Intel Future Showcase 2015: Intervista e Tour da HDblog.it

06 Maggio 2015 7

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

In occasione dell'Intel Future Showcase 2015, abbiamo assistito alla presentazione di alcuni prodotti particolari e conosciuto alcune curiosità dietro il brand americano noto per processori ma non solo.

Nel lontano 1965, quando il co-fondatore di Intel Gordon Moore fece la sua famosa previsione, secondo cui "il numero di transistor incorporati in un chip raddoppierà approssimativamente ogni 24 mesi", nessuno avrebbe potuto prevedere come quell'osservazione sarebbe diventata un trampolino di lancio per l'innovazione. Raddoppiare il numero di transistor su un chip ogni due anni non è solo una conquista tecnica.

Cosi Intel introduce il suo evento. Mezzo secolo dopo l'osservazione di Moore, il mondo della tecnologia è cambiato radicalmente. Allora i computer riempivano intere stanze ed erano gestiti e fatti funzionare da uomini in camice bianco. Eppure, quattro anni dopo la previsione di Moore, la tecnologia era già arrivata a una svolta: pensiamo ai computer che hanno aiutato Neil Armstrong a compiere "un passo da gigante per l'umanità". I computer di oggi, dai notebook ai tablet, dagli indossabili ai dispositivi con nuovi fattori di forma, sono parte integrante delle nostre vite.

Tutte le tecnologie del Future Showcase presentate quest'anno sono esempi di come l'innovazione sia guidata dalla Legge di Moore. Quest'anno l'obiettivo è puntato sui dispositivi del presente e del futuro, prendendo in esame i fattori di forma e le tecnologie che diventeranno sempre più parte delle nostre vite. Per spiegare l'idea di Intel, vi lasciamo alle parole ufficiali dell'azienda che integrano l'intervista video che vedete in apertura articolo.


Il presente

Un tema essenziale degli ultimi anni è stato quello dell'innovazione dei fattori di forma. I computer non ci obbligano più a stare seduti a una scrivania e i dispositivi portatili non sono più ingombranti notebook clamshell e telefonini dalle funzionalità limitate. Dai convertibili ai tablet, la tecnologia Intel è alla base di nuovi modi di interagire con i dispositivi.

HP Sprout

Quest'anno vogliamo presentarvi HP Sprout. A prima vista, sembra un elegante dispositivo all-in-one familiare. Ma guardatelo più da vicino: non è composto da un monitor e da una tastiera.

Ciò che state guardando è un'interfaccia solo touch che può essere controllata direttamente con le vostre mani, sia sul touchscreen che sul Touch Mat.

Questa esperienza coinvolgente, perfetta per i ragazzi e l'apprendimento, è basata sulla tecnologia Intel® RealSense™, che vi offre l'esperienza di computing più "a portata di mano" che potete immaginare. Interagire con Sprout non richiede un mouse e una tastiera, e neppure un touchpad: si tratta di un'interazione molto più personale.

Invece di usare un dispositivo come il mouse che si frappone tra voi e il vostro computer, Sprout offre un'interazione più diretta: potete controllare i vostri contenuti e attività semplicemente muovendo le mani, pizzicando, afferrando e persino sorridendo al vostro dispositivo.

Formati piccoli ma perfetti

Sprout è un dispositivo di fronte al quale ci si deve sedere per immergersi nell'esperienza interattiva che offre, ma abbiamo anche bisogno di piccoli dispositivi che ci consentano di allontanarci dalla scrivania. Tali dispositivi sono disponibili in molteplici formati: lo smartphone costituisce l'esempio più evidente; sono anche disponibili dispositivi di computing in formato tascabile che spaziano da sistemi personalizzabili, ma compatti, a dispositivi a basso consumo e portatili.

Asus ZenFone 2

Gli smartphone sono diffusissimi e attuali: ciascuno di noi ne ha uno, e alcuni di noi anche più di uno. Il processore Intel Atom permette all'ultra sottile Asus ZenFone 2 di funzionare per molte ore per essere il nostro fedele compagno di ogni giorno.

Intel® NUC e Intel® Compute Stick

I computer non sono solo PC desktop o dispositivi 2 in 1 oppure smartphone. Oggi il computing significa una scelta di fattori di forma, che vi permettono di avere il dispositivo che soddisfa al meglio le vostre esigenze.

Intel ha ideato due dispositivi che “liberano” il computing: Intel NUC e Intel Compute Stick.

Probabilmente conoscete già Intel NUC, che offre le piene prestazioni di un PC in un dispositivo sufficientemente piccolo da poter essere inserito in una borsa. Ma ora aggiungiamo qualcosa: uno schermo touch integrato da 10".

