Foxconn pronta a pagare 27 miliardi di dollari per le memorie Toshiba

11 Aprile 2017 14

Confermando quanto emerso la scorsa settimana riguardo all'interesse dei grandi produttori Asiatici ed Americani nel rilevare la divisione Memorie Flash di Toshiba, arriva oggi un'ulteriore conferma direttamente dal Wall Street Journal. La testata giornalistica americana, infatti, ha confermato che Foxconn è in pole position con un offerta astronomica, ben 27 miliardi di Dollari.

Foxconn è un colosso tecnologico e finanziario e non bisogna dimenticare che è anche uno dei principali partner di Apple; Toshiba, invece, attualmente ha bisogno di liquidità, soprattutto dopo il fallimento della sua controllata Westinghouse Electric, azienda produttrice di reattori nucleari.

27 miliardi di dollari, quindi, sono un offerta a cui l'azienda giapponese non potrebbe rifiutare anche se i vertici aziendali non la vedrebbero di buon occhio a differenza, ad esempio, di un acquirente nazionale o al massimo statunitense.

Per Foxconn invece, i vantaggi sarebbero molti, partendo da un portfolio molto più ampio da offrire ai suoi partner (Apple in testa) e rafforzando ulteriormente la propria presenza a livello internazione, Giappone in primis. Non dimentichiamo, infatti, che lo scorso anno Foxconn ha acquisito anche un'altra importantante realtà come Sharp.

Non resta che attendere le dichiarazioni, o meglio, la decisioni che i vertici dell'azienda giudicheranno più adeguate.

Top gamma Samsung 2015 al giusto prezzo? Samsung Galaxy S6 è in offerta oggi su a 305 euro.

14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sagitt

Furbesco

roby

Chissà chi ci sta dietro a sta foxconn

yammocaccadblog

Straordinario

Maurizio Mugelli

ci sono forti dubbi sulla sopravvivenza di toshiba -anche- se vende le memorie....

il crack westinghouse e relative dichiarazioni finanziarie false e' troppo grosso

Paolo Giulio

Foxconn, miGliardi come spiccioli... beati loro... :-D

Aster

Il nuovo lenovo piglia tutto

ciro

Uff, mi tocca rilanciare.

Sagitt

da principale business di assemblaggio a produzione

Ezio

navigano nell'oro

CAIO MARIOZ

Il Taiwanese non aveva ancora fatto vedere i kmq delle sue tasche.
Con questo balzo al rialzo Foxconn vuole vincere la resistenza culturale Giapponese nel non voler vendere importanti asset nazionali ai cinesi, preferendo aziende giapponesi e americane

Simone

Con Foxconn...
Ci si son messe di mezzo anche Amazon e Google... Ed ecco qui

irondevil

io ero rimasto a 8 miliardi circa come siamo arrivati a 27?

Simone

Pare che ci sia competizione...
Se non ci fosse stata penso che gli sarebbero bastati 16-17 miliardi

artick82

io non ne capisco niente ma sicuro che valga tanto?

Confronto Fotografico tra 7 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Android

Recensione Xiaomi Mi 5c con processore Surge S1 e MultiROM

Hardware

Cube Mix Plus è il tablet Windows 10 che non ti aspetti: Core M3-7Y30 a 280€

Huawei

Huawei P10 Plus: la nostra recensione