Misfit Shine, il wearable con autonomia di sei mesi | Recensione da HDblog

09 Aprile 2014 7

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Misfit centra perfettamente il concetto di device indossabile con il suo Shine, un piccolo activity tracker da portare sempre con se sia al polso che al collo e in tanti altri modi. Limitare i wearable ad una sola posizione è un controsenso, la miniaturizzazione dei componenti elettronici ha portato a dispositivi di poche decine di grammi, facili da integrare con il proprio abbigliamento comune e mimetizzarsi tra gli accessori di tutti i giorni.

Misfit Shine (distribuito in Italia sotto il brand Hinnovation) non è altro che un piccolo dischetto metallico delle dimensioni di un quadrante d'orologio, capace di svolgere tutte le classiche funzioni di tracker senza alcuna paura per l'autonomia, vero pezzo forte visto il ciclo di vita di sei mesi della batteria al Litio non ricaricabile presente all'interno.

Materiali, dotazione e autonomia

Misfit

Ottima qualità costruttiva per questo Shine, compatto e poco ingombrante, può essere utilizzato in svariati modi grazie ai tantissimi accessori che lo 'trasformano' a seconda delle esigenze. Nella nostra confezione abbiamo trovato il classico cinturino adattabile (Sport Band) grazie ai numerosi fori, ma sullo store dedicato non manca il cordoncino in cuoio per indossarlo come un ciondolo, il cinturino da 'vero' orologio e perfino le calze adatte a supportare la Clasp.

Quest'ultima la trovate in confezione, un gancetto in gomma che permette di portare con se Shine sfruttando il potente magnete posizionato nella parte retrostante della scocca, come se fosse una spilla. All'interno della confezione non manca un pratico strumento che serve a far leva sul meccanismo di apertura del device e la sostituzione della batteria.

La superficie superiore è smart, per così dire, grazie ai piccoli LED posizionati lungo il perimetro è possibile sfruttare Shine anche per conoscere l'ora, con il conteggio dei minuti che avviene di 5 in 5. Non il massimo per la puntualità ma comunque indicativo, funzione attivabile facilmente con doppio tap.

Scocca impermeabile e qualità costruttiva che ci ha davvero convinti.

L'autonomia è una delle caratteristiche più importanti se state considerando un activity tracker, Misfit non ha davvero guardato in faccia nessuno ideando un dispositivo come Shine in grado di rimanere attivo per ben sei mesi (secondo quanto dichiarato) con singola batteria, non ricaricabile e sostituibile tramite il prezioso strumentino presente nella scatola. In molti non amano affatto dover ricaricare i propri device, anche quando bisogna farlo una volta alla settimana, ci chiediamo dunque quale sia il problema di tutta la concorrenza che per simili caratteristiche e funzioni non riesce neanche lontamente a raggiungere tali livelli. Complimenti!

Funzioni e Applicazione

Shine è un activity tracker in piena regola, grazie ad accelerometro, giroscopio ed altri sensori è dunque in grado di fornirci dati accurati sul numero di passi effettuato durante la giornata ed eventuale raggiungimento del goal (informazione che ci arriva tramite i LED con doppio tap, dopo la visualizzazione dell'orario). Dopo aver impostato peso e altre informazioni personali sul nostro account sarà ovviamente possibile calcolare anche il numero di calorie consumate, consultabili attraverso la pratica applicazione mobile. Purtroppo non possiamo aggiungere gli alimenti e le relative quantità per un monitoraggio completo.

Quest'ultima è disponibile sia per Android che iOS, ma a nostro avviso su iPhone vanta una migliore ottimizzazione grafica. La sincronizzazione avviene come di consueto tramite Bluetooth 4.0, compatibilità dunque assicurata con iPhone 4S e device Android 4.3 capaci di supportare tale standard, passaggio di dati che avviene semplicemente accostando Shine allo smartphone con una simpatica animazione.

Qualche limite oggettivo nel riconoscimento del tipo di attività fisica, se i passi sono sempre ben accetti non possiamo dire lo stesso della bicicletta secondo la nostre prime prove, questo evento non è stato infatti registrato automaticamente come tale. Anche in questo caso abbiamo il monitor del sonno, tramite tre tap sulla superficie del tracker si attiva la modalità sleep (non precisissimo), ma un recente aggiornamento firmware dovrebbe aver migliorato decisamente questo aspetto con il riconoscimento automatico dell'ingresso in fase sonno.

Conclusioni

Shine è un wearable particolarmente interessante soprattutto per il design e l'autonomia dichiarata, l'idea di poterlo indossare sia al polso che al collo o in altri modi tramite gli accessori (magliette e calze comprese) è convincente ed in linea con il concetto stesso di 'wearable'. Meno esaltante il prezzo di circa 100€ (119 dollari sullo store web ufficiale), oltre alla colorazione metallica da noi appena provata è possibile scegliere anche il Jet (nero), Topaz (verde acqua) e Champagne (bronzo). Da migliorare il sistema di controllo delle funzioni, ma abbiamo visto che gli aggiornamenti firmware sono capaci di cambiare drasticamente l'esperienza d'uso in pochi attimi. In conclusione un device con luci ed ombre, piacevole da indossare come un orologio ma con tante funzioni smart, basterà semplicemente ricordarsi di cambiare la batteria dopo sei mesi, Alleluia!

Per maggiori informazioni, vi rimandiamo alla pagina web del brand italiano Hinnovation che si occupa della distribuzione.

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da emarevolution.it a 390 euro oppure da Unieuro a 439 euro.

7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Marchesini

il claim sulla batteria che dura sei mesi è interessante, da validare, ma sono un po sciettico. Proprio recentemente Ineda Systems ha fatto scalpore annunciando una batteria con durata di circa 30 giorni, mi sembra un po troppo bello per essere vero. Ma lo proverò. Alessandro di http://lifegate.io

Fede Mc

In teoria si, ma io ho provato una volta e non ha capito che dormissi.. Cmq io l'ho comprato solo per avere un orologio leggero quando faccio sport, il resto è un plus carino per me

Alessio Spaziani

a me sembra il peggiore di tutti...

Pink

Funziona anche per il nuoto? Come fa a capire che si sta andando in bicicletta? Quando gioco a tennis mi calcola solo lo scatto o c'è una funzione per ogni sport?

ManueleunaM

Ma non è vero allora che con l'ultimo aggiornamento firmware riconosce in automatico quando dormi?

Fede Mc

L'ho preso sabato scorso, ottimo, unico difetto che non riconosce in automatico la modalità sonno e si inganna facilmente se si muovono le mani velocemente crede che stia correndo.. Però autonomia e leggerezza sono una figata

Luca

Davvero bello, peccato che funzioni praticamente a metà... Magari faranno una v2 e se ne potrà riparlare.

Qualcomm Snapdragon 870 5G ufficiale: la fascia alta ha un nuovo protagonista

WhatsApp: nuova informativa privacy dall'8/2. Cosa cambia | Video

Smartphone e GIGA gratis per 1 anno: cos'è il kit di digitalizzazione del Governo

CashBack di Stato Natale: 1,5 milioni di rimborsi e quello che potreste non sapere