Recensione Chuwi Hi13: display 3K e Apollo Lake a 310€

20 Maggio 2017 230

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ok ok, forse stiamo esagerando con l'idea dei 2-in-1, il Chuwi Hi13 è infatti un po' troppo estremo per rappresentare degnamente la categoria, seppur si parli della fascia economica. Le dimensioni sono considerevoli, si parla infatti di un tablet con display da ben 13.5 pollici e 1080g di peso, non certo facile da gestire quando sganciato dalla tastiera fisica opzionale, anch'essa pesante quanto basta per bilanciare il sistema (altri 0.89kg).

Diciamo che non è di certo una macchina volta alla mobilità, che sia subito chiaro, piuttosto un 2-in-1 da tenere sulla scrivania di casa o dell'ufficio. Ci sono quindi fattori che mi hanno convinto poco, altri che invece motivano l'investimento, limitato a poche centinaia di euro.

MATERIALI DISCRETI, ERGONOMIA COMPLESSA

Chuwi ha fatto il suo dovere realizzando un 2-in-1 economico che non sia un semplice pezzo di plastica. Il tablet è racchiuso all'interno di una scocca in alluminio satinato che dona un buon feedback al tatto, se poi sia complicato gestirlo per via delle dimensioni è tutta un'altra storia. Ecco, le dimensioni: 33,4 x 22,2 x 0,89 cm per il componente principale, si sale fino ai 34.65 x 22.95 x 1.76 cm quando connesso alla tastiera fisica venduta separatamente. Insieme raggiungono quasi i 2 kg.

Questo Hi13 si presenta come un lontanissimo clone del Microsoft Surface Book, ha il medesimo form factor e risoluzione, con il grande svantaggio di 500g complessivi in più e un'ergonomia più complessa. Il solo tablet pesa oltre 1 kg e non è quindi pratico da usare; se siamo sulla scrivania allora agganciarlo alla tastiera e d'obbligo, lo stesso se siamo in viaggio e vogliamo scrivere o guardare un contenuto tenendolo sulla gambe. Insomma, è un 2-in-1 forzato come ho anticipato in apertura, ed è un peccato, perchè vedendolo nel complesso credo che sarebbe stato un notebook economico niente male.

Inutile girarci attorno, acquistare senza tastiera questo Chuwi Hi13 non ha davvero senso, a meno che non prevediate di usarlo essenzialmente come tavoletta touch e sfruttare anche la penna capacitiva (anch'essa venduta separatamente).

DISPLAY OTTIMO, PECCATO PER QUALCHE RIFLESSO DI TROPPO

Quello che non ti aspetti è un display capace di raggiungere valori da top di gamma, su Hi13 abbiamo un IPS touch da 13.5 pollici e risoluzione pari a 3000 x 2000 (quindi aspect ratio 3:2), esattamente come su Surface Book. E Chuwi parla anche di una gamma cromatica eccezionale: con il colorimetro Spyder 5 Elite raggiunge infatti il 100%sRGB e il 79% Adobe RGB. Valori altissimi che rendono il pannello fuori contesto per questa categoria (e in senso positivo)

Buona anche la luminosità, si raggiungono valori di picco di 480 nits e c'è il sensore che ne regola l'intensità a seconda della luce ambientale. In ambienti chiusi, di giorno, l'ho comunque tenuto al 75% e quasi mai ho sentito la necessità di alzare al massimo il gauge.

Separatamente si può acquistare anche la penna capacitiva attiva dello stesso produttore cinese, servono circa 18€ al cambio e su questa macchina vengono riconosciuti fino a 1048 livelli di pressione.

HARDWARE SUFFICIENTE, MA MI ASPETTAVO QUALCOSA IN PIU'

Dopo il Jumper Ezbook 3, con Intel Celeron N3350 dual-core, ho pensato di provare questo Chuwi con display 3K e CPU quad-core della stessa generazione Apollo Lake. Ma non ho visto quel salto prestazionale che mi attendevo, nei benchmark si evincono differenze, ma nel quotidiano ho faticato a riconoscerle.

