Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Editoriale | MWC 2014: troppe aspettative da parte degli utenti per il segmento smartphone (Android)?

20 Gennaio 2014 107


Ogni anno a Febbraio si tiene la più importante manifestazione mobile Europea e probabilmente la più grande fiera dedicata al solo settore mobile del mondo. Il MWC 2014 è un appuntamento estremamente atteso e l'evento che segna il lancio di nuovi prodotti da parte di centinaia di brand diversi. L'appuntamento Spagnolo, che si tiene da anni a Barcellona, fa da trampolino di lancio per le nuove tecnologie, processori e hardware che verranno implementati nel corso dell'anno all'interno di smartphone, tablet e prodotti di elettronica di consumo. 

Negli ultimi 3 anni abbiamo però assistito ad una frammentazione del mercato in quando il progresso tecnologico ha portato a due macro appuntamenti per quanto riguarda l'evoluzione hardware. Il primo è il MWC che promuove le novità della prima metà dell'anno e il secondo appuntamento, per noi Europei, è IFA 2013 insieme ad eventi singoli delle varie case che propongono ulteriori nuovi apparecchi, ancora più potenti e con soluzioni hardware migliori anche rispetto a quanto commercializzato e mostrato 6/8 mesi prima.

Sony con Xperia Z e Z1, Samsung con S4 e Note 3, LG con Optimus G e G2 e altri sono esempi chiari di come il mercato mobile da un paio di anni sia diviso in due segmenti temporali. Tempistiche che mai come quest'anno però si vanno ad accavallare. Se la continua voglia di un top gamma di nuova generazione da parte dei consumatori più attenti è forte, dall'altra l'innovazione tecnologica avvenuta tra il 2013 e i primi mesi del 2014 non sembra essere realmente tangibile e in grado di giustificare un cambiamento nelle specifiche dei top gamma.


Siamo forse arrivati ad un punto di saturazione tecnologica in cui proporre soluzioni ancora più potenti è diventato difficile? No, sicuramente ancora il mercato mobile ha ancora tanto da offrire ma il 2014 sarà un anno decisamente atipico per chi è abituato a trovare soluzioni incredibili in occasione del MWC.

Qualcomm lo scorso anno ha fatto il bello e il cattivo tempo, complice anche Nvidia che con il suo Tegra 4 è arrivata tardissimo sul mercato permettendo alla serie Snapdragon di essere implementata praticamente sulla maggiore parte dei device migliori disponibili in commercio, considerando anche la fascia bassa del segmento Android e WP. Tra la prima metà del 2013 e la seconda metà abbiamo visto il passaggio tra la piattaforma S600 e S800 con vantaggi reali veramente molto scarsi per l'utente.

Basti notare come un HTC One abbia praticamente le medesime prestazioni di un Nexus 5 nonostante i 9 mesi abbondanti di differenza nella commercializzazione. L'unico prodotto ad aver offerto qualcosa in più in termini hardware è stato il Note 3 che rispetto a S4, gemello hardware di One, ha portato USB 3.0 e 3GB di RAM per la prima volta nel segmento "smartphone" internazionale. A livello di potenza però poco è cambiato e vuoi per la Touch Wiz, vuoi per le mille app installate, usare un Note 3 o un HTC One per le funzioni classiche, pennino escluso, è praticamente identico a livello prestazionale.

Anche da un punto di vista grafico, il miglioramento delle GPU ad oggi non ha portato reali vantaggi per gli utenti e nel segmento Android: i titoli che girano su Adreno 330 girano anche su Adreno 320 e viceversa senza cambiamenti significativi o tali da far nascere nell'utilizzatore del prodotto il desiderio di cambiamento.


A sparigliare, se vogliamo usare questo termine, è arrivato iPhone 5s che, effettivamente, ha precorso i tempi di praticamente un anno sulla tabella di marcia dei vari chip maker. Che piaccia o meno, che sia più o meno potente del precedente modello, l'introduzione della CPU a 64-bit è stata realmente una sorpresa in quanto le soluzioni ARMv8 (Cortex-A53 e A57) erano e sono attese soltanto nella seconda metà del 2014. Questo, enorme inutile negarlo, anticipo di Apple (l'unica in grado di permetterselo grazie al suo sistema unico e chiuso nella ristrettissima sfera iPhone/iPad) ha creato un po' di scompiglio generale.

