XPLOVA X5: GPS per BICI con "Action CAM" integrata | Recensione

04 Febbraio 2017 17

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il marchio Xplova, adesso di Acer, potrebbe essere sconosciuto a molti. Si tratta di un brand che realizza prodotti per lo sport e che ha commercializzato in alcuni mercati, Xplova X5, un GPS per bici molto interessante e con Action Cam Integrata. Xplova X5 arriverà la settimana prossima ufficialmente in Italia anche se è comunque acquistabile nel nostro paese da un paio di mesi.

Caratteristiche Xplova X5

Serve avere un GPS quando andiamo in bicicletta? La domanda potrebbe essere banale ma se siete persone che amano fare percorsi lunghi senza conoscere in modo dettagliato sentieri e strade, sicuramente un GPS aiuta. Xplova X5 è dunque una buona soluzione e ha diverse frecce al suo arco, non tutte però ben appuntite.

Prima di tutto partiamo dalle caratteristiche tecniche:

Display Resolution 3-inch, Transflective color LCD display
Display Resolution 240 x 400 pixels

Water Rating IPX7(Max. 1 m under water for 30 mins)
Video Camera/Spec. 120 degree wide-angle camera with HD 720P@30fps
Internet Connection 3G ; Wi-Fi
GPS High sensitivity GPS satellite signal receiver chip
Recording frequency/total recording capacity: Every second/with preloaded Taiwan map data: 500 3-second videos or 10,000 hours of tracking
SIM card slot(s)/communication band(s) 3G Micro SIM, Band 1 (2100 MHz) & Band 2 (1900MHz)
Map Supports OSM maps and 10,000+ routes for free download at Xplova.com
Size and Weigh 110 x 62 x 23 mm, 120g
Battery type/battery capacity/battery life Rechargeable Lithium battery/1500 mAh/approximately 12 hours (3G/Wi-Fi/Backlight off; GPS 3D-Fixed)
Input 5V Micro-USB
User Interface English, Traditional Chinese
Built-in Sensors Temperature, Barometric altimeter, Ambient light
Support ANT+ HRM Chest Belt, Speed Sensor, Cadence Sensor, Combo(speed&cadence) sensor XA-CS2, Power Meter
Package Xplova X5, Extended Holder, Micro-USB Cable, Quick Start Guide, Warranty Card
Special function Route download, Smart Sign Guideance,Group Ride, Unique dashboard interface, Smart Video, 3G and WiFi communications, Ride Data Log Live Display, Ride Records management, Live Tracking, Group Ride Tracking, Smart Editing, Cloud platform, Join in activities, Social Media Sharing, Live Video Sharing ... and more.

Come potete leggere, X5 offre un set di specifiche interessanti ma non top di gamma o in grado di catturare l'attenzione. La risoluzione del display, la risoluzione della fotocamera e la connettività non fanno sicuramente gridare al miracolo ma, per la tipologia di prodotto, siamo davanti comunque ad un dispositivo completo.

Come va Xplova X5

L'approccio iniziale con Xplova X5 non è certamente dei più semplici. Se non siete utenti appassionati di tecnologia, questo non è il prodotto che fa per voi. Alla prima accensione avrete un'interfaccia semplice, chiara e pulita, mostrata attraverso un display transflective in grado di essere visto bene in qualunque condizione di illuminazione.

Il Touch screen si dimostra subito comodo, non particolarmente reattivo e sensibile ma, fortunatamente, sono presenti comodi tasti laterali per l'interazione con la UI principale divisa in 4 schermate ed in grado di mostrare tutte le informazioni sul percorso, velocità, tempo, pedalata, battito cardiaco (se avete i due sensori) e ovviamente la mappa GPS.

I tasti fisici hanno però un "difetto". Sono molto duri e se state pedalando difficilmente riuscirete a premerli con facilità. Nel mio caso, utilizzando dei guanti sottili, non riesco ne a usare lo schermo touch, ne a premere i tasti se non fermandomi o andando molto piano.

Tornando alla UI, ci si accorge subito che la base del software è Android in una versione personalizzata che permette di accedere ad alcune impostazioni Xplova ma non al sistema Android classico. Tutto è pensato e studiato per la bicicletta e l'intento dell'hardware è quello di riuscire ad offrire tanta autonomia e funzionalità complete.

Lato autonomia Xplova X5 soddisfa pienamente e sarà impossibile scaricarlo prima di fermarvi per la fatica. Ottimo quindi anche per fare lunghi trekking e intere giornate in giro per le montagne.

Non proprio perfetto invece lato funzionalità. Ci sono infatti alcune cose che non mi sono piaciute pur riconoscendo l'idea interessante del prodotto. Prima di tutto l'interfaccia non è immediata e semplice e diventa difficile la gestione di Xplova tramite web, necessaria anche solo per visualizzare il nostro percorso o caricare nuovi itinerari.

Se il device è localizzato in Italiano, altrettanto non si può dire per la parte Web che, sfruttando Google translate, va necessariamente utilizzata in Inglese.


