Xiaomi Mi Pad 3 è un tablet da salotto, ma con dei limiti | RECENSIONE

02 Maggio 2017 259

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Se si possiede uno smartphone Android con ampio display, penso ai nuovi top di gamma 2017, allora è quasi inutile pensare ad un tablet con sistema del robottino come questo Xiaomi Mi Pad 3 che sto provando da alcune settimane. Non è un demerito assoluto del dispositivo in questione, ritengo tuttavia quasi inutile questa categoria, a maggior ragione se si è già dentro il mondo Android tramite lo smartphone. E a dirlo non sono solo io, ma anche i numeri in continua contrazione del segmento.

Premessa dovuta che spiega perchè mi sia indirizzato verso il solo utilizzo gaming e multimedia per questa recensione, tutto il resto è quasi superfluo. Seppur si parli quì di un tablet potente (a tratti), trovo scomodo scrivere e reggerlo per lungo periodo con una sola mano, i suoi 328g si sentono tutti e stancano se lo pensiamo come 'un grande smartphone'.

MATERIALI OTTIMI E DESIGN CURATO, XIAOMI HA FATTO STRADA

A prima vista non sembra quasi un Xiaomi, non dà in alcun modo l'idea di essere un terminale economico e di bassa fattura, anzi, l'esatto contrario: la scocca è metallica, un alluminio spazzolato piacevole al tatto nella back cover e cornici sottili ai lati del display, meno nelle due estremità superiore e inferiore. Diciamo che in basso la scelta è giustificata dalla presenza dei tasti di navigazione retroilluminati (che potevano certamente fare un po' più grandi), sopra meno, la presenza delle due fotocamere non basta. Poteva essere ridotto del 50%, ma stiamo comunque parlando di un dispositivo di fascia media, qualche compromesso è previsto.

Profilo stondato e sottile, Xiaomi Mi Pad 3 è elegante, raffinato, con un bel display da 7.9 pollici a filo e tutto quello che serve ad un tablet, compreso il doppio speaker posto in basso nel retro. Il pannello è un IPS LCD ad alta risoluzione (2048 x 1536 pixels), luminoso quanto basta per l'utilizzo in ambienti chiusi, ma perde molto all'esterno con riflessi e una luminosità di picco limitata. Si tratta comunque di un'ottima unità, soprattutto in relazione alla categoria.

HARDWARE MAL GESTITO, IL GAMING NON E' IL SUO FORTE

Xiaomi si è affidata al SoC MediaTek MT8176 un hexa-core (sono 6 in tutto) a 2.1GHz che vanta due potenti core Cortex-A72 per le task più esigenti e, come spesso capita con i produttori cinesi, la scheda tecnica non basta sulla carta. Le risorse non mancano, a fianco abbiamo infatti 4GB di RAM DDR3, la GPU IMG GX6250 e 64GB di storage (Nand Flash), ma non bastano, perchè non appena apriamo un applicazione pesante o un gioco e li lasciamo in background, ecco che tutto si rallenta di colpo.

Non succede sempre e se liberiamo il sistema dalle applicazioni tutto fila liscio, anche nel web browsing, ma basta poco per saturare 3GB di RAM su 4GB e rallentare l'intero tablet. Non credo che la colpa sia dei singoli componenti, sembra più un limite software, incapace di gestire il tutto come meriterebbe, lasciando qualche dubbio sul suo reale valore. Rallentamenti che non ho tuttavia rilevato nell'utilizzo di Netflix e di YouTube, la riproduzione multimediale non soffre questo peso in background.

Più che ottima l'autonomia, sotto la scocca c'è infatti una grande batteria da ben 6600mAh capace di sostenere lunghe sessioni senza problemi, oltretutto si tratta di un dispositivo solo Wi-Fi e i consumi sono ovviamente più ridotti. Secondo i miei test, con display al 50% e connessione Wi-Fi, si arriva a circa 10 ore di utilizzo nella riproduzione su Netflix. In standby potete quindi tenerlo per più giorni senza ritrovarlo scarico.

