Dell Venue 11 Pro 7140 (Core M): la recensione di HDblog.it

12 Gennaio 2015 214

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Dell Venue 11 Pro 7140 è l'aggiornamento tecnico ad uno dei migliori tablet Windows usciti lo scorso anno. È un 11 pollici, che può usare un pennino apposito ed unirsi a accessori capaci di renderlo un vero portatile. È uno dei primi tablet ad assoluto ad usare il modernissimo processore Intel Core M ed è il primo tra questi, in assoluto, ad arriva in Italia. Costa 639 euro, ma è disponibile in più configurazioni quindi vi consiglio di fare riferimento al sito dell.it per i listini aggiornati.

La nuova piattaforma Intel è il punto forte di questa edizione 2015. Il suo utilizzo ha modificato la costruzione e la progettazione di tutto il tablet, dal telaio alla disposizione delle porte, tutte novità che hanno migliorato il prodotto finale. Dell Venue 11 Pro 7140 è spesso come il modello precedente (11 mm), ma pesa circa 60 grammi in meno a parità di batteria (730 grammi) e nonostante il suo schermo sia un 11 pollici anziché un 10.8.

Il suo display resta un 1080P molto luminoso, ma ha una porta microHDMI anziché una miniHDMI ed obbliga a fare qualche movimento in più per sostituire batteria e disco SSD M.2; adesso bisogna togliere una vite per rimuovere il pannello. Venue 11 Pro resta un riferimento per qualità e solidità costruttiva; tablet così grandi possono flettere se sollecitati, mentre qui è tutto così stabile che ti sembra strano non vedere tracce di metallo tra i materiali esterni.

Ma, soprattutto, Dell Venue 11 Pro 7140 è fanless, senza ventole interne, e questa è esattamente la miglioria che pretendiamo nei tablet del 2015. Dissipare il calore anziché buttarlo fuori con l'aiuto di ventole (piccole o grandi che siano) aumenta la resistenza alle sollecitazioni - non ci sono parti meccaniche in movimento - e rende il prodotto del tutto silenzioso, muto. Anche la variante del tablet gestita da processori Atom (Venue 11 Pro serie 5000) è così, ma non ha certo queste prestazioni.

Tutti i meriti di Intel Core M

È tutto merito di Intel Core M. La piattaforma di Intel è la prima (e unica) prodotta a 14nm, e propone in questa sua prima release dei processori con TDP di appena 4.5 watt. Dell Venue 11 Pro 7140 versione base usa la CPU 5Y10 Dual Core, ma è disponibile anche un modello con 5Y71 Dual Core (749€).

Ora, avere un consumo così basso significa, per forza di cose, sacrificare le prestazioni. Questi SoC Broadwell-Y di Intel vanno a sostituire la serie Haswell-Y sia in termini di utilizzo sia in termini di prestazioni, ed è incredibile realizzare che la differenza di TDP veda i nuovi ridurre il consumo di ben 7 watt. In altre parole - sulla carta - a parità di prestazioni e con una GPU migliore, abbiamo un processore da 4.5 watt a sostituzione di uno da 11.5 watt.


Ma nella realtà è davvero così? Ammetto di esser arrivato a provare questo prodotto con un certo scetticismo su Core M. In rete abbiamo letto di tutto, dai problemi di surriscaldamento a quelli di throttling, da portatili con autonomie di 5 ore a pregiati Ultrabook che hanno tentato di nascondere una ventola. Abbiamo anche riportato la notizia (ufficiale) del ritiro anticipato dei Core M E0, il primo ramo uscito in autunno. Perché su Venue 11 Pro 7140 dovrebbe essere diverso?

Perché l'implementazione conta tantissimo e perché qui, evidentemente, Dell ha fatto uno dei migliori lavori possibili con i Core M attuali. A me hanno sorpreso sia le prestazioni pure sia la parte grafica, tanto da farmi credere che una soluzione simile sia perfettamente adattabile ad un contesto lavorativo enterprise, sia in grado di sostituire un Core i3 o i5 in quelle situazioni dove si devono avvantaggiare autonomia e portabilità. Mi spiego meglio con l'aiuto di qualche dato.