Con questo terminale si può navigare in rete con discreta velocità, a volte si pianta e non pensate di andare oltre i 10 tab su Chrome perchè impallereste tutto in un attimo. Non posso usare programmi più esigenti come Photoshop, i tempi di attesa sono lunghi, è una macchina economica su cui svolgere operazioni base, senza troppe pretese.

  • SISTEMA: Windows 10 Home
  • PROCESSORE: Intel Celeron N3450 (Apollo Lake) a 1.1GHz
  • GPU: integrata Intel HD Graphics 500
  • MEMORIA: Interna: Samsung 64GB eMMC 5.1 (espandibile) / RAM: 4GB LPDDR31600MHz
  • DISPLAY: 13.5 pollici IPS LCD touch 3:2 (10 punti) risoluzione: 3000 x 2000 pixel
  • WEBCAM: anteriore da 2MP / fotocamera posteriore da 5MP
  • WIRELESS: Bluetooth: 4.0 / Wi-Fi: Intel AC-3165 (2.4/5GHz) 802.11a/b/g/n
  • PORTE: Jack Audio da 3.5mm / 1x micro USB + 1x USB Type-C + 1x micro HDMI / slot microSD
  • BATTERIA: 10.000mAh / 37 Whr
  • SCOCCA: Alluminio
  • PESO: 1080g (solo tablet) / 2 kg (con tastiera)
  • DIMENSIONI: 33,4 x 22,2 x 0,89 cm

Jumper EZBOOK 3
Celeron N3350/4/64 dual-core
Cube Mix Plus 2
Intel Core m3-7Y30/4/128
Chuwi Hi13
Celeron N3450 /4/64
GeekBench 3 64-bit 1522/2796 2793/5511 1365/3664
Cinebench R15 10.08/70 30.07/239 15.27/154
PCMark 8 Home 1223 2978 1477
Novabench
RAM/CPU/GPU/HW
363
120/203/31/9
679
156/409/95/19
449
105/310/24/10
CrystalDiskMark R118,1/W48,24 (MB/s) R391,3/W208,7 (MB/s) R282,7/W142,6 (MB/s)
Temp Max

CPU 64° / Esterna 35°

CPU 64° / Esterna 34°

CPU 72° / Esterna 40°

GAMING E MULTIMEDIA

Insoddisfacente nel gaming, questo 2-in-1 paga l'altissima definizione del pannello e una scheda Intel Graphics 500 che non riesce a sostenere titoli come Asphalt Extreme. Perde tanti frame, bisogna scalare risoluzione e diminuire i dettagli per avere immagini fluide, non è di certo una macchina adatta a giocare, per quello bisogna puntare a qualcosa di più prestante (vedi il Cube Mix Plus).

Chuwi ha integrato 4 speakers, due per lato, cosa che migliora sensibilmente l'esperienza d'ascolto della musica e la fruizione di contenuti video. L'audio è piacevole, ben bilanciato e difficilmente va in distorsione. Propone quindi un buon set se pensiamo di sfruttarlo per la riproduzione di film, serie TV e contenuti video in streaming, non ci sono problemi anche se si tratta di filmati in 4K. Il secondo vantaggio, oltre al buon audio, è quello di avere un ampio pannello, ma attenzione ai riflessi.

AUTONOMIA E TEMPERATURE

Ci vogliono circa tre ore per ricaricare la batteria da 10.000 mAh e 37 Whr (da acceso, utilizzandolo contemporaneamente), la buona notizia è che si fa tutto tramite la porta USB Type-C e scompare la fastidiosa porta proprietaria, divenuta ormai inutile. Il caricabatterie non è dei più piccoli, ma si può utilizzare una qualsiasi powebank per alimentare il tablet in casi di emergenza, la Type-C semplifica davvero tutto.

Nel mio solito utilizzo lavorativo, quindi con Skype, Spotify e Google Chrome (mai meno di 10 tab) in esecuzione, sono riuscito a totalizzare circa 5 ore, anche qualcosa in meno. Se invece ci spostiamo su scenari da salotto, con il solo Netflix che riproduce contenuti video in alta definizione, allora si arriva a circa 6 ore e 40 minuti. In tutti e due i casi ho mantenuto il display al 75%, la connessione Wi-Fi sempre attiva e la modalità bilanciata.

Si tratta di una macchina fanless, nessuna ventola può quindi infastidirci e le temperature esterne sono relativamente buone. Il chip Intel Celeron è posto nella parte sinistra del tablet, in corrispondenza con tutte le porte, e proprio sotto il display si toccano i valori esterni più alti fino a picchi di 40°C in momenti di stress. Calore che si espande per quasi tutta la metà sinistra del pannello, meno sulla back cover, dove non si superano invece i 37°C. Fredda invece la tastiera, non ha alcun motivo si surriscaldare.

TASTIERA AMPIA E PRECISA, TOUCHPAD DA DIMENTICARE

Come detto l'acquisto della tastiera è quasi obbligatorio, servono altri 51€ circa ed è una full size con layout QWERTY internazionale. Ciò significa che non ci sono gli accenti, come di consueto basta impostare la tastiera italiana e acquistare per pochi spicci degli stickers da apporre sopra le lettere 'errate'. Se siete abituati a scrivere senza guardare non sarà invece un problema.

Nessun componente hardware di rilievo all'interno, non c'è di certo una scheda grafica dedicata (come su Surface Book) o una batteria aggiuntiva, il peso è già oltre il limite e sarebbe stato solo irresponsabile metter altro. I poggiapolsi sono ampi, piacevoli al contatto e comodi quanto basta per la scrittura, con Touchpad decentrato (leggermente spostato a sinistra) che lascia alquanto desiderare.

A volte è impreciso, seppur la scorrevolezza e il feedback delle dita sia buono, ci si scontra qui con tasti fisici molto difficili da usare: mi capita di voler cliccare quello sinistro e toccare inavvertitamente quello destro, sono mal distanziati e senza un mouse sarebbe quasi impossibile per me utilizzarlo. Meglio i semplici tap sulla superficie per le selezioni, ma resta la precarietà di questo componente, vero tallone d'Achille.


La scrittura è piacevole, come di consueto ho scritto ogni singola parola di questa recensione usando proprio il terminale in prova. Il feedback è duro, la corsa buona e i tasti sono saldi ma non troppo, traballano un poco se li pigiamo verso tutte le direzioni. La tastiera poggia sui supportini in gomma che si trovano sotto la cerniera magnetica, per questo, in sua prossimità, flette più del necessario al centro. Ma non è un vero problema, toccare quel punto è praticamente inutile.

Ci sono infine due porte USB aggiuntive a lato, una USB 3.0 e una USB 2.0 rivolte nella giusta direzione, non capovolte, se la cosa è comunque possibile (aspettando con ansia che spariscano tutte in favore delle Type-C).

CONCLUSIONI

Bisogna capire bene cosa si ha davanti, Chuwi Hi13 possiamo difficilmente definirlo come un clone super economico del Surface Book, form factor e display non bastano. Qui il terminale è molto sbilanciato, impacciato e difficile da usare in mobilità, senza contare una potenza di calcolo limitata.

Non si poteva certo pretendere molto di più se consideriamo che il tablet costa solo 310€, e con l'intero pacchetto, che comprende penna e tastiera fisica, si arriva a circa 384€. Prezzo estremamente basso per una macchina Windows 10 Home con sufficiente hardware (per la categoria) e display 3K, ma continuo a ripetere che sotto forma di notebook avrebbe avuto molto più senso viste le dimensioni.

