Jeff Bezos lancia il suo primo razzo in orbita, viaggi spaziali commerciali più vicini

04 Maggio 2015 81

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Jeff Bezos è conosciuto al mondo per essere il CEO di Amazon, ma l'imprenditore ha ben altre mire oltre l'e-commerce e tra queste ci sono i viaggi spaziali tramite la sua nuova compagnia chiamata Blue Origin. Nei giorni scorsi si è tenuto in segreto il primo lancio di prova in orbita del razzo New Shepard, partito dal Texas ha raggiunto il suo obiettivo tramite la spinta dei propulsori che all'altezza opportuna si sono sganciati.

Al momento non si parla di razzi riutilizzabili, ma l'obiettivo è ovviamente quello per ridurre sensibilmente i costi, per il rientro sulla superficie la capsula utilizza infatti i tradizionali paracadute. I motori sono pronti per i lanci commerciali, ma non esiste nessuna vera tabella di marcia che indichi l'apertura ufficiale di questo business per ricchi e facoltosi.

Il New Shepard è un mezzo suborbitale, ciò significa che è in grado di volare fino a 100 km di altezza ma non è in grado di orbitare intorno al pianeta, potrà contenere fino a tre persone ma prima di includere qualcuno in 'cabina' verranno svolti numerosissimi test (almeno una dozzina). Un secondo video mostra più fasi del lancio rispetto a quello d'apertura, la corsa verso lo spazio adesso si gioca su più fronti:

Il piccolo Samsung che piace a tutti? Samsung Galaxy A41 è in offerta oggi su a 200 euro.

81

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gark121

tuttavia se preferisci possiamo usare un motore ad idrazina, che è in pratica la cosa più tossica, cancerogena, e pericolosa che l'uomo abbia inventato con finalità diverse da quelle belliche. oppure ottimi motori a cherosene, che prima devi raffinare, poi bruciare, e finita la combustione 1/5 della massa rimane in forma di riaggregati ("polveri sottili") o altre porcherie. anzi, no, la soluzione giusta sono i motori a combustibile solido, che nell'aria buttano fuori ossidi di metallo. magari usando l'alluminio, che è il più anti-ecologico dei metalli da estrarre.

Gark121

no, sei tu che non ci arrivi proprio, raffinare il petrolio inquina (non solo per l'energia, che non è afffatto poca, ma anche per gli scarti, i fumi etc) . come e più che produrre energia elettrica per separare l'idrogeno.

Francesco

Non ci arrivi proprio, non so che dirti. Il punto non è la raffinazione del petrolio, che richiede una minima energia in rapporto a quella contenuta nel petrolio stesso, il punto è che non esistono GIACIMENTI DI IDROGENO, a differenza di petrolio, gas, carbone...

Gark121

Senti bimbo, non devi spiegare a me cos'è un vettore, ma anche la tua benzina, o il metano, o l'elettrico o qualunque altra cosa la devi lavorare. Non metti il petrolio grezzo dentro i motori. Quindi, ripeto per la terza volta e chiudo, una cosa più ecologica di questa non potevano farla manco volendo. Fine.

Francesco P

E il computer/tablet/smartphone da cui scrivi? E l'energia elettrica che lo alimenta? E la scoreggia che ha appena tirato tua nonna?

Maurizio Mugelli

parlavo di bezos - ne ha effettivamente tirato su uno quasi intatto -dice- dell'apollo 11.
www bezosexpeditions com/learn-more.html
sara' uno stunt pubblicitario.

Francesco

Non hai capito, l'idrogeno non è una FONTE di energia, è un VETTORE ENERGETICO
Quindi per produrre il tuo idrogeno devi partire da una FONTE, a scelta tra le tante disponibili

Gark121

Ho verificato, ci sono almeno 13 motori f-1 completi in mostra in vari musei/ depositi etc. Se qualcuno ha dragato il fondo del mare per analizzare vecchi rottami ha sprecato il suo tempo. A meno che non si tratti dei cinesi, che per il poco che si sa sono circa arrivati agli anni 60 come tecnologia...

Gark121

Notizia flash, non esistono giacimenti di nessuna fonte di energia "pronta". Il petrolio va estratto, raffinato e trasportato. Idem in carbone. L'uranio oltre ad estrarlo, stoccarlo a fine vita e limitarne le radiazioni devi pure arricchirlo. E pannelli solari li devi produrre, cosa che è assolutamente anti ecologica, senza considerare smaltimento, batterie etc. Ogni altro tipo di propulsione esistente inquina più dei razzi a idrogeno. Tecnicamente, questo affare inquina meno di ognuno delle decine di migliaia di jet privati di dimensioni medie e grandi che girano per il mondo. Anche quelli sono un capriccio. Ripeto, pure gardaland (o disneyland a Parigi o il London Eye o la torre della TV a Berlino...) è un "capriccio" fondamentalmente inutile. Però visto che non di sole pane vive l'uomo, e visto che grazie a progetti del genere (fondamentalmente capricci di persone ricche) forse nel giro di 50 anni potremo fare Roma-sydney in 2 ore scarse, io non mi lamenterei più di tanto. Hanno scelto (per altre ragioni imho, ma comunque) la soluzione più eco-compatibile possibile.

