Lightning Returns: Final Fantasy XIII durerà circa cinquanta ore

23 Ottobre 2013 2

Durante un'intervista a Yuji Abe, responsabile di casa Square Enix, sono emerse nuove delucidazioni riguardanti Lightning Returns: Final Fantasy XIII.

Più precisamente lo stesso Abe ha confermato che l'intera epopea impegnerà il giocatore per circa una cinquantina di ore. In verità il racconto verrà scandito da tredici giorni, vere e proprie missioni che potranno durare dalle due alle tre ore ciascuna. Facendo un rapido calcolo si arriva quindi a un massimo di 39 ore, una manciata in meno di quanto annunciato da Yuji Abe.

E' necessario sottolineare però che che l'esito delle missioni possono di fatto alterare il vero e proprio conto alla rovescia che pende sulla testa del protagonista e dell'intero mondo preso in esame. Parlare con i vari personaggi, interagire con i menu e modificare il proprio personaggio saranno solamente alcune delle azioni che non andranno a inficiare il tempo limite a disposizione. Di conseguenza le cinquanta ore si possono raggiungere senza troppo fronzoli.

Lightning Returns: Final Fantasy XIII verrà rilasciato a partire dal 14 febbraio del prossimo anno.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
marco vezzoli

per non parlare di FFX.. capolavoro...

Lorenzo Copparoni

Ehm... Si ok, ma ci sarà libertà d'azione? Se devo seguire il percorso, andare avanti, uccidere i mostri e riandare avanti, parlare con quello, accettare la missione e uccidere altri mostri, beh, se lo possono tenere... FF DEVE essere aperto al Free Roaming, devo poter girare tutta la mappa per i c***i miei quando e come voglio. Tanto per dire, FF8 aveva una mappa enorme (soprattutto per quel tempo, tanto che era diviso in 4CD), c'erano decine di GF (Guardian Force), e molti di questi andavano necessariamente presi in giro per la mappa, appunto, risolvendo enigmi ecc... E ancora, il mitico gioco delle carte, sempre su FF8... Insomma, quello ha segnato la mia infanzia, era tutto precisamente studiato e realizzato ad arte, nonostante i 10 pixel a schermo. Oggi abbiamo queste ciofeche che non stanno nè in cielo nè in terra, ahimè. (Ho provato FF 13 mi sembra, per PS3, non sono riuscito neanche a finirlo per quanto era ripetitivo)

Recensione Metroid Dread: la serie si chiude con un capolavoro

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato