Touch ID, come visualizzare le dita assegnate | Guida by HDblog

20 Novembre 2013 12


Alcuni la ritengono superflua, altri poco innovativa, in molti stanno cominciando ad apprezzarla, parliamo della funzionaltà Touch ID di iPhone 5S, che dopo un buon periodo d'utilizzo, confermiamo come davvero comoda rapida e precisa, tanto da indurci in inganno nell'utilizzo di iPad, dove il più delle volte appoggiamo il polpastrello attendendo uno sblocco automatico che non arriverà.

Come ben sapete, Touch ID consente la memorizzazione di 5 impronte digitali, anche se come abbiamo visto in un precedente articolo di qualche tempo fa, è possibile aggirare il salvataggio ed ottenere la tracciatura di oltre 20 impronte, con un limite teorico di 25.

 Sempre restando all'interno di un utilizzo entro le regole, ossia con  massimo  5 dita, sappiamo che le nostre impronte possono essere utilizzate per sbloccare il terminale e confermare gli acquisti da iTunes per adesso, ma qualora non fossimo più certi sulle impronte salvate, come fare a risalire a questo dato ? Vediamo insieme il procedimento.


Innanzitutto bisogna avventurarsi nelle impostazioni di iPhone seguendo il seguente percorso:

  • Impostazioni > Generali > Touch ID e Codice

Ora vi verrà richiesto l'inserimento manuale del codice d'accesso registrato, fatelo e proseguite. entrando nel menù Touch ID come da immagine superiore.

A questo punto tutto risulta piuttosto semplice, basterà infatti toccare il sensore al pari di quando vogliamo sbloccare il terminale, e qualora il software rilevi la registrazione dell'impronta, noteremo un breve lampo grigio ad illuminare una delle voci salvate.


Dopo aver verificato le dita associate, potremo a nostra discrezione assegnare un nome diverso alle dita, per l'identificazione futura. Per fare questo, basterò toccare il tasto modifica in alto a destra ed assegnare un nome personalizzato per ogni impronta. Questo è tutto ciò che c'è da fare per migliorare l'esperienza con Touch ID e risalire ai nostri salvataggi.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ruppolo

In questo caso meglio un Android, visto che poi senza mani dovrai usare lo smartphone con i piedi, ed uno smartphone fatto con i piedi sarà certamente più ergonomico...

Cristiano Cambarau

io lo trovo molto comodo,schiacci e in un attimo si sblocca. raramente fa cilecca.
io ho memorizzato pollice e indice destro. non sarà una rivoluzione però fa bene il suo dovere.
ciao.

veritiero

Ma se a uno gli mozzano le mani?non sarebbe consigliabile registrare anche i pollici dei piedi?

callea

Guarda, se ti rubano un iPhone con un codice da 4 cifre, per un hacker è sicuramente più facile fare un attacco di forza bruta alla tua chiave che con 4 cifre ci mette un milionesimo di secondo.

Trovare la tua impronta giusta tra le 10 che impiastrano il telefono e riprodurla fedelmente non è affatto un gioco da ragazzi.

Basta non registrare l'indice.
Se registri il pollice o il mignolo l'agente spia avrà vita molto dura a trovare l'impronta giusta e non è detto che ci riesca ad estrapolarla in modo utile.

Eros Nardi

il problema è che quando te l'hanno presa non puoi più cambiarla.
hai presente le banche che rilevano le impronte digitali? ecco qualcuno può entrare a nome tuo.
poi si parla di metterlo anche su imac o di usarlo per i programmi per raccogliere password (anche come indicavi tu stesso) ed ecco che le password complesse sono protette solo da un dato che lasci ovunque.
Metti il caso che perdi l'iphone, in pratica la tua password è scritta ovunque sull' iphone stesso e non servono gli strumenti di csi per leggerla e ingannare il sensore, bastano ingredienti casarecci e una normale stampante (il livello attuale dei sensori ad ampia diffusione è ingannabile anche con semplici stampe).
Non mi da fastidio in se il fatto che sia stata implementata ma che la gente non si faccia domanda e sminuisca il fatto che un dito su un sensore non è sinonimo di sicurezza.
Può andar bene per sbloccare un telefono, è più rischioso il fatto che permetta di fare pagamenti su apple store ma se diventa l'accesso al portachiavi o sostituisce la sicurezza di altri sistemi potrebbe diventare problematico

callea

Non capisco lo scenario a cui ti riferisci.
Se temi che qualcuno ti abbia rubato l'impronta puoi sempre disattivare il Touch Id e usare la classica pasword.

Ma rubare un'impronta non è cosa facile, ci vogliono strumenti da polizia scientifica.

In ogni caso va considerato che per quanto sia difficile rubare un'impronta è sempre più facile che forzare una password complessa, quindi in via teorica il touch id abbasserebbe la sicurezza.

Il punto è un altro: quale persona normale userebbe una password complessa per sbloccare l'iPhone ogni volta??

Con il Touch Id è possibile usare una password complessa e sbloccarla immediatamente senza digitarla.

Tra avere un codice a 4 cifre senza touch id e una password complessa + touch id la seconda ha comunque un livello di sicurezza molto superiore.

Corryg

idem.. sti stronzi:(

iamgoogle

Comodo e implementato bene ma sicuramente non indispensabile

Eros Nardi

"rendendo di fatto impossibile l'accesso ai dati anche al più abile degli hacker" spero che qualcuno si sbrighi a rubare le impronte di qualcuno di importante poi voglio vedere le reazioni rendendosi conto che una password si può cambiare ma le impronte no..

WolfAlex

si possono anche assegnare dei nomi alle dita registrate

Corewars

azz non c'è sull'Air? peccato.
Cmq si da quello che ho visto funziona molto bene sto touch ID

callea

Io consiglio di registrare solo i due pollici per poterlo sbloccare con entrambe le mani.
Non serve a nulla registrare tutte le dita, a meno che non vogliate aggiungere membri della famiglia.

Il Touch Id non sarà innovativo come concetto, ma lo è come implementazione.

Per la prima volta nella storia, grazie ad Apple, è stato implementato in maniera veramente utile e usufruibile e dopo due giorni di uso si assimila alle nostre abitudini che non ci accorgiamo nemmeno che ci sia.
Ma difficilmente se ne potrà fare a meno.

Permette di impostare password anche molto complesse per lo sblocco della chiave criptografica, rendendo di fatto impossibile l'accesso ai dati anche al più abile degli hacker.
Senza Touch Id sarebbe improponibile impostare una password complessa.

Grossa delusione che non sia stato implementato sull'iPad Air, cosa che io ritenevo scontata.

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro 16 | Video

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video