L'aggiunta di uno schermo touch al potente dispositivo tascabile Intel NUC, apre un intero mondo di funzioni per gli utenti. Immaginate per esempio un DJ che faceva ballare la pista utilizzando il suo notebook. Da oggi non dovrà più portare con se un ingombrante notebook con batteria di scorta o un pesante cavo di alimentazione: Intel NUC occupa meno spazio di una manciata di CD.

Per chi non ha bisogno di un dispositivo con specifiche di fascia alta, Intel Compute Stick rappresenta la soluzione perfetta. Sembra una chiavetta USB, ma è in realtà un PC completo con un connettore HDMI, il che significa che lo potete collegare direttamente allo schermo di una TV.

Come la sua controparte più grande - Intel NUC - Intel Compute Stick è in grado di trasformare un normale televisore in un potente centro di contenuti multimediali, portando direttamente nel vostro soggiorno film e programmi TV da tutto il mondo.

Intel Compute Stick vi consente di guardare film di successo, eventi sportivi o persino la vostra serie preferita da qualsiasi luogo - il cloud, un canale TV o un'unità disco nella vostra casa - sul vostro schermo.

Libertà di movimento: NFC e Intel WiDi

Un aspetto importante degli odierni dispositivi è la liberà di movimento che vi offrono. Tecnologie come NFC e lo streaming wireless rendono possibile tutto questo, consentendovi di proseguire le vostre attività o godervi i vostri contenuti, senza dovervi preoccupare degli aspetti tecnici che fanno funzionare il tutto.

La maggior parte degli smartphone di oggi è equipaggiata con tecnologia NFC, il che significa che la connessione con altri dispositivi è diventato molto più facile: sono finiti i tempi in cui era necessario attivare il Bluetooth, cercare il giusto dispositivo da abbinare, aspettare i codici e il completamento delle connessioni. NFC significa che potete inviare musica in streaming dal vostro telefono a un altoparlante in pochi secondi, o persino video su uno schermo Full HD grazie alla tecnologia Intel WiDi (Wireless Display).

L'importanza della Legge di Moore

In nessun altro ambito risulta maggiormente evidente l'importanza costante della Legge di Moore come nel settore degli indossabili. Processori più piccoli possono ovviamente rendere possibili dispositivi più piccoli. E la Legge di Moore significa anche che questi chip possono essere molto più efficienti nel loro modo di sfruttare l’energia: nessuno vuole fermarsi a ricaricare uno smartwatch ogni poche ore.

La Legge di Moore è importante anche per l'Internet delle cose: chip piccoli ed efficienti possono essere prodotti in quantitativi sufficienti per potenziare milioni di dispositivi. E la produzione di chip piccoli ed efficienti su larga scala significa che il costo di questi chip diminuisce, quindi i dispositivi IoT possono essere più accessibili.

Intel® Galileo e Intel® Edison

La scheda di sviluppo Intel Galileo di seconda generazione è all'avanguardia nel mondo degli sviluppatori. Si tratta di una scheda certificata per Arduino basata su architettura Intel, progettata appositamente per maker, studenti, educatori e innovatori. Lo stesso vale per Intel Edison, un altro kit di sviluppo Arduino.

Queste schede di sviluppo sono significativi esempi di strumenti del presente: i maker innovativi le utilizzano come base dei loro progetti, da uno strumento open source per l'apprendimento dell'astronomia a una macchina per caffè IoT, da uno zerbino che invia SMS a un monitor portatile per vaccinazioni.

Indossabili

MICA - La bellezza incontra l'intelligenza nel bracciale MICA, un dispositivo autonomo che non richiede di sfruttare lo smartphone per mantenervi in contatto con il vostro mondo. Con eleganti finiture che includono una placcatura in oro a 18 carati, perle della Cina, lapislazzuli e ossidiana, MICA è un accessorio che si distingue dagli altri e unisce la moda a caratteristiche e funzionalità tecnologiche.

Basis Peak - Lo smartwatch Basis Peak è anche tracker per il fitness e il sonno. Mentre lo indossate, raccoglie dati di tutte le vostre attività, dalla traspirazione alla comprensione dei vostri livelli di sforzo, dal vostro battito cardiaco alla temperatura corporea. E quando finite di fare attività fisica, Basis tiene traccia anche del vostro sonno, aiutandovi a capire come riposate, oltre a come fate esercizio e sport.

