Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

L'arrivo degli smartwatch Android Wear potrebbe far scemare l'interesse verso i Google Glass

30 Giugno 2014 47

L'introduzione dei nuovi smartwatch Android Wear ha dato una scossa al mercato degli indossabili. Per la prima volta abbiamo dei dispositivi in grado di rendere superfluo l'utilizzo dello smartphone per la gestione delle notifiche e per l'esecuzione di semplici azioni quali l'invio di un messaggio e molto altro ancora. Oltre a ciò, sempre per la prima volta, ci troviamo davanti a una piattaforma in grado di poter sfruttare tutta la potenza di un colosso come Google per potersi imporre e proporre un parco applicazioni dedicate di rilievo.

Sino ad ora tutte le alternative hanno stentato a decollare, vuoi per la poca diffusione degli indossabili in generale o per la frammentazione dei vari sistemi disponibili. Passiamo da Tizen ad Android "rivisto e corretto" (i vari Gear e SmartWatch 2 di Sony), proseguendo per altri sistemi personalizzati che non contribuiscono a una diffusione omogenea di applicazioni e funzionalità. D'altro canto, Android Wear, può già contare su una perfetta integrazione con Android, rendendolo un accessorio estremamente compatibile e già funzionante out of the box, nel quale le applicazioni di terze parti saranno solo una gustosa aggiunta.

Se dunque il potenziale dei nuovi gadget da polso pare alto, i Google Glass potranno risentirne a livello di immagine e potenziale interesse? Difficile forse dirlo ancora visto che siamo agli inizi per entrambi i segmenti ma Android Wear riesce a portare tutte le funzionalità e le comodità promesse dai Glass in un formato più comodo e socialmente accettabile.


Diciamolo chiaramente, anche le iterazioni più alla moda o il camuffamento in occhiali da vista, non riescono a far passare inosservati i Google Glass rendendone l'utilizzo una cosa poco discreta e sempre sotto l'attenzione di chi ci circonda.

Android Wear riesce a proporre la stessa efficacia nel fornire informazioni rapide e essenziali, il tutto senza risultare non naturale e, cosa non da poco, essendo anche più pratico da portare con se. L'ergonomia è data dal fatto che, fondamentalmente, uno smartwatch si usa alla stessa maniera di un orologio tradizionale, quindi con tutti i movimenti e i gesti che sono consueti.

L'utilizzo dei Glass, invece, richiede un comportamento specifico per lo strumento. Un display al polso è facilmente più gestibile e intuitivo da controllare, senza contare che ci si può letteralmente dimenticare di avere al polso qualcosa di più che un semplice orologio, mentre i Glass sono sempre li, sulla nostra testa a ricordarci la loro presenza.

Diventa anche scomodo levarseli e riporli da qualche parte, dal momento che le stecche non sono pieghevoli e non possiamo metterli in un classico astuccio per occhiali: ovunque andremo avremmo sempre un oggetto ingombrante da posizionare da qualche parte. Il costo è un altro dei fattori distintivi principali.

Con i Glass ad un prezzo superiore ai 1000 euro nella versione Explorer e gli smartwatch disponibili a cifre 5 volte inferiori, diventa davvero facile decidere che cosa abbinare al vostro smartphone preferito. Al momento, i Google Glass falliscono nel mostrare una propria identità che li distingua non tanto per quanto riguarda l'hardware, ma per le loro funzionalità, non riuscendo a proporre qualcosa di non disponibile su soluzioni più convenienti e socialmente accettate.

Non dimentichiamoci poi di tutti i casi in cui i Glass sono stati vietati in locali pubblici, cinema o ristoranti; a nessuno piace vedere qualcuno che quando ti guarda ti punta addosso una fotocamera. Il discorso relativo alla privacy è sempre stato uno dei principali temi a sfavore dei Google Glass, anche se, paradossalmente, il riconoscimento facciale e tutta una serie di funzioni dedicate alla realtà aumentata, sarebbero il vero punto di forza di un dispositivo indossabile del genere.

Tuttavia queste funzioni sono state eliminate e, per ora, i Glass non dispongono né dell'autonomia né dell'hardware necessario per offrire un continuo supporto tramite le funzioni di realtà aumentata. Ovviamente siamo davanti a un prodotto ancora sperimentale e non definitivo, perciò il futuro potrebbe mostrare un diverso percorso e una svolta decisiva per gli occhiali Google.

