Terrorismo online: Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube alleate nella lotta

27 Giugno 2017 39

L'unione fa la forza e quando l'avversario da affrontare è particolarmente agguerrito, si tratta di un'unione quanto mai gradita. I principali big del mercato hi-tech, chi più chi meno, hanno adottato singolarmente politiche di lotta al terrorismo e all'estremismo online. Nelle scorse ore le singole iniziative sono confluite nella creazione del Global Internet Forum to Counter Terrorism da parte di Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube. L'obiettivo è coordinare le azioni di contrasto e condividere le conoscenze.

Il nuovo forum capitalizza le risorse messe a disposizione da iniziative preesistenti, come l'EU Internet Forum e lo Shared Industry Hash Database, senza trascurare le discussioni con enti governativi e le conclusioni dei più recenti incontri del G7 e del Consiglio Europeo. La collaborazione tra i membri aderenti al forum è finalizzata a raggiungere tre principali obiettivi.

Il primo punto coincide con lo sviluppo di soluzioni tecnologiche, anche basate sull'intelligenza artificiale, da impiegare per individuare e classificare i contenuti e definire uno standard per i metodi di rimozione di quelli di tipo terroristico. In secondo luogo, il gruppo commissionerà ricerche per ottimizzare gli sforzi in tema di counter-speech (i contenuti a contrasto degli estremismi e del terrorismo online) e adottare le future scelte tecniche e le politiche per rimuovere contenuti terroristici.

Da ultimo, il gruppo incentiverà l'condivisione delle conoscenze in materia. Il forum lavorerà a stretto contatto con soggetti esperti nella lotta al terrorismo, comprendenti enti governativi, gruppi della società civile, enti universitari e altre compagine impegnate a condividere le conoscenze sul terrorismo. Grazie alla collaborazione con le Nazioni Unite e l'iniziativa ICT4Peace, il gruppo creerà una rete per la condivisione delle informazioni in materia.

Tale rete supporterà le compagnie di piccole dimensioni aiutandole a sviluppare la tecnologia per combattere il terrorismo e l'estremismo online, svilupperà le cosiddette ''buone pratiche", per identificare e combattere gli estremismi nel rispetto della libertà di espressione e della privacy, e offrirà la possibilità di approfondire e migliorare ulteriormente le strategie di contrasto basate sui counter-speech. L'attività del gruppo si articolerà, inoltre, in una serie di workshop, organizzati in tutto il mondo in collaborazione con il CTED (Counter-Terrorism Executive Directorate) della Nazioni Unite e ICT4Peace. Ulteriori iniziative verranno comunicati in seguito.

In sintesi, tante iniziative meritevoli (almeno sulla carta) con le quali Facebook, Microsoft, Twitter e Google cercano di rassicurare l'opinione pubblica e gli enti governativi che gli sforzi per contrastare il terrorismo online sono consistenti e costanti - e di questi tempi ricordarlo non è mai superfluo per un'azienda impegnata nel campo tecnologico.

Una scelta che vi fa onore? Honor 5c, compralo al miglior prezzo da Media World a 169 euro.

39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
R.a.s

Stiate tutti sognando,, ma chi è terrorismo!

takaya todoroki

Puoi argomentare?

Walter

tutta colpa di telegram.. bisognerebbe bandirlo

CAIO MARIOZ

Finché questo equilibrio precario dura buon per noi,
ma in Francia, USA e UK non è durato

Daniel Ocean

Appunto, i social sono tutto tranne che privi di controlli, dunque loro non c'entrano nulla, anzi, se i terroristi sono così poco furbi da condividere pubblicamente materiale estremista, tanto meglio per noi che possiamo beccarli in tempo :D

Daniel Ocean

Buona cosa che cerchino di aumentare controlli e di eliminare contenuti estremisti dal web, ma che poi non si prendano il merito della lotta al terrorismo :P

Daniel Ocean

Certo che no! Usano Google Maps :D

CAIO MARIOZ

Non c'entrano nulla le torri gemelle, al tempo negli aeroporti non vi era alcun controllo, andavi persino in pista a piedi con ciò che volevi

Daniel Ocean

I social network sono molto regolamentati, ma non è possibile controllare a fondo un'ideologia, infatti quando vengono scovati vengono subito arrestati/espulsi o comunque vengono presi dei provvedimenti
I social non giocano nessun ruolo, non cambierebbero le carte in tavola
Se fossero veramente loro il problema, le torri gemelle sarebbero ancora in piedi

CAIO MARIOZ

Non è l'esistenza, è il mancato controllo
Come lamentarsi degli incidenti se non ci sono semafori, linee, cartelli stradali, telecamere e autovelox.
Ogni cosa se regolamentata e controllata funziona bene

Daniel Ocean

Credere che gli estremisti esistano perchè esistono i social network è come credere che per sconfiggere l'isis serva una bomba atomica

Andrej Peribar

come i bimbi che chiudono gli occhi e pensano di sparire

CAIO MARIOZ

Perché non sarebbero esistiti

Daniel Ocean

Senza i social ultra liberi forse nemmeno li avremmo trovati quei 200 jihadisti di cui parli

CAIO MARIOZ

Esattamente come gli adescamenti sul web

CAIO MARIOZ

I più giovani che si sono fatti saltare hanno guardato solo quelle robe, assieme ai messaggi via chat, il social è il principale mezzo di diffusione del terrorismo

Andrej Peribar

quindi chiedi di non vederli?!
e lo capisco. posso anche comprenderlo, non lo reputo concreto ma capisco e comprendo possono urtare la tua sensibilità su un prodotto che paghi, ti forniscono contenuti di tuo gusto.

basta che non me la chiami lotta al terrorismo.

CAIO MARIOZ

No, chiedo solo maggiore controllo di quei contenuti, non è possibile vedere sui social video jihadisti per 1-2-3 anni senza che nessuno li blocchi, idem su Twitter e Facebook

CAIO MARIOZ

Ambienti più poveri??? Guarda che quelli che si sono fatti saltare stavano economicamente meglio di noi

M3r71n0

La lotta al terrorismo deve essere compiuta dalle forze dell'ordine, le quali devono sottostare a delle leggi emanate da un parlamento eletto da un popolo!

Assodato questo possiamo passare a valutare il lavoro svolto da queste società.
SI, perchè si tratta di un lavoro e in quanto tale e in quanto svolto da aziende private, deve avere un ritorno economico. Quanto maggiore è il ritorno, migliore è l'azienda.
Questo significa che in ingresso alla query che stanno creando ci può essere qualsiasi cosa. Basta che porti soldi.

Il resto è pura illusione, come lo è pensare che google/microsoft dia un OS "aggratis", come lo è pensare che facebook/twitter permetta a milioni di persone di interagire "aggratis".
Sono società che hanno personale a lavorare che percepisce uno stipendio. Hanno dirigenti che percepiscono uno stipendio. Ma soprattutto, hanno investitori che gli hanno prestato dei soldi per riceverne di più in cambio.

M3r71n0

prima che nascessere 3 delle 4 società elencate nell'articolo (microsoft è nata insieme al pc), esistevano social 10000 volte più liberi di quelli odierni.
E 10000 non è un iperbole.

mds

Ideologia che guarda caso fa presa solo negli ambienti più poveri ed emarginati, l'insoddisfazione di quelle persone non sparirà nascondendo qualche contenuto su internet.
Imho, non servirà a nulla.

mds

Potresti voler fare una bomba anche solo per il gusto di vederla esplodere... Son pur sempre americani.

M_90®

insomma quella che dovrebbe stare molto attenta è google, su yt si trovano i video su come fabbricare bombe... non proprio una grande lotta da parte sua...

Andrej Peribar

Allora credete davvero alle favole. :)
Quindi anche l' 11/settembre?!
.
Quando credi che sia la "ultra" libertà a dover essere limitata, perché colpevole, hai fatto vincere il terrore.

Secondo te il web sono sti 4social da popolazione TV?

Quello è un palco come un altro.
I 200 jiadisti li addestrano e coinvolgono con i like?

Però, ognuno può credere a tutto.
Ma non c'è efficacia logica, c'è solo apparenza

CAIO MARIOZ

Hanno favorito la diffusione, senza i social ultra liberi non avremmo dovuto espellere 200 jihadisti dall'Italia negli ultimi 24 mesi

Andrej Peribar

Si astiene dalla lotta -Paolo Bitta

Andrej Peribar

Quindi mi stai dicendo che senza di loro non c'era terrorismo?

Non so se riesco a farti notare che "faccio il finto fesso" per farti comprendere che sono chiacchiere da benpensanti queste.

Non hanno nessun ruolo, il mezzo si cambia se viene chiuso.

Serve solo a lavarsi la faccia.

Dare minimamente credito all'idea che loro possano in qualche modo attenuare o colpire il terrorismo è fare come i bambini che chiudono gli occhi e credono di essersi nascosti.
Spero lo capiate.

CAIO MARIOZ

Utilizzano i social di queste aziende per diffondere l'ideologia jhiadista, non a caso i computer e gli smartphone degli islamisti sono tutti pieni di post, link, foto e video diffusi via social.

Andrej Peribar

Nel senso che i terroristi usano i link di Google per raggiungere i posti dell'attentato?

CAIO MARIOZ

I mezzi

iclaudio

ma che importa..GOOGLE dovrà versare 2 miliardi e rotti di EURO all'europa per posizione dominante sulle vendite e la fava con la rava..

Andrej Peribar

"semplicemente" non è il corretto termine.
"semplicemente" è fuorviante.

Le loro aziende non sono il mezzo di nulla.
Fanno ciò che il loro servizio/prodotto fa.
Non sta a loro ne la colpa ne il merito è benché meno stabilire dal canto loro cosa sia cosa.
In quanto enti gli è chiesto di rispettare la legge è i suoi termini.
Non è un fumetto, imho.
Non c'è la fondazione Wayne.

altrimenti si percorre una pericolosa china

Detto questo, non stanno combattendo il terrorismo, non possono tecnicamente farlo.
Si può anche ripeterlo ma non è così.
Non è che se loro "rimuovono" un video/post/link esso viene distrutto o hai bloccato l'autore.
Scompare solo dai monitor dei benpensanti.

Paolo

Chi si astiene dalla lotta...

Alessandro

Se la tua azienda fosse il mezzo che permette azioni illecite allora hai il dovere di intervenire, stanno combattendo il terrorismo migliorando il loro servizio semplicemente...

Andrej Peribar

Dici che sono loro i mandanti?

Andrej Peribar

Ma sta bufala che spetta e possono loro fermare il terrorismo che ultimamente leggo, chi se l'è inventata?!.
Che mondo, stiamo creando nuovi eroi.
Sono enti privati, non devono avere ne l'onere ne l'onore di mettersi in mezzo.

CAIO MARIOZ

Prima diffondono il terrorismo in tutto il pianeta, e poi ti dicono che lo combattono

equalizer

Non ha più senso dire "Facebook, Microsoft, Twitter e Google"?

Lo zaino dei sogni: oltre 5500€ di gadget tecnologici per veri maniaci | Video

Blackberry

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Asus

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

LG

Video anteprima LG Q6: da agosto in Italia con display 18:9 Full Vision