SMS Audio - Siamo abituati a dispositivi indossabili da portare al polso, sotto forma di smartwatch o braccialetti. Ma c'è un altro dispositivo che potete portare con voi quando andate a correre: i vostri auricolari. Gli auricolari BioSport di SMS Audio vi permettono di lasciare a casa il vostro smartwatch dato che, oltre a offrire audio di qualità, sono in grado di monitorare il vostro battito cardiaco tramite sensori ottici intrauricolari. E l'aspetto ancora più interessante? Non necessitano di ricarica: utilizzano la corrente dal vostro lettore musicale.


Il futuro

Indossabili

Gli indossabili intelligenti non si limitano a gioielli o tracker di fitness. Non solo possiamo tenere traccia del nostro fitness e della qualità del nostro sonno: le applicazioni future della tecnologia indossabile potrebbero vederli utilizzati da operatori sanitari come strumenti di supporto alle cure mediche.

Steccatura intelligente - Immaginate un dispositivo non solo in grado di favorire la guarigione di una lesione, ma che sia anche in grado di tenere traccia delle sfide che devono affrontare i pazienti affetti da paralisi cerebrale o altre malattie legate a muscoli, articolazioni, ossa o malattie neurologiche.

Smart Splint, un dispositivo leggero acquisito e stampato in 3D, originariamente sviluppato per consentire la guarigione di fratture e semplificare le medicazioni, è stato ulteriormente potenziato, grazie alla scheda di sviluppo Intel Edison, e oggi può essere utilizzato per monitorare i cambiamenti di pressione in pazienti affetti da paralisi cerebrale e inviare queste misurazioni a un'app. Usando l'app, i medici possono adattare con precisione i medicinali in base alle necessità dei pazienti.

Pro Glove - Una volta che si inizia a pensare in modo più ampio a come i dispositivi indossabili possono rendere la nostra vita più intelligente, maggiormente connessa o più sana, le possibilità diventano infinite. Uno dei partecipanti al concorso Make It Wearable di Intel è Pro Glove, che incorpora una gamma di sensori e la scheda Intel Edison per trasmettere dati a chi lo indossa per aiutarlo a lavorare in modo più efficiente.

Smart Clip - Ogni anno alcuni bambini muoiono accidentalmente per essere stati "dimenticati" nelle automobili, spesso a causa di un colpo di calore. Smart Clip, un prototipo mostrato al CES di quest'anno e sviluppato da un ingegnere Intel, è un dispositivo che sostituisce il gancio della cintura di sicurezza di vostro figlio e invia un avviso tramite Bluetooth al vostro portachiavi nell'eventualità in cui vi scordiate di portarlo con voi.

Intel® Home Gateway - Le case intelligenti potrebbero essere la "next big thing": chi non apprezza l'idea di una casa in grado di rispondere alle nostre esigenze? Home Gateway è basato sulla scheda di sviluppo Intel Galileo e consente ai maker di ottenere il proprio sistema di automazione domestica, fornendo un hub centrale multipiattaforma in grado di dialogare con qualsiasi dispositivo intelligente già disponibile sul mercato. Se ad esempio avete un termostato Nest e lampadine Philips Hue, Home Gateway li metterà in collegamento.

Il sistema è basato su tag NFC che tengono traccia della vostra posizione all'interno dell'abitazione e regolano i dispositivi in base ai vostri movimenti. State guardando un film sul divano? Se vi alzate e andate in cucina per fare uno spuntino, Home Gateway trasmetterà automaticamente il film sul tablet della cucina, così potrete continuare a guardarlo.

Tecnologia Intel® RealSense™

La tecnologia Intel RealSense viene già impiegata in dispositivi attuali come HP Sprout. Ma l'unico limite del suo potenziale è l'immaginazione, e alcuni di questi utilizzi del futuro sono già in fase di esplorazione.

A casa - Immaginate di essere in grado di leggere una ricetta a casa vostra senza il problema di ditate unte e appiccicose sullo schermo del vostro tablet, mentre seguite le varie fasi della preparazione del cibo. Invece di dovervi interrompere per lavarvi le mani per poter scorrere al passo successivo o di scoprire come funziona - o meglio non funziona - il vostro tablet una volta ricoperto dall'impasto dei biscotti, la tecnologia Intel RealSense vi permette di controllare il tablet con dei gesti, tenendo gli ingredienti alla larga dalla schermo e consentendovi di completare la preparazione dei biscotti.

Scansione 3D - Attualmente la scansione 3D richiede molto tempo. Ma usando la tecnologia Intel RealSense tramite una serie di dispositivi - in futuro persino gli smartphone - la scansione 3D diventerà più ampiamente disponibile.