Che serva o meno ai fini pratici, oggi se un produttore non ha processore/prodotto 64-bit in cantiere è praticamente tagliato fuori dai giochi. Il consumismo ormai ci appartiene e poter vantare un 64-bit tra la lista delle caratteristiche è sinonimo di pubblicità, vendite e notorietà a prescindere che il prodotto sia nettamente migliore del precedente.

A distanza di 4 mesi dal lancio di iPhone 5s, di annunci su soluzioni a 64-bit alternative ce ne sono stati pochi in realtà, sopratutto se pensiamo alla prima metà del 2014. A conti fatti, mentre Qualcomm inizialmente ha snobbato e criticato questa piattaforma (adesso invece "quasi necessaria"), solo Samsung ha pubblicizzato il suo Exynos 6, l'unico chip a 64-bit che pare in grado di arrivare entro il Q2 2014 in commercio. Nvidia con il suo Tegra k1 non arriverà prima del Q4 2014, Qualcomm non ha ad oggi annunciato nulla (solo il 410 per il segmento entry level), Mediatek, nonostante un 2013 sfavillante, non può essere considerata credibile nel segmento top gamma per ovvie ragioni (processori meno potenti).

Dunque, con queste premesse, al MWC 2014 di 64-bit probabilmente non ne vedremo neanche l'ombra, almeno dentro a smartphone e Tablet (magari saranno in mostra sotto una qualche teca). Cosa quindi realmente aspettarci? Le uniche piattaforme credibili sono, ancora una volta, il Tegra 4 (e non il K1) e lo Snapdragon 800 nelle sue ultime derivazioni AB e AC leggermente più potenti. Perchè non riteniamo plausibile un boom di Tegra K1 o Snapdragon 805? Il motivo è semplicemente temporale.

Qualcomm ha annunciato la disponibilità ufficiale dell'S805 nella prima metà del 2014 e non nel Q1 2014 e considerando le tempistiche di sviluppo, ottimizzazione, ingegnerizzazione e realizzazione di uno smartphone, difficilmente possiamo pensare che a febbraio venga presentato, da un grande brand, un device Snapdragon 805 (anche perchè Qualcomm deve fisicamente produrne milioni di questi chip).

Idem per Nvidia che ha presentato il Tegra K1  solo una manciata di giorni fa (sia inversione 32 che 64-bit) e che, per forza di cose, non vedremo prima di 3/4 mesi nella versione base e 8/9 mesi nella variante 64-bit.

Nota: non dimentichiamo Intel che potrebbe iniziare a mostrare qualcosa di interessante nel Q2 2014.

Ecco quindi che piano piano le possibilità che al MWC 2014 vi siano realmente dei prodotti "rivoluzionari" diventano esigue e guardando le cose come stanno, salvo annunci dell'ultimo minuto, difficilmente il vostro top gamma di fine o inizio 2013 potrà avere un hardware nettamente inferiore rispetto ai nuovi modelli.


L'altra incognita è quella relativa alla risoluzione 2K. Se guardiamo ai recentissimi rumor, sia Sony che HTC sembrano aver adottato nuovamente un pannello Full HD che, intendiamoci, è assolutamente incredibile per densità pixel. È però indubbio che i pannelli 2K 2560x1440 pixel siano già pronti e presto verranno utilizzati. Il fatto è che mai come quest'anno arrivare con 1/2 mesi di ritardo rispetto al MWC (quindi diciamo tra fine marzo e fine aprile/maggio) potrebbe essere la mossa migliore in quanto, con circa 8 settimane di attesa in più, potrebbero realmente essere disponibili le nuove soluzioni Snapdragon e gli schermi 2K.

Impossibile non pensare a Samsung che, se le premesse descritte si trasformeranno in uno scenario reale, potrebbe avere un vantaggio triplice in questa prima metà dell'anno: una presentazione successiva e singola (leggasi maggiore attenzione mediatica); un hardware migliore sia per potenza che per display; infine la prima soluzione a 64-bit Exynos 6 grazie al vantaggio ingegneristico derivato dalla realizzazione della CPU Apple che, si, è stata fatta da Samsung.

Insomma, dire oggi che il MWC 2014 che inzierà tra oltre 1 mese possa essere sotto tono è forse esagerato, ma analizzando gli scenari, i possibili annunci, la fattibilità degli hardware e le novità tecnologiche realmente disponibili, difficilmente vedremo rivoluzioni reali. Il MWC potrebbe essere una grande vetrina, piena di mille novità ma con realmente pochi protagonisti che potrebbero arrivare solo tra Aprile e Giugno in attesa della fine dell'anno che si preannuncia veramente infuocata!

