selezione di lingua, accensione o spegnimento del LED di stato, standby automatico, eccetera. L'ultima voce, infine, è Reset, che permette di reimpostare tutti i valori di fabbrica.

A queste voci si aggiungono le due modalità di lettura, che rendono più rilassante la lettura, alzando il valore del rosso nel bilanciamento del bianco (in questo modo si limita l'emissione di luce blu, dovuta ai LED presenti nella retroilluminazione). E' ovviamente sconsigliato utilizzare queste modalità per altre finalità, poiché la riproduzione delle immagini subisce variazioni consistenti.


Veniamo alle specifiche: 34UM95 utilizza un pannello LCD IPS da 34", con retroilluminazione a LED. La risoluzione è 3440 x 1440 pixel, con una luminosità massima di 320 cd/m2, un rapporto di contrasto pari a 1.000:1, un angolo di visione di 178° lungo entrambi gli assi ed un tempo di risposta di 5ms GtG (da grigio a grigio).

Il monitor è attualmente reperibile, nei negozi online, ad un prezzo di circa 700 Euro.


Caratteristiche tecniche:

Schermo LCD

Tipo

87 cm TFT (Thin Film Transistor)
Schermo LCD (Liquid Crystal Display) Lunghezza diagonale dello schermo: 87 cm

Intensità di colore

HDMI IN 1 / HDMI IN 2 / Thunderbolt

Colore a 8 bit supportato.

DP (DisplayPort)

Colore a 10 bit supportato.

Passo pixel

0,2325 mm x 0,2325 mm

Risoluzione

HDMI

Massima risoluzione supportata

3440 x 1440 a 50 Hz

Risoluzione consigliata

3440 x 1440 a 50 Hz

DisplayPort

Massima risoluzione supportata

3440 x 1440 a 60 Hz

Risoluzione consigliata

3440 x 1440 a 60 Hz

Thunderbolt

Massima risoluzione supportata

3440 x 1440 a 60 Hz

Risoluzione consigliata

3440 x 1440 a 60 Hz

Segnale video

Frequenza orizzontale

Da 30 kHz a 90 kHz

Frequenza verticale

Da 56 Hz a 61 Hz

Sincronizzazione

Sincronizzazione separata

Connettore di ingresso

HDMI IN 1, HDMI IN 2, DP (DisplayPort) IN, H/P OUT, Thunderbolt, USB UP, USB IN 1, 2, 3

Alimentazione

Livello di potenza

19 V page34image50800 page34image510006,5 A

Consumo energetico (tipico)

Modalità operativa: 80 W (tipica, senza USB)
100 W (massima, con USB, uscita audio 50%)

Modalità sospensione ≤ 1,2 W
Modalità Off (Spento) ≤ 0,5 W (
solo 34UM95-PD, 34UM94-PD) Modalità Off (Spento) ≤ 0,3 W (L'interruttore DC è spento.(solo 34UM95-PE))

Adattatore CA/CC

Tipo LCAP31, prodotto da Lienchang. Uscita: 19 V page34image58440 page34image586407,37 A

Angolazione supporto

In avanti/indietro: da -5° a 15° (monitor)

Condizioni ambientali

Condizioni di funzionamento

Temperatura: da 10 °C a 35 °C umidità: da 10% a 80%

Condizioni di stoccaggio

Temperatura: da -20 °C a 60 °C umidità: da 5% a 90%

Uscita audio

7W + 7W

Sistema operativo supportato

Win XP, Win Vista, Win 7, Win 8, Nuovo Mac Pro (Mac OS 10.9.1 o versioni successive)

Thunderbolt

Win 7, Win 8, Nuovo Mac Pro (Mac OS 10.9.1 o versioni successive)

Dimensioni

Dimensioni del monitor (larghezza x altezza x profondità)

Con supporto

829,9 mm x 468,9 mm x 172,9 mm

Senza supporto

829,9 mm x 379,8 mm x 82,9 mm

Peso (senza imballaggio)

Con supporto

7,7 kg

Senza supporto

6,7 kg

La prova di visione


Prima di iniziare la disamina della qualità fornita dal 34UM95, è bene fornire qualche dato tecnico. La luminosità massima che abbiamo misurato si attesta poco sopra le 270 cd/m2, mentre il livello del nero più basso (quindi quello migliore) si attesta a ridosso delle 0,06 cd/m2. Una volta calibrato, il monitor esprime un rapporto di contrasto poco inferiore a 1.000:1, risultando fedele a quanto dichiarato da LG. Per la calibrazione LG fornisce un software a supporto, che però non siamo riusciti ad utilizzare: il monitor viene riconosciuto dal computer, ma il nostro strumento per la taratura, una i1DisplayPro, si è dimostrato non supportato.

