Toshiba Satellite Click Mini disponibile in Italia. Già sotto i 300€

02 Aprile 2015 46

Toshiba Italia mantiene le promesse e inizia la distribuzione di Satellite Click Mini L9W-B ad inizio aprile. L'ibrido 2-in-1 su processore Intel Atom Z3735F e tastiera dock con seconda batteria integrata, è disponibile in Italia con prezzi vicini ai 320 euro. I negozi online italiani hanno già offerte che permettono di risparmiare qualcosa sul listino e scendere sotto la soglia dei 300 euro - come ci auguravamo al momento del lancio.

Toshiba Satellite Click Mini è un 8.9 pollici con schermo Full HD, e questa è probabilmente la sua caratteristica di punta. Non ci sono altri modelli low-cost con un densità di pixel paragonabile. La sua scheda tecnica è standard (2 GB di RAM, 32 GB eMMC, WiFi N, Bluetooth 4.0, uscita microHDMI e lettore microSDXC) ma la sua tastiera dock permette di renderla particolare aggiungendo una USB 2.0 full size e un secondo lettore di schede SDHC.


Queste aggiunte sono possibili perché il collegamento tra dock e tablet è fisico, non Bluetooth, una soluzione che appesantisce le linee ed obbliga all'uso di una cerniera ingombrante/pesante ma che ha permette, appunto, di migliorare la dotazione. Modelli come gli Asus Transformer Book Chi (a fine mese in Italia) non possono aggiungere connessioni sulla loro tastiera Bluetooth - ma di contro sono molto più sottili e leggeri.

Con Windows 8.1 with Bing e Office 365 Personal per 12 mesi, con 13 ore di autonomia annunciate e una tastiera dotata di touchpad (non scontato su queste dimensioni), il nuovo piccolo Toshiba potrebbe essere una delle sorprese di questa primavera. In vendita in Italia è la versione bianco lucido; la gold (codice LL9W-B-100) che si vede in molte delle foto promozionali arriverà prima dell'estate. Dovremmo riuscire a provarlo da un giorno o l'altro.


46

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Luca Bastianello

Effettivamente mentre per word, publihser, powerpoint ho trovato validi sostituti, per Excel, quello di Office al momento è il migliore (tra i non pofesisonali).
Poi ora con office 365 (che per quello che costa è una spesa fattibilissima, sopratutto dato che è asosciata a memoria cloud non indifferente, ma si tornerebbe al discorso di prima relativo a queste) , office online, etc di opzioni anche da parte di MS ce ne sono parecchie. Sono curioso di vedere come si evolverà da parte di MS sapendo che per andorid e Ios office è gratuito, quindi diventerebe un pò un controsenso farlo pagare sui modelli di windows, ma qui si vedrà tra non molto. Io al momento una licenza office H&S 2013 la ho, vedremo cosa accadrà più avanti.

Ilgard

Indubbiamente la suite Office è più professionale, soprattutto se si usa Excel, ma per molti utenti il numero di funzioni è inutilmente grande e non ha senso spenderci soldi sopra.

Luca Bastianello

LibreOffice dalla 4.0 non mi ha convinto molto.

Poi le app google di Office non sono molto all'altezza se non per le cose più banali.

Inutile dire che Office ora come ora è decisamente superiore in quanto a versatilità, ma considero anche altre opzioni.

I servzi cloud invece sono per me una grosa manna, sopratutto come integrazione più che come unica sorgente (sopratutto in Italia dove le connessioni non permettono uno sfrttuamento più rpfondo. Cominciano a diventare molto interessanti quando cominciano a essere sinergiche (uno dei motivi per cui l'ecosistema Apple non fa per me). Io sono abituato a unire lato android e windows per un'interazione che confà alle mie esigenze). Del resto è la tecnologia che deve soddisfare le mie esigenze, non il contrario.

Ilgard

Più che altro molti puntano ad Office perché è l'unica suite che conoscono.
Per la stragrande maggioranza delle persone LibreOffice va più che bene (ho abbandonato OO da un bel po'), come anche i servizi cloud offerti dai vari colossi (Google e Microsoft in primis).

