Disney e YouTube boicottano PewDiePie per umorismo razzista. La risposta dello youtuber

17 Febbraio 2017 730

Aggiornamento 17/02:

PewDiePie ha pubblicato nelle scorse ore un video contenente la risposta alle accuse che gli sono state formulate. In sintesi, il noto youtuber da un lato ammette la battuta infelice e si scusa con gli utenti che si sono sentiti offesi dalle sue affermazioni, dall'altro non manca di puntare l'indice verso il Wall Street Journal.

L'atto di accusa proveniente dall'autorevole testata, suggerisce lo youtuber, dovrebbe essere contestualizzato nell'ambito del diffuso atteggiamento di ostilità dimostrato dai media ''tradizionali" nei confronti della sua attività e del suo successo.

Tutti i dettagli nel video riportato di seguito (nota: anche gli anglofobi possono conoscere in maniera dettagliata il pensiero di PewDiePie, attivando i sottotitoli in italiano, che risultano sufficientemente curati):

Post originale

Non è un periodo particolarmente felice per Felix Kjellberg, meglio noto su YouTube con lo pseudonimo di PewDiePie, il detentore dell'account con più follower al mondo (circa 50 milioni). In seguito a un'indagine condotta dal Wall Street Journal, in cui emergevano in alcuni suoi video riferimenti alla simbologia nazista e scherzi/battute di stampo antisemita, Disney ha annunciato di aver rescisso il contratto con lo YouTuber.

Disney e Kjellberg avevano relazioni commerciali attraverso Makers Studio, una società di supporto e sostegno logistico per gli YouTuber di cui PewDiePie era uno dei clienti più importanti.

PewDiePie ha rimosso tre dei video segnalati dal WSJ, ma ciò non è bastato a bloccare la reazione di YouTube. Stando a quanto riporta The Verge, la seconda stagione della serie originale Scare PewDiePie è stata cancellata, e il ventisettenne svedese è anche stato rimosso dal programma Google Preferred, riservato agli advertiser di maggior successo. YouTube ha anche rimosso gli annunci pubblicitari da alcuni video caricati dal canale, che comunque rimane perfettamente intatto e non è stato chiuso.

PewDiePie, nel frattempo, si è difeso dalle critiche spiegando che i riferimenti antisemiti e nazisti sono stati usati esclusivamente a fine umoristico. Purtroppo, come sappiamo, chi odia spesso non coglie, o non vuole cogliere, la differenza tra ironia e serietà, e questo episodio non ha fatto eccezione. Il Daily Stormer, una delle testate razziste più conosciute negli Stati Uniti, si definisce ora "il fan site numero 1 di PewDiePie".

Top gamma Sony al gusto prezzo? Sony Xperia Z5, compralo al miglior prezzo da Amazon a 373 euro.

730

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
xyzkkk

Infatti non esiste

Name

Sicuramente, su facebook trovai una pagina con delle vecchie pubblicità che oggi fanno ridere ma erano veramente razziste!

Danny #

Perplimere. neologismo del comico Corrado Guzzanti, usato per la prima volta dal suo personaggio Rokko Smitherson nei primi anni '90 - sarebbe il verbo di cui "perplesso" è participio passato, storicamente inesistente; composto di per intensivo plexus piegato, quindi inviluppato, confuso.

xyzkkk

perplesso NON è un verbo! Gnurant!

O_Marzo

Se continuo a dirti che non hai capito il commento potresti avere almeno l'impulso di rileggere.

B3rg3Ru5

quello sarebbe stato l'unico appiglio. Se non si tratta di bambini, non vedo quale possa essere il problema. Si presuppone che dai 16 anni in su, il cervello sviluppi doti tali da permettergli di percepire l'umorismo che si cela dietro una frase. Se non si è in grado, si hanno molto probabilmente dei problemi mentali, ergo: continuo a reputare stup1da la connessione tra incitamento all'odio e il video dello youtuber in questione.

O_Marzo

Ma chi ha mai parlato di bambini? Ancora non hai capito il mio primo commento

B3rg3Ru5

Resta il fatto che bisogna essere coscienziosi e in grado di distinguere tra cosa è giusto e sbagliato, cosa che un bambino non può fare. Quindi, la colpa non è dello youtuber che deve adeguare i propri standard al suo pubblico, la colpa è di chi non sa gestire il proprio stato famigliare permettendo ad un qualsiasi bambino di poter navigare indisturbato su Internet.

