Airbnb e booking.com contro il Governo: "non saremo esattori"

09 Maggio 2017 162

Il turismo rappresenta per l’Italia una delle principali voci di business e, per questo motivo, è da sempre oggetto di discussioni parlamentari per la definizione di norme che ne regolamentino il corretto funzionamento. Tra i vari aspetti vi è anche quello della tassazione, tornato in auge in questi giorni dopo che il Governo ha introdotto all’interno della manovra finanziaria da 3 miliardi l’obbligo da parte delle piattaforme di affitto online - Airbnb e Booking.com su tutte - di pagare direttamente la tassa sugli affitti brevi (inferiori ai 30 giorni) all’Agenzia delle Entrate, figurando de facto come sostituti d’imposta.

In poche parole, Airbnb e Booking.com dovranno trattenere l’importo relativo alla cedolare secca del 21% ogni volta che verrà prenotato un appartamento o una stanza sul portale, sottraendolo dalla cifra che riceverà l’host. Il portale stesso dovrà poi versare la cifra all’Agenzia delle Entrate.

Airbnb e Booking.com non ci stanno:

Il meccanismo del sostituto d'imposta rischia di minare l'efficacia stessa della normativa”, ha affermato Alessandro Tommasi di Airbnb Italy, ricordando al Governo il contributo dato al turismo italiano da parte della piattaforma. “Negli ultimi 12 mesi sono arrivati in Italia grazie ad Airbnb 5 milioni e 856mila turisti, con una permanenza media alta, pari a 3,7 notti circa a soggiorno. Con un calcolo piuttosto semplice, possiamo contare quindi circa 20 milioni di presenze turistiche”.

Tommasi sottolinea piuttosto l’importanza di combattere il mercato nero, cercando - tramite la digitalizzazione - di farlo riemergere. La contrarietà da parte di Airbnb di fungere da sostituto d’imposta si basa su due elementi, entrambi considerati fondamentali: da una parte l'importanza data da sempre alla trasparenza come cardine per la crescita e diffusione sul territorio, dall’altro il fatto che risulterebbe impossibile imporre un obbligo di sostituto d’imposta ad una piattaforma internazionale.

Dello stesso parere è Booking.com, che considera “non attuabile” quanto previsto dal Governo nella manovrina. “Nella maggior parte dei casi gli ospiti pagano direttamente il proprietario dell’appartamento”: “Sono i proprietari i responsabili della regolarità degli alloggi e degli obblighi fiscali”, viene spiegato dal portale online. In più, anche booking.com è una piattaforma internazionale con sede al di fuori dell’Italia.

A prendere le difese di Airbnb e Booking.com è la Fiaip, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, che ritiene la norma una decisione “buttata lì pensando di colpire Airbnb, ma ha sbagliato mira”. I risultati - secondo la federazione - saranno abusivismo ed evasione, portando a situazioni opposte rispetto a quelle volute dalla norma stessa.

Così commenta il caso il Presidente della Commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia:

“Non esiste una tassa AirBnb ma una proposta coerente rispetto alla trasformazione in corso del mercato fatta dal governo sulla quale il Parlamento farà le proprie valutazioni. Stiamo cercando di regolare un fenomeno complesso e incredibilmente fuori controllo e stiamo lavorando, anche attraverso un allungamento delle audizioni, proprio per consentire a tutti gli attori coinvolti di dire la propria. Quello che non si può più consentire - ha aggiunto - è l'evasione totale che avviene da tempo in questo settore. Airbnb o Booking se pagano le imposte come fanno tutti i contribuenti sono le benvenute nel mercato italiano, come tutte le grandi imprese multinazionali”.

Dunque la situazione pare essere ancora potenzialmente modificabile, come fortemente auspicato dalle piattaforme chiamate in causa. L’intenzione del Governo è quella di garantire il rispetto delle regole all’interno di un settore dal forte impatto economico, e vista la posta in gioco non sempre si è in grado di soddisfare tutti i soggetti coinvolti.