Ipotesi, analisi e proiezioni che potrebbero non essere necessariamente vere ma che sono uno spunto di riflessione importante per non rimanere "delusi" dalle novità in arrivo a Barcellona.


107

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alex Alban

e il nuovo snap a 64 bit? sempre q4?

sbiki85

Secondo me invece proprio perché non ci saranno 64bit; display 2K e altri SPECCHIETTI PER LE ALLODOLE, che forse vedremo l'intelligenza applicata agli smartphone in questo MWC.

Elia Marcantognini

Bhè è una supposizione :p Si avrà una "rivoluzione" delle batterie, degli schermi e delle funzionalità.
Questo è secondo me, ma non è detto che sia vero ahah

grinderman

In realtà la necessità di maggiore potenza è definita dal software e da chi lo produce, avendo maggiore capacità di calcolo si potranno avere applicazioni più complesse, e magari, appunto, non dover cambiare il telefono ogni due anni :)
Comunque sì, frequento anche blog che parlano di Linux, in realtà ora non lo utilizzo ma mi affascina il suo mondo :)

Diabolus

Bell'articolo, Nick!

arma

quanto mi piace la gente che ostenta conoscenze (che magari nemmeno ha) e si sente superiore discutendo di queste cavolate (eufemismo). la moda del 2013 è stata quella di sparare a 0 sul galaxy s4, perchè bisogna essere anticonformisti a tutti i costi. se ce l'hanno tutti, vuol dire che fa schifo. o magari è semplice invidia di chi non può permetterselo. e il 90% di queste persone magari non l'ha tenuto in mano nemmeno una volta. ma lentezza de che??? ma dove??su cosa basi questa tua affermazione? sul fatto che ci vogliono 10 millisecondi in più di un nexus 5 per passare da un'app all'altra? o magari sul fatto che se vai su theverge col browser stock ci sono microlag e impuntamenti? beh certo, si sa che l'attività quotidiana più importante che si svolge con uno smartphone è fare scrolling per ore su theverge.. tutte pippe mentali,cose da psicopatici davvero. mi fa anche pena ormai vederle sulle videorecensioni ste ca**te. io non sono un fanboy,ma un semplice appasionato di tecnologia. e tecnologia per me significa sperimentare dove può giungere l'ingegno umano,con soluzioni a volte anche fini a se stesse. ma se proprio vogliamo parlare di utilità concreta, ai nexusfan potrei rivolgere le seguenti domande: è più utile che un'applicazione si apra in 2 millisecondi o che la memoria si possa espandere? è più fondamentale la "fluidità" (che termine sfigato) o un volume che ti consenta di sentire le notifiche?è meglio avere una batteria integrata o una removibile?una fotocamera da 8 o una da 13 megapixel?non avere una porta infrarossi,oppure avercela?non so per voi,ma per me "di più" è sempre meglio. dunque,per cortesia,smettiamola con questi luoghi comuni..hanno davvero stancato. saluti.

morris

Credo che bisognerebbe stabilizzarsi un attimo sull'attuale hardware e sviluppare molto più il software che soprattutto su android è dietro anni luce dalla vera utilità! Manca un suite per la grafica / suite office vera ed utile / vera integrazione con il PC in mobilità (emulare windows ecc). Mi piacerebbe veder presentare dalle varie case software utili, innovativi ecc. Ricordiamo che il successo di questi prodotti sono le app. Ad oggi gli smartphone sono saturi di innovazione in termini di app; i tablet rimangono sul divano e vengono usati poco e i nostri vecchi PC (ormai poca gente li cambia) sono quello che veramente ci fanno fare tutto!
Presentate applicazioni e non hardware!

Stefano92_100

Ecco, forse abbiamo dei giudizi diversi su quale sia la potenza necessaria per un dispositivo. Io considero che l'attuale potenza dei top gamma sia sufficiente per i due anni in cui è garantito loro il supporto, soprattutto perché a definire la necessità di maggior potenza sono i produttori stessi. Poi però è anche vero il discorso che è meglio sovradimensionare.