Mattia_Krav

Non andrebbe difeso nessuno dei due stati, sono marci e colpevoli da entrambi i lati. I palestinesi non sono mai stati né saranno mai dei santi, e la stessa cosa vale per la loro controparte ebraica. E fidati che per il palestinese ebreo e israeliano non sono 2 cose ben distinte ma sono la stessa cosa da eliminare (è come dire che palestinesi e musulmani sono due cose distinte per un israeliano).
Purtroppo quella è una terra difficile da sanare, e quando sento che nel 2017 la gente si giustifica con "Abramo ed Isacco" oppure "la terra del Profeta" capisco anche il significato di "terzo mondo" e "popolo inferiore"

Elias Koch

signori, non dimentichiamo che il matrimonio riparatore dopo lo s7upr0 era una pratica in voga in sicilia fino a 50 - 60 anni fa. Il rispetto che abbiamo adesso (che dovrebbe ancora migliorare, a mio avviso), non era in programma negli anni '50

O_Marzo

Un po' presuntuoso no?

O_Marzo

Ma chi ti ha parlato del singolo caso? Tutti sono costantemente influenzati soprattutto dai personaggi pubblici. Studi e studi sulla psicologia di massa, sulle pubblicità, dai semplici influencer sui social agli spot in tv, non si tratta di giocare a gta e andare in giro ad ammazzare la gente

B3rg3Ru5

https://uploads.disquscdn.com/...

B3rg3Ru5

Provato da cosa? "Bambino ammazza la madre perché non voleva fargli passare troppe ore davanti alle console. Giocava a GTA". Queste sono le prove a cui ti riferisci?

B3rg3Ru5

Mi sa che non lo hai capito nemmeno tu il tuo commento allora.

Mattia Righetti

Sicuramente, a ognuno la sua. Comunque il tema è complicato e non può essere affrontanto in un botta e risposta su HDblog.

O_Marzo

Fermo restando che è ampliamente provato che le persone si fanno manipolare o quantomeno influenzare dai media, i nuovi media sono questi ormai. Non hai idea di quanto ti bambini e ragazzi vengano influenzati da questi personaggi, non è questione di esser stup!di o meno. Resta comunque io fatto che hai travisato il commento.

O_Marzo

Sei tu che non hai capito il mio commento allora

Name

Ma davvero?! Mamma mia, senza parole!

stefano

quindi la mia opinione su un singolo argomento ti è bastato per capire il mio livello di intelligenza ?

wow tu invece sei uno troppo in gamba, anche se pensandoci stai facendo la stessa cosa che critichi ;)

IFrauzI

No l'intelligenza l'hai dimostrata con i tuoi commenti ;)

B3rg3Ru5

usi parole come "manovrabilità" e quindi lo stesso discorso potrebbe valere per videogiochi violenti o per qualsiasi pagina che fa black humor

Baronz

Se permetti è una visione un pò limitata, se per pewdiepie te ne puoi fregare altamente, quello che fa il presidente degli stati uniti può potenzialmente riguardare anche la tua vita.

boosook

Mah guarda, l'unico episodio di vero razzismo l'ho avuto in Danimarca (ho dovuto lasciare un ristorante dove stavo mangiando, l'alternativa era spaccare la faccia al cameriere e passare qualche anno in una prigione danese...). Ma non e' neanche giusto prendersela con un intero paese per l'episodio di un singolo. Adesso sono in Irlanda e qui sono tutti estremamente cordiali, poi il razzismo c'e' in tutti i paesi. Anche (e soprattutto) in Italia perche' sono convinto che qualsiasi straniero viva in Italia potra' testimoniare di episodi anche peggiori. In parte, la diffidenza per il diverso e' comprensibile. Lavoro in un ambiente internazionale, ci sono musulmani, gente dall'europa dell'est, gente che in Italia sarebbe disprezzata. Eppure sono tutte persone estremamente perbene. La mia critca al commento di asd555 era il fatto che e' vero, le differenze culturali esistono, sarebbe ipocrita negarlo, il problema e' quando tu non vai a giudicare la persona in se', ma quando giudichi a priori a partire da etnia, religione o sesso.

Stefano

Non noto differenze significative come tra un Cocker e un Chiwawa.
Anzi, troverai una significativa differenza di struttura fisica anche a parità di bianchi, gialli e neri.
Oltretutto si percepisce la tua ignoranza da come ti esprimi. Il colore della pelle non è sicuramente indicativo di una razza. Chi sono i neri? Tutti quelli con la pelle più scura della tua? Perché tra un egiziano, un etiope, un congolese e un sudafricano ci sono differenze somatiche importanti. E perfino tra i bianchi ci sono colori molto molto diversi.