Top gamma Sony al gusto prezzo? Sony Xperia Z5 è in offerta oggi su a 332 euro oppure da Amazon a 377 euro.

162

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
stramaxxa

ok.... perdono .... non ho capito il tono.....
Certo.... si può sempre migliorare.

paoleo

Sarebbe interessante capire come mai multinazionali, che operano in
tutto il
mondo, hanno questi problemi solo in Italia. Siamo destinati al
fallimento anche per questo, con uno stato che anzichè aprirsi
positiamente verso le opportunità offerte dalla new economy pensa solo a
sopprimerla estendendo anche fuori dai patri confini le vessazioni che
riserva a noi poveri italiani (ricordo che Pannella raccolse 16 milioni
di firme per abolire il "sostituto di imposta", un'invenzione
tipicamente italiana, ma la Corte Costituzionale bocciò il referendum in
quanto non ci è dato di esprimerci in materia fiscale, anche solo come
principi generali). A differenza dei normali fitti
a lungo termine, in cui i costi di esercizio non gravano sul
proprietario di casa (corrente, acqua, riscaldamento, internet,
raffrescamento, tarsu, pulizie, colazioni, biancheria, mobilia e
quant'altro),
nei ricavi di un B&B o in una casa vacanza i costi incidono anche
oltre il 50%, pertanto una cedolare secca al 21% sul lordo corrisponde
ad una tassazione di oltre il 40% sui veri guadagni! Molto più congrua
sarebbe una cedolare al 10%, ma stupidità e malafede impediscono di
cogliere aspetti così ovvi, che sono invece ben
chiari alle multinazionali del turismo. Così come solo una profonda
ottusità può non far comprendere che una multinazionale
ragiona in un'ottica planetaria, con decine o centinaia di milioni di
clienti, pertanto se ogni governo dovesse imporre l'idiozia italica del
"sostituto di imposta" si troverebbero a fare da esattori fiscali
dell'intero globo, con norme ed adempimenti variabili da stato a stato,
una situazione FOLLE! Le
transazioni su Airbnb avvengono in formato elettronico, quindi sono
perfettamente tracciabili dal fisco che può verificare in maniera
automatica (quindi senza nessun costo) le incongruenze tra quanto
transita sui conti correnti e quanto dichiarato. Infine, in una visione
più generale del mondo digitale (che ovviamente sfugge ai miopi
legislatori italiani), storicamente ad ogni azione di freno è sempre corrisposta una
reazione che ha schiuso scenari ben peggiori. Probabilmente i tanti geni
che lasciano commenti su questa pagina non conoscono nemmeno il caso
Napster, il primo tentativo di sopprimere lo "sharing" (in quel caso
solo musicale). Il risultato è sotto gli occhi di tutti: dalle ceneri di
Napster sono nate centinaia di applicazioni che hanno consentito, in
maniera più o meno anonima, di condividere TUTTO. Anzichè agire sulla
leva fiscale, che colpisce in maniera indiscriminata, sarebbe molto più
intelligente fare quello che sta facendo il resto del mondo, ovvero
NORMARE il settore in maniera da renderlo il più aperto possibile
laddove c'è una richiesta sostenibile (località con carenza di strutture
ricettive), limitarlo in quei posti dove l'afflusso di turisti è già
sin troppo sostenuto (vedi i casi di Parigi, Amsterdam, Berlino, New
York, o come potrebbe essere la nostra Venezia). Ma è qualcosa di troppo intelligente per la nostra classe
politica, al solito dovremo aspettare che ci pensi l'Europa, che lo farà
con tutti i limiti che la caratterizzano, ma almeno lo farà.

Gaetano Ginardi

Si, hai capito bene. Vorrei che applicassero le tasse come sostituto d'imposta e che impedissero l'ingresso agli abusivi. Quando paghi tutte le tasse è insopportabile vedere concorrenti sleali che fanno i furbi, mentre lo stato risulta del tutto inefficiente.

