Asus New Padfone A86: La Recensione da HDblog.it

15 Dicembre 2013 23

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La gamma PadFone è probabilmente l'idea più originale, azzardata e particolare che possiamo trovare oggi sul mercato mobile. L'unione tra il segmento smartphone e quello Tablet in un ibrido che cerca di offrire in un unico device due soluzioni di utilizzo completamente diverse. Lo sforzo di Asus nel migliorare il proprio prodotto è tangibile e in meno di due anni le proposte PadFone non sono certamente mancate. L'ultimo arrivato, che verrà presto affiancato dal PadFone Mini, è il New Padfone A86, un modello che offre la classica doppia anima di questa serie ma un hardware ancora più potente e la presenza di una MicroSD. Ma la soluzione ibrida è convince? Non resta che scoprirlo nella recensione:

Hardware, Materiali ed Ergonomia:

A muovere il nuovo PadFone A86 troviamo la potentissima soluzione Qualcomm Snapdragon 800 caratterizzata da un processore Quad Core da 2.2 GHz, GPU Adreno 330 e 2GB di memoria RAM. Un hardware in linea con i migliori top gamma realizzati fino ad oggi e che si unisce ad una scocca in alluminio che rende lo smartphone solido, robusto offrendo da subito la sensazione di avere tra le mani un prodotto premium. Unico appunto è dato dalla scivolosita data dall'alluminio.

Il Display è un'unità da 5 pollici che permette di avere una superficie di interazione veramente ampia anche in mobilità e che, necessariamente, porta ad avere dimensioni dello smartphone piuttosto abbondanti: 143.5 x 72.8 x 8.9 mm (LxWxH). A questo si aggiunge la PadFone Station, ovvero lo schermo da 10 pollici con batteria integrata che permette di cambiare completamente modo di utilizzo senza perdere alcun dato. Ovviamente le dimensioni saranno diverse e pari a 264.6 x 181.6 x 10.6 mm (LxWxH).

La maneggevolezza ed ergonomia dello Smartphone non è eccezionale e troviamo l'ingrandimento del pannello, passato dai 4.3 pollici del primo modello ai 5" di questo, eccessivo per la tipologia di dispositivo. Non avendo i tasti a schermo come il Nexus 5, la superficie frontale è veramente enorme e con una mano di fatica ad arrivare su tutti gli angoli. Considerando che la PadFone Station permette di fruire di tutti i contenuti in modo completo su un display enorme, avere uno smartphone quotidiano più piccolo da portarsi in giro, secondo noi, sarebbe stata una scelta più intelligente. Inoltre non essendoci sul mercato top gamma poco superiori ai 4 pollici, Asus avrebbe potuto sfruttare questa assenza per vendere ancora più PadFone. Cosi non è e la moda dei 5 pollici caratterizza anche questo modello.

Rimane comunque una grande differenza rispetto alla precedente generazione di PadFone e, oltre che nel processore, troviamo la presenza della MicroSD. La nuova espansione di memoria ha permesso ad Asus di cambiare configurazione di vendita eliminando il modello da 64GB e portando sul mercato Italiano solo la variante da 16GB espandibile con altri 64GB all'occorrenza. Questo si traduce in un prezzo di vendita da subito più basso del precedente modello passando dai 999€ ai 799€ del New PadFone A86.

Display:


Partendo dallo smartphone, troviamo un 5 pollici Full HD 1920x1080, IPS ovviamente multi touch. Si tratta di un pannello veramente ottimo e in grado di offrire una luminosità molto alta, contrasti netti e gamma cromatica ben bilanciata. I Neri sono scuri e non si hanno perdite di qualità da nessuna angolazione. Asus sfrutta la tecnologia DynamicDisplay per migliorare la resa a seconda delle immagini e schermate che abbiamo e sopratutto in ambienti esterni con un aumento della luminosità importante. Perfetto anche il sensore che regola automaticamente il display.

Ottimo e analogo anche il pannello da 10.1 pollici Full HD 1920x1200, IPS della PadFone Station che permette di fruire degli stessi contenuti presenti sul telefono in modo ancora migliore e con una piacevolezza sicuramente superiore. La forza dei PadFone è proprio la possibilità di passare da smartphone a Tablet ed avere esattamente tutti gli stessi contenuti ma in modalità Tablet. Grazie alla stessa qualità del 10.1 pollici, tutto risulterà perfettamente in linea con la parte telefono.