Prestazioni e benchmark

Windows 8.1 Pro viene gestito senza problemi da Venue 11 Pro 7140 (e ci mancherebbe) anche se il suo disco Sandisk SSD M.2 SATA 6 Gb/s non è tra i più veloci e reattivi in commercio. Il modulo da 128 GB ne ha 75 liberi. CrystalDisk Mark mi dice che abbiamo buoni dati in lettura (429 mb/s) ma medi in scrittura (231 mb/s). Per essere chiari: Surface Pro 3 fa anche peggio in scrittura (135 mb/s) ma ci sono macchine migliori, e l'altro Core M Lenovo Yoga 3 Pro è una di queste. Disabilitando la crittografia BitLocker si hanno dati migliori, ma su una macchina per lavoro non è una buona idea.

Il sistema è molto reattivo nell'uso quotidiano. Un mattone come Adobe Lightroom 5.7 si avvia in 12 secondi (caricamento dell'ultima immagine compreso), Adobe Photoshop CC ne impiega 7, Sony Vegas Pro 13 arriva a 13 secondi. Lo stesso tablet, da freddo, mostra la schermata di login in 10 secondi e, grazie al Connected Standby, entra ed esce dalla sospensione all'istante, il tempo di un click sul pulsante laterale.

Il rendering in 1080p H.264 MP4 (HP VBR 10-4K) di un filmato 1080p MOV di 30 secondi, preso grezzo dalla mia Canon 600D e con 2 tagli/dissolvenze casuali, impiega 3 minuti e 10 secondi con Sony Vegas Pro 3. Significa che in 12 minuti si dovrebbe esportare un filmato di 2 minuti pronto per l'upload su Youtube. Geekbench 3 mi dà 1930 in Single-Core e 4097 in Multi-Core, SunSpider 1.0 conclude il test in 173 mb/s e PeaceKeeper raggiunge un punteggio di 1666. CineBench R15, infine, arriva a 22.23 fps in OpenGL e 202 cb in CPU.

Ancora: riprodurre un 1080p H.264 con Media Player Home Cinema o player Video integrato sfruttando l'accelerazione hardware della GPU, carica la CPU 5Y10 del 10% - e lo stesso vale per un 1080p fatto partire su Youtube da Internet Explorer Metro. Lo stesso vale per i 4K e per i 24 Hz. Dal 20 al 30%, invece, per la riproduzione 1080p H.265 1080p senza accelerazione hardware, con tutto il carico a gravare sulla CPU.


Rispetto ai risultati della GPU HD4400 di Surface Pro 3, la HD5300 di Core M porta un incremento che va dal 5 al 20%. Rispetto ai processori Intel Core serie Haswell-Y, si hanno prestazioni tra un i3 e un i5, più simili a quest'ultimo, a volte vicinissime ad un i7. Sono degli ottimi risultati per una piattaforma che nasce in ottica mobilità, e che ha consumi reali (TDP, non SDP) vicini alla serie Bay Trail per smartphone Android.

Temperature, consumi e throttling

Ma non è ancora il tempo di tirare le somme. Durante i benchmark, volutamente ripetuti per far uscire allo scoperto il problema throttling di Core M (l'abbassamento delle prestazioni con l'aumentare delle temperature, primo sintomo di un sistema al limite, in stallo) sono riuscito a tenere attiva la frequenza massima di 2000 Mhz (moltiplicatore x20) nel primo ciclo di GeekBench R15. Dal secondo in poi si scende a x18, che equivale a 1700 Mhz circa. Nell'uso di tutti i giorni, ad esempio durante l'installazione della Creative Suite di Adobe,la CPU riesce a girare tranquilla sugli 800 Mhz di base.

In questi contesti, le temperature dei sensori interni arrivano a 90°C, con quelle esterne che si avvicinano ai 45°C in una zona alla destra della fotocamera posteriore. Non sono riuscito (per fortuna!) a spingerlo oltre. In condizioni meno stressanti la CPU viaggia a 45/47°C con navigazione web e OneNote e la temperatura esterna percepita sul pannello posteriore e sul vetro (misurazioni effettuate con termometro ad infrarossi, da non considerare assolute) è su 26/28°C.