Luca Bastianello

Concordo appieno. Pensa che io all'università ero passato a OpenOffice perchè Office non riusciva a reggere le mie esigenze. Ultimamente sono tornato con Office per lo stesso motivo. Ma anche su android anche senza Avere office avevo delle alternative molto vlaide, che fossero per smarpthone o per tablet.

Stesos vale epr Linux, ed altro. Purtroppo per alcune piattaforme le mie esigenze specifiche non possono essere soddisfatte vuoi per immatrità dei programi vuoi per assenza totale. Ma questo non le rende meno valide.

Il crack a parte essere illegale non ha nemmeno sneso ora come ora con tutte le alternative che ci sono, sopratutto su windows.

Ilgard

Il problema degli emulatori è che raramente sono efficienti. Vanno bene quando manca una vera alternativa, ma altrimenti è meglio evitarli.
Linux comunque, ora come ora, è utilizzabile anche dalla massa, a patto che ci sia l'accettazione che le applicazioni non sono le stesse che su Windows ma bisogna prendersi la briga di cercare una equivalente sullo store.
Il problema è che l'utente è di per sé molto pigro e spesso molto disinformato. Molti non sanno nemmeno che esistono delle alternative gratuite ad Office e fanno danni tra crack e quant'altro quando potrebbero scaricare un banale installer.

Luca Bastianello

4) Su quel punto concordo. Così come le recensioni le guardo da più recensori non affidandomi solo ai valori o altro, ma anche alle differenze da altri dispositivi . Guardare al prezzo inferiore poi non corrisponde anche a qualità. Su questa metodologia concordo appieno.

9) Diciamo che si è comnciata a vedere anche più offerta di pordotti OS liberi, e comunque si ha avuto un consolidamento delle alternative. Prima di Ios e androd praticamente per la massa esisteva solo Win, mentre LInux era più che altro legato a una fascia molto più ridotta. In qualche modo si è sdoganato quindi anche Linux, oltre che avere man mano sempre più supporto per le aplpicazioni. Poi che LInux negli ultimi anni, forse anche a causa di android abbia subito un rallentamento notevole (ubuntu phone, sistemi touch, etc)è un altor discorso. Per ora LInux, per me, non è ancora una soluzione, non per la massa, e a volte anche per SuperUsers, ovviamente tutto dipende dalle esigenze.
Ma qui il discorso sarebbe veramente lungo da fare e cambierebbe molto anche in base all'anno di riferimento.
Io ad esmepio guarod con interesse ai chromebook, ma li trovo ancora estremament einadeguati (sopratutto dato che si pososno riporporre con Win senz aprobleemi), ma con Arc Welder ecco che poter "fondere" widnwos, chrome apps e android assieme senza emulatori, etc (anche se tecnicamente ARC welder stesso una sorta di emulatore di per sè) ecco che diventa estremamente interessante, ma anche qui siamo all'inizio ed è un discorso molto articolato.

Ilgard

4) Indubbiamente, il mio discorso non era tanto quello quanto più un "Attento, le prestazioni scadenti dipendo più probabilmente dal device che dal connettore". Ad esempio, quando volevo comprare una penna USB 3.0 ho cercato benchmark su internet (trovai un sito che consentiva di comparare molte penne diverse) e sono rimasto soddisfatto da questo approccio: con una minima spesa in più ho riscontrato prestazioni migliori. Per l'USB 2.0 vale lo stesso discorso: i device hanno costi diversi anche per lo stesso taglio perché spesso la qualità è diversa.
Se sei molto dipendente dai dispositivi esterni in futuro ti consiglio di controllare bene prima di acquistare: spesso con una spesa di pochi euro in più trovi prestazioni decisamente migliori.
9) Io, con l'ambito informatico, non ho di questi problemi, ma indubbiamente per altri è difficile trovare le applicazioni adatte. Sto notando un cambio di tendenza negli ultimi anni (probabilmente perché in molti si sono accorti che possono risparmiare parecchio sulle licenze) ma la strada da fare è ancora tanta.