Con i controlli a disposizione è possibile ottenere un risultato molto buono sulla riproduzione dei colori, anche se il color management system non è "3D". Sono infatti disponibili i controlli relativi a tonalità e saturazione, ma manca quello per la luminosità. Ciononostante è possibile ottenere un gamut molto prossimo al riferimento, con uno piccolo scostamento relativo solo al rosso. Il Delta-E medio (cioè lo scostamento rispetto ad una riproduzione perfetta del gamut) si attesta a 1,15, ben al di sotto della soglia critica che l'occhio umano è in grado di distinguere. Per il rosso, invece, abbiamo rilevato un Delta-E poco superiore a 3, che pur non essendo l'ideale, non si può considerare problematico.


Per quanto riguarda il gamma, con i controlli a disposizione non è possibile fare molto: una taratura vera e propria non è possibile. All'utente è permesso di scegliere tra i tre settaggi pre-impostati: quello migliore, secondo le nostre rilevazioni, è Gamma 1, che pur con qualche scostamento dal riferimento, si dimostra comunque lineare e capace di fornire prestazioni di buon livello. Buona l'uniformità del pannello: l'esemplare in prova non mostrava problematiche particolari, come clouding o spurie (difetti della retroilluminazione, che portano ad avere zone più luminose).


Un aspetto che interesserà ai giocatori è l'input lag, ovvero il ritardo introdotto dal display nella risposta ai comandi. Il valore migliore che abbiamo misurato si attesta intorno ai 18ms, quindi una soglia che soddisferà tutti i giocatori che non richiedano prestazioni di livello assoluto.

Passiamo ora alla prova di visione: per sfruttare al meglio il monitor è possibile installare, su PC o Mac, l'applicazione per gestire lo Screen Split, ossia la suddivisione del monitor in più aree, per un massimo di quattro in totale. Il software è semplicissimo da utilizzare: un menu a tendina permette di disabilitare la funzione, oppure di scegliere come visualizzare le finestre a video, affiancandone 2, 3 o 4, in modi differenti. Ogni voce è abbinata ad uno schema che mostra come verranno disposte le finestre a video. L'uso di questo software è caldamente consigliato, perché evita di dover ridimensionare e collocare ogni finestra a mano.

La possibilità di affiancare più finestre è una delle caratteristiche più interessanti del 34UM95: lo schermo da 34", abbinato alla risoluzione di 3440 x 1440 pixel, consente di affiancare due finestre, ottenendo un risultato analogo a quello che si avrebbe con due monitor da 20" in formato 6:5. Chi produce contenuti, che siano testi, tabelle o altre tipologie, troverà questa possibilità molto utile, specialmente se non è possibile utilizzare una configurazione a doppio monitor. Passare da una schermata ad un'altra (magari per consultare un documento), piuttosto che dover alternare continuamente due finestre, rende il lavoro molto più lento e molto meno agevole.


La qualità video è appagante: il livello del nero è buono ed anche la luminosità è generalmente più che abbondante (solo in ambienti molto luminosi può capitare di trovare il quadro un po' spento). Anche fedeltà cromatica e dettagli sulle scene più scure sono parimenti soddisfacenti, come viene del resto testimoniato dalle misure. In definitiva il 34UM95 è un monitor a cui è difficile muovere critiche davvero rilevanti: la sua migliore qualità è l'equilibrio che dimostra in moltissimi ambiti. Non si tratta di un prodotto indirizzato ad una specifica categoria di utenza, come del resto emerge anche dalle specifiche: un professionista che lavora sulle immagini cercherà una fedeltà cromatica ancora migliore, mentre un gamer potrebbe desiderare un display con un refresh rate superiore.

Il prodotto di LG è un ottimo tutto fare, che soddisferà chi fa un uso variegato del monitor, per film, videogiochi e produttività. Il formato 21:9 potrebbe indurre scetticismo, ma ha effettivamente una sua reale utilità, poiché permette di poter sostituire (in certi ambiti ed entro certi limiti) una configurazione a doppio monitor, con maggiore praticità e senza stacchi tra un display e l'altro.


Conclusioni

Il monitor 34UM95 è un prodotto da tenere in seria considerazione, se si desidera ottenere un'area di lavoro più ampia, in orizzontale, senza ricorrere all'uso di due monitor affiancati. Le misure strumentali rivelano un pannello di buona qualità, capace di fornire prestazioni convincenti, senza mostrare il fianco a particolari criticità. LG ha chiaramente cercato di realizzare una soluzione che potesse accontentare un'utenza vasta e variegata, offrendo la possibilità di vedere film, giocare e produrre contenuti.

Durante l'utilizzo non si avverte mai l'esigenza di avere più spazio in verticale, segno che la risoluzione di 3440 x 1440 è stata effettivamente una scelta sensata. L'impressione che si ricava è simile a quella che si ottiene utilizzando un monitor 16:9 da 27". Una menzione doverosa va all'applicazione ideata per gestire la disposizione di più finestre: l'uso non potrebbe essere più semplice, e permette di spremere immediatamente il massimo dal monitor, in termini di versatilità.

34UM95 è quindi un prodotto che ci sentiamo di consigliare: le sue qualità migliori risiedono nel formato panoramico e nell'equilibrio generale, che lo rendono un prodotto particolarmente solido e versatile, con un occhio di riguardo all'estetica.


