Oops!, blocco delle app usando i tasti del volume

09 Novembre 2014 9


Se siete alla ricerca di un nuovo sistema per bloccare l'accesso ad alcune delle app che avete installate, questo Oops! è un'alternativa decisamente interessante. Pensato per essere il meno individuabile possibile, il codice di sblocco consiste in una sequenza di pressioni dei tasti volume, personalizzabile.

L'app è realizzata in modo piuttosto approssimativo (l'interfaccia non è granché a vedersi, e insieme all'inglese stentato non contribuisce a regalare una prima impressione positiva), ma è più che facile da imparare e comoda da usare. La pagina principale consiste di due schede affiancate, una che contiene le app bloccate, l'altra quelle sbloccate. Per scambiarle, basta effettuare uno swipe in direzione dell'altra scheda. Quando apriremo una delle app bloccate, questa si avvierà in modo apparentemente regolare, ma appena tenteremo di usarla ci renderemo conto che non risponde in alcun modo ai nostri comandi. A quel punto, basterà inserire la nostra combinazione di pulsanti e, di nuovo senza avvisi o indicatori di alcun tipo, l'app prenderà a funzionare come al solito.


Oops! non è certo pensata come alternativa di altissimo livello a sistemi professionali di sicurezza, come Samsung Knox: installarsi come finta app per prendere appunti (per rivelare la vera interfaccia bisogna inserire la propria combinazione) può mettere in difficoltà solo utenti inesperti, ma in alcune situazioni è tutto ciò che serve. In ogni caso, bloccando le impostazioni di sistema e il Play Store, e attivando la persistenza della notifica, si riesce ad avere una protezione semi-accettabile.

Carina e immediata, insomma, con il vantaggio di essere completamente gratis e senza pubblicità. Speriamo solo che lo sviluppatore si sforzi un po' di più sul fronte dell'interfaccia.

Nome: Oops! AppLock
Sviluppatore: Keybotivated
Prezzo: Gratis
Clicca per installare

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 238 euro oppure da Amazon a 295 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cyanide & Happiness ITA

Se posso dire la mia la trovo davvero utilissima!
Comoda e rapidissima da usare è davvero una genialata visto che chi non la conosce non capirà mai come mai quella data applicazione non va.
(Ad esempio io la sto provando per la galleria e gli SMS e fa bene il suo dovere).

Ovviamente ha i suoi contro, sia in termini di sicurezza come diceva l'articolo stesso (basta rimuoverla ad esempio, ma si deve sempre sapere di che si tratta almeno), sia per una traduzione non proprio eccelsa e ovviamente per l'incompatibilità con il prossimo android L.

Comunque sia per adesso a me proprio non dispiace

kitkat85

Recensite un app che non funzionerà su lollipop come riporta l'autore? Mah....Io vorrei sapere in base a cosa fate una recensione. E' brutta, scritta male e dalla lingua stentata. Vergognatevi.

iclaudio

l'app amazon è un troian vero e proprio :D

Giardiniere Willy

Si ma sarebbe comodo poterlo proprio annullare. Comunque fa niente, ho già visto che non si può fare, ma grazie comunque per l'aiuto

Giardiniere Willy

Ti pareva... Vabbè grazie comunque per la disponibilità

Marina_191

App shop amazon è uno schifo, l'ho disinstallato. Applicazioni che non si aggiornano MAI e problemi con lo scaricamento praticamente sempre.

invasive Ads

Io ho impostato l'utilizzo del WiFi se il file supera 1mb. Acquisti e resta in "attesa" finché non ti connetti ad un WiFi o arresti l'app di amazon.
L'unico neo di tutto ciò è l'avviso di download in pausa.

Bonk_x

prima si poteva, ora non più :(

Giardiniere Willy

OT. Qualcuno sa come bloccare il download su app shop amazon dopo averlo iniziato, come avviene sul play store? O non si può?

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi