Social Media: sempre più aziende italiane scelgono Facebook per pubblicizzare il proprio brand

16 Marzo 2012 4


Uno studio tutto italiano ha rilevato che la maggior parte delle aziende italiane ha scelto i social media di successo per farsi pubblicità, per tenere aggiornati gli utenti e per valorizzare il proprio marchio. Ecco alcuni numeri interessanti a riguardo.
Una ricerca condotta dall’Osservatorio IULM sui Social Media, illustrata all'incontro “Il SocialMediAbility delle Aziende Italiane: un anno dopo tenutosi a Milano, ha evidenziato quali sono le tendenze delle aziende di casa nostra.

L’indagine, realizzata nel quarto trimestre del 2010, ha studiato il comportamento di 720 aziende italiane (120 per settore, segmentate a loro volta in 40 grandi, 40 medie e 40 piccole) appartenenti a 6 diversi settori: moda, alimentare, hospitality, pubblica amministrazione, banche, arredamento (quest’ultimo ha sostituito l’elettronica, presente invece nella precedente rilevazione).

In sintesi questi i principali risultati emersi:

• La percentuale delle aziende che utilizza almeno un social media per attività di comunicazione e marketing passa dal 32,5% del 2010 al 49,9% del 2011.
• Tale incremento è soprattutto il risultato del notevole aumento di penetrazione di tali canali nelle piccole aziende. Nella precedente rilevazione solo il 9,8% delle stesse gestiva almeno un social media, nel 2011 tale percentuale è salita al 43%.
• Resta tuttavia ancora largamente ambivalente il rapporto che le aziende mostrano di avere con tali canali se si considera che solo il 24,5% del totale dei casi esaminati rimanda ai propri ambienti social attraverso link
presenti sul sito.
Facebook si conferma il canale più popolare, scelto dal 71,1% delle aziende che hanno attivato almeno un social media (rispetto al 35,2% del 2010).
• Ma in grande crescita risultano anche l’uso di Twitter, Linkedin e YouTube utilizzati rispettivamente dal 39,8%, dal 35,7% e dal 32,0% delle aziende presenti sui social media (rispetto al 14,1%, al 15,5% e al 8,8% del 2010).
• La maggiore diffusione di tali canali a livello aziendale, non è stata tuttavia accompagnata da un altrettanto significativo aumento dell’indice medio di SocialMediAbility che, sul totale dei 720 casi esaminati è passato, su una scala di valori da 0 a 10, dallo 0,79 registrato nel 2010 all’1,16 del 2011 con un incremento decisamente modesto.

Oltre all'elencazione sintetica di questi dati, il Prof. Guido Di Fraia, Direttore Scientifico del Master, ha detto la sua riguardo l'evoluzione del social networking all'interno del panorama italiano:

La ricerca mostra come le aziende italiane, anche di piccole e medie dimensioni, utilizzino sempre più spesso i social media nelle loro attività di comunicazione e marketing, a testimonianza di un sempre maggiore riconoscimento dell’importanza strategica di tali canali. Ma i risultati ottenuti testimoniano anche come essi siano ancora molto spesso gestiti in maniera un po’ improvvisata e poco consapevole delle logiche comunicative e dei linguaggi propri di ciascuno di tali canali.

La situazione attuale ci porta dunque a pensare che il mercato, grazie o a causa, dei social network sia cambiato radicalmente. Se un tempo era complicato andare alla ricerca di un determinato mercato e di una specifica utenza, ora non è più così. Gli stessi utenti, tramite le informazioni che spontaneamente inseriscono in quello che è a tutti gli effetti un database,  creano il mezzo attraverso il quale le aziende possono interfacciarsi alla perfezione. Se ad esempio un'azienda vuole pubblicizzare un rasoio da barba, saprà benissimo che Facebook potrà far visualizzare l'annuncio agli utenti maschi di età adulta, una vera e propria selezione mediatica.

Sarà questo il futuro del mercato e degli sponsor? Nel frattempo, le piattaforme attive sui social network festeggiano!


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Carlotta Clo78

Facebook mischia troppo "cazzeggio" con lavoro. Preferisco coobiz.it che è dedicato solo al business

Pisolo Marzapani

solo feccia.

mai avuto account facebook (e usavo ICQ nel 97)

e' la massa di decerebrati che governa il mondo. W facebook, la pausini e l'iphone!

Marmot85

sempre più italiani si stanno eliminando da facebook (scelta consigliata).....:-)

iclaudio

stanno riempiendo pure facebook del loro spam invadente

Windows

Recensione Medion Erazer Major X10: sfida alla RTX 3060 con Intel ARC A730M | VIDEO

Tecnologia

Samsung con gli S23 chiude il cerchio, caos Netflix sulle password | HDrewind 5

Alta definizione

Recensione TV Sony OLED A95K: il mix perfetto di QD-OLED ed elettronica al top!

Android

Galaxy S23 Ultra vs S22 Ultra: le differenze da sapere e le prime impressioni