Luca Bastianello

4) Beh, su quello non ci si può fare nulla, per discriminare servirebbe fare una analisi plurima su più dispositivi dello stesos tipo per la stessa procedura, etc in numero statisticamente valido, non ne ho la possibilità.
9) io invece vado di Windows perchè con Linux mi sono sempre trovato male (e sono anch stato un betatester delle prime versioni) più che altro per la mancanza di applicazioni specifiche che mi servono e non ci sono su Linux (utilizzo e necessità diverse, tutto qui)

Ilgard

4) Non è che era il device ad essere fatto alla bene e meglio? Perché la qualità del device conta tantissimo. Dispositivi USB 3.0 scadenti vanno quanto dispositivi USB 2.0 mediocri. Tanto per dire, i media center meno recenti hanno tutti porte USB 2.0 per collegare device esterni.
9) Sì, è vero, in generale Window non gestisce benissimo le alte risoluzioni, anche per la lettura dei testi. Spero che con il 10 risolvano. Cioè, lo spero per loro, perché Windows lo uso sporadicamente e sto sempre con Linux quindi a me cambia poco.

Sì, anche per me è stata una discussione interessante :D

Luca Bastianello

4) Io ho sentito invece la differenza tra trasferimenti e visioni di filmati, etc, quindi una 3.0 ti assicuro che mi ha fatto non poca differenza.
5) su questo siamo concordi, oltretutto con i programmi giusti si può renderlo una sorta di windows, usando finestre flottanti, pulsanti di richiamo scorciatoie, etc. e anche simulare split screen, etc.
9) si, ma non si apprezza sensibilmente comunque. Tieni conto che non è scaling su un prodotto windows per i programmi (colpa di chi realizza i programmi) quindi diminuire le dimensioni dello schermo vuol dire anche ridurre la dimensione delle icone che diventano poi difficilmente gesitbili senza tastiera e mouse.

Comunque ne approfitto per ringraziarti, non capita regolarmente di potersi confrontare con qualcuno che mantiene toni di discussione civili, e a prescindere dalle nostre conclusioni trovo il nostro "battibecco" interessante, spero valga lo stesos per te^^

Ilgard

4) No, ho visto per anni film con la 2.0 e mai un problema. Se vedessi film in 4K allora sì, avresti dei rallentamenti, ma altrimenti non c'è nessun problema.
5) Android sta migliorando a riguardo, ma è indubbiamente indietro. Però se si tratta di produttività base allora va bene pure quello.
9) Tanto è lo schermo che conta a riguardo. Una scocca minore rende il prodotto più portabile ma non lo schermo più grande :D

Luca Bastianello

1)bloatware che si fanno più graviùal calare delle prestaziini
2)io invece lo uso ormai come macchina principale
4) poter vedere i film da 2.0 e 3.0 cambia per permettere una visione più fluida essendo più veloce lo scambio dati, inoltre è uno standard che è da anni sui notebook, ma vi è sata molta èigrizioa da parte dei produttori, ed è parte del motivp per cui qiest tablet è un passp indietro
5)io ho usato per 2 anni android per la produttività, ma con 8.1 win è su un altro livello. chiede però più attenzione rispetto android
7)su un 10" non c'è così tanta differenza
9)diciamo che un 11" nella scocca degli attuali 10" ci starebbe tutto^^ (un po cone xps13)