Batteria, Audio e Ricezione:


PadFone e PadFone Station sono alimentati da due batterie diverse e la soluzione ideata dal produttore permette di ricaricare lo smartphone attraverso la batteria del Tablet. L'idea è veramente ottima il problema è che l'autonomia complessiva non è cosi esaltante come si potrebbe immaginare. Le capacità sono pari a 2400 mAh Li-Polymer per il telefono e 18.5 Whr/5000 mAh Li-Polymer per il Tablet.

Nell'uso quotidiano del Padfone, la giornata normale si chiude ma se lavoriamo in modo più stressante non di arriva più lontani di metà pomeriggio. Processore potente, display grande e risoluzione altissima non aiutano sicuramente a contenere i consumi. Per quanto riguarda l'utilizzo Tablet, l'autonomia è inferiore alla maggiore parte dei 10 pollici provati e se usato molto ogni giorno va sicuramente ricaricato. C'è però da dire una cosa. La soluzione Ibrida di Asus, non fa usare in modo separato i prodotti in quanto il Tablet non ha nessun hardware ad eccezione di camera frontale, batteria e speaker. Dunque se durante il giorno siamo fuori e usiamo lo smartphone, ad ogni connessione con il Tablet questo si ricaricherà permettendoci di arrivare a sera senza particolari problemi. Dall'altra parte il Tablet lo si usa in maniera maniera meno intensiva dello smartphone in quanto, appena ci allontaniamo, stacchiamo il PadFone e automaticamente il Tablet si spegne. Potremmo dire quindi che nell'utilizzo normale e classico non si avranno particolari problemi di batteria ma comunque una ricarica al giorno è praticamente obbligatoria.

Sotto tono purtroppo l'audio. Sia la cassa laterale del Padfone che lo speaker posteriore del Tablet non offrono un volume alto. Sul telefono mancano quasi completamente i bassi e sul Tablet, anche se la potenza migliora, non si arriva ai livello di altre soluzioni testate. Buono invece l'audio in chiamata che permette di sentire bene l'interlocutore. Non perfetta invece la trasmissione della nostra voce: in questi giorni di prove piu di una persona, pur capendoci, si è lamentata del nostro audio.

Ricezione con luci ed ombre. La scocca in alluminio sembra schermare il segnale che risulta nella media bassa dei dispositivi provati. Non avremo quindi la migliore ricezione segnala possibile ma neanche la peggiore. L'uso delle connessioni wi-fi, gps e bluetooth non ha comunque problemi e non ho riscontrato disconnessioni o perdite improvvise della posizione durante i tragitti di test effettuati in auto, segno di un ottimo comparto gps glonass.

Software:


Asus ha da sempre curato bene l'aspetto software dei suoi prodotti e in questo 2013 sono molte le opzioni che sono state inserite all'interno della personalizzazione al fine di migliorare l'usabilità quotidiana. PadFone va visto sotto due aspetti diversi, quello telefonico e quello Tablet. La distribuzione Android è al momento basata du Jelly Bean 4.2.2 ma Asus ha promesso l'arrivo di KitKat entro il Q1 2014 e dunque l'ultima distribuzione del sistema è garantita.

PadFone Smartphone:

La UI di sistema vede una serie di personalizzazioni Asus che spaziono da programmi proprietari a Widget molto interessanti a scorciatoie rapide oltre ad una serie di ottimizzazioni per la gestione batteria e la connessione con la Station. Grazie al processore Snapdragon 800, la velocità software è veramente eccellente e nonostante i software Asus, l'identità classica di Android non è nascosta e anzi, non vi sono appesantimenti estetici inutili, funzionalità eccessive o caratteristiche in grado di rallentare il sistema. Tutto si muove veramente in punta di dito e la piacevolezza con cui si usa questo PadFone è davvero massima.

Eccellente, per non dire eccezionale, il browser web che, pur essendo personalizzato dal produttore, ha una velocità di render, caricamento e navigazione difficilmente eguagliabile da altri prodotti, Nexus 5 compreso che usa Chrome.

Tra i tanti programmi Asus poi citiamo la possibilità di effettuare backup con ben 50GB di spazio gratuito messo a disposizione da Asus che permette di avere tutto il proprio mondo lavorativo e non solo in cloud. Eccellente anche il software per le note, SuperNote, che offre un'interazione veramente eccellente anche con la scrittura a mano, sopratutto su Tablet. Punto debole la gestione Mail proprietaria che non è particolarmente efficace ma che potrebbe migliorare molto con KitKat.