Francesco Renato

E' chiaro che il problema non è la presenza di airbnb, ma di operatori che propongono l'Italia on line. E' da idioti sisincentivare gli operatori che ci promuovono.

floc

ma era un esempio a caso... Rispondi, tu sceglieresti mai la tua meta IN BASE alla presenza di airbnb sul territorio? Ma dai.

Marco Fantin

era provocatorio il mio intervento! Si sà che abbiamo il miglior panorama al mondo e abbiamo una storia infinita. Purtroppo rovinata dalla storia presente.
La politica non fà nulla per favorire il turismo (risorsa importantissima) e in tanti cercano di andare altrove.. Purtroppo!

In ogni caso si, ho girato un bel pò il mondo, per turismo e lavoro e nonostante tutto credo siamo sempre i migliori. Ma potremmo essere molto meglio!

stramaxxa

e sei i furbi ci sono che dobbiamo fa? controlli a uno a uno sul territorio o li becchiamo tutti in un punto?

stramaxxa

Dunque sig. Alessandro Tommasi ?
se arrivano tot persone dalla vostra piattaforma non dobbiamo tassare i proprietari?
Al posto di brontolare..... proposte!!!!
Con il sig. Maroni che è venuto a fare il fico nella vostra sede americana di cosa avete parlato? del clima?

stramaxxa

Vero..... ma non tutti sanno valorizzare il proprio potenziale turistico..... e non tutti possono vantare la nostra qualità nella ristorazione e nei servizi di ospitalità b&b o albergo che sia.....

Le proprie bellezze bisogna saperle vendere.... come con qualsiasi altra cosa il turismo è business.... non basta il bel panorama!

Io abito all'estero (in marocco)..... ci sono posti meravigliosi e fantastici.... storici e naturali..... ma la media della qualità delle strutture recettive e della ristorazione è basso... anni luce confronto l'Italia.
Ovvio ci sono servizi di qualità ma devi sapere dove andare.

Chi va in vacanza non vuole solo il bel panorama, il turismo è un servizio a 360 gradi.

stramaxxa

non so perchè tu ragioni così..... hai girato un po il mondo?
Se un turista vuole visitare l'Italia è perchè vuole vedere Roma, il Coloseo, Firenze, Gli Uffizi, Venezia, Napoli, La Costiera Malfitana, I trulli, Il Duomo di Milano, la torre di Pisa, Palermo, l'Etna........

Non scegli l'Italia perchè su Airbnb costa poco!
Ma sveglia tu!

Abbiamo un offerta turistica di primo ordine !

stramaxxa

L'agenzia? .... pensi che in altre parti del mondo non ci siano tasse sull'affitto?... allora lasciamo così com'è?
L'errore dello stato è stato quello di non regolamentare subito la cosa..... ma la legge di pagare la cedolare secca esisteva.... sono gli affittuari che se ne sono fregati!
sono Airbnb e Booking che prendono un valanga di soldi da servizi automatizzati.... la tassa va al NOSTRO stato per pagare i NOSTRI servizi..... la commissione esosa dei servizi di booking a chi vanno?
Al pirla americano che ha inventato un sito web?

E no...... non facciamoci infinocchiare.....
Vogliono fare la voce grossa con lo stato Italiano.... bene... allora facciamo cosi: loro devono riscuotere il 21% come richiesto e come stato fissiamo un massimale sulle commissioni dei servizi di booking via internet (ovviamente più bassa di quella attuale) così l'offerta torna a essere competitiva!

stramaxxa

Vorrei farti notare che le tasse sugli affitti esistevano ancor prima che tu scoprissi booking ed airbnb ..... quindi?
La colpa è dello stato perchè non ha rotto le balle fino adesso ed ha tollerato la cosa?
e no...... gli ingordi sono booking e airbnb che con una piattaforma automatizzata prendono milioni di dollari in tutti il mondo......
Lo stato chiede una tassa che c'è sempre stata e in cambio di da infrastrutture e servizi.