I terminali cinesi stanno raggiungendo livelli sempre più alti e cominciano ad essere realmente competitivi, anche perchè migliorano materiali e qualità costruttive, come su questo Chuwi Hi13, che non certo passa per un plasticone. Riassumendo tutto, è un buon portatile da scrivania e un buon tablet da soggiorno, ma non è di certo il miglior 2-in-1 economico, per quelli mirate in alto o a misure più contenute.

PRO E CONTRO

DISPLAYAUDIO (4 SPEAKERS)MATERIALISET DI PORTEPREZZO
PESO TABLET E CON TASTIERASBILANCIATOMANEGEVOLEZZACPU

Top gamma Sony al gusto prezzo? Sony Xperia Z5, compralo al miglior prezzo da Amazon a 373 euro.

230

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
marcoesseBg

il problema del riavvio, potrebbe essere, che devi aggiornare driver della Realtek, trovi post nel mio Thread ;)

Sciencefun

ciao grazie mille. mi salvo la tua guida.

FraM

EMMC :-O emmc sono il male... ahahahah mannaggia non poterlo sostituire

Frà

Mai visto un prodotto più insensato

Forse giusto se vuoi un tablet da 13.5

Tiwi

si capisce che sono cinesi, dalle cose insensate che fanno..mettono un "ottimo" schermo, ma non ti danno l'hw per sfruttarlo XD

Gark121

Ipad pro... Basta, mi sono veramente rotto o c0glioni di avere a che fare con te. Qualunque stracazzo sia l'argomento in questione devi tirare fuori Apple. Sei fissato e malato, curati.
Surface pro è un prodotto professionale, esattamente come solo sono un thinkpad X1 Tablet o un delle Latitude 2in1. La sua penna no (per motivi tecnici), al contrario di entrambi i prodotti che ho citato, che infatti hanno un digitalizzatore Wacom e non n'trig, e con 4096 livelli di pressione e non 1024 (e non parliamo del delay).
Ipad pro è un giocattolo, non c'entra un cazz0 e non ambisce certo all'ambiente enterprise, quanto piuttosto a quello prosumer, che è un modo carino per dire che si tratta di persone che fanno poche cose ma hanno tanti soldi e possono spendere molto anche per fare poco.

Gark121

Dati oggettivi: è incassato dentro il vetro di mezzo centimetro. Si vede pure dalle foto.
Dati oggettivi, "la parola del recensore", tra l'altro uno che fa dell'approssimazione lo standard delle proprie recensioni.
Credo non serva dir altro.
I rivali sono venduti con una garanzia e pagando l'iva, grazie graziella e grazie al cazz0 che hanno un altro prezzo. Prendi su ebay un Dell o un thinkpad ricondizionato e importato in modo "discutibile" dall'estero, e vedi quanto costa.

Alex Dimax

per sbaglio avevo letto KIWI...ma anche se è Chuwi fa caxxre lo stesso.

Ale

Si l'avevo visto, bello. Però ho un surface 3 e i 10" mi vanno stretti. Puntavo a qualcosa sopra agli 11"

Ale

Uso universitario. Office, torrent..

FraM

problema è trovarlo.. anch'io volevo prenderne uno, ma non si trova da nessuna parte! :( se magari hai qualche dritta...

Dea1993

no no non parlo solo di ritardo, ma anche quando finalmente riesce ad eseguire l'input richiesto, lo fa in maniera poco fluida, lo vedi lo scroll come è scattoso, lo stesso vale per lo zoom.
va proprio a scatti sto ciaffo.
va bene giusto da usare come spessore per le sedie che traballano

SL7Z4

Io ho l'ES1 111 C66H.
11"

Lele

Ma parli dei modelli con schermo "piccolo" (10-11") oppure di quelli da 15"?

[-Mac-]

Certo i dati oggettivi confermano che si tratta di uno dei migliori panelli in circolazione ed il recensore lo ha solo elogiato vista la qualità che è pari alla concorrenza per cui si paga 3 o 4 volte di più e tu non si sa in base a quale dati oggettivi lo definisci non all'altezza.

