Completa recensione dell'applicazione Instagram disponibile in App Store

16 Novembre 2010 2

Oggi intendiamo recensire una delle più interessanti App per photo-sharing presenti su App Store Apple e disponibile per iPhone, iPod touch e iPad (anche se non a risoluzione HD al momento): Instagram di Burbn, Inc.

Si tratta a tutti gli effetti di un multi-verso di condivisione di immagini artistiche tra utenti di tutto il mondo. Instagram consente di scattare foto e di condividerle facilmente anche nei nostri account di Twitter, FaceBook, Tumblr e Flickr (i setting sono raggiungibili nella sezione Share del programma, quando pubblicate le immagini).

Si possono seguire gli altri utenti nel social network (aggiungendoli connettendo l’applicazione a FaceBook, Twitter, cercandoli nella rubrica dello smartphone o dallo username se lo conoscete), votare le foto con il bottone Like, lasciare commenti, guardare le fotografie più popolari.

Una volta scaricata gratuitamente da iTunes l’applicazione, ci si deve registrare e poi si può immediatamente procedere a postare le proprie fotografie, mediante una semplice procedura che prevede sia l’utilizzo della/delle fotocamere di iPhone, sia le foto già presenti nel Roll.

Il ‘cuore’ di Instagram sono gli 11 effetti per rendere le fotografie più ‘analogiche’ e calde possibili:

  • X-Pro II (cross processing con colori molto intensi e vivividi)
  • Lomo-fi (simula accuratamente una Lomo-camera degli anni ’70)
  • Earlybird (simula le Polaroid di qualche decennio fa)
  • Lily (presenta un bordo nero frastagliato sull’immagine e le dona una tonalità calda e ‘invecchiata)
  • Poprocket (prevede un ‘cuore’ velato rosso ed esplosivo della foto, su bordo nero)
  • Inkwell (un bianco e nero pulito e dai buoni contrasti)
  • Apollo (una foto anni ’60 con un velo di pulviscolo stellare in sovraimpressione)
  • Nashvile (colori caldi e saturi per una immagine bordata in stile pellicola 6x6)
  • Gotham (un bianco e nero drammatico dai forti contrasti)
  • 1977 (colori e stile anni ’70)
  • Lord Kelvin (simile alla precedente ma più saturo e con bordatura bianca ‘instant camera’)

Naturalmente è possibile caricare anche fotografie non realizzate con iPhone o effettate in Photoshop, per esempio (tramite iTunes sync naturalmente). Questa pratica però non è bene accetta dalla community di Instagram ed è bene, in tali casi, dichiarare che la fotografia è stata realizzata con un altro apparecchio (si possono anche contrassegnare le foto non realizzate con iPhone con un acronimo come HD o altro). E’ anche bene dichiarare se le fotografie sono effettuate con altre applicazioni per iPhone, come per esempio Hipstamatic (che recensiremo prossimamente).

La fotografia ‘analogica’ è uno degli aspetti più interessanti che riguardano le capacità multimediali di iPhone, specialmente il 4, data la qualità della sua fotocamera e dello schermo Retina. Contiamo di tornare a parlarne presto in altri articoli. Interessante inserire le immagini scattate anche all'interno di una community di fotografia.

Qui di seguito diamo qualche esempio di scatto a piena risoluzione schermo di iPhone 4 (la proprietà intellettuale delle fotografie qui presentati è del nostro utente VirtuAlex):

Thanks to VirtuAlex


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

iPad Pro M1 tra rivoluzione, unificazione, marketing ed evoluzione

AirTag finalmente ufficiali: mai più oggetti smarriti. In Italia dal 23/4 a 35 euro

iPad Pro con Apple M1 è ufficiale: potente come un MacBook!

Apple TV 4K si rinnova con processore A12 Bionic, e c'è anche il nuovo telecomando