Francesco Renato

la massa di turisti giapponesi non vuole venire in italia ma in Europa e si affida al tour operator che predispone un itinerario.

DeeoK

Non dico che la guardia di finanza verrà estromessa, ma almeno non dovrà andare da ogni singolo privato che mette la casa in affitto a controllare se abbia pagato l'iva.

Minestra Riscaldapple

la spagna può far concorrenza ma ha grossi limiti, invece la grecia è improponibile, con la crisi del debito pubblico si sta autoeliminando, brutto posto, non ci tornerei

DeeoK

Non è una multa: devono solo detrarre l'imposta dai proventi dei privati. E' una cosa normalissima e, soprattutto, in Italia ha assolutamente senso.
Se vai al mediaworld e compri un prodotto ci paghi direttamente l'IVA sopra e poi sarà il Mediaworld a darla allo stato.
AirBnB dovrà fare semplicemente la stessa cosa.

Francesco Renato

Abbiamo tanto il coltello dalla parte del manico che continuiamo a perdere terreno a vantaggio di Spagna e Grecia.

Francesco Renato

Alla fine anche tu ti rendi conto dei gravi inconventi che l'esazione comporterebbe: aumento dei costi di gestione del servizio, prenotazioni limitate al periodo minimo, prenotazioni fasulle fatte solo per prendere il contatto e poi annullate, in definitiva l'agenzia fallirebbe rapidamente perché non riuscirebbe a coprire i costi.

Elias Koch

Condivido, e sarei dell'idea che imporre una idoneita per il locale e un certificato per il proprietario possa semplificare tantissimo la procedura, senza contare che cosí si vanno a inchiodare tutti gli affittuari in nero che subaffittano a loro volta, mentre se si attacca il fornitore del servizio online, tutto il sommerso rimane tale.

Elias Koch

La mappatura é complottismo, ma il pagamento (seppure della differenza) della "tassa sulla casa", per immobili all'estero é f0lle. Se rientrasse nella patrimoniale non avrei nulla da dire.

floc

ma per favore, non certo per booking o airbnb: se il turista vuole venire in italia e non trova booking o airbnb usa un'agenzia tradizionale o si mette a chiamare gli alberghi, fine, non va da un'altra parte... Te li vedi i giapponesi che vogliono venire a vedere il Duomo di Milano o il cenacolo che cambiano meta?

Francesco Renato

Grave errore concettuale il tuo: la rete di "vendita" del turismo ha la stessa importanza dei beni turistici.

Yellowt

Ma ci sei o ci fai? Per te gli alberghi sono le multinazionali tipo hilton con sede alle bahamas? In Italia? Con i suoi migliaia di alberghi a gestione familiare o quasi? Ribadisco, più informazioni e meno sparate senza senso...

Marco Fantin

Svegliaaaaa. Siamo nel 2017, la gente non guarda più la qualità da almeno 6/7 anni. :)

Vitollo

Si sì.... tutte balle!
Ognuno della sua terra dirà che è la più bella del mondo ...

Poi basta viaggiare un po' e ti accorgi che ci sono posti bellissimi OVUNQUE!

floc

e dove lo dirotti il turismo? Se se ne vanno perdono mercato e basta.

Body123

Vedi Roma e te ne innamori a prima vista ultimamente (ultimi 5 anni minimo)

Filippo Power

È giusto tassare ma dovrebbero permettere anche di scaricare l'IVA su acquisti, manutenzione ed utenze.

Raphael DeLaghetto

Ma si parla di tasse per i proprietari di case nn per airbnb

stramaxxa

come giustamente dice #StriderWhite la tassa è sempre esistita..... solo che adesso vogliono tappare una falla nel sistema che a permesso a molta gente di affittare la casa senza pagarla.
Non che sia bello pagare le tasse..... ma se c'è una regola va rispetta.
Qui però Salvini non c'è ad inneggiare: "Se vuoi lavorare in Italia rispetti le regole, se no a casa tua!" ...... questo vale per il nero immigrato e anche per la multinazionale americana.