[-Mac-]

Ma davvero pensi che qualche professionista possa considerare questi dispositivi o consideri Ipad Pro e Surface Pro?
Questi dispositivi sono perfetti per i non professionisti, poi c'è gente che riesce a tirare fuori dei capolavori utilizzando il semplice Paint, quindi non si capisce quale sia la tua critica.

Gark121

un display è più del solo pannello.... metterci 1 dito di vetro davanti, ad esempio, è qualcosa che non aiuta ad avere un'esperienza visiva gratificante.

Gark121

infatti chiunque faccia un uso vagamente professionale della penna, il surface pro 3 l'ha scartato a priori... anzi, ha scartato a priori qualunque cosa non sia una tavoletta cintiq

Francy Ssr Ssr

OT: M a come niente emui 5.1 per honor 8 ?? :(

DeeoK

Beh, ni: a parità di dimensione un aumento di risoluzione riduce le dimensioni degli elementi, a meno di non ingrandirli.
Sulla reale utilità sono perplesso, nel senso che oltre un tot non serve a nulla aumentare la risoluzione, se non ad alzare i prezzi.
Secondo me su un 13" il fhd va più che bene.

[-Mac-]

Quello che si è visto che non rispondeva velocemente al touch, non è chiaro se quel ritardo ci fosse anche nell'utilizzo col mouse o touchpad.

[-Mac-]

La penna del Surface Pro 3 ha solo 1024 livelli di pressione ed un costo ben diverso, quindi ora avere SOLO 1048 livelli di pressione è uno schifo?

[-Mac-]

Quindi il display del Surface Pro, ora fa schifo?

Alberto

Alcuni prodotti girano bene e costano nulla. Molto prabilmente i prossimi 200euro li butto in uno di questi cinesi con fullhd per sostituire il mio vecchissimo netbook. Ovviamente riconoscendo che le finiture son quelchesono

SL7Z4

Ok, grazie Dea.

Dea1993

sicuramente si, ma 1920x1080 e 3000x2000 hanno un ratio diverso, se abbassi a 1080p hai tutto distorto.
poi dipende anche dal pannello, alcune volte certi pannelli anche scalando ad una risoluzione inferiore con stesso aspect ratio, scalano molto male sfocando tutto.
personalmente per me questo 2in1 è completamente da scartare.
sempre ammesso che poi il browser a 1080p giri bene e non dia problemi.

olè

sì anch'io mi sono dato questa spiegazione, ma avendo usato un mac, che aveva la tastiera al centro, mi sono accorto di quanto questa spiegazione non regge, quindi è semplicemente una scelta illogica.

SL7Z4

Ma non si può impostare una risoluzione minore? Tipo 1920*1080?

saviomaximo

con una external vga di akitio sai come spinge

GS

Ciao Riccardo, allora spero di vederlo in una tua recensione.

Desmond Hume

La batteria di quel Cube non dura una sega...

Desmond Hume

A questi cinesi produttori di amenicoli usa & getta non interessa seguire un senso logico nella scelta dei componenti. Interessa attirarti con le specifiche sulla scheda tecnica.

Gark121

lo schermo TN no, ti prego XD

Gark121

il mio venue 11 l'ho pagato meno di 310€. ovviamente ricondizionato, ma meglio un prodotto ricondizionato funzionante che questo bidone a pedali.
core m

Gark121

se quello è un ottimo display allora quello di un 2in1 dei produttori principali cos'è? un mezzo realizzato con tecnologia aliena? un film di fantascienza reso reale?
c@zzo ha il pannello che sarà incassato di 3mm...

Gark121

penna che però è capacitiva e ha solo 1048 livelli di pressione, e oltretutto non puoi usarla da nessuna parte perchè lagga come lo schif0.

Gark121

Dell ha scelto un approccio molto più sensato di buttare un i7 (inevitabilmente Dual core) dentro un Tablet facendolo diventare una macchina con ventole che dura poco. Ha scelto di mettere un core m, di farlo rendere 2 universi meglio di qualunque di queste cinesate del c@zzo, e di fare un prodotto in cui ogni componente rende al meglio senza avere un elemento che non riesci a sfruttare perché limitato dal contesto...