Buone le temperature, mai eccessive e superiori sulla parte anteriore, sul display si toccano infatti i 36°C in corrispondenza del SoC, nella parte posteriore non si va invece oltre i 33-34°C durante benchmark e stress test. Si tratta ovviamente di una macchina fanless senza ventole.

CI SONO ANCHE LE DUE CLASSICHE FOTOCAMERE MEDIATEK

Come nei classici dispositivi MediaTek c'è l'abbinata 13+5 MP, fotocamere senza grandi pretese e di certo non stabilizzate con cui poter scattare qualche foto e registrare video in full HD, utili anche per sfruttare le tante applicazioni di Instant Messaging e le videochiamate.

Buono l'audio, piacevole grazie a due speaker posti nella parte bassa della back cover: il volume non è altissimo ma non distorce ed è ben bilanciato. Non c'è alcuno spessore posteriore e il suono cambia quindi molto se lo poggiamo o meno su una superficie, ma anche in mano si riesce ad apprezzare adeguatamente.

SOFTWARE IMMATURO, MA C'E' IL PLAY STORE

A bordo c'è Android 7.0 Nougat personalizzata da Xiaomi con la MIUI 8.0, interfaccia scarna e troppo semplificata, con Play Store presente al primo avvio. Mancano tantissime GApp (come Maps e YouTube) ma si possono scaricare agevolmente senza intoppi. Versione del software multilingua, c'è quindi l'italiano, peccato che la MIUI non mi permetta di aggiungere widget e sia così castrata, si fa poco a installare un launcher e migliorare l'esperienza d'uso (io ho usato Nova Launcher).


Come anticipato sopra, ritengo che l'ottimizzazione software sia una delle principali mancanze, basta guardare l'App della fotocamera per capire quanto (poco) tempo sia stato impiegato nello sviluppo. E va bene che la fotocamera non è una delle componenti più importanti su un tablet, ma visto che c'è non si possono solo lasciare quattro filtri e non avere uno straccio di impostazioni a disposizione.

CONCLUSIONE

Questo tablet non mi ha entusiasmato per gli ovvi limiti evidenziati nella recensione, i super lag nei giochi quando il sistema ha qualche applicazione in background (e non ne servono certo mille) non lo rendono consigliabile per chi volesse sfruttarlo soprattutto per questo. Ed è un vero peccato, perchè il display ad altissima risoluzione fa la differenza rispetto a tanti altri tablet Android economici, come del resto anche il design e le cornici laterali così ridotte.

Ma una buona scheda tecnica non basta, serviranno aggiornamenti e ottimizzazioni software capaci di far girare al meglio i 6 cores a disposizione. Il Mi Pad 3 è quindi un buon tablet da salotto con cui poter navigare sul web e guardare serie TV, film, soprattutto in mobilità, la batteria garantisce un eccellente autonomia. Ma non di più, non aspettatevi altro, questa categoria è sempre più limitata con l'avvento degli smartphone oversize. Ad ogni modo il prezzo è basso, su Geekbuying lo trovate a circa 247€ al cambio odierno.

DISPLAY DESIGN E MATERIALIBATTERIA
MANCATA OTTIMIZZAZIONE SOFTWAREGAMING LIMITATOINTERFACCIA SCARNA

VOTO 6-

Modularità è la vostra meta? LG G5, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 299 euro oppure da Amazon a 516 euro.

259

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandra

Visto che ci sono ormai eccellenti DAW app per Android con cui già produco musica (oltre alle DAW che uso su Ubuntu/PC) per me un tablet dovrebbe avere queste sole caratteristiche: tanta RAM, tanti GHz clock, tanta memoria ROM, tanta autonomia e una connettività WiFi, un ottimo display da 8 o 10". Tutto il resto è superfluo per le mie esigenze, e non mi si venga a dire che c'è iPad per questi lavori perché ho recentemente usato uno smartphone Android con le caratteristiche hardware che ho descritto e le DAW mi piacciono più su Android che su iOS, oltretutto la latenza sullo smartphone testato è zero in esecuzione live con tastiera MIDI connessa.