Ilgard

1) Ni. Diversi prodotti hanno bloatware che inficiano le prestazioni generali.
2) Sarà che ho pessimi termini di paragone, ma rispetto al mio fisso mi risulta difficile optare per il portatile. Sì, uso software come office o eclipse, ma se devo scegliere una macchina da lavoro non opterei mai per qualcosa di simile, andrei indubbiamente sul più potente. In generale poi non opterei per un tablet in ogni caso quando si tratta di produttività perché uno schermo inferiore agli 11" lo troverei comunque limitante.
3) Cambia poco, tanto il discorso si incentrava sullo schermo
4) Se lo usi come ponte USB 3.0 resta comunque un utilizzo che beneficia poco della maggiore velocità. Inoltre, non so che connessione hai, ma una buona penna o device USB 2.0 viaggia sui 20, 25 MB/s. Ti serve una 160 Mega per saturare la connessione. Tieni conto che l'USB 3.0 è così poco fondamentale che è uscita da quasi 10 anni e tutt'ora non è uno standard diffuso. In generale a me fa comodo solo quando sposto film da pc a pennetta per vederli da qualche altra parte. Ma se i film sono già su pennetta (o su HD esterno) perché scarico direttamente lì allora è irrilevante se il connettore sia 2.0 o 3.0.
5) No, non capisco la replica. Perché non ha senso un tablet Windows? Oddio, in effetti sarei più o meno d'accordo: salvo necessità di alcuni software specifici, Android su tablet basta e avanza.
7) Ma la differenza non la devi vedere tra l'ambito multimediale e quello produttività. La differenza la devi vede nell'ambito multimediale tra 720p e FHD. E lì si vede.
9) Sì, ma sono differenze che senti di più tra gli 8 e i 10 pollici. Tra 8 e 9 pollici dubito si noti una particolare differenza. Che poi, IMHO, preferirei comunque tra gli 11 e il 13 pollici per un device adatto alla produttività ma non troppo ingombrante. Ma anche lì bisogna vedere dalle singole necessità.

Luca Bastianello

1) non è il primo con quel processore, quindi si sa cosa può e non può fare
2) perchè il tuo vecchio portatile non faceva operazioni complesse? sarà che lo spingo al limite ma realizza molto di più
3) sono uscite poi le versioni senza RT
4) si che ci puoi trasferire molto dato che puoi usarlo da ponte per hub, oppure per scaricare direttament tramite la us 3.0, anche scaricando direttamente nella memoriainterna sposto GB e GB a prescindere
5) cerca in internet e su youtube, fidati che l differenza si vede. Altrimenti per come dicii tu nn ha nemmeno senso un tab win ora comee ora, si va di android e si spende anche meno
7) o lo uso in entrmbi gli ambiti e non si nota affatto la differenza
9) nellutilizzo di porgrammi per elaborazione immagini, video, per lavorare come me su carte geologiche, etc si sentono notevolmente. E anche per uso ufficio (non metto in conto l'acceso a uno schermo esterno, nel qual caso un 8" la vince
Sempre per lutilizzo che citi io lo suo in entrambi i modi, ma utilizzo peer il 50-60% del tempo in modalità tablet, la tastiera mi è comoda per molte operazioni che svolgo quindi dipende dall'utilizzo di quelmomento

Ilgard

1) Ma, ripeto, senza una prova tecnica cosa puoi dire cosa giri su chi?
2) Restano operazioni di bassa complessità, non per nulla le realizzi con un tablet dalla potenza simile a quella del mio vecchio portatile
3) No, era disponibile anche con Windows normale ed è quella la versione che ho visto io.

4) Hai 32 GB di storage (in realtà meno), difficile che tu possa trasferire grosse quantità di dati anche volendo. Se di solito trasferisci qualche MB per volta la versione dell'USB non ti cambia molto.
5) Sui giochi anche anche, ma lungi da me trovarlo un aspetto interessante, sui programmi resto perplesso.
7) Ripeto: dipende dall'uso. Per un uso da ufficio non serve a niente il FHD, ma se lo usi anche in ambito multimediale serve eccome.
9) Dipende, in ogni caso non sono così diversi. 2" possono fare la differenza solo in determinati casi.
La portabilità maggiore il VivoTab ce l'ha sicuramente rispetto al Transformer (il Toshiba di pollici ne ha 9, siamo lì), ma si parla più che altro di usi diversi. Stiamo paragonando un tablet pensato per essere usato solo come tablet ed un tablet pensato per essere usato spesso con tastiera. Se vogliamo poterli paragonare significa che la portabilità è un fattore secondario.