E' stato un piacere discutere con te :)
PS. Pare a me o sei attivo anche su un certo blog che parla di Linux?

floc82

mah il fatto che se un produttore non abbia proc a 64 bit in catalogo sia out e' un'affermazione che non condivido :) la gente nemmeno sa cosa sono i bit, ok l'ignorante guerra tra numeri ma metti 2 colori in piu' e il display piu' grande e vendi comunque... E' tale l' ignoranza del consumatore medio che un numero vale l'altro secondo me.

Tecnicamente ne abbiamo invece gia' discusso fin troppo, i 64 bit oggi sono una buffonata inutile (e costosa, in termini di hw, spazio e tempo)

Antonio Guacci

Ottimo editoriale Nic! ...Ma dice molte cose che ho ipotizzato negli ultimi mesi, alcune delle quali ti hanno trovato a volte in disaccordo... Finora. :)

iNicc0lo

64-bit

grinderman

Alla fine tutti si concentrano già sul software, e nel 2013 i risultati si sono visti, come appunto htc one che rivaleggia con i nexus per fluidità. Gli unici sono quelli di samsung che, inspiegabilmente, nonostante spendano il 50% del reparto R&D in software, non sono ancora riusciti a tirare fuori una touchwiz decente.

grinderman

Il galaxy nexus ha una scheda video sottodimensionata per la risoluzione del suo schermo, non è l'esempio migliore. Prendi come modello il nexus 4, che è stato il primo nexus con cpu e gpu top di gamma, dalla 4.1 alla 4.4 ci sono stati un mucchio di piccoli miglioramenti che complessivamente hanno reso migliore un sistema operativo già completo.

grinderman

In generale sono d'accordo con il tuo commento.
Preciserei che nei vari commenti abbiamo fatto un po' di confusione (me compreso) parlando di cpu quando in realtà bisognerebbe citare di più la gpu quando si dice che una maggiore quantità di pixel richiede una capacità di calcolo più grande. Comunque il succo del discorso non cambia.
Concordo sull'inutilità del 2k su uno smartphone, infatti penso che non verrà implementato sui prossimi top di gamma da 5 pollici, sarebbe tirarsi la zappa sui piedi. Poi vedremo, spero che le case produttrici non mi smentiranno :)
Sulla potenza esagerata su uno smartphone non sono troppo d'accordo, certo la sfida per i nuovi processori sarà sull'efficienza energetica, ma questo sta già avvenendo come dimostra il caso del tegra 3 e dello snapdragon 800 che hai citato. Però la potenza di calcolo non è mai troppa, anche se magari non se ne ha bisogno quotidianamente, ma sovradimensionare è la chiave per essere "future proof"

luigiwp7

L'advance è rinato perché prima faceva cag*re..ci voleva poco per migliorare. Il gnexus è solo peggiorato..e con l'update ufficiale per di più..

Stefano92_100

Ti rispondo qua, ma farò anche riferimento al tuo commento qui sotto.
La frase si ripete ogni anno, però come dici sotto vi è una stretta correlazione tra CPU (e chip grafico) e risoluzione dello schermo.

Il mio discorso originale include due limitazioni: ho parlato per quanto riguarda quest'anno (che è il tema dell'articolo a cui ho commentato) e ho parlato proprio in riferimento allo schermo.

Premettendo che i 2k sono inutili su uno smartphone, viene meno anche la necessità di una CPU più potente, almeno per ora. Qualora, come effettivamente sarà, verranno adottati i 2k su uno smartphone, allora la CPU più potente avrà un senso.
Ma personalmente non credo che una risoluzione dello schermo maggiore sia una feature richiesta dal mercato.
I DPI forniti da un FullHD su una diagonale massima di 5,5" mi paiono più che sufficienti.
Esulando poi dal discorso consumi, che possono incidere parecchio sul giudizio.

Non ho effettivamente parlato dei tablet. In tal caso sì, i processori di prossima generazione sono proporzionati. Su un tablet da 7 pollici o da 10, per mantenere il numero di DPI che si è raggiunto, occorre aumentare la risoluzione.

Il problema è che poi, avendo già in casa il processore "mega-galattico", lo si vuole proporre anche su uno smartphone, e vi è la necessità di giustificarlo. E allora il gioco continua ad alimentarsi e proseguire.

A me questa cosa non piace. Spingendo sull'evoluzione tecnologica, vi è anche la maggior efficienza della piattaforma.
Faccio un esempio: uno Snapdragon 400 è potente quanto un Tegra3 (benchmark alla mano), ma i consumi sono minori. Uno Snapdragon 800 propone gli stessi consumi del Tegra3, a fronte di maggiori prestazioni.