Andryx64

Secondo voi cosa significa "....A prima vista non sembra quasi un Xiaomi, non dà in alcun modo l'idea di essere un terminale economico e di bassa fattura, anzi, l'esatto contrario...."?
Io posseggo un MI3, un MI5 ed un REDMI4X e posso assicurare che sono tutti ottimi terminali dal punto di vista costruttivo e funzionale, al pari di molti top di gamma di marchi blasonati. Affermare quanto sopra vuol dire, come minimo, parlare del mondo Xiaomi senza conoscerlo. Ed allora, arrivati a quel punto, il resto della recensione non vale la pena di essere letta.

Alessandra

Audio evolution (stile Cubase), Oscilab, MMjam, Caustic. Non le uso ma ugualmente ottime sono FLstudio mobile e Gstomper, tutte funzionano meglio su dispositivi che offrono la bassa latenza, c'è un telefono cinese, provato, con latenza zero su Audio Evolution (Vernee Mars Pro), tutte le applicazioni citate sono a pagamento. Poi ci sono tante piccole applicazioni mono strumento che sono utilissime con Audio Evolution, se si ha Xplore come file manager si possono trasferire"da dietro" le tracce registrate con altre app, tipo robovox per il vocoder sulla voce. Spero sia stata chiara, io uso sta roba come bere acqua ma mi rendo conto che non tutti ci si applicano poi fino in fondo, io ci sto facendo un album completo e la cosa figa è che lo sto facendo con Android e non con Apple, è questo il bello, tappare la bocca coi fatti ai "professorini della musica"che ripetono a pappagallo per sentito dire che se vuoi fare musica è consigliabile usare solo hardware Apple

Christian Cerri

Mi potresti dire che applicazioni usi per fare musica che interesserebbe anche a me? Grazie!

Lorenzo Ammatuna

Rom farlocca...

Alessandra

Ti sembrerà strano ma io coi tablet android ci faccio musica, e non con quelle app già pronte, ma con synth e oscillatori, e mixer, e ti assicuro che un tablet Android veloce, reattivo e con tanta RAM e ROM fa molta differenza con un telefono, che puoi fare potente e avanzato quanto te pare ma resta un telefono, per me un tablet equivale a uno strumento musicale completo, due già fanno una console leggera, ho provato i Windows e sono rimasta dell'idea che per produrre con le daw da regia serve un pc muscoloso e fisso con due monitor grandi e impianto audio monitor serio, ma sul portatile, e io mi trovo spesso in situazioni "mobili", è il tablet la scelta migliore, e mi piacciono quei tablet che posso ricomprare con spese non esose, 10 pollici sarebbe il display ideale e qua l'unica scelta mi pare sia lo zenpad 3s di Asus, purtroppo con quella pesante e inutile zen ui, magari trovassi un attrezzo con le caratteristiche del mi pad ma da 10pollici e con interfaccia Android pura senza personalizzazioni del costruttore...

dgero83

Però con usb-c che alternative ci sono a basso costo?

wal

ma secondo voi uscirà la versione 10 pollici con windows 10 di mipad 3 come si vociferava? ce qualche informazione? mi ricordo di averla vista in "arrival notice" su siti tipo gearbest etc

Damiano

Ho gli stessi problemi con un mipad 2 che monta un z8500.. in teoria l'hardware è performante ma nell'uso quotidiano chiude applicazioni troppo presto ed è scattoso, disabilitando le ottimizziazioni miui qualcosa migliora ma si capisce che c'è qualcosa che non va (ed uso la rom europea..) è un peccato perché se fosse più ottimizzato è un tablet davvero ben fatto a livelli di iPad..

Tito73

Ma sti mediate. ..alla fine della fiera...come sono? Ad oggi non riesco a capire! Hellio 10 (htc uplay) bene in stand by ma se lo usi... Addio o quasi, questi con i cortex a72 exacore...non mi sembrano, vogliamo dire # en ottimizzati da xiaomi#? Ora spero che Helio 27 se no erro, sia buono in qualsiasi Condizione!

