Google I/O 2017: tutto quello che vi siete persi | Video

18 Maggio 2017 29

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Sono tante le novità presentate da Google nel corso del keynote di apertura del Google I/O 2017, evento dedicato agli sviluppatori Android in cui vengono presentate le novità che verranno introdotte nel corso dell’anno sui dispositivi (mobili e non solo) realizzati e sviluppati dall’azienda di Mountain View. C’era tanta attesa specialmente per Android O, la nuova versione del sistema operativo per tablet, smartphone e TV, ma le sorprese hanno riguardato l’intera piattaforma, dalle nuove funzionalità dell’assistente virtuale a Google Home, dalla realtà virtuale agli strumenti messi a disposizione degli sviluppatori per il miglioramento continuo dell’ecosistema.

Android O

Non si può non partire da Android O, la nuova versione del sistema operativo mobile di Google che non solo avrà funzionalità inedite al suo interno, ma può contare su un vero e proprio “cuore nuovo”. Si parla infatti di Vitals, centro del major update di Android incentrato sul potenziamento della sicurezza con Google Play Protect, sull’ottimizzazione del sistema operativo e su una serie di nuovi strumenti dedicati agli sviluppatori.

E’ stata rilasciata anche la seconda Developer Preview di Android O, aggiornamento incrementale che ora prevede il programma Beta. Con questa, Google ha pubblicato anche i file OTA e le factory image.

Realtà virtuale e realtà aumentata

Poco prima che iniziasse l’evento, Google ha rilasciato sul Play Store Daydream Elements, app per gli sviluppatori con esempi e tutorial per creare esperienze VR. Ma le novità più interessanti sul fronte VR riguardano sicuramente il prossimo arrivo di nuovi visori per la piattaforma Daydream indipendenti dallo smartphone e da altri sensori esterni, realizzati in collaborazione con Qualcomm per la parte relativa al design, HTC e Lenovo per la creazione dei modelli destinati al mercato. E finalmente da quest’estate anche i nuovi top di gamma Samsung Galaxy S8 e S8 Plus sopporteranno la piattaforma Daydream.

Per quanto riguarda la realtà aumentata, il keynote di apertura del Google I/O è stata occasione per ricordare il prossimo arrivo di ASUS ZenFone AR, smartphone dotato di tecnologia Tango atteso entro l’estate.

Google Lens e Google Foto

Le novità riguardano anche l’introduzione di Lens, nuova ricerca per immagini che sarà presto integrata sia in Assistant che in Google Foto. Con essa si sfrutteranno la realtà aumentata e l’intelligenza artificiale per avere informazioni su ciò che ci circonda semplicemente inquadrandolo con la fotocamera del telefono. Proprio Google Foto potrà contare sulla nuova modalità di ricerca, introducendo tra l’altro una serie di inedite funzionalità come “Suggested Sharing” per la condivisione delle immagini con le persone presenti nella fotografia che si desidera inviare, “Shared Libraries” per la condivisione di intere cartelle e “Photo Books”, capace di utilizzare l’AI per scegliere al posto nostro le 40 migliori foto da stampare all’interno di un book fotografico (9,99$ per la copertina morbida, 19,99$ per quella rigida).

Numeri

Menzione viene fatta anche per i numeri che caratterizzano il mondo Android. Il keynote parte proprio da questo, rivelando che sono addirittura 2 miliardi gli utenti Android attivi, pari a circa un terzo della popolazione del mondo. Foto conta su 500 milioni di utenti (sono 1.2 miliardi le foto caricate quotidianamente sui server di Google), mentre sono 1 miliardo le ore di video guardate ogni giorno su YouTube. Ottimi numeri anche per Google Drive, utilizzato da 800 milioni di persone.

Google Assistant

Una delle novità che ha generato entusiasmo tra i presenti è sicuramente quella riguardante Google Assistant, ora compatibile anche con iOS e in arrivo anche in Italia entro la fine dell’anno. L’assistente vocale può ora contare su nuove funzionalità grazie all’integrazione di Lens, con la possibilità ad esempio di inquadrare un cartellone pubblicitario ed interagire con le informazioni in esso contenute (telefonare al numero indicato, segnarsi sul calendario la data del concerto, …). Google Assistant da oggi permette di effettuare traduzioni in tempio reale grazie all’integrazione con Translate, e prevede l’interazione con l’utente anche in modalità testuale, decisamente comodo in certe situazioni.

Assistant richiama da vicino il mondo dell’IoT, e per lo sviluppo dei dispositivi connessi di prossima generazione MediaTek si affianca a Intel e Qualcomm presentando nuove soluzioni come il SoC MT8516 dedicato ai dispositivi compatibili con Google Assistant o Android Things.

Google Home

Niente Italia per lo smart speaker di Google, ma comunque tante novità in arrivo: assistenza pro-attiva tramite notifiche, chiamate vivavoce, compatibilità con nuovi servizi multimediali come Spotify e Deezer, possibilità di sfruttare schermi esterni (smartphone, TV). Peccato per il mancato arrivo in Italia.