Luca Bastianello

1)Caratteristiche tecniche inte, programmi che girano su un prodotto e non girano sull'altro.
2) dipende dalle operazioni^^
3)il surface 2 aveva RT, l'utilizzo nettamente diverso
4)io trasferisco molti dati normalmente, quindi normale
5)programmi e giochi funzionanti da una parte e non dall'altra
6)infatti dipende dal prodotto, tanto che veniva comprato come prodotto per poi metterci altir OS
7)non ho detto iutilizzabile, ma controproducente
9) il vivotab è un 8" non può andare in comeptizione con un 10" sono due cose completament ediverse. Ha un processore z3745, così come il primo T100TA. Parli di portabilità e poi non consideri il vivotab note 8? Più portabile allora^^

Ilgard

1) E tu su cosa ti basi dicendo che la cpu dell'Asus sia migliore? Sui GHz? Nemmeno quelli sono affidabili.
Comunque dipende dal benchmark: quelli Samsung sono di sicuro inaffidabili, ma quelli Passmark sono affidabili.
2) E Office ce lo usi male col Toshiba? Non è che stiamo parlando di operazioni complesse...

3) Parlavo dello schermo visto che discutevamo di quello. I Surface hanno schermi FHD (il 2 almeno, il primo non lo so).
4) Anche la USB 2.0 ricarica e come voltaggio, in questi casi, non cambia nulla. La velocità di trasferimento può essere utile, ma non nel caso di un tablet visto che per forza di cose non ti ritroverai mai a dover trasferire GB su GB di dati.
5) Ma se non ti basi sui bench come fai a dire che c'è una grossa differenza?
6) Io ho letto in giro che nei modelli più diffusi si cambia SO senza tanti problemi. Spesso è proprio possibile cambiare SSD.
7) Appunto, mi sembra eccessivo dire che sia inutilizzabile.
9) Ehmm, hai dato un'occhiata a come si chiama la news? ^^
Il Toshiba sta già a 300€, a breve arriverà tranquillamente sui 250.
Il VivoTab in realtà fa più concorrenza ad Asus che a Toschiba: anche qui niente FHD, in più non ha nemmeno la tastiera dock e la cpu è una via di mezzo tra il Toshiba e l'altro Asus. È utile per chi necessita del digitalizzatore, ma non sono molti, per tutti gli altri è un prodotto poco conveniente.

Luca Bastianello

1)non sono affidabili, e negli ultimi anni dovrebbe essere palese oramai
2)nono, ci uso office, etc, esattament equello che tu ci hai detto fare...
3) quale surface? FIno al 2 hanno ARM e sono sturtturati in modo diverso, se il surface pro 3 è un 12"
4) La USB 3.0 serve anche per alimentare prodotti esterni e per milgiorare la velocità
5) non p fondamnetale, ma tra i due processori baytrail ne passa di differenza
6)ni...infatttimmolti lo hanno smepre preso per l'HW e metteric widnwos. Ma non è così automatico, ce en sono alcuni di bocati
7) non è ancora stato provato molto
8) corcordiamo su qualcosa ehehe^^
9) viene 320-330 appena uscito, mentre dovrebbe venire al massimo 300€. A 260-280€ trovi il T100TA, sullo stesos prezo anche il vivotab note 8 con digitalizzatore wacom...insomma...non se la vede bene