Raphael DeLaghetto

Ovvio che in proporzione pagano meno.... leggi paradisi fiscali....
Anche la ferrero la fiat stanno in paradisi fiscali...svegliaaaaa

Raphael DeLaghetto

Gli alberghi evadono perche nei paradisi fiscali...i piccoli evadono a loro modo....o tutti o nessuno....perche colpire solo i piccoli? Che tra l altro non sono rappresentati in parlamento?a differenza delle lobby degli alberghi?

stramaxxa

ma minkia.... se l'80% degli affitti in nero passano da loro perchè dovrebbe andare a tassare una moltitudine di persone? lettere accertamenti e controlli?
mo mi giri il 21% e poi con parte di quei incassi faccio controlli a campione.

Hai altre soluzioni?

Pure l'unione europea ha demandato a google e company il potere e l'obbligo di nascondere risultati dalle ricerche in internet su richiesta degli "interessati"..... e se sbaglia ad assecondare o rifiutare una richiesta la multano pure!

Raphael DeLaghetto

E sempre esistito...e regolamentarlo a favore degli alberghi?no grazie

Raphael DeLaghetto

Si partisse da cose serie..... grandi corrotti e grsndi evasori che siedono in parlamento...dare lavoro ben remunerato abbassare le tasse....molti piccoli con qesti affitti ci campano perche nn trovano lavoro

Raphael DeLaghetto

Non lo si fa per i corrotti figurati per evasioni piccole

stramaxxa

migliaia di cittadini !?!?!?
no.... non hai capito.
la multa se la prenderà Airbnb e company perchè opererà sul territorio italiano senza rispettare la legge.

stramaxxa

Le tasse certo non mi piacciono..... ma con i soldi che raccatteranno dovranno rigirarne una parte per fare controlli a campione.....

Con tutti i dati che ha accesso la finanza in formato elettronico..... è molto più semplice incrociare i dati che arriveranno da airbnb e soci.....

Così controlleranno più velocemente chi non è in regola.

stramaxxa

quotone!!!
hanno solo paura di vedere intaccato il loro guadagno....

stramaxxa

Dirottare il turismo?!?
Sinceramente se voglio andare in vacanza in un posto e non ci sono strutture su Airbnb..... cerco altrove.
Non è la prima ne l'ultima piattaforma del genere.

Se un giapponese, americano o tedesco vuole vedere Roma....
non trova appartamenti a Roma su Booking o Airbnb tu pensi che rinuncia a venirci solo perchè questo?
come quelli che scambiano Facebook per internet: se non c'è su Facebook non esiste!

Vuoi vedere che arriva Homeaway o qualcun'altro che al posto di lamentarsi si mette in regola per prima e la mette in quel posto agli altri?

Poi a me risulta che in certe città americane Airbnb fa già da esattore.
E da informatico ti dico che una cosa da poco.... casa in Italia => 21% del guadagno proprietario su un conto dello stato (in Airbnb già puoi dirottare una percentuale su un contro e parte su un altro...)

Ed infine mi chiedo..... che caxxo è andato a fare Maroni in america alle sede di Airbnb?!?
per trovare sostenitori ?!?! gli avrà detto: "se il nostro governo di sinistra fa qualche legge che non vi piaci fate un po di casino.... così noi possiamo dire che sono degli incapaci!!".

apple store .... google play store..... ed altre multinazionali riescono applicare tasse diverse in base agli stati. Loro no! poverini, implementare una logica diversa per l'italia non si può fare!

Diversamente..... il problema per loro è un altro: aumentano il balzello sui guadagni dei locatori, saranno sempre più quelli che faranno i furbi:
prenoto 1 giorno poi tramite telefono mi accordo per una settimana.... prenoto con largo anticipo, prendo il contatto e annullo la prenotazione...
e questo per loro sarebbe una bella gatta da pelare!

stramaxxa

Come, come, come?!?!
Airbnb e Booking non vogliono versare in automatico 21% di incasso del proprietario in un conto dello stato.... in automatico.....
e tu proponi che facciano i controlli se chi inserisce la casa è in regola?!?!