3D Me - La tecnologia di scansione 3D ha un gran numero di applicazioni potenziali, dai settori retail ai quelli consumer e industriale. Per citare un solo esempio, invece di avere un avatar generico quando si inizia un nuovo gioco, il vostro smartphone sarà in grado di scansionare la vostra immagine e creare un avatar che vi rappresenta veramente nel mondo virtuale.

Scoprite le possibilità offerte da 3D Glass, che può rapidamente immortalare un volto in cristallo dopo aver acquisito i dati da uno smartphone anziché richiedere un costoso scanner 3D dedicato.

Droni Intel RealSense - I droni sono dispositivi incredibilmente versatili, che possono esserlo ancora di più con la tecnologia Intel RealSense, in grado di garantirne la piena autonomia grazie a sensori che acquisiscono lo spazio 3D intorno ad essi, evitando ostacoli e consentendo agli esseri umani di dedicarsi ad altre attività.

Riconoscimento del contesto - Un dispositivo in grado di capire dove si trova prendendo in considerazione il contesto è davvero un dispositivo intelligente. Il riconoscimento del contesto significa che i dispositivi possono reagire di conseguenza e ciò potrebbe essere gestito attraverso una gamma di dispositivi e piattaforme. Immaginate di dover gestire gli smartphone di un'organizzazione: la piattaforma in grado di riconoscere il contesto può fornire un pannello di controllo che elenca tali dispositivi, sia che si tratti di iPhone, dispositivi Android, telefonini Windows, BlackBerry o altro, e di comunicare agli smartphone se nella posizione in cui si trovano, ad esempio in ufficio, possono venire sbloccati in tutta sicurezza. Una volta usciti dagli spazi dell'ufficio, il GPS comunica ai dispositivi che si trovano all'esterno della zona sicura e li fa passare automaticamente a una modalità maggiormente protetta.

Il primo mezzo secolo della Legge di Moore

La crescita esponenziale della potenza e dell'efficienza di elaborazione ha reso possibile una straordinaria esplosione della tecnologia negli ultimi 50 anni. Siamo passati da computer che avevano le dimensioni di intere stanze a portare quotidianamente con noi dispositivi le cui capacità vanno ben oltre i sogni più ottimistici di Moore e degli altri pionieri del computing.

La tecnologia che vi abbiamo mostrato oggi rappresenta solo un assaggio dei futuro che ci aspetta dietro l'angolo. Chissà che cosa ci riserverà il prossimo mezzo secolo?


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio81

Parere personale:questo è l'articolo migliore del 2015 :)
Parere personale 2: la domotica e la fruibilità di questi dispositivi devono andare pari passo con l'esperienza d'uso dell'utente medio. Ad oggi non basta avere qualche sporadica conoscenza dei computer, l'utente medio che non sa usare molto bene il suo smartphone non potrà mai installare da solo questi kit di sorveglianza. Deve essere coadiuvato da un personale che lo installi e glielo spieghi, ma tutto questo farebbe inevitabilmente lievitare i costi.Tutto vorremmo regolare le luci, la tv, la temperatura del forno e del freezer con un unico apparecchio ma la realtà (2015) è assai lontana.Forse manca ancora unì'interfaccia grafica talmente elementare che aiuti la casalinga di Voghera a non far confusione ;)

Andrea Galeazzi

Purtroppo no, non l'ho provata...magari in futuro.... Ciao!

Mauro

La recamera di HTC fa fare ad Andre4 strani movimenti... La gente è spaventata/incuriosita, le signore sembravano gli animali davanti alle reflex con obiettivo da 1 metri dei documentaristi National Geographic!

Alex

Andrea Galeazzi Complimenti come sempre !!! Ottimo video e spunti tecnologici. Come te , per lavoro , sarei interessato a valutare la tecnologia 3D RealSense per i rilievi di ambienti interni. Hai già avuto occasione di provarla ??? Cosa ne pensi ??? Anche perché dalla recensione del tablet fatta da Riccardo P mi e' parso di capire che per il momento in Italia non verra' commercializzato.

NaXter24R

Se vi capita, ditegli espresse parole "NaXter24R VUOLE la saldatura sulle CPU"

Jericho

lol, adesso che mi ci fai pensare..xD

Raffael

Solo a me per un attimo è sembrato Heisenberg di BB?!

Come fare Animazione 3D: i consigli dei professionisti

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3070 Ti

Acer annuncia Swift X e rinnova i notebook ConceptD | Anteprima video

iMac M1 24": altro che colori, bianco è meglio ma servono 16GB di RAM | Video