YouTube
YouTube non è solo 1 miliardi di ore di video al giorno: al Google I/O è stato annunciato l’arrivo del supporto ai video a 360 gradi anche su Android TV, la cui navigazione avverrà attraverso i sensori di movimento integrati nel telecomando. Con SuperChat, invece, Google cerca di dare maggior peso alle community, offrendo loro un servizio (lanciato 3 anni fa) basato su nuove API per donazioni, commenti e tanto altro.
Android Go

Hai uno smartphone Android con meno di 1GB di RAM? Google ha la soluzione per te, proponendo la piattaforma “alleggerita” Android Go per smartphone economici (con un occhio particolare per i Paesi in Via di Sviluppo). Si tratta di una sorta di Android One 2.0 che si attiverà automaticamente, come detto, sugli smartphone Android O con RAM inferiore a 1GB. L’arrivo è previsto per il 2018. All’interno di Android Go sarà presente anche la versione “lite” di YouTube, denominata YouTube Go.

Android TV

Finalmente un po’ di novità anche per Android TV, pronta a rifarsi il look con l’arrivo della seconda Developer Preview di Android O. L’interfaccia sarà rivoluzionata, e arriveranno inedite funzionalità incluso Google Assistant.

Android Pay

Niente Google Home in Italia, e a quanto pare nemmeno Android Pay. Google ha annunciato i Paesi che si apprestano ad accogliere il sistema di pagamento wireless di Mountain View, ma purtroppo tra questi non è presente il nostro. Niente Android Pay in Italia, per lo meno nel 2017.

Android Studio

Seppur ancora in fase di Developer Preview nel canale Canary, è stata rilasciata la prima build di Android Studio 3.0. Le novità riguardano il supporto a Kotlin, un tool per l’analisi delle performance delle app e il miglioramento della velocità del plugin Android Gradle. Senza dimenticare il supporto alle Instant Apps e il nuovo emulatore dedicato ad Android O.

Altre novità

Android Device Manager non esiste più, o meglio, non viene più identificato con questo nome. Find My Device è la nuova app di Google dotata di rinnovata veste grafica che ci aiuterà a ritrovare il nostro smartphone smarrito.

Un’ulteriore novità riguarda GMail, che introduce su Android e iOS le Smart Reply: attraverso l’apprendimento automatico, l’app sarà in grado di suggerire risposte adeguate al contenuto della mail ricevuta. Purtroppo per ora è solo in inglese.

Spendere poco per avere tanto? Huawei P9 Lite è in offerta oggi su a 180 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Bianchi

E sarà possibile integrarlo in qualsiasi app

sassi

https://uploads.disquscdn.c...

sassi

https://uploads.disquscdn.c...

CAIO MARIOZ

Novità per chromebook e chrome OS, novità per il PlayStore, novità per Google Maps, novità per YouTube, novità per Google Translate, novità per Google Drive, novità per Allo/Duo, novità per Android tablet, novità per inbox, novità per documenti, fogli, presentazioni, novità per Chrome, novità per Classroom, novità per Google+ ed Hangouts

Tony Musone

che speravi o che temevi?
perchè sennò saresti davvero molto cattivo, molto ;)

Simone

Anch'io...

Ikaro

Scommetto che per te è ll perché li hanno cambiato grafica :D comunque è normale,

Tizio Caio

Non ti sembra niente perché tutte le modifiche non le vedi ma non vuol dire che non ci siano

Enrico Garro

Negli ultimi anni Google si sta adagiando sugli allori. Di fatto l'ultimo vero major update di android è stato lollipop, Il resto sono bug fix e poco altro. E per il resto non mi avrà niente di eccezionale

daniele

Impressionante

daniele

Nn mi pare proprio, aumenta ancora di più il divario tra la concorrenza, soprattutto riguardo l'intelligenza artificiale

daniele

Hanno appena ricevuto wear 2.0

Dryblow

Probabilmente.

CAIO MARIOZ

Molto moscio il Google I/O 2017
Peggio di quello che speravo

CAIO MARIOZ

Vendono meno di Tizen

Federico

Nono, però Android è bello anche sul Desktop

Mako

no, su ogni dispositivo android

KaIser

windows vi fa proprio schifo eh ?
-.-

deV a

non è vero, basta che imposti la lingua italiana

Volpe

E i marò?

virtual

E Android Wear?

megalomaniaq

Fatemi capire, Assistant sarà disponibile ufficialmente sui Pixel e su iPhone, ma non su ogni altro dispositivo Android?

Simone

Scusate se sono polemico so ma potevate fare una cosa del genere anche per il build, c'è stata pure più fuffa...
Quest'update di Di Android 0 si può quasi definire Bug Fix

Danny #

Lenovo k6 :)

GS

http:// www. hdblog .it/2015/06/13/ miglior-smartphone-tra-100-150-Guida-acquisto/

luca08

Scusate l'ot con un budget massimo di 150 euro che smartphone mi consigliate? Possibilmente da comprare i negozio fisico ma nel caso posso optare anche per sito internet

FuckingIdUser

Abbastanza spiacevole. Non comprendo perchè Google non spinge anche nel nostro mercato. Di questo passo Windows 10 s lo soppianterà del tutto.

GS

Accidenti come sei ancora raffreddato Nic! :O

b4rb0

Scusate ma di chromeOS e play store nn hanno detto una mazza come al solito?

LG

LG K4 è un ottimo entry-level 2017 da 90€

Windows

Microsoft Surface Pro 2017 è ufficiale: la nostra video anteprima

Android

Recensione Sony Xperia XA1: equilibrato in tutto meno che nel prezzo

Samsung

Galaxy J5 e J7 (2017) mostrano un lato B diverso dal solito