Per il momento Android Wear sembra comunque poter spostare completamente l'interesse degli utenti dai Glass agli orologi intelligenti e probabilmente anche gli sviluppatori inizieranno ad avvicinarsi velocemente ad Android Wear. L'idea di occhiali con realtà aumentata è coraggiosa, utile e particolare ma forse ancora troppo in anticipo per essere accettata dal mercato globale.


47

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
angelo

e se invece si potessero collegare lo smartwatch del tipo lg G Watch ai google glass!?

Naso

Condivido quanto scritto sotto da altri utenti che comunque Wear e Glass sono due prodotti distinti. Ma al momento sembra sia la stessa Google ad aver un po' perso l'interesse verso i Glass.
Sono due anni che si conosce bene questo progetto, e in questo periodo sono stati venduti (in versione beta) ad un prezzo proibitivo (per l'utenza consumer) solo in USA (e recentemente anche in UK).
Credo in realtà che l'ultimo Google I/O della scorsa settimana sottolinei quanto sto dicendo: tutti coloro che sono intervenuti sul palco indossavano un Android Wear e nessuno un paio di Glass.
Anche la tempistica di immissione sul mercato di un nuovo prodotto deve essere corretta, e forse (come giustamente suggerisce l'articolo) i Glass sono un prodotto troppo "avanzato" per il 2013/2014.

M_90

mi concedi questo tango? LOL XD

Monopalla

beh se sono rimasti dei prototipi, un motivo ci sarà, e lo hai ben evidenziato, per il momento il prodotto offre molto poco, in futuro chissà, stiamo parlando sempre di google, che investe miliardi nella ricerca, io sono convinto che quando troveranno una reale funzione per tutti i giorni, esisteranno delle alternative ad un prezzo più accessibile, google con questo progetto rischia di perderci davvero tanto.

Monopalla

mah! google glass e smartwatch, non mi convienceranno mai, un orologio classico ti dura una vita, questi quanto dureranno?, i google glass, sono interessanti, ma ancora non si è capito a cosa possano servire, usarli in strada mentre si cammina è pericoloso, figuriamoci in macchina, usarli in ufficio per ore non credo sia salutare per la vista, rimarranno a mio parere un opera incompiuta, magari se ne riparlerà tra una decina d'anni, ma devono investire nella nanotecnologia, con un proiettore ad esempio montati sui glass forse sarebbe la fine degli schermi ahaha, google assumetemi.

Luigiantonio Calò

vedi il mio punto 2... :D

baldanx

Va beh, ma al di là delle loro funzioni attuali bisogna vedere soprattutto le potenzialità di sviluppo. Per un oggetto come lo smartwatch siamo quasi già al massimo delle sue potenzialità, dietro i Glass invece c'è ancora un mondo (siamo nemmeno alla punta dell'iceberg)

baldanx

Finchè i Glass rimangono uno strumento che serve a poco più che avere GNow "at a glance" di certo lo smartwatch gli rimarrà abbondantemente preferibile (unico plus la fotocamera che è decisamente molto poco).......quando arriverà Tango e realtà aumentata allora le cose cambieranno considerevolmente

Gabriele_Congiu

E figurati :D

XellossMetallium

Perdonami, non avevo letto con attenzione la conclusione del commento precedente ;)

M_90

per il momento i gglass sono un fail, ci vorrà ancora tempo prima di vedere qualcosa di veramente innovativo.. gli sw si possono essere belli o utili in certe circostanze, ma non possono assolutamente arrivare sul mercato sopra i 150€, sopratutto se la durata non è il massimo.

Gabriele_Congiu

Si si, era riferito all'ipotesi di un modello con sim proposta nel commento a cui ho risposto

XellossMetallium

Una piccola precisazione.. i Glass non mi pare abbiano un modulo 3G integrato. Interfaccia bt.

tecnologiaperta

purtroppo sono troppo futuristici x ora, ne riparliamo tra 3\4 anni

dario

sì ma infatti ribadisco che condivido il nocciolo della tua analisi: a oggi i gglass sarebbero un oggetto di nicchia, e sinceramente la vedo dura che abbiano un'evoluzione rivoluzionaria da qui alla commercializzazione definitiva. servirebbe qualcosa di veramente forte per farli preferire alla massa nonostante la loro scomodità intrinseca. non dimentichiamoci che la differenza tra uno smartwatch e un orologio normale è quasi solo funzionale senza grossi sconvolgimenti estetici. i gglass invece si differenziano molto nell'aspetto dagli oggetti "imitati", gli occhiali, e indossarli implica portare qualcosa di diverso dal solito in una zona al centro dell'attenzione di chi ci osserva così sensibile. insomma, per dirla in parole più semplici, chi indossa gglass ha alte probabilità di essere additato come bimbomi**ia, nerd, persona bizzarra, soggettone ecc. e probabilmente non si sentirà a suo agio. tanto più che uno stesso paio d'occhiali può stare bene a te e non a me. senza contare di quanto si sentiranno a disagio le persone comprese nel tuo campo visivo. e i correlati problemi di privacy.

insomma, io credo sinceramente che avrebbero avuto scarse probabilità di diventare oggetto di massa anche senza l'avvento di altri indossabili. spero comunque che prima di commercializzarli li rendano più utili e sorprendenti.

Gabriele_Congiu

Il problema della scelta è che, sempre stando a quanto permettono ora, i Glass offrono qualcosa che è stato reso ancor più di nicchia con l'avvento degli smartwatch. Se prima potevi dire "controllo le notifiche, gestisco il mio smartphone e scatto foto in maniera unica", adesso resta solo l'ultima parte della frase. Mi sembra davvero poco per spingere un utenza consumer a fare una scelta che implica diversi punti scomodi quando hai un alternativa più pratica e discreta che ti permette di fare tutto quello che faresti con i Glass, meno l'acquisizione di foto e video. Se parliamo di campi d'applicazione specifici è ovvio che sia come dici tu. Il problema è che qui paragoniamo il lato consumer di entrambi i prodotti e, per quel che riguarda questo tipo di utenza, i due oggetti fanno fondamentalmente la stessa cosa. Per questo penso che, anche a parità di prezzo, la scomodità e la questione sociale rappresentino un trade off negativo che non molti sarebbero disposti a sostenere nel lungo periodo.

Gabriele_Congiu

Tralasciando il danno causato dalla presenza di un modulo 3G/4G sempre attaccato alle tempie, concordo quando dici che fanno un lavoro diverso. Anzi, dovrebbero fare un lavoro diverso. Il problema è che allo stato attuale e dopo 2 anni di sviluppo, i due dispositivi fanno praticamente lo stesso lavoro di notifica smart, con la differenza che per i Glass devi adattare ogni app, mentre Wear lo fa di suo. Poi se vogliamo parlare di campi specifici ok, in quel caso i Glass vincono senza problemi. Il problema è che se li presenti a un pubblico di massa, le destinazioni d'uso cambiano :/

dario

sono d'accordo che le leggi sulla privacy saranno una delle limitazioni maggiori per i gglass, soprattutto nei paesi dove sono più severe, e l'italia senz'altro è nell'elenco. e ho letto anche di utenti che parlano di grave calo di attenzione ogni volta che si volge lo sguardo verso il display, il che implica gravi pericoli nell'utilizzarli per esempio alla guida. ma anche come pedone è facile distrarsi e rischiare di finire male.
dicevo solo che l'unico vantaggio concreto e indiscutibile che portano, perché intrinseco in forma e utilizzo dell'oggetto, è quello. facile immaginare che nella versione definitiva la qualità delle riprese sarà migliore di oggi, ma anche con la fotocamera peggiore sul mercato vincerebbe per praticità ed efficacia d'uso rispetto allo smartwatch con la fotocamera migliore esistente. insomma, era un aspetto cruciale nel confronto che non è stato affrontato nell'articolo. basta da solo a farli scegliere? con i prezzi attuali decisamente no, al costo di gglass prendi gopro+casco+smartwatch, ti avanzano soldi e ottieni riprese decisamente su altri livelli, anche se non potrai andarci in giro per strada (quasi) inosservato come puoi (quasi) fare con i gglass.
a parità di prezzo però credo che potranno spartirsi il mercato in base all'esigenza o meno delle caratteristiche multimediali dell'oggetto. da chi vuole fare filmati in soggettiva senza il minimo sforzo alle app che prevederanno la condivisione di quanto si vede a scopi professionali, dove si avrà la stessa visione per tutti e ambedue le mani libere per il filmante... per tutto il resto uno smartwatch è decisamente più comodo, discreto e sicuro.

rupert800

Ovviamente parlo di utilità per le masse (credo sia anche quello a cui punta Google)..in alcuni selezionatissimi casi la loro utilità possono trovarla, ma spesso in questi selezionatissimi casi esistono già strumenti che fanno quello che i glass promettono di fare tra 5-10 anni

Massimiliano Palumbo

Li rendono meno appetibili forse si, soprattutto quando la differenza di prezzo è 1 a 5, ma i glass "fanno un altro mestiere".
Gli smartwatch servono fondamentalmente a guardare notifiche, se ti va bene, ci fai qualche foto e rispondi al telefono (quest'ultima funziona sui wear sarebbe molto gradita)
I glass, invece, sono più "smartphone", sono device che agiscono e si muovono come device a se stanti, creano contenuti, non si limitano a dirti che qualcuno ti ha cercato, ma sono fondamentalmente smartphone all'occhio, "fanno molte più cose". Poi ci sono i limiti di privacy e di ingegnerizzazione, di rifinitura e quant'altro, ma sono tutte cose che, se Google vorrà, troveranno soluzione. Per la serie, dei glass con sim rischiano di rendere un doppione superfluo lo smarphone. Il Wear, almeno ora, non va in questa direzione

CavalloCrop

Aggiungerei contapassi, controllo del sonno, attività sportive (funzioni che già uso costantemente) e comandi vocali che dai video sembrano avere tante potenzialità. A me non sembra poco, soprattutto pensando a un futuro incastro con la domotica

Squak900O

Poi inutili...
anche uno smartwhatch effettivamente è inutile se si è uno studente o un impiegato seduto 8 ore in scrivania davanti un PC.

Bisogna vedere cosa ne facciamo...

Gabriele_Congiu

Ok, allora ho già risposto :)

Squak900O

Hanno detto tutto gli utenti sopra... e come loro non condivido l'articolo.

Gabriele_Congiu

Si si, comprendo che sia il tuo punto di vista e non è intenzione di nessuno convincere l'altro :). Concordo sul fatto che Android Wear vada visto come piattaforma distaccata dall'hardware, dal momento che potrebbe benissimo finire dentro una versione finale dei Glass e colmerebbe quel gap nel software di cui si parla. Detto questo, a parità di OS e di prezzo (fingiamo che i Glass vengano venduti a 199 euro), Google non mi convince nell'indossare qualcosa di scomodo in più campi, rispetto a un classico orologio. Anche il solo dover dire "te li devi levare al cinema, al ristorante ecc" è una limitazione non da poco. Qualche mese fa scrissi un pezzo in cui un Explorer utilizzava la versione graduata dei Glass e non portava più con se i suoi occhiali normali e ha avuto grossi problemi in un cinema. Parlo di queste cose quando, per farla breve, dico che il gioco non vale la candela. Verissimo anche il fatto relativo al POV unico dei Glass. Tuttavia l'hardware attuale non è poi così buono e i risultati non hanno una qualità invidiabile. Quindi, sempre personalmente, non basta per farmi scegliere un qualcosa che, tolto questo punto, non mi offre nulla di più ma solo maggiori impedimenti.

rupert800

A parte la scomodità del campo visivo ridotto chi li ha provati parla di peso non indifferente ed elevata produzione di calore sulla tempia. Comunque l'utente sopra non ha parlato di scomodità, ma di imbarazzo nell'indossarli per andarci in giro. Lo capisco benissimo, visto che sono un'oscenità...

Matteo Fabris

vero non porto gli occhiali da vista (per fortuna), ma quelli da sole si...

Non stavo parlando di scomodità a livello di indossabilità, immagino che essendo una normale montatura non diano fastidio...
La mia era solo un'osservazione sul lato relazionale, con quegli occhiali sei abbastanza notabile, sembri un transformer, e vedere uno con quegli occhiali fa strano, diciamo che non è come guardare uno con un paio di occhiali da vista...

rupert800

È quello che ho sempre sostenuto...gli smartwatch (seppur con la loro ridottissima utilità) rendono totalmente inutili i glass

Dario Gargioni

Si deduce che tu non porti occhiali da quanto scrivi, perchè la "scomodita" è pari o meno di un normalissima montatura in commercio (sia da vista che solo per sole).

Dario Gargioni

Rispetto il tuo punto di vista, ma non la penso cosi a titolo personale.
Recentemente ho provato i Glass per un discreto tempo e possiedo attualmente uno smartwatch di ultima generazione. Sono d'accordo che avere una piattaforma semplificata ed unica è meglio per tutti, produttori, sviluppatori e consumatori, ma non dimentichiamoci che anche i Glass potrebbero averla in futuro, visto che Android Wear è alla fine un Android semplificato o rivisitato, alla fine un pò come l'os dei Glass. Quando si recensiscono o commentano device definiti beta o "prototipi" come i Glass in questo caso bisogna essere cauti nel giudicarli. Al contrario bisogna essere severi con i prodotti commercialmente in vendita su larga scala come i recenti Gear Live, G Watch e 360.

dario

ripeto: divieti per la privacy a parte, i gglass nel comparto multimediale offrono qualcosa che nessuno smartwatch potrà replicare: il punto di vista dell'autore del filmato, senza dover armeggiare con la camera per ottenere l'effetto, semplicemente avviando il filmato e vivendo. si può ottenere un risultato analogo, ma non altrettanto preciso per POV, solo con ingombrante casco con gopro o simili. tutte le altre funzioni smart potranno essere riprodotte su smartwatch altrettanto bene o meglio, ovviamente escludendo tutto ciò che potrà essere implementato a livello di realtà aumentata sui gglass. ma la differenza della fotocamera, anche quando verrà implementata sugli android wear, è abissale.

Luigiantonio Calò

avendoli tutti e due... vi dico:
1) è vero magari gli wear hanno una marcia in più nell'immediato anche perchè hanno più lingue a disposizione;
2) i Glass sono ancora un prototipo quindi serve ancora tempo
3) fate arrviare a 300€ i Glass e poi ne parliamo... :)

Gabriele_Congiu

Ho dimenticato un punto =|! Cosa portano in più rispetto agli smartwatch attuali. Ritengo che Android Wear sia quel qualcosa in più. Come detto nell'articolo, avere una piattaforma comune, spinta da Google e decisamente più evoluta dei concorrenti, può essere il primo passo per vedere nuove applicazioni e funzioni "standard" sui futuri smartwatch. Manca lo speaker o qualche altra funzionalità hardware? Sono i produttori a doverla implementare, a differenza dei Glass che sono interamente realizzati da Google. (Btw, grazie per aver argomentato la critica :D )

Dungeon85

io non credo affatto che che android wear o qualsiasi altro smartwatch possa eclissare i google glass....
innanzitutto i glass sono una vera e propria sfida ambiziosa per google che intende giocarsela bene, e non vuole rischiare secondo me di vendere un prodotto poco affidabile.
per gli smartwatch invece il tempo era maturo e la tecnologia già disponibile e stabile.

Vedrete tra un anno o due quando venderanno ufficialmente i glass, ad essere offuscati saranno gli orologi semmai....

Gabriele_Congiu

Diciamo che, come scritto, stiamo considerando che i Glass si trovano in una fase di prodotto sperimentale. Da due anni. In questo tempo si è più o meno capito cosa può offrire quel tipo di piattaforma se continua a restare così e non va in contro a un cambiamento radicale. Quello che si prende in esame non è tanto "cosa portano di nuovo", ma "come permettono di utilizzare qualcosa che è stato introdotto dai Glass". Siamo tutti d'accordo che ci sono margini enormi di miglioramento (sopratutto per le batterie ridicole), ma a oggi gli smartwatch, sopratutto grazie a Wear, sono qualcosa di molto più discreto e efficace per fare le stesse cose che fanno i Glass. Riguardo alla privacy hai ragione, anche alcuni Gear hanno la fotocamera, tuttavia il modo di utilizzo è diverso: puoi capire quando uno sta armeggiando con qualcosa al polso, ma non puoi notare uno che riprende continuamente con i Glass perchè non fa assolutamente nulla di diverso. Personalmente non mi interessa, ma è comunque un punto da considerare.

Matteo Fabris

Diciamo che i Glass sono un tantitno scomodi e sembra di essere un transformer a girare con quel blocchetto sugli occhi...
POi per carità, saranno per un'utenza specifica, ma mi troverei in imbarazzo a parlare con uno che ha quei cosi addosso, diciamo che un orogologio si nota meno ed è più pratico...

dario

sicuramente gli altri indossabili oggi rappresentano una scelta preferenziale rispetto ai gglass, se non altro per questioni puramente di costi e reperibilità.
il discorso della loro appetibilità andrà affrontato quando saranno pronti per il mercato: se non riusciranno a fornire nulla di significativo rispetto agli altri prodotti la loro morte verrà da sé. è comunque un problema comune a qualunque oggetto hi-tech che resta in fase di sviluppo e beta testing troppo a lungo: il resto della tecnologia avanza, magari anche ispirandosi all'oggetto stesso, e rischia di essere superato prima ancora di essere uscito sul mercato.
la differenza abissale e significativa dei gglass rispetto agli smartwatch è comunque ancora oggi nel comparto multimediale: assenti fotocamere su tutti e tre gli android wear presentati. anche qualora venissero inserite in modelli futuri, al polso non offrirebbero mai riprese soggettive che ripropongono con la stessa precisione l'esatto punto di vista dell'autore del filmato, senza al contempo dover compiere alcuna operazione diversa dal guardare.

Dario Gargioni

Bah, dal mio punto di vista non condivido questo articolo proprio per nulla. Qui si sta comparando 2 cose diverse fra loro, chi ha scritto l'articolo forse non ha ancora capito che gli smartwatch sono per la massa e sono sul mercato da qualche tempo, invece i Glass attualmente sono prototipi e che si rivolgono ad una diversa utenza.... Discorso privacy vale anche per gli smartwach dotati di fotocamera (vedi Samsung Gear).
Mi pare di capire che il redattore dell'articolo sia estasiato da questi Wear, ma cosa portano in più agli smartwatch attuali? Per adesso nulla di nuovo, anzi mancanze gravi quali fra tutte speaker per fare chiamate o sentire esiti delle ricerche, nei dispositivi appena messi sul mercato da Google.

Dr. Fragle & MrShark

per 4 notifiche, un microfono e niente altoparlante i prezzi non sono AFFATTO ottimi... lo diventeranno quando saranno ALMENO la metà di quelli attuali...

Gabriele_Congiu

Eccomi! Dimmi tutto :)

CavalloCrop

Come anche detto alla fine dell'articolo, i google glass sono ancora in una fase di "beta", se così possiamo chiamarla. Androird wear invece è una cosa concreta, già in vendita a ottimi prezzi. Io penso ci vorranno ancora un paio di anni per decretare se i google glass avvieranno un nuovo tormentone tecnologico o se cadranno nel dimenticatoio per la loro incapacità di competere con indossabili attualmente più comodi, più funzionali e soprattutto molto meno costosi

steek

ma non è verooooo...a me frega zero di tutti e due!!!

Luca

Concordo appieno! Voglio il moto360 :(

Stig's italian cousin

Qualche opinionista secondo me

Squak900O

Ma chi lo ha scritto questo articolo scontato e dal titolo rìdicolo?

Andrea Ci

ma per me non c'è mai stato un VERO interesse verso quei cosi.. a parte i soliti "entusiasti"

Manuel Rossi

Ma non è vero, io li voglio tutti e due! xD

Recensione OnePlus Watch 2: sfida a Samsung con Wear OS e un'ottima batteria

Recensione Xiaomi 14, il TOP compatto che vorrei! | VIDEO

Xiaomi 14 ufficiale in Italia. Video anteprima 14 Ultra

Xiaomi Pad S6 Pro, Watch 2, S3 e Smart Band 8 Pro ufficiali in Italia | PREZZI