Infine, prima di passare alle conclusioni, Dell Venue 11 Pro 7140 mi ha restituito 8 ore e 36 minuti di autonomia nel test di navigazione web wifi con schermo al 50%. Nello stesso contesto, il vecchio Venue 11 Pro 7139 con Core i3 Haswell-Y dotato della medesima batteria da 38 Wh, è arrivato a 8 ore e 30 minuti, appena 6 minuti in meno. Un Surface Pro 3 con Core i5 mi aveva dato 8 ore di autonomia, mentre prodotti con Intel Bay Trail (Asus T100 su tutti) arrivano a 10 ore senza particolari problemi. Il battery draining con Connected Standby attivo è pari a 0.9% ora con il mio setup di test (quindi con programmi installati e tutto il resto).

È un risultato che permette di coprire la giornata lavorativa, che può farvi prendere un Roma Milano (e ritorno) senza portarvi dietro il carica batterie. Tra l'altro Dell vende una tastiera dock con batteria aggiuntiva che permette di raddoppiare la durata. Il fatto è che non c'è quel passaggio generazionale che ci aspettavamo, perché una 38 Wh su una piattaforma da 4.5 watt dovrebbe fare di meglio. La sensazione è che tutto sia ancora estremamente complesso da capire. Entra in gioco una multitudine di fattori che chiama in causa le temperature, la dissipazione e la gestione degli stadi energetici.

Credo che Core M 5Y10 di Venue 11 Pro 7140 sia efficiente in contesti di carico leggero - che poi sono quelli per cui è stato progettato - mentre sia ancora poco stabile in condizioni estreme, quando spinto. Gli ottimi risultati tirati fuori dai benchmark sono anche dovuti alle prestazioni single core (dove riesce a stare "per più tempo" a 2 Ghz), prestazioni che poi si scontrano con la gestione energetica. In altre parole, se ho ben capito con cosa abbiamo a che fare, Core M 5Y10 è in grado di prestazioni importanti per la categoria ma per andare veramente veloce deve spingere la sua frequenza a sfavore di consumi e temperature.

Su Dell Venue 11 Pro 7140 si comporta bene, e questo è tutto quel che veramente ci sarebbe da dire. È molto probabile che le critiche ricevute dal SoC 5Y70 usato su Lenovo Yoga Pro 3 siano anche dovute alla necessità di gestire un display da 3200 x 1600 pixel. Qui un "semplice" 1080p mette molto più a suo agio la piattaforma Intel sia in termini di consumi sia in quanto a usabilità quotidiana.

Digitalizzatore e Dell Active Stylus

Così come i tablet Venue Pro di vecchia generazione, anche su 7140 abbiamo un digitalizzatore Synaptic integrato con possibilità di sfruttare il pennino (attivo) Dell Active Stylus. Io ho provato l'ultima revisione della penna (codice 750-AAHC, REV00 su scatola) con telaio in metallo e, pare, la migliore resa possibile su digitalizzatore di questo tipo. L'ho trovata di buon livello, comodissima anche nella gestione della UI desktop di Windows.

La mia resa migliore è con MS Journal, incapace di leggere i livelli di pressione ma con un tratto più fluido e caratteri più morbidi. Con MS OneNote (Metro o Desktop) mi è sembrato di sentire un miglior feeling con il riconoscimento della pressione disabilitata, ma in entrambi i casi il tratto è un poco più grezzo di quello che si ha con i più costosi pannelli Wacom. Benissimo, invece, il test con Drawboard PDF per l'editing e le annotazioni su file PDF, un vero piacere. Sotto trovate le schermate (click per ingrandire) di prova con tre programmi appena elencati.

Dell Active Stylus usa una pila AAAA e "stacca" il touchscreen quando sente la sua presenza. Questo permette di usarla per selezionare e muovere il cursore anche senza toccare fisicamente il vetro Gorilla Glass del display, condizione utilissima in tutto quel che riguarda i menù e le voci del sistema operativo. L'attrito con il vetro è pressappoco nullo, e questo significa che servirà un po' di rodaggio per far rendere la penna al meglio.

