Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Gmail si aggiorna su iOS con supporto a Google Drive

25 Luglio 2014 3

Google ha rilasciato un aggiornamento per il suo client Gmail su iOS, aggiungendo la funzione di salvataggio degli allegati direttamente in Google Drive, oltre alla possibilità di inserire i file presenti nel medesimo servizio Cloud, come allegati all'interno dei messaggi di posta elettronica.

Vengono nel contempo implementate nuove opzioni per la gestione degli account in Gmail, consentendo di scegliere quelli attivi senza eliminare gli altri. Tutti i dettagli nel changelog ufficiale:

Novità nella versione 3.14159

  • • Salva gli allegati direttamente in Google Drive per potervi accedere sempre e ovunque, risparmiando lo spazio e la larghezza di banda del tuo dispositivo
  • • Inserisci i file di Google Drive direttamente nei messaggi
  • • Scegli quale dei tuoi account utilizzare con Gmail senza dover rimuovere gli altri dal tuo dispositivo, grazie alle nuove opzioni di gestione degli account
  • • Cambia la foto del profilo (in Impostazioni)

Gmail è scaricabile gratuitamente da App Store al seguente link. Richiede l’iOS 6.0 o successive. Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch. Questa app è ottimizzata per iPhone 5.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
CAIO MARI

oscena gmail

sperem

Beh ma non sarà mai fatta bene come gmail. Cosi come maps è nettamente superiore alle mappe apple

Callea

Finalmente!
Avrebbe dovuto inserire prima tale funzione basilare.

L'imminente concorrenza di iCloud Drive comincia già a farsi sentire...

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO

Recensione Apple Watch Series 9: le novità sono (quasi) tutte all’interno

Recensione MacBook Pro 16 con M3 Max, mai viste prestazioni così!