Ilgard

1) La possibilità di far girare determinati programmi dipende dalla
potenza quindi i benchmark contano eccome. Non è che la cpu del Toshiba
usa un'architettura tutta sua che serve che ricompili quel che usi, eh.
E poi in base a cosa dici che ci rimette parecchio? L'hai provato?
2) Lo smartphone, prodotto notoriamente potente atto all'uso intensivo. Ma con workstation intendi leggerci le mail?
3)Non
sei costretto ad usare Windows, ci sono sempre modi per cambiare
sistema operativo. Tra l'altro questi prodotti verranno aggiornati, a
breve, a Windows 10 che dovrebbe funzionare meglio.
Comunque ho visto il Surface che si usa bene ed ha uno schermo FHD.
4)Ma
se devi sostituirlo il prezzo aumenta. Il mio discorso era che il
Toshiba non avrà l'USB 3.0, che comunque non resta una caratteristica
fondamentale, ma l'avere due slot per microSD comporta vantaggi dal
punto di vista dello storage (perché l'USB 3.0 ti serve per quello e
niente più).
5) E quando ho mai detto niente benchmark? Ho detto che per un tablet la mera potenza non è necessariamente un elemento fondamentale.
6)Il vantaggio del CB è che costa una miseria, è molto portabile ed ha un'elevata autonomia. Anche qui comunque nessuno mi vieta di rimuovere Chrome e mettere altro.
7)Non lo metto in dubbio, ma sta di fatto che in giro non si leggono pareri negativi per quel che riguarda lo schermo.
8)Senza dubbio
9) Ho provato su TrovaPrezzi e si parla comunque di almeno 320€ .
Comunque non capisco la tua critica: è appena uscito e costa 300€ (quindi nel tuo intervallo). Questo signfica che giro poco e lo trovi a 250. Dunque dov'è il problema?

Luca Bastianello

1)non è una questione di benchmark, non servono a nulla, parlo di possibilità di far girare determinati programmi e quello di questo device ci rimette parecchio
2)una workstation è molto di più di un tablet con tastiera, altrimenti nessun problema, quasiasimdspositivo lo posso trasformare in worksaton dato che anche lo smartphone lo uso in quel modo
3) se ha solo quella come opzone non vuol dire nulla, su windows il FHD sopratutto su un 9" non è un vantaggio
4) meccanico ma anche ssd dato che è dostituibile
5) non avevi detto niente benchmark?^^ inoltre non è un talbet (altrimenti mdevasta il Toshiba ancora più del T100, ha h meccanico che hai detto non va bene, etc
6)il chromebbok non è nulla, non è un notebook, non ha nulla di più di niente. Inoltre qualsiasi tablet windows con google chrome si trasforma in un attimo in un chromebook. E ora con ArcWelder manco più eventuali distitive per avere app android su chrome OS
7) sarà da vedere la tenuta allora e l'angolo di inclinazione
8) su questo nessuno dei due può dire nulla infatti dato che l'unico mod per saperlo è provarlo^^
9)La versione FHD costa uguale, fatti un giretto sui costi, anche se è relativo dato che comunque l'acer switch nuovo è fuori d più tempo.

Rimane il fatto che il processore è inadeguato, avesse avuto lo z3775 sarebbe stato veramente interessante, così perde invece molta attrattiva e diventa praticamente come un vecchio netbook slo costoso. Doveva venire sui 250-300€ massimo.

Ilgard

1) Le prestazioni, in un prodotto di consumo, non sono fondamentali. Basta prendere tutto il settore smartphone dove si usano anche chip dell'anno prima per realizzare buoni terminali più economici. Poi un giorno magari ti renderai conto che non tutti hanno le tue esigenze.
Inoltre il tuo concetto di progresso è assolutamente privo di senso: non è una gara di benchmark, anche perché altrimenti i tablet non avrebbero senso come prodotto ed useremo tutti i notebook o i pc fissi.
Tutto dipende dall'uso che si vuole fare di un certo prodotto.

2) Un tablet usato come workstation è un tablet usato sempre con tastiera. E comunque ero volutamente provocatorio.

3) Ho letto solo elogi in circolazione per lo schermo Toshiba, che ha una risoluzione maggiore ed è IPS. Fino a prova contraria assumo che sia migliore.

4) Un HD meccanico è più lento e subisce di più i contraccolpi dovuti al movimento, quindi no, non è paragonabile.

5) http://www.amazon. it/Fujitsu-VFY-A5440M7305IT-Lifebook-Notebook/dp/B00NIA9JII/ref=sr_1_16?s=pc&ie=UTF8&qid=1428063037&sr=1-16
La CPU va quasi il triplo.

