Lenovo, dati fiscali trimestrali non positivi ma arrivano buoni segnali da PC e smartphone

16 Febbraio 2017 14

Lenovo ha presentato oggi i risultati finanziari relativi al terzo trimestre fiscale conclusosi lo scorso 31 dicembre 2016. Nonostante i ricavi abbiano subìto una contrazione su base annua di sei punti percentuali (12,2 miliardi di dollari) e il reddito netto sia crollato del 67% rispetto all’anno precedente fino a toccare quota 98 milioni di dollari, il CEO Yang Yuanqing mostra fiducia verso il futuro e soddisfazione per un lavoro di ristrutturazione nei segmenti PC, dispositivi mobili e data center che sta iniziando a vedere i suoi frutti.

L’utile lordo di Lenovo è calato di 15 punti percentuali su base annua fino a 1,6 miliardi di dollari, mentre l’utile operativo ha subito un calo del 64%, assestandosi a 138 milioni di dollari.

“Nonostante le incertezze macro-economiche in corso e i due nuovi business ancora in transizione, Lenovo ha ottenuti una solida prestazione nell’ultimo trimestre”, ha affermato il CEO. “Il nostro business dei PC rimane forte, il settore mobile ha fatto significativi passi in avanti, e i Data Center ora hanno un piano di miglioramento ben definito. Nonostante serva tempo per creare le competenze fondamentali in questi due nuovi settori, crediamo di poter raggiungere il punto di break-even ed una crescita profittevole in entrambi”.

Per quanto riguarda l’andamento dei singoli settori, Lenovo ha vissuto un terzo trimestre fiscale in cui sono stati venduti PC e tablet per un valore pari a 8,6 miliardi di dollari, +2% rispetto al Q3 2015 e +10,2% rispetto al Q2 2016. Il buon andamento è dovuto prevalentemente alla crescita del mercato USA, dove le vendite sono cresciute del 14%. Lenovo può vantare in questo settore un +4% rispetto all’intero settore, in cui la concorrenza ha invece sofferto un calo del 2%. L’azienda cinese rimane leader del mercato mondiale dei PC con un market share del 22.4%.

Anche il mercato dei tablet è in crescita (per Lenovo) con un +10% su base annua, così come il settore dei 2-in-1 (+91%), dei gaming PC (+71%) e dei Chromebook (+76%).

Si contano invece vendite per 2,2 miliardi di dollari nel settore della telefonia mobile (Moto e Lenovo), in calo su base annua del 23% ma in crescita di sette punti percentuali rispetto al trimestre precedente, probabilmente spinto dalle festività natalizie. Lenovo ha venduto 15 milioni di smartphone nel Q4 2016, registrando un +20% nelle vendite di smartphone brandizzati Moto.

Proprio riguardo il settore della telefonia mobile - che incide per il 18% sui ricavi totali dell’azienda - Yang Yuanqing si è espresso in modo categorico, spegnendo le voci secondo cui l’azienda sarebbe intenzionata ad esternalizzare l’intero business. “No, non è nei miei piani”, ha affermato il CEO. “Anche il settore mobile dovrebbe essere il nostro core business”. Lenovo si attende dunque che il business degli smartphone torni a contribuire alla crescita dell’azienda, specie dopo l’investimento di 2.91 miliardi di dollari sostenuto per l’acquisizione di Motorola nel 2014.

L’ultima nota viene dedicata ai server, alle memorie, ai software ed ai servizi forniti da Lenovo tramite il Data Center Group: in questo settore le vendite sono calate del 20% su base annua e del 3% rispetto al trimestre precedente.

L’intento di Lenovo è quello di proseguire il piano di trasformazione messo in atto, incrementando gli investimenti, proponendo nuove linee di prodotti e creando strategie e partnership sul mercato.

Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 359 euro.

14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Carlo

Grande!!!

Mirko

Lenovo suca

Giulk since 71'

L'ho avuto e ti assicuro che non è poi cosi grande, e ben ottimizzato, il problema maggiore e il peso ma con quella batteria è difficile fare meglio, l'autonomia è impressionante, con il mio uso facevo due giorni pieni e arrivavo alla sera del secondo giorno con un 25 per cento di autonomia residua con oltre 7 ore di display acceso, in uso continuativo superavi senza problemi le 10 ore di display acceso, ovviamente con tutto attivo ( bluetooh, wifi, nfc, gps alta precisione etc etc ) :D

Davide Genco

Mi sembra che però lo Zuk Z2 abbia venduto tanto

Mirko

Devono fare la fine che ha fatto microsoft con nokia per aver cancellato motorola e per il coraggio che hanno di vendere prodotti con il nome lenovo moto.

hot dogz

quoto, i pc gaming costano troppo e normalmente uno se lo fa da se.

vic3000

Si ma un po' grandetto e spesso. Doveva essere un 5.qualcosa non 5 e con più pubblicità era diverso. Mi piace quella batteria gigante

manu1234

esatto

DeeoK

Stessa opinione: i pc gaming hanno mercato ridotto, molti se lo fanno da sé e chi non può ha già diverse altre opzioni da aziende ormai specializzate nel settore.

Giulk since 71'

Peccato perché il p2 è un buon telefono

GianlucaA

smartphone -23%... Ci credo tutti i moto presentati fanno abbastanza schifo

manu1234

2 in 1 si, pc gaming saranno sempre una nicchia, per quanto si fondano con le console

Aster

C'è l'hanno fatta a diventare primi

phede86

In questo momento punterei forte sui 2 in 1 e i pc gaming che sostituiranno le consolle.

Confronto Fotografico tra 7 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Android

Recensione Xiaomi Mi 5c con processore Surge S1 e MultiROM

Hardware

Cube Mix Plus è il tablet Windows 10 che non ti aspetti: Core M3-7Y30 a 280€

Huawei

Huawei P10 Plus: la nostra recensione