Ora come ora, visto che il miglioramento dello schermo pare essere superfluo, avendo già raggiunto una densità di pixel per pollice che rende invisibile i pixel ad occhio nudo, non vi dovrebbe essere quella necessità di proporre più potenza, ma quella di adottare chip che a parità di prestazioni, ottimizzino i consumi.
Sarò terra terra con la seguente affermazione, ma volendo fare una battuta, qua si corre il rischio che fra 2 anni useremo il tablet come smartphone... :D

grinderman

beh perché l's2 è uno dei telefoni migliori mai fatti da samsung, inoltre deve muovere un quinto dei pixel che ha per esempio un nexus 5

inuix

Dici? Perché a me, a discapito dell'evoluzione del settore, il mio S2 pare immortale...

Guido Carenza

Spiegaci il motivo, di grazia.. siamo curiosi...

cagliostro800

lo spero proprio altimenti la genialata delle batterie non estraibili sarà un vero dramma per gli utenti.

Elia Marcantognini

Bhè il mio ex advance (arrivato qualche settimana fa il nexus 5) con la cyano 11 è migliorato ovunque, nonostante ci siano la metà dei codici sorgente.
O il tuo GN è deteriorato (cosa normalissima direi, dopo + di un anno e dopo 500 cicli la batteria di norma va a puttane) e hai flashato male le ROM, oppure sei te che sei strano... co te devo di

Elia Marcantognini

Questa è la mia filosofia :p

Elia Marcantognini

Il biennio 2014/2015 segnerà unagrandissima svolta nel campo mobile secondo me.

Fabrizio

Come prestazioni generali anche terminali del 2012 (nexus 4 e optimus g) non hanno problemi a vedersela con gli ultimi top, visto anche l'hardware molto simile (l's600 alla fine è poco più di uno s4pro overclockato).
Forse si è finalmente arrivati sul punto di concentrarsi su quello che conta davvero, il software

grinderman

Sinceramente il discorso "è troppo potente, questa potenza non serve a nulla" lo sento ogni anno, c'è chi dubitava anche che i dual core servissero a qualcosa, però ora c'è una bella differenza in quanto a user experience fra i telefoni di oggi e un galaxy nexus o un s2. E' giusto sovradimensionare le capacità di un processore se si vuole che duri a lungo nel tempo, perché il software tende a diventare sempre più esigente col tempo. Probabilmente tutte queste performance allo stato attuale sono inutili, visto che non ci sono i programmi che lo sfruttano, ma col tempo le differenze si faranno sentire.

Stefano92_100

Di fatto è comunque una critica (nel senso vero di 'critica') :)
La pensiamo uguale su questo. Infatti ho voluto portare il dato per una analisi qualitativa, più che quantitativa.

Volevo evidenziare che, così come si è giunti sui desktop ad una situazione per la quale un quad-core di 6 anni fa è tuttora valido, pare assurdo credere che fra un anno un quad-core su un telefono sarà ormai sorpassato (come ormai il marketing delle aziende vuole convincerci).

Tralasciando la relativa importanza dei numeri, credo che il paragone sia pertinente.
Serve realmente un quad-core su un telefono, quando soprattutto la frammentazione di Android spinge al supporto alle API di Gingerbread?
Se sì, serve solo a generare immagini di eventuali schermi 2k, o per qualche gioco "sprecone"?

Ho un Nexus 7 del 2012, con Tegra 3 che, benchmark e dati proposti dalle aziende, è ormai antiquato. Le prestazioni degli attuali top-gamma, a distanza di un anno, sono raddoppiate. Eppure io gioco tuttora bene a Fifa14, Asphalt o Real Racing.

Carmine Claudio Parrottino

Premesso che anche io la penso come te nel commento fatto sopra sulla saturazione hardware ecc., però non è corretto dire che la fluidità e l'autonomia sono peggiorate a causa del nuovo os in quanto anche l'hardware di un comune smartphone è soggetto a deterioramento. E comunque io credo che la strada dell'ottimizzazione sia quella presa da Google almeno con le ultime release che fanno girare terminali con HW discreti molto bene( es. moto G)

Carburano

Sigh sob ;-)

#SuperUser

hai provato la 4.4 sul GNex? è di una fluidità impressionante, e se non fosse per il fatto che ormai è fuori supporto, sinceramente non sentirei nemmeno la necessità di sostiuirlo

Giova91

ahahah FAIL.... ovviamente scherzo :D

Pin Gone

Ok

Matteo Cazzoli

ha importanza?
no perchè con ios 6 era piu che buono quindi se l'aggiornamento era per fare figo ma fa schifo sinceramente preferivo prima

ric

Non c'é problema aspetteremo il problema è loro che non vendono, sai che bisogno ha l'utente di cambiare un top gamma che va benone....