Francesco

Scrivete per lo meno che è una rom farlocca! Poi può andare più o meno bene, ma serve a fare chiarezza. Inoltre queste rom molto spesso danno problemi dopo un po' di tempo

Michele Curci

OT:Scusate ordinando da Gearbest con Spedizione Express di DHL da magazzini extraeuropei con l'opzione "Shipping Insurance" se si pagano i dazi doganali sono rimborsati da Gearbest?

Mister chuck revenge

É una rom cinese con l'aggiunta dei servizi google fatta passare per global da GB, ovviamente rimane una scorrettezza.

Vive

Peccato non sia la rom originale.

TomTorino

Il tablet costa finito 246 euro su gearbest. Con il codice sconto 230.
Tempo due mesi e sarà sotto i 200 euro. Non credo che con questa cifra si possa pretendere di più e condivido questa scelta. Con listini superiori ci sono validissimi modelli iOS che non esiterebbero a spazzare via lo xiaomi. Credo che xiaomi abbia posizionato il tablet nell'unica fascia in cui c'è spazio, la medio bassa.
valutiamolo per quello che è: un tablet da 200 euro che probabilmente riceverà molti affinamenti col tempo. Direi un ottimo acquisto nella sua fascia, niente di più.

tuccio

XIAOMI VI PAGANO POCCHISSIMO,
veramente niente !!!
MEGLIO SAMSUNG ???

[-Mac-]

E' Intel che ha abbandonato quel mercato, perciò non ci saranno più tablet di queste misure con intel.

GioB

non so se ordinare il cube o aspettare novità da parte di xiaomi, mi sembra strano che abbandonino i tablet con w10,prima o poi annunceranno qualcosa

alex

https://www. facebook .com/groups/xiaomimi5italia/ devi fare richiesta per entrare! Se il link non va prova a cercare "mi5 Mi5s" e lo trovi sicuramente

Giovanni

no, come si chiama il gruppo? grazie comunque!

alex

Sei nel gruppo Facebook dei possessori di mi5 e Mi5s? Io l'ho visto lì ma non me lo sono salvato scusa!

Giovanni

gentilmente sapresti mandarmi un link? grazie

Stefano Chiappero

grazie davvero

Mister chuck revenge

Ciao Stefano, ti consiglio il mi5 che é un top gamma ben supportato e con un design da urlo a circa 200 euro se la banda 20 non ti é indispensabile.

enrico

Better Call Saul <3

Sheldon!

In realtà il Tegra nel primo MiPad andava (e va ancora) che è una bellezza, i problemi erano MIUI e RAM (solo 2GB)

Stefano Chiappero

Mister, ti chiedo scusa per l'OT, ma dopo la dritta sul leeco lemax 2 con cui mi hai fatto contento per gli ultimi 6 mesi avrei piacere di chiedere un'altra consulenza, per favore. Sono un utente da telefoni 200-300 euro, che cambio solo per cedere il mio a fratelli/mogli/padre/amici e sono indeciso tra moto G5plus, A5 2017 e Mi5, ma accetto anche ulteriori proposte nel range. Premetto che ho già avuto Xiaomi, no problem con le rom (anche se non c'è più bisogno con le global in italiano). Non mi è indispensabile l'impermeabilità (ma è simpatica con l'arrivo dell'estate) nè la radio, nè la memoria, nè la banda 800 (anche se ammetto che incide più di quanto vorrei nel mio paesello), i 120 euro che separano Mi5 da A5 ammetto invece che mi fanno pensare. Uso prevalente foto (no video), qualche gioco e messaggistica varia. Cosa consiglieresti? grazie mille

alex

Si può ancora scaricare dal forum, sinceramente di bug non ne vedo e non ho ancora trovato una spiegazione chiara del perché la hanno ritirata.

Alessandro L

Io ho usato una wacom attiva e non mi aveva soddisfatto molto. Meglio di niente sicuro.

Giovanni

hanno ritirato la build per bug però, spero fixino il prima possibile

Gark121

Bah, io per scrivere su un ipad non ho avuto problemi. Chiaro, non è una Wacom, ma sticazzi. Cioè, è comunque meglio di niente

Mister chuck revenge

Interessante, merita un approfondimento.

