Final Fantasy Type 0 HD: recensione di HDBlog

26 Marzo 2015 5

In questi ultimi anni, la saga Final Fantasy non è riuscita purtroppo a calamitare i videogiocatori a causa di una serie di episodi non proprio ispirati. Sembrano effettivamente lontani i tempi in cui le avventura di Cloud, Squall, Tidus e molti altri riuscirono ad appassionare gli utenti con sistemi di gioco interessanti e soprattutto trame profonde.

Anni fa Square Enix rilasciò su PSP Final Fantasy Type-0, titolo purtroppo finito nel dimenticatoio a causa dei pessimi risultati della console. Tabata e il resto del gruppo legato a Final Fantasy ha però deciso di risvegliare il brand ed effettuare una vera e propria versione remastered dell'appena citato titolo, portando a casa peraltro risultati davvero interessanti.

Ma procediamo con ordine...

TRAMA

Il giocatore si troverà immerso in una grossa guerra composta da una serie di potenze mondiali in grado di sopravvivere solamente grazie alla presenza di alcuni misteriosi, ed enormi, cristalli. Quando l'impero di Milites decide però di attaccare Rubrum, location in cui la magia è reale e viene utilizzata dagli abitanti durante ogni momento della propria vita, la battaglia sembra vedere come vincitori proprio gli abitanti di Rubrum, ma l'intervento della classe 0 sbilancia la guerra e fa pendere l'ago proprio verso Milites.

Il giocatore vestirà i panni proprio di uno dei protagonisti di questo misterioso gruppo, il tutto caratterizzato dalla presenza non solamente di una trama incredibilmente cruda, quindi fuori dai classici schemi di casa Square Enix, ma soprattutto da alcuni colpi di scena davvero in grado di mischiare più volte le carte e ribaltare l'intera idea del videogiocatore.

E' bene sottolineare che la trama di Final Fantasy Type-0 non è proprio chiara fin da subito, di conseguenza vi consigliamo di non fermarvi alla prima run e approfondire il tutto giocandolo almeno un paio di volte.


GAMEPLAY

Il sistema di controllo esce dalla classica concezione a cui siamo stati abituati nei vari Final Fantasy e va a cogliere a piene mani l'ideologia introdotta con Crisis Core. Il party verrà contraddistinto da tre elementi e il giocatore potrà controllare un membro del gruppo alla volta. Ogni personaggio può vantare di attacchi diversi e ovviamente potenziabili grazie all'esperienza accumulata sul campo, il tutto inoltre scandito dalla possibilità di donare al proprio alter ego virtuale un determinato stile.

Siamo rimasti particolarmente colpiti dal sistema di target sviluppato per l'occasione. Oltre a effettuare il lock del cattivo di turno, l'indicatore riporta anche, per pochissimi istanti, una serie di punti deboli del nemico, denominati Kill Sight e Break Sight, sistema che permette quindi al giocatore di inanellare colpi di una pesantezza assurda utili alla chiusura del match in pochi secondi. Ovviamente i nemici possederanno anche debolezze elementali, di conseguenza la magia ricoprirà un ruolo particolarmente importante.

Se da un lato la presenza di un numero ottimale di incantesimi riesce a soddisfare anche i palati più sopraffini, la possibilità di potenziare le magie, grazie all'Altocrystarium, è una feature ancora più apprezzabile. Eliminando i cattivi è quindi possibile raccogliere i Phantoma, sfere energetiche di tonalità differente, in grado di essere utilizzate proprio per potenziare i poteri magici, o addirittura rigenerare sia la barra di energia che la magia stessa. Può esistere un Final Fantasy senza evocazioni? Assolutamente no. Il giocatore potrà contare sugli Eidolon, creature che sostituiranno un membro del team.

Il combat system presenta diverse feature davvero interessanti. In primis si nota fin da subito la possibilità di cambiare guerriero durante gli scontri,il tutto coadivuato da attacchi attacchi di gruppo oppure dall'opzione legata alla richiesta di aiuto dei rinforzi dell'accademia. Saranno inoltre presenti NPC, generati casualmente, in grado di aiutare il giocatore e molto altro. Ci troviamo di fronte a una serie di soluzioni incredibilmente valide e fluide, anche se non proprio immediato. I neofiti non abbiano comunque paura: gli sviluppatori hanno deciso di inserire anche una modalità Facile.