Gark121

Core m che sono in assoluto le CPU migliori che si possono mettere un prodotto del genere...

Gark121

400€ per un coso che pesa come 15", va come un Tablet da 200€, è un 2in1 senza nessun beneficio dalla cosa, dura metà del dovuto, e di buono ha uno schermo che però non puoi sfruttare perché programmi come photoshop lo inchiodano. Corro a comprarlo.

SL7Z4

I chuwi non mi sembrano male in generale, ma ho un po' di dubbi:
Si può installare Win 7/8.1? I driver dove li prendo?

Modelli con HDD sostituibile ci sono?

Sagitt

No bhe sia come hardware che come software sono dei computer, come lo erano anche i netbook... anche se fanno pena

SL7Z4

balle. Ci sono macchine con Pentium D (tecnologia NetBurst, per intenderci, Pentium4) che girano una meraviglia con W7-W8.1-W10, con SSD.

Si va anche un po' a fortuna.

SL7Z4

Gli acer ES1. Ne ho uno. Pagato 100$ all'Ocean Plaza di Kiev (tipo MW) quando qui costava 320€.
Preso con 2GB e 500GB meccanico, con 100€ gli ho messo 8GB ed SSD. Un gioiello, completamente fanless.

boosook

eh, appunto, il problema e' di windows, ma in teoria la risoluzione non dovrebbe influenzare la dimensione degli elementi sullo schermo. A quel punto non ci sono svantaggi nell'avere risoluzione maggiore (se hai un processore in grado di gestirla), solo il vantaggio di una maggiore nitidezza. Su mbp, sostanzialmente, non vedi i pixel.

TheBestGuest

Non ci si può lamentare più di tanto, a quel prezzo vi comprate un pacchetto di chuwingum

Ikaro

Non lo so, non sono interessato tanto al prodotto, quindi se mi dici che lagga ok :) ma perché lagga? Perché semplicemente hanno fatto scelte folli... Potevano mettere un m, sicuro, ma perché non lo hanno fatto?
Perché dietro non c'è quello studio che ti dicevo, probabile che spendano poco perché prendono in stock i rimasugli. Io a prodotto fatto in questo modo non sono interessato, la cura dei dettagli e un minimo di attenzione al cliente (anche se ultimamente i produttori PC la hanno un po' persa) la preferisco a specifiche tecniche pompate a caxxo alla rinfusa.

Harry

No, non parlavo del prezzo in sé. Parlavo del fatto che le grandi case faticano a mettere Core iX su prodotti da 1000€+ per presunti limiti. Poi ti srriva il cinesone che infila di tutto per 350€, dove i limiti sono sostanzialmente peso e costruzione (ovviamente perfomance, ma perché vogliono venderlo a poco. A 500€ lo potevano smerciare con un Core M). Non capisco perché al quadruplo del prezzo non riescano a metterci di meglio.

Per analogia, se il SP4 è una Ferrari, Dell & co vendono Camaro per un prezzo maggiore della rossa...

Harry

Se non ricordo male solo il Lenovo integra Core iX, tutti gli altri Core M. E come dici tu, costando pure di più.

Harry

Il terminale non va in throttling, semplicemente lagga. I componenti, come detto, non si mettono insieme come i lego e avrebbero potuto mettere un FHD/900p invece di fare una cinesata insensata. E quindi sì, avrebbero potuto buttarci dentro un Core M e avrebbero quasi fatto vergognare tutti i prodotti'alla Surface' usciti sino a ora.

McCons

I core M3 in realtà girano benissimo.

Asus

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

LG

Video anteprima LG Q6: da agosto in Italia con display 18:9 Full Vision

Android

RECENSIONE Wiko Wim, doppia fotocamera e Snapdragon 626

Games

Metroid: Samus Returns, la nostra anteprima