Io non sono un utente di tablet pc. Negli anni ho provato diversi prodotti con stylus ma il mio utilizzo non è mai andato oltre il test. Della penna per Venue 11 Pro 7140 non mi piace la facilità con la quale si può premere per errore uno dei tasti, e non mi piace quella necessità di dare un minimo di pressione iniziale per farla poi scorrere come previsto. Su programmi come Photoshop, si ha una latenza molto maggiore del normale. In breve, non la consiglierei a chi arriva da una tavoletta Wacom (e ci mancherebbe) o da un tablet pc con digitalizzatore dalla qualità superiore.

Ma probabilmente chi è interessato a questi prodotti, chi non deve disegnare per professione ma semplicemente correggere un PDF, mettere una firma, scrivere note, prendere appunti durante una riunione o proiettare un progetto su proiettore durante un meeting, possa trovare Dell Active Stylus più che adeguata. Ho ricordi migliori sulla penna N-Trig di Surface Pro 3, ma credo che nel complesso questa possa essere almeno paragonabile.

Considerazioni finali

Il principale merito di Dell Venue 11 Pro 7140 è quello di dare una nuova luce a Intel Core M. È la dimostrazione di cosa è possibile fare con questo hardware, di quanto sia ancora una volta fondamentale l'assemblaggio e quanto siano importanti le attenzioni. È un tablet pc migliore del precedente perché fanless, perché più leggero, perché con prestazioni grafiche superiori e ancora una volta con l'esclusiva del potenziamento hardware (SSD e batteria) fatto in casa.

Nella valutazione finale bisogna anche aggiungere un impianto audio sorprendente (molti bassi), due fotocamere di qualità, una USB 3.0 a grandezza standard che può caricare un dispositivo esterno (PowerShare), connettività come WiFi ac e NFC, il modulo TPM, e anche la personalizzazione software che Dell può offrire ad aziende per l'integrazione in strutture esistenti (forse la cosa più importante in questi contesti). C'è anche uno slot M.2 libero all'interno. Avrei voluto far un test con Linux, ma non sono riuscito a completare il boot di Ubuntu.


Ma è anche un prodotto molto mirato, molto a fuoco, e questo può renderlo assolutamente settoriale. Venue 11 Pro 7140 è più potente di un tablet Atom qualsiasi ma non è ovviamente in grado di sostituire un Ultrabook con Core i5 o Core i7 di tipo tradizionale. Il suo principale vanto (Core M) finisce per essere una caratteristica che si fa sentire nel prezzo di vendita e che non viene comunque sfruttata la massimo dato la necessità di garantire l'upgrade hardware.

Inoltre i suoi accessori sono costosi (199€ per la tastiera dock con batteria, 90€ per la basilare, 37€ per la smart cover) ed il design del tutto identico a quello dei simili usciti 6 mesi fa. Su questi aspetti poteva essere migliorato. Perché - esempio - non fornire la Active Stylus nel prezzo ora che ha prestazioni dignitose? Se il suo prezzo di vendita è di appena 25 euro, quanto avrebbe inciso nelle finanze di Dell?

Il confronto con Surface Pro 3 lo vede perdere in termini assoluti, ma anche offrire un'alternativa "economica" a quel tipo di prodotto. Se un dispositivo con SoC Atom non è sufficiente ed il tablet pc di Microsoft vi sembra costoso, sprecato, pesante e rumoroso per il vostro contesto di utilizzo, Venue 11 Pro 7140 è la soluzione ideale. Un consiglio: monitorate i prezzi, perché a Dell capita di proporre sconti e promozioni.


214

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
derwelt

salve mi serve un tablet per mettere un programma per allenatore calcio cosa mi consigliate tra Dell Venue 11 Pro 7140 LTE e Dell Venue 11 Pro 7130
grazie

Emilio Scalise

stavo vedendo pure io la stessa cosa.. ma non si capisce bene in che stato sono quei tablet. Inoltre rimandare indietro (diritto di recesso) con quel sito richiede perfino una raccomandata (e quindi una notevole perdita di tempo!).... mi sa che io demordo!

Giulio Tempesta

Valutereste di prendere un modello demo, solo tablet, a 250€?