Ansem The Seeker Of Darkness

Se le razze non esistono, come spieghi la differenza di struttura fisica (muscolare ed ossea) tra neri,bianchi e gialli?

k87

hai appena descritto MikeShowSha :D

il Gorilla con gli Occhiali

Pane e cipolla per PewDiePie...

ROOT

Non sono tanto d'accordo...

O_Marzo

Non ho capito da cosa hai dedotto questo a partire dal mio commento

asd555

Tempo fa leggevo che le femministe americane si lamentavano delle categorie uomo-donna alle olimpiadi.
Farei gareggiare le donne con gli uomini solo per farle rosicare.

asd555

Neanche, non seguo il calcio!

Stefano

Risparmiati i tuoi commenti da persona matura che ha capito come gira il mondo perché fai la figura del fesso. E tra l'altro dici delle mostruosità infarcite di una spaventosa chiusura mentale, per non dire peggio.
Si vede proprio che non hai mai girato il mondo tu caro mio. Frasi di questo tipo non sono accettabili: "Tali peculiarità permettono di sapere chi hai di fronte nella maggior parte dei casi. Le persone non rubano perché sono "nere". Semplicemente è una correlazione". Ah perché ci sono "razze" che rubano più di altre? Vatti a vedere i dati sulla criminalità poi ne riparliamo.
Ma poi chi è che difenderei io? Io ho solo detto che non ci sono razze umane. Ma ovviamente l'orecchio di un razzista sente subito quello che vuole sentire: al lupo! Al lupo! C'è lo straniero!

optimusconsul

*pol intensifies*

Passante

Non vuol dire che se c'è la gente di cui parli, allora vada bene pewdiewpie.

Passante

Sei un ragazzo. Tra 10 anni sarai uscito dalla campana di vetro in cui ti trovi, e vedrai che la pietà che vorresti nel mondo non esiste specialmente tra chi difendi. La razza non fa una persona, ma ne determina le peculiarità culturali ed economiche. Tali peculiarità permettono di sapere chi hai di fronte nella maggior parte dei casi. Le persone non rubano perché sono "nere". Semplicemente è una correlazione. Non si parla di colori, ma di causa ed effetto. E della tipica ignoranza che c'è OVUNQUE. Esistono persone che nella povertà e disperazione tipica della gente della propria provenienza (la quale a volte si può distinguere dal colore della pelle) che sono criminali violenti esattamente come ne esistono di "mafiose" in Italia o da qualunque altra parte nel mondo.

Passante

Sei del tipo che si può offendere solo parlando male della propria squadra del cuore? :)

Passante

Le persone che lo fanno sono stup ide esattamente come quelli che prendono in giro in Italia.

Passante

I peggiori sono quelli che non vedono differenze da nessuna parte. La più grossa di tutte è quella tra uomo e donna. Non si poteva inventare castroneria più grossa. Prova a trattare una donna come un uomo e diventi un criminale. Ma no invece, parità in tutto e per tutto senza distinzioni né logica. Questa è la nuova malattia.

Passante

Si potrebbe anche pensare che non fosse razzista la Disney, ma chi ha tradotto i dialoghi.

Kamgusta

E' il loro modo per dire "noi non c'entriamo un ca22o, prendetevela solo con lui", una volta finito il polverone gli ripristinano il contratto e amici come prima.

B3rg3Ru5

quindi chi fa black humor è una persona pericolosa?

Volpe

Concordo :)

stefano

ah cavolo!!! la quantità di follower è il nuovo test di intelligenza...

non ci tengo ad essere seguito, grazie ;)

stefano

non avevo nessuna intenzione di costruire nulla

Elias Koch

condivido

Stefano

Che ridere.

IFrauzI

E cosa è secondo te? Lo hai mai visto un suo video? Certo non è un comico professionista ma non fa video culturali dove improvvisamente inizia ad offendere la gente, la maggior parte dei suoi video sono comici o comunque non seri.

italba

Insomma, "rivelate false"... Diciamo che se non fosse stato ricco e famoso probabilmente starebbe ancora in galera (e magari con questo gli avrebbero salvato la vita), negli USA funziona così

ilTuoPappone

Con la differenza, non di poco conto, che PewPieDie non è un comico.

Asus

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

LG

Video anteprima LG Q6: da agosto in Italia con display 18:9 Full Vision

Android

RECENSIONE Wiko Wim, doppia fotocamera e Snapdragon 626

Games

Metroid: Samus Returns, la nostra anteprima