Comodissime infine le scorciatoie personalizzabili e accessibili tramite il tasto home.

PadFone Station Tablet:

Tutto il buono che abbiamo trovato nella parte Phone lo ritroviamo uguale ma ottimizzato per i 10 pollici, su Tablet. Il sistema di aggancio e sgancio del telefono, sia hardware che software è veramente eccezionale. Il passaggio tra la modalità smartphone e quella Tablet avviene in un secondo e il sistema è da subito reattivo e pronto per essere usato con al medesima fluidità della parte solo smartphone.

A differenza però della UI telefonica, qui avremo tutto in versione tavoletta e quindi impostazioni, menu e applicazioni sfrutteranno l'interfaccia doppia, se disponibile, garantendo un'esperienza totalmente diversa ma allo stesso modo fluida ed appagante. In modalità Tablet compariranno anche le applicazioni fluttuanti che, con gli ultimi aggiornamenti Asus, permettono di selezionare anche Widget esterni che potranno essere aperti sopra qualunque programma.

Internet riprende tutto quello detto sopra ma migliorando la leggibilità e rendendo ancora più efficace la navigazione grazie allo schermo più ampio. Notevole anche la gestione software implementata dal produttore che permette di avere una selezione completa di software che potremmo decidere se far passare in modalità Tablet o chiudere alla connessione del PadFone alla Station.

Multimedia e fotocamera:


La fotocamera è una sola e anche la Station sfrutta la camera del PadFone che è una 13 megapixel con Auto Focus, LED Flash e apertura F2.0. La qualità delle immagini è buona e in linea con i migliori 13 megapixel presenti sul mercato. Macro praticamente perfette e una gestione software completa che permette di selezionare tantissime opzioni e impostazioni diverse di scena, bilanciamento e quant'altro si desideri.

Per quanto riguarda i video non abbiamo una resa ottimale. La qualità generale è buona e il Full HD ovviamente garantito ma la messa a fuoco e la gestione della luminosità non convince fino in fondo e anche l'audio registrato non è particolarmente forte.

A livello di software per la gestione multimediale, la galleria è veramente ben fatta con la possibilità di impostare varie sorgenti sociali, cloud e filtri per la visualizzazione delle foto. I video sono gestiti senza problemi ma manca il supporto nativo DivX facilmente aggirabile tramite programmi gratuiti presenti nel Play Store. Rimane debole il comparto audio con la cassa dello smartphone sotto tono e lo speaker del Tablet non in grado di soddisfare pienamente.

Conclusioni:

Asus New PadFone A86 è un prodotto eccellente sotto moltissimi aspetti e a livello software pecche è difficile trovarle. La politica di aggiornamenti hardware da parte del produttore non ha certo aiutato nella diffusione di queste soluzioni e 4 modelli in meno di due anni, uno il successore hardware dell'altro, potrebbero essere un po' troppi. Il prezzo inoltre non è mai stato aggressivo e anche se questo ultimo modello viene proposto a 799€, si tratta comunque di un prodotto di nicchia.

Voto: 8.5

Il miglior Xiaomi ad oggi? Xiaomi MI 9 è in offerta oggi su a 319 euro oppure da Amazon a 369 euro.

23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ivan agosti

da felicissimo possessore del padfone2 dall'uscita seguo sempre con attenzione i nuovi padfone, visto che senz'altro quando faro' il cambio sara' sicuramente per un altro padfone perché il 2in1 e' davvero stata un'idea eccezionale ed utilissima (che nulla ha da spartire col paragone di un padfone a un telefono+tablet come molti ancora oggi fanno...)
il padfone2 per i miei usi era migliorabile:
1) nella mancanza di scheda SD
2) risoluzione tablet
3) mancanza led di stato
i primi due punti sono stati finalmente migliorati, non ho ancora visto i video e non mi ricordo se gia' questo modello monta anche il led di stato
vero che costano parecchio, ma ad un anno dall'acquisto il padfone2 e' ancora al passo coi tempi, quindi non fatichero' a tenerlo ancora per un altro anno...
per allora spero in un padfone ancora migliore, magari con prese dirette per penne USB e altre periferiche

Dado401

Sai che lo pensato anch'io?!