Alex Alban

q4 per tegrak1? falliti

Andrea Ci

quanti anni ha iphone4, scusa?

Andrea Ci

nonostante sia inutile, vendono solo grazie a quei numeri..

cagliostro800

è proprio ora, lo dico da utente di parte Android, che gli Apple fan (come anche gli Android fan) iniziano a sentire la reale mancanza di Steve Jobs.

Mi sembra che a meno di smentite (e ci spero) dell'ultimo minuto questo settore si stia avviando a grandi passi verso la maturità!

grinderman

No non era una critica, semplicemente mi sembra fuori luogo paragonare, anche solo alla lontana, un processore x86 e uno arm, e sostenere che lo snapdragon 800 abbia troppa potenza di quella che serve solo perché ha gli stessi ghz di un processore da pc. E' solo un piccolo appunto, per il resto sono d'accordo :)
Comunque che i ghz contino ben poco mi è stato particolarmente chiaro quando ho notato che il processore del macbook air, dual core da 1.3 ghz, nei benchmark va meglio del mio quad core da 2.4 del desktop.

whites_11

io non credo guarda i 2000 mha circa del moto G a confronto degli altrettanti dell's3, uno dei due ha una ottima durata eppure la batteria è mooolto simile. Uno era un top gamma, l'altro è un entrylevel ben ottimizzato.

Le batterie son più difficili da migliorare, ma secondo me stanno facendo anche un buon lavoro sul numero di cicli di carica che si fa su ogni smartphone... ;)

shieldofjustice

Htc One: unico smartphone della prima ondata del 2013 che da dal filo da torcere a quelli della seconda ondata

luigiwp7

Si ma 1 anno fa non era vecchio. E con l'ultimo update è peggiorato.

Cromage

Il galaxy nexus ormai è un terminale "vecchio" non dovresti più considerarlo. Dato che lo sviluppo non viene più fatto per quel terminale.

luigiwp7

Ok esempio sbagliato. Allora mi spiega sua magnificienza in materie tecnologiche per quale motivo il mio Gnexus è peggiorato con gli ultimi update made in Google? Peggiorata sia la fluidità che la stabilità che l'autonomia. Ovvio che se ogni anno compri il nuovo nexus di certe cose non te ne puoi rendere conto..con l'hardware più potente in circolazione grazie al ca**o.

Stefano92_100

infatti... mai scritto il contrario (se la tua era una critica a ciò che scritto, altrimenti tralascia l'ultima frase)

androidx

adesso i produttori devono orientare gli sforzi e le innovazioni nella durata delle batterie, design, materiali, qualità delle fotocamere, ecc...
basta con la corsa ai numeri

Maurizio Mugelli

differenza fra aosp e versioni samsung, se non fosse chiaro il concetto - dimmi se il problema e' "sotto" o "sopra" al cofano...

Dimitri Signoretto

articolo stupendo, complimenti

luigiwp7

E te dalla 4.1 alla 4.4 hai visto miglioramenti in questo senso? Il Galaxy Nexus, tamto per fare un esempio, girava meglio senza l'ultimo update e lo stesso vale per la batteria che durava di più.. ed è solo uno dei mille esempi.

Maurizio Mugelli

forse non ti e' chiaro il concetto o forse sei troppo ignorante per arrivarci ma le prestazioni di base dipendono da quel che sta sotto al cofano.
invece la lentezza del s4 dipende da quello che samsung ha appeso al cofano per farlo piu' fighetto come piace a te, dopotutto se ad una macchina da 500kg ci appiccichi 2.5 tonnellate di chincaglieria e' ovvio che va piu' lenta.

grinderman

i ghz di un processore contano come i megapixel su una fotocamera: ben poco

Recensione Samsung Galaxy S24 Plus: soddisfatti... ma fino a un certo punto

Recensione OnePlus 12R: un top di gamma? Sì, ma dello scorso anno | VIDEO

Recensione Redmi Note 13 Pro+ 5G, mai stato così completo!

Recensione Honor X8b, punta tutto sull'estetica, basterà? | VIDEO