6) Il Chromebook è un notebook, non un tablet. La differenza c'è nell'uso tablet. Questo discorso non vale ovviamente se mi dici che il tablet lo usi per la produttività (ma poi produttività di cosa? Di certo non ci ricompili kernel). Comunque sì, in linea di massima per quella fascia di prezzo prendo in considerazione anche i CB.

7) La tastiera BT è nel nuovo Transformer Book di Asus. Questo Toshiba ha un attacco meccanico.

8) Altrettanto lo fa quasi sicuramente: lo schermo ha una risoluzione più alta ma comunque la cpu è meno potente. A riguardo però servono prove pratiche.

9) La versione FHD costa di più. Nella stessa fascia di prezzo del Toshiba l'Acer ha uno schermo 800p.

Luca Bastianello

Se ha meno prestazioni allo stesso prezzo di quelli dell'anno precedente si, è un regredire.

Un eeebook nonè un tablet, se paragoniamo tablet facciamolo tra tablet.

Allora.innanzitutto non ha uno schermo peggiore, il fatto che il Toshiba abbia un FJD non vuol dire migliore.

E' un prodotto che è poco più piccolo di unT100 dato che ha uno schermo minora ma non vale per la scocca.

Meno storage neanche se vuoi, inendi la porta in più? Non puoi considerarla o si considera il T100 con 500GB allora...

A idre il veor no, un notebook economico non passa sopra al T100, serve un notebook di fascia media (4-500€).

In base a qqquello che dici potresti rpenderti anche un chromebook, non sentiresti differenza.

La Tastiera BT implica anche che è più lento il trasferimento dati delle tue preziose porte. sulla tasteira.

Beh, spero che almeno abbia più autonomia, io arrivo tra le 10-12 ore di norma con T100...se questo con processore meno potente e meno energivoro non fa altrettanto sarebbe grave.

L'acer switch 10 è in due modelli, il modelo con Z3745 e pannello HD e quelo con z3735 e guarda caso...FHD; non sei molto informato al riguardo

Ilgard

Ma retrocedere di cosa? Perché ha una cpu meno potente? Un prodotto pensato per avere poche prestazioni?

Il mio portatile economico di 6 anni fa ha una cpu potente quanto il tuo rinomato T100TA ed hanno la stessa risoluzione dello schermo. Dov'è l'evoluzione?

L'Asus non ha senso, c'è questo http://www.amazon. it/EeeBook-X205TA-FD015BS-Portatile-Pollici-Processore/dp/B00P0TPBKU/ref=psdc1_t1_B00MG7DQX8_B00P0TPBKU che costa meno ed ha le stesse prestazioni. Il T100TA è chiaramente un'involuzione.

Per quale diavolo di motivo dovrei comprare un prodotto che ha una cpu migliore ma è più grosso, ha uno schermo peggiore e meno storage se io un tablet voglio usarlo per internet, multimedialità ed office?
Se voglio una workstation portatile mi compro un notebook economico che al T100TA ci passa sopra senza problemi.

E, tra l'altro, visto che la tastiera non è BT con alta probabilità il Toshiba ha anche più autonomia.
L'Acer Switch 10 poi ha comunque uno schermo inferiore al FHD.

Luca Bastianello

il FHD non è un vantaggio. I prezzi sono simili per l lancío, ma le prestazioni dovrebbero aumentare non diminuire al pasare del tempo. Uno schermo migliore non è sufficiente.

Questo prodotto è identico a parte una porta all'acer switch 10 che costa xomunqie meno.

uso tablet...che vuol dore? film, internet e poco altro? allora va bene qualsiasi dispositivo. In ogni caso come portabilità non è migliore e non roesce a gestire cio che gestisce un modello di un anno prima...

è una involuzione.

È secante vedere il mercato retrocedere invece che avanzare

Ilgard

Il T100TA ha lo schermo a 720p, non FHD.
I prezzi sono simili, dipende dagli usi.
Tu (e sottolineo tu) usi il tablet come workstation, scelta opinabile. Se invece il tablet è usato come tablet, cioè multimedialità con alta portabilità, allora è meglio il Toshiba.