Loro non vogliono fare gli "esattori" e tu proponi di fargli fare di più?

Certo .... proposta sensata la tua!

Non che mi piacciano le tasse.... ma si dice sempre che bisogna semplificare la burocrazia..... meglio così! io metto l'annuncio e quello che mi viene in tasca è già tassato....

Poi è lo stato con i soldi che gli entreranno da questo "giro" ne dovrà destinare una parte per pagare un squadra delle fiamme gialle che si occuperà di far controlli a campione e far emerge chi non è in regola....
meglio sarebbe senza multare subito... ma lasciando esempio tot giorni per "regolarizzarsi".
Ma questo è un altro discorso.

Mauro B

Il sostituto di imposta non è un modello nuovo, esiste da molti anni.

Comunque il problema non è quando prenoti in una struttura regolarmente registrata, ma quando prenoti da un privato.

La sostanza è che se tu prenoti da me e paghi 100€ il mio ricavo (100€ meno le commissioni) deve essere tassato direttamente da AirBnB o Booking e quindi dovrebbe arrivarmi qualcosa in meno.

Un po' come succede ai dipendenti, lo stipendio arriva già al netto delle imposte.

Non farti ingannare, in questo caso non si tratta del solito problema di un'Italia di vecchio, che non guarda al futuro, ecc. ecc.

E' il contrario, per chi affitta e paga le tasse regolarmente fare in questo modo facilita molto, per chi evade è una batosta.

DeeoK

Ma figurati. Secondo te smetteranno di operare in Italia solo perché devo trattenere l'imposta esplicitamente?
Non cambierà assolutamente nulla, anche perché probabilmente all'estero funziona allo stesso modo. Nessun paese mobiliterebbe la guardia di finanza per controlare le migliaia di cittadini che hanno case vacanze e che magari hannp evaso 1000€, finendo con l'intasare ancora di più il sistema giudiziario.

Minestra Riscaldapple

sono stato in Grecia, Croazia e Spagna, non valgono un unghia coi funghi rispetto a quello che trovi in Italia

Antsm90

Che poi è la stessa cosa fondamentalmente :)

Yellowt

Già perchè gli hotel oggi non pagano nulla. Meno luoghi comuni e più informazione please...

Yellowt

GLi onesti sono quelli che affittano con airbnb e dichiarano tutto quello che prendono tra 1000 complicazioni. Sveglia!

Marco Fantin

Una volta... Adesso con i soldi che spenderesti in Italia (nord. Centro o sud, isole, indifferente) te ne vai in Grecia, Croazia, Spagna e forse forse ti resta anche qualcosa... Siamo divorati dalle tasse e il nostro governo non fa nulla. Mangiano alle nostre spalle e ci rovinano

FuckingIdUser

Stai parlando a vanvera. Non che tu abbia proprio torto ma così non si può discutere di nulla perchè ci sarà sempre un "si ma però".
Qua si discute di una disposizione di legge che vuole colpire l'evasione. E la colpisce in modo efficacie.
Rimane il fatto che continuerà ad esserci gente che eserciterà abusivamente un'attività ricettiva. Lo faceva prima e continuerà a farlo dopo. E su questo fronte non interverranno se non dopo accertamento fiscale o denuncia.

Francesco Renato

No, poi saremo tutti disoccupati perché non si costruirebbero più case di vacanza e alberghi, i politici ladri costruirebbero case e alberghi che crollano subito dopo l'inaugurazione e i pochi .non crollati resterebbero vuoti perché costruiti solo per prendere le mazzette.

Blackberry

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Asus

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

LG

Video anteprima LG Q6: da agosto in Italia con display 18:9 Full Vision

Android

RECENSIONE Wiko Wim, doppia fotocamera e Snapdragon 626