Alessandro

hanno arrotondato

Valerio Fraternali

Ciao ragazzi, ma siete sicuri che lo schermo è da 11" e non 10.8"? Su internet nessuno parla di 11 e anche le specifiche di dell sono uguali.

Ric

Ragazzi, ma possibile l'hard disk sia un eMMC e non un SSD come inveve mi sembra di capire dalla recensione.
Il sito Dell, almeno per quel che riguarda il Venue Pro 11, mi sembra un po' confusionario.

Ric

Voglio prendere un 2 in 1 ma sono molto indeciso.
Vorrei avere un dispositivo unico che sostituisca fondamentalmente il notebook che ho adesso e il tablet mi serve principalmente per vedere film, navigazione web (uso tante tab) e tv in streaming. Non faccio lavori di grafica né ho necessità di prendere appunti quindi la pen lascia il tempo che trova per me.
Il portatile che uso attualmente ha una ventola che sembra un aeroplano ed è sempre accesa....e scalda da morire!
Quindi mi intriga il discorso fanless ma da quel che ho capito gli M sono ancora un po' acerbi e non troppo prestazionali o pensate che per il mio utilizzo vadano più che bene?
4 o 8gb di ram?

Sto valutando:

- questo Dell NUOVO a 400€ (senza tastiera) con 4gb ram, M5 (devo capire quale esattamente), SSD da 128gb che diventerebbero poi 600€ circa se ci metto la tastiera (e devo metterl)
- Surface Pro 3 usato ma in garanzia a 600€ con 8gb ram, i7, SSD 256gb e tastiera
- Surface Pro 4 spendendo almeno e 1000€ ci devo mettere la tastiera) e in tal caso dovrei anche capire quale processore.

Potreste darmi qualche consiglio?

Grazie mille

Ruben Fasola

ti rispondo io:
1-2) si, sarebbe meglio, per ps di più è meglio. si sente la differenza, arriva fin quasi a 3ghz in boost, circa come in i7-u, non dovrebbe scaldare tanto di più, ma comunque scalda di più, in autonomia perdi qualcosa di sicuro, ma non saprei quantificare.
3) stessa cosa di cui sopra più è meglio è, 4gb sono pochini per ps 6 sono sufficienti, 8 o più sei a posto
w10, è ancora acerbo, se non vuoi problemi aspetta settembre o ottobre

Lorenzo Vescovi

che cosa hai scelto?

uendo83

sapete dirmi come mai dell ha aumentato i prezzi di 200 euro?

Kryohi

Regola numero 1 del confronto tra processori: evitare come la peste cpu boss.

Simone

con un hard disk con quella velocità, mi troverei bene nel passaggio da hard disk esterno di centinaia di foto fatte con una reflex (Nikon D610)?

Pierangelo Di Re

Dell Part# : 460-BBJT per la serie 5000

Pierangelo Di Re

Questa Smart cover è introvabile.... qualcuno sa indicarmi il part number?

Marzio Luigiani

Sono interessato al Venue 7140 con M5y71 e 4Gb di ram.
Dal sito di Dell e da alcune cose che ho letto a proposito di Phoshop per esempio, mi ero fatto l'idea che potesse funzionare con la qualità di un desktop, non di fascia alta, ma comunque permettere di lavorare per esempio con autocad.
Chattando con Dell mi viene detto che nessun tablet può lavorare come un desktop.
C'è una contraddizione tra la pagina di Dell che presenta il prodotto e ciò che dice il ragazzo della Chat.
Qualcuno di voi lo possiede e lo usa con programmi tipo autocad ?
La mia era un'aspettativa così strampalata ?

Salvo Errori

Vorrei un paragone tra surface I5 ed il più potente core M 5y741 della Dell

Enrysoft

Dipende dal Surface a cui lo paragoni, essendo con Core i3, i5, i7....ti posso dire che attualmente Surface Pro 3 come design e materiali e' il punto di riferimento...in attesa del 4...e io lo prediligo per questo, oltre che per la versatilita' e il display...su Dell andiamo su soluzioni più classiche ma sempre di ottima fattura.

Salvo Errori

posso chiederti allora un consiglio ? sarei intenzionato al Dell con Core M ma più potente 5Y741 pensi sia superiore al surface pro 3 ?

