The Sims 4 : recensione da HDBlog

17 Settembre 2014 14

Il quarto capitolo delle celebre saga firmata Electronic Arts, The Sims, è finalmente sbarcato sui nostri Pc mantenendo di fatto le caratteristiche principali dei sui predecessori ma, aggiungendo alcune novità decisamente interessanti.

Ma procediamo con ordine e vediamo di analizzare il nuovo episodio del simulatore di vita reale che sicuramente come successo per gli altri capitoli ci terrà incollati allo schermo per tantissimo tempo.

TRAMA

Tutti coloro che conosco The Sims sono a conoscenza che il gioco non ha una Stoyline vera e propria, in quanto il titolo è di fatto un simulatore che vanta al suo interno diversi elementi gestionali.

Lo scopo del gioco è quindi quello di creare il nostro alter ego virtuale e accompagnarlo nell'universo di The Sims, facendogli compiere tutte quelle azioni che si svolgono nella vita reale, di conseguenza oltre ai classici bisogni primari, tra cui mangiare, lavarsi, riposare e divertirsi, il nostro personaggio dovrà ovviamente lavorare, costruirsi una carriera, badare alla casa ed ad un eventuale nucleo familiare e avere relazioni di varia natura con altri Sim.

Una volta avviato il gioco il primo passo da compiere sarà ovviamente quello di creare il nostro alter ego virtuale, ci troviamo quindi all'interno di un editor decisamente avanzato che, ci permette di personalizzare ogni singolo aspetto del nostro personaggio al fine di renderlo unico sia dal punto di vista estetico e delle movenze che da quello caratteriale.

Ovviamente le scelte che andiamo a compiere in questa prima fase sono fondamentali, in quanto a seconda dei tratti caratteriali che decideremo di dare al nostro Sims il gameplay cambierà radicalmente.

Dopo aver accuratamente personalizzato il nostro alter ego virtuale giunge il momento di entrare nel vivo del gioco e quindi il passo successivo da compiere è quello di comprare un lotto e cominciare a costruire la nostra prima casa, oppure, comprarne una in vendita nei quartieri di Willow Creek.

Successivamente il nostro obiettivo sarà quello di accompagnare il nostro alter ego virtuale nella sua nuova vita, assecondando i suoi bisogni, le sue aspirazioni e i suoi desideri che, alcune volte risultato alquanto bizzarri.


GAMEPLAY

Il gameplay di The Sims 4 mantiene di fatto le caratteristiche principali della serie, tuttavia in questo nuovo episodio tutto gira intorno alle emozioni, ai desideri e all'umore del nostro alter ego virtuale, mettendo in secondo piano i bisogni fisiologici del personaggio, che diventano in questo modo una parte quasi secondaria del gameplay.

Ovviamente più il nostro Sim sarà soddisfatto e contento della sua vita più sarà facile avere interazioni positive con gli altri personaggi, avere promozioni sul lavoro e avere maggiore successo in determinate situazioni.

Come precedentemente affermato ogni personaggio creato avrà dei propri tratti caratteriali, di conseguenza avrà una propria personalità e ambizioni uniche che si basano sulle scelte fatte inizialmente nella fase "Crea un Sim".

Ovviamente a seconda di ciò che abbiamo scelto, il nostro alter ego virtuale sarà maggiormente predisposto a compiere determinate azioni mentre, né odierà delle altre, in quanto non consone ai suoi tratti caratteriali.

Il nostro personaggio avrà una sua intelligenza artificiale decisamente sviluppata che, gli permetterà di proseguire la sua vita e di compiere svariate azioni anche senza di noi, ovviamente nel momento in cui riprenderemo il controllo del nostro alter ego le scelte che andremo a compiere potrebbero in qualche modo cambiare gli eventi in atto.

Ogni azione che faremo compiere al nostro Sim potrà infatti causare dei desideri imminenti e dei particolari stati emotivi che, al loro volta sbloccheranno dei bonus particolari, mirati non solo a far compiere azioni in altro modo impossibili ma, permetteranno anche al nostro alter ego di ottenere successo più velocemente in determinate situazioni.

Il sistema creato da Maxis se in un proprio momento può risultare intricato, dopo pochi minuti di gioco si rivela immediatamente semplice e in brevissimo tempo si riesce a capire tutto il suo funzionamento.