42

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Moto Pico

Per carità, leggettevi le recensioni su Amazon, molto più veritiere e concrete. Lo hanno massacrato...

efremis

È uscito dopo l'UC97? Quello lo rensirete (immagino sia migliore)?

NeX

arriva a 61hz

NeX

Aggiungo che é pure molto resistente. Mi é caduto da circa un metro d'altezza e nno si é fatto un graffio XD #kekkulo

blha

Sinceramente per LAVORO prenderei 2 monitor 22 pollici ed otterrei la stessa area di lavoro in orizzontale ma a differenza di questo potrei girarli e utilizzarli in verticale. Questo sicuramente è bellissimo ma è troppo limitato all'ambito dell'intrattenimento

gattoscassapalle

Fino adesso ho giocato solamente con la play 4... Sfrutta tutto lo schermo non lascia layout... Domani provo ad ordinare qualche film 4K non vedo l'ora di sfruttare al massimo questo favoloso display!!!

Sergios

ma per sfruttarlo al meglio, i film li compri blu ray 4k? se si dove?

gattoscassapalle

Spettacolo è dir poco....spettacolare è un monitor bellissimo vale tutti soldi anche più!

Sergios

umm.. ancora troppo per me.. peccato mi piacerebbe davvero avere un monitor del genere..i film la sera sarebbero uno spettacolo

gattoscassapalle

22% in meno

Sergios

quanto verrebbe? 500?

Sergios

domandina.. ma la retroilluminazione è led edge (che mi pare dovrebbe avere led solo nelel cornici, o full led?) perchè da quello che avevo letto tempo fa, cambia parecchio

efremis

Bello.

Whitewolf20

qualcuno sa il nome del 2 e 3 gioco? TY

PadreMaronno

ottimo per vedere le foto panoramiche XD

asdasgfdsg

a che risoluz giochi?
arriva a 60hz a 4k o si ferma a 30?

Saverio

non lo trovi tanto garantito

TheDarkITA

E' bianca, ma rompe le balle... :D

TheDarkITA

Grazie mille, gentilissimo :)

Mauro

Naaa, un mini drone da interno!

gattoscassapalle

Neache le tende sono efficaci.... Anzi il riflesso delle tende invade il monitor

Nicola Buriani

Poi però tocca fare le riprese all'aperto :D.

Mauro

Ehm? E' trasparente?

TheDarkITA

Ce l'ho già, ma amplifica il problema...

Mauro

Ci sarà anche un drone per le riprese dall'alto?

gattoscassapalle

Il 16 e il 17 maggio lo acquisti per molto meno all'uniero...è ottimo

Nicola Buriani

Mi sono attrezzato anche per quello, prossimamente arriveranno anche per le recensioni che curerò io.

gattoscassapalle

I riflessi li assorbe molto bene! Prima dovevo abbassare le tapparelle (con il vecchio monitor) mentre ora non più... Gioco a the witcher 3 ed è super realistico (Play 4)

gattoscassapalle

Diciamo che lo uso sul letto quindi una distanza di 2/3 memetri dal monitor.... I giochi sono PERFETTI!

Mauro

Che ne dici di questa soluzione? xD (f5)

Mauro

Visto il target di utilizzo non mi sembra rilevante il consumo, anche perché di sicuro non consuma come un plasma....

asdasgfdsg

se i giochi li scali a 2k, come si vedono?
da che distanza lo usi?

Stefano

Lo comprerei al volo se non costasse 700€ :(

Ezio Crank Saske

prezzo?

Darkhalo

Cercando in giro ho visto che sta sui 55Wh di consumo reale, grossomodo come due display da 22".

Ngamer

infatti a me sembra che consuma il doppio di un normale fullhd 16/9

BuBy

uffi, mi avevate viziato con le video recensioni :( :(

TheDarkITA

Ti posso chiedere se l'antiriflesso funziona bene? Che vorrei acquistarlo, anche se aspetto volentieri un piccolo calo del prezzo per non vendere un rene, e ho una maledettissima finestra, che a determinati orari attualmente mi fa impazzire coi riflessi del monitor attuale.

Darkhalo

Soluzione interessante, più pratica di 2 monitor affiancati.
Mi sarebbe anche piaciuto avere un'idea indicativa dei consumi, magari a veri livelli di luminosità (100%, 50% e al minimo) oltre che in stand by.

Nicola Buriani

Come detto non ho riscontrato a livelli significativi.

gattoscassapalle

Lo ho e lo consiglio a tutti

asdasgfdsg

clouding?

Mi TV Q1 75’’: ecco come si presenta il primo QLED di Xiaomi

Ha senso un TV 8K nel 2021? Ecco cosa possiamo già vedere in Ultra HD

FreeBuds Studio e Gentle Monster Eyewear II: Huawei a tutto audio | Anteprima VIDEO

Recensione nuove Amazon Fire TV Stick 2020 e Lite: un gadget indispensabile