Francesco

E ricominciamo, con che lo fai l'idrogeno? Non esistono giacimenti, occorre energia per produrlo, e sei punto a capo

Gark121

Un mezzo a idrogeno è il mezzo volante più pulito che può realizzare l'uomo.

Black_prime

non toccarmi Gardaland... e non diciamo fesserie che ho provato un sacco di volte e con il blutornado non si riesce ad andare in orbita. :D

soxxoz

Un test come se ne effettuano migliaia ogni anno. Poche notizie questo lunedi?

soxxoz

Le compagnie private nel bene o nel male giocheranno un ruolo fondamentale nella definitiva apertura dello spazio all'uomo.

Francesco

Nemmeno io ho detto questo
Ma un mezzo a idrogeno non è pulito manco per niente, tutto qua

Gark121

equazione che IO non ho scritto. io ho scritto idrogeno=nessuna "scia kimika11!!1!". idrogeno=motore "pulito". poi se non sei disposto a inquinare per attività inutili, comincia a chiudere tutti i parchi divertimenti, gli zoo, gli acquari, le palestre, i cinema etc etc.

Francesco

Io contestavo l'equazione idrogeno = zero emissioni

Gark121

perchè, le giostre con cosa funzionano? con la buona volontà?

Francesco

E l'energia elettrica con che la fai?

iclaudio

be di ingegneristico non ci trovo nulla di miracoloso...invece di colarti il caffè in una tazzina te lo fa passare per una cannuccia e poi in un sacchetto di plastica....

Gark121

acqua ed energia elettrica... ad esempio. ripeto, inquina meno di gardaland o cose simili. mooolto meno di quello che credi.

Gark121

in proporzione? sì. XD

Francesco

Sì e con che lo fai l'idrogeno?

CAIO MARI

Euroncap è una cagat@?

benedettoangio

Quella l'hanno aperta, ma se devi andare su un extrasolare l’unica è prendere
la Serravalle.

Maurizio Mugelli

interessante, io sapevo che ultimamente stavano dragando i vari siti di ammaraggio dei rottami delle missioni apollo per recuperare pezzi di rocketdine f-1e studiarli...
suppongo si riferiscano a due cose diverse.

Gark121

guarda che i progetti sono tranquilli sui loro microfilm negli archivi della nasa eh... la notizia che erano stati persi è clamorosamente falsa. tant'è che per constellation hanno lavorato sui motori principali di saturn. alla peggio, basta smontare uno dei 3 saturn V rimasti e misurare XD

Gark121

non è solo questo: semplicemente, dopo ogni incidente per legge bisogna fare una ricerca e capirne le cause, per far si che in futuro non possa mai più ripetersi. se guardi, gli incidenti degli ultimi decenni sono tutti dovuti al mancato rispetto delle norme. perchè le norme, impedirebbero certe cose (ma comportano costi elevati).
ad esempio nelsettore automobilistico non esiste nulla del genere. non esiste nemmeno un corrispettivo dell'icao ad esempio.

Maurizio Mugelli

anche perche' il problema dell'orbita non e' arrivare a 100km di altezza, e' raggiungere quei 9km e mezzo (o giu' di li) al secondo di vettore angolare....

altrimenti basterebbe anche un razzo poco piu' grande di quelli amatoriali.

Gark121

1)meno rigide dell'icao.
2)sono 1100, ma parecchi di essi ha volato più volte. se conti singole missioni, circa 1700 è il numero di voli umani * membri di equipaggio. e la nasa ha mandato su più gente dei russi. la cina sta a 6 credo, l'europa e il giappone 0. quindi 1000 è un ordine di grandezza corretto. se poi sono 780, cambia poco, il rapporto è sempre 5% o roba del genere, per missioni anche rischiosissime negli ultimi 50 anni.
poi che sia brutto rischiare di morire per "semplice ricerca/esploarazione"non si discute, ma come sempre, i pionieri rischiano. dalla mayflower (prima nave inglese a tentare di colonizzare l'attuale boston) ad esempio sono morti qualcosa tipo 3/4 dei coloni nel primo anno. detto questo, qui stiamo parlando di qualcosa di molto meno pericoloso di una vera missione spaziale. sti cosi non vanno in orbita. arrivano abbastanza su da farti "sentire" di essere nello spazio. e basta. anche questo riduce molto i rischi.