Rispetto ai capitoli precedenti sia l'interfaccia di gioco che i vari editor hanno subito notevoli cambiamenti e sono stati resi molto più pratici ed intuitivi, tuttavia coloro che non amano la nuova schermata, hanno comunque la possibilità di tornare indietro nel tempo, ad una configurazione dei comandi molto simile a quella presente in The Sims 3.

La prima modifica che salta subito all'occhio è la possibilità di nascondere la barra dedicata ai bisogni fisiologici dei nostri Sim, infatti non è più necessario tenerla costantemente sotto controllo, in quanto il sistema ci avvertirà con una sorta di pop-up nel momento in cui il nostro alter ego avrà un bisogno impellente.

L'interfaccia pone invece maggiore attenzione allo stato emotivo e alle azione del nostro personaggio, che in The Sims 4 potranno anche essere concatenate al fine di permettere al nostro alter ego di svolgere più azioni contemporaneamente.


Come anticipato precedentemente anche gli editor hanno subito notevoli cambiamenti, la sezione dedicata alla personalizzazione del nostro personaggio ci permette di modificare ogni singolo aspetto del nostro Sim in modo molto più pratico e veloce rispetto a quanto visto nei capitoli precedenti, nello stesso modo l'editor dedicato alla costruzione delle case è stato impreziosito di nuove funzioni e possibilità.

Per alcuni giocatori la fase della costruzione della propria casa è la parte principale del gameplay, tuttavia Maxis ha deciso di introdurre anche delle opzioni dedicate ai videogiocatori che non amano particolarmente questa sezione del gioco, introducendo le stanze prefabbricate, che già corredate di tutto permettono una costruzione molto più rapida e veloce della propria dimora.

Tra le altre novità troviamo la possibilità di regolare l’altezza delle pareti, mentre il catalogo dei vari oggetti disponibili si presenta praticamente nello stesso modo di quanto visto nei capitoli precedenti, manca invece la possibilità di creare stili personalizzati per i vari elementi decorativi, il tutto infatti viene proposto in vari colori e stili già preimpostati che non ci permettono modifiche.

Un aspetto che in un primo momento ci fatto leggermente storcere il naso è la divisione dei vari quartieri di Willow Creek. The Sims 4 non vanta infatti dell'Open World presente nel precedente episodio, di conseguenza passare da una zona all'altra significa trovarsi di fronte ai vari caricamenti, che tuttavia sono decisamente brevi e permettono di avere zone molto più popolate di Sim.

TECNICA

Dal punto di vista tecnico The Sims 4 non si allontana dai suoi predecessori, il titolo mantiene di fatto uno stile cartoon e i vari personaggi dal punto di vista estetico non vantano di particolari miglioramenti rispetto a The Sims 3.

Le varie zone di Willow Creek se da una parte sono abbastanza popolate in termini di personaggi, grazie anche alla decisione di abbandonare l'open world presente nel precedente episodio, dall'altra risultano leggermente spoglie in termini di strutture, tuttavia siamo sicuri che tale mancanza sarà colmate con le varie espansioni.

Per quanto concerne il comparto audio non abbiamo nulla da segnalare, come sempre la colonna sonora che accompagna i nostri personaggi è sempre allegra e piacevole.


CONCLUSIONE

The Sims 4 è un titolo che gli amanti della serie devono assolutamente avere, il nuovo episodio include al suo interno diverse novità, tutto il gameplay gira intorno agli stati d'animo dei nostri Sim e se all'inizio questo sistema può sembrare intricato, dopo pochi minuti di gioco il meccanismo diventa di una semplicità disarmante, grazie all'ottimo lavoro fatto dal team di sviluppo.

Il titolo offre un gameply assolutamente fluido adatto a qualsiasi Pc, il sistema di controllo e le nuove funzioni implementate all'interno degli Editor rendono molto più semplici e veloci determinate azioni.

The Sims 4, tuttavia, non è perfetto ma, siamo sicuri che le varie espansioni riusciranno a colmare quello che manca attualmente.