Emilio Groppetti

Non mi risulta, se ne era parlato tempo fa qui su hdblog e un utente mi aveva confermato che non c'è un modello con supporto lte, infatti il modello con connettività cellulare dello zenpad 3s monta uno snap 650

Mister chuck revenge

Perché non fanno il modello lte?

Emilio Groppetti

Identica nel senso che, essendo questo un soc esclusivamente per tablet, non ha modem e quindi la connettività è pari a quella di qualsiasi altro tablet wifi.

Mister chuck revenge

Connettivitá identica? Sei sicuro? Efficienza energetica...non esiste alcun mtk in grado di eguagliare quella Qualcomm che peraltro ha modem di 3 spanne superiori e li ho provati tutti dalla A alla Z.
Non sono prodotti scadenti, semplicemente economici e non si possono pretendere miracoli.

Emilio Groppetti

Se ne sei convinto... Provalo e poi mi dici. La connettività è identica e l'efficienza energetica paragonabile (dati precisi è impossibile averne perché bisognerebbe analizzare il tipo di uso ed avere batterie uguali). Detto ciò se per qualsivoglia motivo, anche solo per simpatia, si preferisce uno snapdragon non c'è nessun problema, ciò che è sbagliato è l'equazione mediatek=prodotto economico/scadente

Mister chuck revenge

i benchmark contano come 2 di bastoni a briscola.
Nell'uso comune tutta la vita un qualcomm magari 625/652 con una efficienza ben superiore oltre a migliore connettività.

Nuanda

insomma, dalle me esperienze con le rom farlocche di gearbestiana memoria sopratutto lato batteria sono un disastro......comunque ogni dispositivo fa storia a se....però da il blog principale di tecnologia mi aspetterei che un professionista si accorga che sul terminale sia montata una rom farlocca...se no veramente chiamiamo Favij a fare le recensioni e facciamo prima......

CreXZor

Guarda io ho testato il tablet sia con la rom "farlocca" che la stabile ufficiale cinese, non cambia quasi nulla.

Stessi bug, stesse prestazioni, l'unica differenza sta nel fatto che la rom ufficiale non ha l'italiano e neanche il playstore.

Alessandro L

Su iPad, il palm rj c'é, ma si perdono qualche input ogni tanto, non sono affidabili come le soluzioni integrate.

Gark121

provate su cosa?
non sono entusiasmanti, a me basta che facciano palm rejection, è già più che sufficiente per prendere appunti. per disegnare no, ma per come disegno io, è meglio se continuo a farlo col CAD XD

Nuanda

Recensire il tablet con rom farloccona no dai.....non si può vedere, è pesantemente falsato il giudizio, almeno montateci una rom stabile ufficiale e rifatela.....

ObiWanSimone

Recensione fatta parecchio male e piena di inesattezze... io la rifarei fossi in voi..

Alessandro L

Provate, ma niente di entusiasmante, meglio i pannelli integrati.

Alessandro L

Idem, lo ho da un annetto, tutti gli altri non hanno senso.

Giuseppe

Aspetta hai capito male! Preferivo uno Snapdragon, ma questo processore si comporta benissimo!

Emilio Groppetti

Come ho già scritto da altre parti, se guardate i bench, questo mediatek va come e in alcuni test meglio del 652, basta guardare una recensione del galaxy tab s3 non mi ricordo se qui o su un altro sito in cui c'è nelle prove comparative...

Nuanda

bhe certo, non lo pregiudicano ma lo limitano.....un tablet non può funzionare solo come uno smartphone con schermo più grande, il software deve essere ottimizzato, altrimenti hanno poco senso proprio....

Emilio Groppetti

Perché non l'avete provato: nei benchmarks e nell'uso comune è al pari (minimo) di uno Snapdragon fascia media

Android

RECENSIONE Xiaomi Mi A1, IL best-buy di fine 2017

Android

Asus Zenfone 4 e Zenfone 4 Pro nella nostra anteprima

Android

Asus Zenfone 4 Selfie, Selfie Pro e Max: la nostra anteprima

Alta definizione

Zhiyun Smooth 3 è un piccolo gimbal con gran autonomia | Recensione