Ricercatori australiani realizzano uno schermo olografico con il grafene

28 Aprile 2015 23

Il grafene è un materiale ormai "chiacchieratissimo" da anni. E' infatti al centro di una vasta pletora di studi, che coinvolgono spesso tecnologie all'avanguardia. Il grafene può essere definito, in parole povere, come uno strato monoatomico di atomi di carbonio. L'interesse che genera è legato alle sue proprietà, come l'elevata resistenza e flessibilità. L'ultima novità, riguardante questo materiale, è l'impiego come parte di un display olografico, capace di riprodurre immagini in 3D.

A realizzarlo è stato un gruppo di ricercatori delle Università australiane. Il principio ispiratore è stato il lavoro di Dennis Gabor, che vinse il Nobel nel 1971, proprio per i suoi studi sull'olografia. Il team di ricerca è riuscito a costruire un display digitale capace di mostrare immagini 3D a colori ed in alta definizione, con un angolo di visione pari a 52 gradi.


Il display è composto di piccoli pixel, capaci di modificare la direzione della luce. Il metodo utilizzato sfrutta un procedimento noto come fotoriduzione. Tramite un laser si inviano rapidi impulsi all'ossido di grafene (che costruisce i pixel del display: è un composto che contiene grafene ed atomi aggiuntivi di ossigeno): in questo modo è possibile modificare l'indice di rifrazione dei pixel (che hanno dimensioni minuscole: si parla di nanometri), generando un'immagine tridimensionale.

Al momento il sistema ha ancora bisogno di numerosi perfezionamenti: il prototipo realizzato può proiettare immagini grandi circa 1 centimetro. I ricercatori responsabili del progetto, Ma Min Gu e Xianping Li, hanno dichiarato che questa tecnologia non avrà limiti di scala, e che potrebbe trovare applicazione, entro 5 anni, nei dispositivi indossabili.


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
xevidroid

Video?

RiccardoII

Bhe da me hanno messo numero aperto..... quindi ....

Simone Broz

Ok, allora è una cosa diffusa. Io faccio Scienza dei Materiali a Roma e siamo quattro gatti...bah.

RiccardoII

Bho un po'. 200 ad ottobre, ma già ora molti hanno mollato.

Simone Broz

Per curiosità, quanto iscritti conta il tuo corso?

RiccardoII

Top!

Antonio Mercuri

A me somigliano nomi cinesi!!!

Anacleto®

... potrò avere un'orsa tutta per me...

JackStrambo

Mi commuovo leggendo queste notizie.

Umberto C. Maspero

Quella sempre!!! :D

Gian 930

Allora dopo dovremmo trovarci per una birretta post esami

RiccardoII

A guarda non dirlo a me

Gian 930

Non prima dell'8 che sono pieno di esami fin sopra ai capelli!
(sono in biblioteca al poli a studiare ahahah)

Tizio Caio

purtroppo in italia ste cose non si fanno.. ti tocca andare all'esterno.. ed è un peccato che in italia non si investa più in hardware

erdarkos

sopratutto l'ultima

Gian 930

Si spera :)

Gian 930

Non ti credo ahahah! Incredibile

RiccardoII

nooooo grande gian! io faccio scienze dei materiali :D

Ratchet

C'è sempre da scoprire :D

comatrix

Se non erro, Microsoft è da anni che studia il metodo quinario (binario 0-1 + coordinate x y z)

Giuseppe Di Spirito

....sti cinesi stanno ovunque...

Gian 930

ah cacchio! È per queste cose che faccio ingegneria dei materiali e delle nanotecnologie! Però se mi scoprono tutto adesso non vale :(

GiorgioGR

#grafene #illuminati #sciechimiche #batterieinfinite #addiopcb #innovazione #vivalagnocca

Samsung Q950TS UFFICIALI: TV 8K con AV1 e senza cornici | Video

Samsung Flip: la recensione della lavagna digitale per l’ufficio collaborativo

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare a febbraio 2020

Quale Amazon Echo scegliere in offerta a febbraio 2020? Panoramica Video