Ma non finisce qui. Sulla mappa è possibile instaurare delle vere e proprie sezioni strategiche in cui lo scopo sarà quello di conquistare gli avamposti, il tutto scandito da diverse sezioni da affrontare e ovviamente sub-quest. Purtroppo ci si accorge fin da subito che l'avventura è stata concepita su PSP, di conseguenza ci si imbatterà in compiti ripetitivi, mappe non proprio ispirate e fastidiosi caricamenti legati al passaggio tra zona e zona. Inoltre tra la presenza massiccia di dialoghi e di missioni troppo lunghe fa davvero storcere il naso, soprattutto a gioco inoltrato.

Il giocatore si troverà purtroppo a dover fare i conti con la presenza di alcuni studenti fin troppo potenti. Una volta messi di fronte a mosse particolarmente devastanti, l'utente non sentirà certo il bisogno di cambiare personaggio, di conseguenza si concentrerà sul livellamento di quel singolo individuo. E' bene sottolineare che i personaggi assumono esperienza solamente se utilizzati, di conseguenza cercare di far crescere un pg non calcolato in precedenza potrebbe rivelarsi una pratica non proprio immediata.


TECNICA

Come facilmente prevedibile, Final Fantasy Type-0 cade sotto i colpi di un comparto tecnico non all'altezza del momento. La natura mobile del gioco è purtroppo una realtà di conseguenza, nonostante l'ottimo lavoro del team di sviluppo, ci si imbatterà in scenari spogli, modelli 3D poco curati e un numero di poligoni davvero basso.

Se da un lato il motore grafico risulta completamente fluido, la presenza di una telecamera ballerina fa storcere davvero il naso. Siamo riusciti ad arginare il problema sfruttando il riposizionamento automatico della visuale ed effettuando il target dei nemici, ma finirete comunque col cercare di muovere il tutto il meno possibile.

Inutile sottolineare la presenza di un comparto audio davvero incredibile. Gli sviluppatori sono riusciti a migliorare addirittura il tutto, donando al giocatore una serie di sinfonie superlative.


COMMENTO FINALE

Final Fantasy Type-0 è un prodotto completamente esterno alla concezione classica vista nei vari Final Fantasy. La trama a tratti dark fa da cornice a un combat system incredibilmente vario che piacerà sicuramente agli amanti del genere, anche se purtroppo non proprio immediato. Sarà infatti necessario avere pazienza per riuscire a impadronirsi di ogni singolo aspetto delle procedure messe a punto per l'occasione. Purtroppo il comparto tecnico si basa su un titolo per PSP, di conseguenza il motore grafico risulta poco rifinito e addirittura povero a tratti.

Ci troviamo comunque di fronte a un'avventura piacevole da affrontare e soprattutto impegnativa, adatta a i fan del genere, della saga Final Fantasy e per chi vuole sperimentare una nuova esperienza videoludica (senza contare che al suo interno è contenuta la demo di Final Fantasy XV, n.d.SketchT)

  • GAMEPLAY 8,5
  • TECNICA 6,5
  • LONGEVITA' 7,5
  • MULTPLAYER -
  • GLOBALE 7,5

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kaneki

che differenza c'è tra le riserve e i personaggi attivi? se voglio usare solo ace mi conviene mettere attivo solo lui?

SketchT

idem come sopra. Ho avuto problemi con il PC (sono riuscito ad accedere solo ora) e non ricordavo di aver fissato la pubblicazione prima di aver finito la correzione.

SketchT

Scusatemi davvero. Ho avuto un problema con il PC stamattina e non ricordavo di aver fissato la recensione prima di finire la correzione.

Elia Diamante

Ma è tradotta da google? XD

ciccio35

le due frasi in grassetto sono decisamente da sistemare...

200 ore a Night City

Allora, Choomba, sapete tutto su DLSS e Ray Tracing? | Speciale Cyberpunk 2077

Cyberpunk: storia e opere essenziali

Destiny 2: Oltre la Luce, la nostra prova