Gark121

è semplicemente una questione di potenza. usare idrogeno significa avere dei serbatoi giganteschi (anche liquido, l'idrogeno occupa una marea di spazio). quindi per il primo stadio è molto poco conveniente. l'idrazina (che si, è mostruosamente tossica, se entra in contatto con materia organica brucia, ha vapori tossici e cancerogeni, ha mille difetti) o il cherosene permettono di avere volumi molto più accettabili. inoltre, l'idrazina si può stoccare a bordo per tempi abbastanza lunghi, l'idrogeno no. per missili come i titan (che derivano dagli icbm), la cosa è decisamente importante. non credere che i russi facciano diversamente. soyuz ad esempio va a idrazina pure lui, proton idem, gli zenit (che erano a base di energia, lo shuttle sovietico) a cherosene.
semplicemente, per grandi masse, l'idrogeno non conviene. la cosa che conviene di più sarebbe il combustibile solido, ma dà alcuni problemi (in particolare non si può regolare in nessun modo).

qandrav

è fantastica, ho letto qualcosa al riguardo sul blog di paolo attivissimo

Maurizio Mugelli

pensare ai cretini che hanno deciso di non mettere neppure in sicurezza i vari progetti del saturn V - se non fossero gia' tutti morti di vecchiaia verrebbe voglia di prenderli a schiaffi...

Maurizio Mugelli

puo' sembrare una cosa inutile ma da un punto di vista ingegneristico e' un gioiellino quella caffettiera.... :)
pero', bleah, caffe' in busta di plastica :P

AlphAtomix

mi sembra troppo indietro, la concorrenza riesce (quasi) a farli atterrare perpendicolari al suolo...

Maurizio Mugelli

in effetti "amazon, we have a problem" non ha esattaamente lo stesso feel...
e dubito che ti spediscano uno scrubber in orbita via Prime...

Maurizio Mugelli

in effetti "amazon, we have a problem" non ha esattaamente lo stesso feel...
e dubito che ti spediscano uno scrubber in orbita senza farti pagare il corriere.

M_90®

sembra un pisell0 LOL

Maurizio Mugelli

pardon, non parlavo dell'apollo 1 (stavo pensando ad altro e mi e' scappato... :) ma dei vari incidenti durante lo sviluppo dei vari atlas-centaur.
quanto ai propellenti se fai caso raramente il primo stadio usa idrogeno, ad esempio i vari saturn e delta usavano cherosene (rp-1), i titan un mix di hidrazina ed udmh ecc.

CAIO MARI

1)Nemmeno la NASA ha norme di sicurezza rigide?
2)Sono meno di 1000 gli astronauti della NASA andati in orbita... 1100 sono quelli di tutti le organizzazioni internazionali
3)Concordo
P.S È brutto rischiare di morire per una cosa così bella e affascinante, anche se in percentuale più sicuro di molti altri sistemi di trasporto che usiamo

CAIO MARI

Si perché è quello che ha più margini di evoluzione ed è anche più recente ed è il meno utilizzato tra i sistemi di trasporto

matteventu

Sicuramente, ma è difficile prevenire qualcosa che non si conosce o di cui si ignora l'esistenza :D

CAIO MARI

Meglio prevenire che curare, di solito l'uomo tende a tralasciare questo discorso e impara solo dagli incidenti ;)

Gark121

mai come nel settore aerospaziale questa cosa è vera...

Gark121

molto meglio aspettare il 17 XD

Massimo

"...prima di includere qualcuno in 'cabina' verranno svolti numerosissimi test (almeno una dozzina)."

mmm...non salirei sul volo n. 13 nemmeno se mi pagassero a peso d'oro XD

matteventu

È brutto da dire, ma la sicurezza si migliora con gli incidenti...

qandrav

beh almeno adesso può usare la ISSpresso per farsi i caffè :D

Gark121

la sicurezza su un lanciatore di questo tipo potrebbero garantirla con qualcosa tipo l'escape launch system dell'apollo. un razzetto sulla cima che se per caso ci sono problemi col razzo principale porta via la navetta verso una zona sicura. l'apollo in questo era straordinario, se non fosse per l'atmosfera di ossigeno puro a bordo, sarebbe il sistema di arrivare nello spazio più sicuro mai creato.

Gark121

l'incidente dell'apollo 1 non ha niente a che fare con la propulsione. inoltre, usano tantissimo ossigeno e idrogeno. semplicemente, i razzi a combustibile solido sono più potenti, quindi se vuoi mettere in orbita qualcosa di grosso e pesante come uno shuttle, magari senza fare un lanciatore grosso come tutta cape Canaveral, usi anche gli srb...

Mobile

Samsung Galaxy Buds Pro con ANC: che qualità! | Recensione

Android

Samsung Galaxy S21 e S21 Ultra: Live Unboxing e prime impressioni | Replay

Android

Samsung Galaxy S21, S21 Plus e Ultra: tutti 5G, nuovi colori e c'è la S Pen | Video

Android

Galaxy S21, variante Plus e Ultra ufficiali: caratteristiche, immagini e prezzi Italia