Androizer

solzione interessante ma ha ragione andrea è di nicchia e cmq ha un prezzo nonsens

TheDarkestSide

Questa è la mia configurazione attuale.
CEL.
Apple Iphone 4S (che uso principalmente come Ipod e per siri in auto)
LG G2 (Il cel personale)
Samsung Galaxy Note III (Il cel di lavoro)
TABLET:
Asus Nexus 7 (2013) (per navigare, leggere e per XDA con le sue mille rom)
Ipad Air (per lavoro e gioco)
NOTEBOOK:
Macbook Air 13" (2013) (ultrabook per spostamenti)
Dell Precision M4800 (il laptop di lavoro)
Asus G750JX (il laptop da gioco)

Devo dire che è la configurazione migliore che ho avuto negli ultimi anni (compro e vendo molto spesso).
Tutti i device permettono un ottimo fruizione dei contenuti e si complementano a vicenda.

anus_elephant

una a caso: https:// play. google. com/store/apps/details?id=the.pdfviewer3

floc82

5" troppo grosso, fosse stato un 4.3 con quell'hw lo avrei preso subito

io sono nappo

scusa quali applicazioni? e dopo come fai ad uscire se i tasti scompaiono?

Filarono

Su alcune app sì, infòrmati!
E comunque l's4 ha i tasti fisici pur avendo una cornice sottile

io sono nappo

manco una cosa buona hai detto.
galaxy note 3 550 euro, lg nexus 7 32 gb 270 euro sono 820 ed ha il top del (super) TOP!
oppure galaxy s4 420 euro, lg nexus 7 32 gb 270 euro e sono 690, 720 con l'htc one.

io sono nappo

non spariscono in NESSUN applicazione e in NESSUN gioco.
solo mentre guardi video o foto che, per uscire, OGNI VOLTA, devi PRIMA RITAPPARE L'IMMAGINE e poi uscire, fastidioso secondo me.

Peppe15

Ma la Apple il cartellone dell'iphone lo ha piazzato apposta secondo me davanti casa di Andrea. Ne sono certo.

Filippo Fiorenza

buono il formaggio con le noci !?? :-P

oscar mondini

Concordo. Ho sony z1che ha i tasti software sul display che ovviamente perde in ampiezza

LuigiPh

"Perle" che solo pochi possono apprezzare a meno che non usino a volo a volo Google XD

Music Square 3GS


She is a pyramid
But with him she’s just a grain of sand

Filarono

I tasti su alcune app spariscono, la cornice no

Fabyo

Ipad mini e nexus 5 e hai due dispositivi che non possono usare nemmeno le stesse app.

HTC one, s4 o g2 + mediacom (ma sei serio) o nexus 7, e hai un tablet che non è all'altezza di questo. Oltretutto se ti si scarica il cell non lo usi più, qui basta usarlo un po' come tablet e lo ricarichi!

Come design non è affatto male, ma rimangono questioni di gusti.

L'idea alla base è buona, ed è sempre stata buona fin dal padfone 1 (forse quella era anche meglio)... ma il come l'hanno commercializzata è veramente da imbecilli!!

Fede Mc

"Non avendo i tasti a schermo come il Nexus 5, la superficie frontale è veramente enorme e con una mano di fatica ad arrivare su tutti gli angoli" Mah.... meglio invece avere una porzione di schermo sprecata dai tasti o un telefono più grosso a parità di schermo????????

carlomangano

ma che schifo. a due centesimi lo butto in faccia a questi progettisti della asus. fanno schifo.

369 ipad mini
350 nexus 5

oppure
499 euro (s4,g2,htc one)
169-199 euro (mediacom 7,9 s4 o nexus 7 2012)

oppure
499 euro(s4,g2,htc one)+ ipad mini o air
ma io non capisco cosa avete in testa voi androidiani.
il design non lo guardate?

Music Square 3GS


She is a pyramid
But with him she’s just a grain of sand

andryuz

mi aspettavo di piu'...batteria quasi ridicola....ricezione non buona cosi come l'audio..bah...

Paolo Ripani

il retro è stupendo il frontale fa pena, troppo poco schermo, troppe cornici...

DjBorna92

fra 3 mesi asus padfone air

Recensione Honor Band 5: è la miglior smart band economica

Google Pixel 4 e 4 XL ufficiali: prezzo, caratteristiche, disponibilità in Italia

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Recensione Amazfit GTS: ottimo display, notifiche sincronizzate e lingua italiana