Salvo Errori

eventualmente il modulo LTE è instancabile in un secondo momento ?

Salvo Errori

Dell pro con core M 5Y71 (2,9 mhz oppure surface pro 3 i5 ? qualcuno può consigliarmi ?

Salvo Errori

Sì infatti, non capisco vorrei prendere il modello con core M 5Y741 ma quanto guadagno posso avere in prestazioni? Potrei avere problemi di calore oppure qualcuno di quelli citati da te ?

Lillo il commentatore®

msata

mazie

questo tablet ha un digitizer synaptic, quindi compri una penna Dell Active Stylus (750-AAHC) e funziona più o meno come wacom

Dario Nettuno

In caso uno voglia cambiare l'ssd di questo venue pro 11 7xxx, che interfaccia deve avere?

fra

se la versione col baytrail avesse 4 gb di ram sarebbe la perfezione ( ottimo compromesso batteria - prezzo - calore )

Andrés Gómez

tab S se vuoi gettare via i soldi nel water... altrimenti assolutamente note Pro o tab pro, quelli con Snapdragon 800 per capirci!

Pierangelo Di Re

qualcuno conosce il codice dell di quella smart cover? non c'è nel sito e la vorrei prendere ...

loris

appena scende di 50-70€ sarà la scelta perfetta anche per lo studente che cerca un prodotto con buona autonomia, potenza e con digitalizzatore. Fanless. Altra conferma la compressa di Microsoft è una bomba ma costa anche cara (per scelte ben precise dell'azienda MS eh) e che con cercando un migliore equilibrio si potevano togliere 100€ o giù di li e ottenere lo stesso un buon PRO(dotto).

Gark121

insomma, questi core m ad oggi sono degli i3 Y con un filo di potenza (di picco) in più, entrano in telai fanless ma di fatto consumano uguale.
al solito la migliore integrazione di un componente possibile su una macchina windows la fa dell, sinceramente non sono sorpreso.

Giuseppe75

ho visto sul sito Microsoft e la configurazione del Surface Pro 3 con 8GB di ram è disponibile a partire dalla versione con SSD 256GB Intel i5 al costo di 1319 euro. I prezzi non sono proprio cosi uguali :D almeno che non ci sia un' offerta online o di qualche catena di elettronica.

Seicorde

Grazie mille..

Sagitt

Lo yoga di fatto è un ultrabook, mentre questi (stile surface) sono ultrabook compattati invece che sotto la tastiera, dietro il touch. Penso che lo stile di yoga sia più corretto, non è Il caso di far fingere dei tablet di essere ultrabook, ma è meglio far fingere un ultrabook di essere un tablet. Tanto alla fine con sti cosi sempre con la tastiera giri. Mi associo a lenovo. Parere personale ovviamente. Interessante comunque l'idea di permettere l'utente di cambiare hardware! Prezzi in entrambi in tutti i casi assurdi

ShiningStraw784

Vai di nvidia shield tablet

Enrysoft

Essendo rivenditore e possedendo un Surface Pro 3 i7 sono perfettamente d'accordo con te Riccardo...ora il prodotto Ms è' diventato il riferimento del settore...se penso a come erano partiti...come cambiano le cose...certo c'è' ancora qualcosina da sistemare...più' polliciaggi, SD Card piena, opzione con modulo 4g LTe e poco altro...pero' posso confermare che quando va in promozione va a ruba...altro che iPad...trattando anche Dell posso confermare che sono un ottima alternativa anche se la massa ancora non la conosce pienamente...rimane un marchio di nicchia per specialisti...è spiace visto il livello dei loro device...device seri...non giocattoli...

Enrysoft

Tab s decisamente...per ora...