  • GAMEPLAY : 8
  • TECNICA : 7
  • LONGEVITA' : 9
Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 399 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alla

Controlla su canirunit se riesci a giocarci o no. Col mio vecchio pc giocavo tranquillamente col 3 ma il 4 non lo reggeva

Peppenexus

No per pesante non intendevo il peso in gb, ma il fatto che è lento a girare in pc con hw non di ultima generazione. Io ho un i5 4gb di ram e una geforce gt310m con 1gb (punto debole) e putroppo nonostante sia un pc discreto the sims 3 va parecchio lento. Quindi mi riferisco ai requisiti minimi

Andrew.00

no, è ancora più pesante, su utorrent pesa 8,13 giga mentre the sims 3 5 e qualcosa

Lance Foose

perche la grafica fa sempre gagaaaa ???!

Peppenexus

the sims 3 è davvero bello ma quanto è pesante? adesso non ho ancora the sims 4 ma spero che sia più leggero.. ps. ho the sims 2 completo di tutte le dlc e mi fa cahà

Dexios9

Siamo ritornati ai tempi di the sims 2 sotto questo punto di vista:

ok, saranno diventati anche più intuitivi i vari editor presenti nel gioco, come creazione di un sims, modalità costruisci e compra, ma sinceramente non ci siamo proprio!!! è così palese che the sims 4 è un gioco assolutamente e consapevolmente incompleto che non permette nel modo più assoluto di giocare pienamente il titolo a causa delle fortissime limitazioni del gioco... in pratica The sims 4 non è altro che una Enorme Demo che introduce tutte le funzioni the the sims 4 ma che solamente acquistando DLC e espansioni varie ti permettere di utilizzare pienamente il prodotto.

Anche SimCity ha fatto la stessa fine, prima di tutto castrandolo per quanto riguarda le dimensioni della mappa che non permette assolutamente di poter creare una cittadina completamente sviluppata e indipendente dal resto della mappa, ma se giochi online praticamente la gente dopo un paio di giorni si scoccia e cambia mappa e praticamente ti trovi a giocare da solo, ma tanto in Online è la stessa cosa visto che le interazioni con i vari sindaci è pari a ZERO.

Conclusioni per the sims 4?

non vale assolutamente la pena acquistarlo adesso, meglio che scenda di prezzo e affiancare l'acquisto del gioco con un'espansione.

Umberto RSX

o.O I requisiti sono bassissimi, potrebbe andare anche sul mio Celeron 2.0GHZ e Intel GMA 4500M :O (portatile Samsung)

FraM

quando però entra la fidanzata in casa mentre il mio sim fa "fiki fiki" con la seconda fidanzata, non succede nulla.....io mi aspettavo liti, grida e botte :D

Luca Veronese

concordo, un passo indietro rispetto a the sims 3

Alex Gombi

Thanks ;)

math

RICHIESTA: È richiesta una connessione a internet per l’attivazione del prodotto
SO: Windows XP (SP3), Windows Vista (SP2), Windows 7 (SP1), Windows 8 o Windows 8.1
PROCESSORE: Intel Core 2 Duo a 1,8 GHz, AMD Athlon 64 Dual-Core 4000+ o equivalente (sui computer con chipset grafici integrati, il gioco richiede Intel Core 2 Duo a 2 GHz, AMD Turion 64 X2 TL-62 a 2 GHz o equivalente)
MEMORIA: Almeno 2 GB di RAM
DISCO RIGIDO: Almeno 9 GB di spazio libero più almeno 1 GB di spazio per il materiale personalizzato e i salvataggi
SCHEDA VIDEO: 128 MB di memoria con supporto Pixel Shader 3.0 Schede video supportate - NVIDIA GeForce 6600 o superiore, ATI Radeon X1300 o superiore, Intel GMA X4500 o superiore
SCHEDA AUDIO: Compatibile con DirectX 9.0c
DIRECTX: Compatibile con DirectX 9.0c
PERIFERICHE: Tastiera e mouse

Li ho presi dal sito di Origin

Marcos

Simulatore di vita:
Buttare ore della propria vita a far "vivere" pixel sullo schermo che fanno esattamente le stesse nostre cose :D

(scherzo XD ognuno passa il tempo come vuole)

Rudi Stival

Ho trovato fastidioso il fatto che per andare da un lotto ad un'altra (che magari sono attaccati) il gioco si ritrovi a caricare ogni volta. Ok, abbandoniamo l'openworld perche troppo pesante, ma così si esagera

giaco89

si possono sapere i requisiti minimi e quelli raccomandati??

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta