Android 4.4 KitKat arriva su Meizu MX3 in versione non definitiva

28 Aprile 2014 0

Meizu, nella giornata di oggi, ha presentato un nuovo e importante aggiornamento per il suo attuale top di gamma Meizu MX3 che porta la versione del sistema operativo ad Android 4.4 KitKat. L'aggiornamento contiene, come lecito attendersi, la classica interfaccia Flyme OS, arrivata alla versione 3.6.1A. Quello presentato non è, tuttavia, un update definitivo ma Meizu stessa conferma la presenza di alcuni bug per i quali è necessario il feedback degli utenti. Questo aggiornamento segna un punto di svolta per i futuri update Meizu dal momento che verranno diversificati in due categorie, stable e experience.

Gli aggiornamenti classificati come stable conterranno solamente gli elementi approvati e certificati come completamente funzionanti e saranno in grado di fornire la miglior esperienza d'uso per l'utente finale. D'altro canto, gli aggiornamenti experience saranno dedicati agli utenti più smanettoni e ansiosi di provare le nuove feature, dal momento che conterranno tutti quegli elementi da considerare in fase di beta e non stabili, ma non per questo inutilizzabili.

Per quanto riguarda l'aggiornamento rilasciato oggi, ricordiamo che è valido solo per la versione cinese, mentre quello per la versione HK è ancora atteso per il rilascio. Se avete a disposizione un modello compatibile di MX3 e volete procedere all'aggiornamento, potete scaricare il file e seguire la guida proposta a questo link.

Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 698 euro oppure da Euronics a 804 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Xiaomi 11T: scopriamolo in diretta insieme a Xiaomi Italia | Replay

Qual è il miglior smartphone per foto e video: ecco il confrontone | Video

Recensione Samsung Galaxy A52s: fascia media che accontenta tutti

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?