Enrysoft

Occupandomi direttamente di it come commerciale consiglio in generale Dell, peccato che siano rari nella GDO, considerati ancora di nicchia o da specialisti...sicuramente se uno non può' o non vuole rivolgersi al Surface Pro 3 questo prodotto oggi si rivela la seconda miglior soluzione in termini di prestazioni e di rapporto prezzo/prestazioni in ambito tablet/pc Windows...in attesa naturalmente di Windows 10 e del prossimo Surface Pro 4 e derivati...peraltro Dell lavora a stretto contatto con Microsoft e in generale windows risulta implementato bene e comunque sono prodotti duraturi anche se magari potrebbero avere un occhio più' di riguardo in merito al design...questo Venue 11 qualitativamente è' costruito molto bene, non a livello di Surface ma quasi, peccato per un design a mio parere ancora abbastanza professionale e anonimo...comunque un ottimo risultato per Dell...curioso di cosa tireranno fuori più' avanti sugli 8'' con il prossimo Windows 10 visto che se la dovranno vedere col Surface 4 8''...

Antonio

no,. come dici tu sul sito web lo vedevo già da novembre/dicembre, non ricordo di preciso. Però ricordo che lo segnalai qui nei commenti di qualche post perchè ero parecchio interessato al prodotto ed aspettavo trepidante una vostra recensione. Poi qualche giorno dopo uscì la notizia del ritiro dei nuovi core m. Così ci persi le speranze e da lì a poco presi il SP3...

daniele g

si se usi il wifi per il miracast influisce sulle prestazioni del wifi per navigare. cercane uno con la porta hdmi, se devi lavorarci poi ti consiglio di spostare l'attenzione a tablet che hanno anche il jack dell'alimentazione separata (non la microusb, quella ti serve per le periferiche)

Riccardo P

È stato ufficializzato a SMAU di fine ottobre e tenuto sotto embargo fino all'11 novembre. Poi da lì, la disponibilità reale (perché sul sito Dell lo vedi in stock ma poi devi vedere quando effettivamente lo spediscono, di solito per i nuovi sono 2/3 settimane) è arrivata verso metà dicembre. Tant'è che quando Dell ci ha proposto il test aspettavano l'arrivo delle versioni (ed era il 10 dicembre se non ricordo male). Non sarà gennaio, ma nemmeno "qualche mese". Ti sbagli con il vecchio modello?

Luca

Una cosa hai detto un sacco di cose utili e precise su core M. Ma rispetto a baytrail intel come lo promuove. Ovvio che lo considera un bello step sopra ma offre incentivi simili ai produttori? Perché i baytrail non dico li regalassero però poco ci mancava...qui qualcosa di sconto per incentivare l'adozione lo fanno o vendono chip a prezzo pieno??

Luca

Certo per quello c'è il surface come ho detto dopo...il Note secondo vale la pena comprarlo se devi fare l'uso che ho scritto prima sennò ti butti su altro ovvio che android su programmi aziendali per ora si sogna quello che fa windows

Antonio

Veramente il Dell non é uscito a Gennaio, é da qualche mese che sta lí..

Eugenio1900

Per un fisso del genere, se vuoi stare tranquillo per un po', non serve andare oltre i 600 euro;) Poi magari se te lo assembli tu ci risparmi anche

HTC GALAXY GZ930s

grazie :)

Skekkos

Solo su RealTime canale 31 del digitale terreste "IL BOSS DELLE RECENSIONI"

mazie

ho un portatile dell con i primi Intel Core Duo, parlo di un Dell Inspiron 6400 ha più di 7 anni, venduto con WinXP, ho installato Windows 8 e aggiornato a 8.1 = nessun problema. Se vuoi comprati un prodotto di marca, Dell, Asus, Lenovo, dovresti avere buone garanzie. Microsoft se non sbaglio, si è posta obiettivo di far funzionare Win 10 con tutti i sistemi su cui gira Win 8. Pure i lumia 530 base di gamma avranno Win 10 (phone)

BRL

Grazie per la risposta, sono andato a vedere le recensioni, il Yashi 10" non mi ha convinto per niente, 300 euro non li vale, mentre il Trekstor veramente ottimo, anche il prezzo

pietro765

tu cosa consigli?

Sagitt

Diciamo che monta android stock ed è uno dei pochi

Riccardo P

Guardando bene la confezione questa Venue Pro Folio è specifica per 7140.

Siamo passati a Edge: le nostre considerazioni dopo 15 giorni di uso | Video

Windows 7: termina il supporto esteso. Cosa significa e cosa fare

I migliori notebook classici e pieghevoli al CES 2020

Recensione LG Gram 17: sembra finto ed è leggerissimo!