Ed anche la porta USB del Toshiba è full size.

Luca Bastianello

Io non l'ho paragonato al chi, ma al TA. L'us 3.0 (o microusb 3.0 nel chi sono decisamente meglio di quello slor addizionale.

Il T100TA può essere usato cme workstation, questo no.

Non ho sbagliato nulla dato che quel lavoro lo fa alla perfezione (ovviamente con alcuni limit, doverosamente), questo Toshiba non ci riesce.

Fosse costato 250€ di base sarebbe stato il suo prezzo, così è troppo costoso e le prende daun prodotto di un anno e mezzo prima...

Avesse avuto un prcessore dverso lo avrei definito un bestbuy, così...è meno che mediocre.

Ilgard

Il T100 Chi costa 100€ in più, un 25% buono, non puoi paragonarli.
Inoltre il Toshiba di schede di memoria ne ha due, riducendo la necessità di periferiche esterne. In più l'USB 3.0 è una comodoità, ma non di certo una feature fondamentale.

Che poi la cpu sarà sì più potente, ma parli come se un tablet fosse una workstation.
Se usi un tablet come notebook mi sa che hai sbagliato qualcosa.

Lorenzo Della Sala

un po' piccolo, aspetto recensioni per vedere com'è in confronto all'asus t100

Stefattone

In realtà ci sono i vari Onda, Cube e Teclast che al netto della tastiera (e tral'altro la batteria aggiuntiva non a tutti serve quando l'autonomia di base già sfiora le 9 ore) offrono stesso ed identico hardware a prezzi nettamente inferiori. Nonostante tutto devo dire che le mie esperienze passate con Toshiba sono state fantastiche (non so se per fortuna mia o qualità oggettiva) quindi credo che in questo caso un centone in più lo sgancerei solo per la fiducia che ho nella marca

Claudio Antonetti

A me sembra un buon prezzo, soprattutto dopo aver visto quello che propone Microsoft con il Surface 3... Credo che meno di 300 euro per un dispositivo cosi versatile non sia poco

Simone

connessione 3G/4G?

fusco8

A me non nn interessa ne l'uno ne l'altro

Luca Bastianello

se vuoi c'è anche il modello di T100 con un HD nella tastiera...

fusco8

ilgard dice che ha il secondo lettore di scheda!non uno come il t100

Luca Bastianello

comunque prestazioni notevolmente ridotte...mah, non vale comunque questo prezzo..

voit9

8.9? venghino cechi venghino.

geepat

Infatti il problema è sui notebook che hanno un pannello di cacca, non su questo.

deterMINATO

8.9 vs 10, non è poca la differenza.

Luca Bastianello

Utilissimo su windows...olretutto... a che serve? nemmeno sui notebook hai spesso una risoluzione simile.

Luca Bastianello

il T100 ha scheda di memoria e USB 3.0, non comepnsa un bel nulla.

Sulla carta è inferiore in tutto all'Asus.

Questo è praticamente un clone dell'Acer Switch 10

Ilgard

Ha un processore più lento ma uno schermo decisamente migliore.
È un tablet, quindi non ci fai chissà cosa, si dovrà vedere se nelle prove si riscontrano lag e quant'altro, ma sulla carta non è inferiore all'Asus.

Nico Ds

Con Atom Cherry Trail lo prenderei al volo a quel prezzo...

geepat

Questo è FullHD...

Luca Bastianello

un altro che le prende dal T100TA insomma. Processore inferiore, porta USB 2.0 e non 3.0... possibile che a più di un anno dall'uscita del T100 non esano ancoa prodotti quantomeno pari? Oltretutto questo sembra una copia del lo Switch 10 della Acer.

SXperia

Bello, monta un IPS?

Recensione MSI RTX 3090 Gaming X Trio 24G, semplicemente ESAGERATA!

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3080, il 4K non sarà più un sogno! Video

NVIDIA GeForce RTX 3090, 3080 e 3070 ufficiali, caratteristiche e prezzi ITA

Recensione MateBook 14: è il migliore tra i notebook Huawei