Purtroppo l'interfaccia tramite browser è fondamentale e vale il 50% del prodotto. Familiarizzato comunque con l'inglese, i dati che sono caricati in automatico tramite cloud una volta connesso Xplova alla rete, sono precisi, efficaci e affidabili. Inseriti in aree dedicate, ci permettono di avere un'idea molto chiara del percorso che abbiamo fatto, delle salite affrontate, della temperatura e della nostra velocità oltre alle informazioni sulle calorie e, con i sensori a parte, anche la cadenza ed il battito cardiaco.

Purtroppo ci scontriamo nuovamente con l'interfaccia scarna in tutte le funzionalità utili per un prodotto di questo tipo. L'editor dei percorsi è acerbo, poco intuitivo, la localizzazione è sempre su Taipei, non sono presenti percorsi precaricati a livello Italiano e pochissimi in Europa e dunque ancora il lavoro da fare è tanto.

Fortunatamente si possono caricare percorsi tramite PC in formato .gpx, o .tcx, facili da trovare in rete nelle varie community di appassionati.


Una volta compreso il meccanismo, riusciremo a avere la nostra mappa caricata sul web e la sincronizzazione di questa sul nostro device Xplova X5. Purtroppo, anche in questo caso, riuscire a lanciare la navigazione per il percorso precaricato non è intuitivo neanche tramite touch screen ed è necessario fare molti passaggi e tap prima di arrivare alla navigazione "vera". Mettiamo le virgolette in quanto manca la voce guida che ci indica le svolte e, purtroppo, se vi muovete sulla mappa, il GPS non tornerà nella posizione in cui siete automaticamente, ma dovrete cliccare sull'icona del posizionamento. Una scelta poco smart dato che l'utilizzo dei guanti in bicicletta è molto diffuso, sopratutto per chi fa trekking e mountainbike.



Va comunque sottolineato che, una volta in marcia, difficilmente interagirete spesso con Xplova in quanto sarete intenti a pedalare e non certamente a cliccare l'interfaccia. Il Display e l'autonomia ottimi fanno poi la differenza e con un'occhiata riusciremo sempre a capire dove andare.

La mappa viene gestita da OSM e ha una grafica chiara ma non paragonabile a Google Maps. Per certi versi sembra di fare un passo indietro nel tempo ma è altrettanto vero che sentieri, percorsi e stradine sono gestiti molto bene dal sistema.

Action Cam: non proprio...

Xplova X5 ha una fotocamera nella parte anteriore e, grazie al supporto a braccio solidissimo, è davvero molto stabile anche in condizioni difficili con percorsi accidentati (paragone fatto con Hero 5 Black a parità di fissaggio manubrio).

Purtroppo la risoluzione, tipologia di lente e qualità obbiettivo sono un limite notevole. L'audio registrato è sufficiente ma l'adattamento alla luce, il cambiamento tra sole e ombra, la risoluzione stessa e la gradevolezza dei video sono inferiori anche a quelli di un'action cam ultra economica. C'è però un vantaggio: Xplova X5 permette di registrare automaticamente i video in base alla pedalata, battito, velocità, pendenza e altri parametri selezionabili dalle impostazioni.

È sbagliato dunque considerare la fotocamera di Xplova come una vera e propria Action Cam ma va ritenuta più un sistema di Highlights che vi permetterà di avere un riassunto in video della vostra uscita senza doversi preoccupare di nulla.

La scelta viene confermata anche dal limite di 9 secondi massimi per i video (3,6,9 sec.). A fine giornata avrete dunque tanti piccoli video degli eventi più interessanti che potrete unire per realizzare un mini riassunto visivo. Idea gradevole, qualità non all'altezza del prodotto.

Ovviamente la registrazione potrà essere effettuata anche manualmente premendo il tasto rec sulla parte frontale del prodotto.

Xplova X5 vs. soluzione ultraeconomica

Se Xplova è un prodotto interessante a livello concettuale, ho voluto fare un confronto diretto con una soluzione economica, o meglio, con un pacchetto di prodotti che costa circa 1/10 di Xplova.

Ho quindi affrontato molti percorsi utilizzando Xplova X5 e il mio smartphone con Runtustic Bike Pro (5€) e una Action cam da 40€ oltre ad un supporto da bici da 7€. Xplova si è chiaramente dimostrato superiore permettendomi di avere dati molto più precisi per altezza, calorie e temperatura (non presente sullo smartphone).


Dati da Xplova:

  • Distanza totale: 30.61 km
  • Ascesa: 794 m
  • Discase: 782 m
  • Velocità Media: 16.63 km/h
  • Velocità Massima: 43.85 km/h
  • Calorie bruciate: 1268 Kcal

Dati da Runtastic:

  • Distanza Totale: 31.06 km
  • Ascesa: 768 m
  • Discesa: 731 m
  • Velocità Media: 17.83 km/h
  • Velocità Massima: 42.47 km/h
  • Calorie: 567 kcal

Come vedete i dati sono diversi ma lo scarto tra i velocità è molto piccolo per un'utilizzatore amatoriale. A conti fatti Runtastic utilizzando il GPS dello smartphone è preciso quanto basta per avere un'idea realistica del percorso, Xplova avendo più sensori oltre al GPS, permette di avere dati più esatti e informazioni maggiori che vedete nelle schermate.

Conclusioni

Come avrete intuito ha utilizzato davvero tanto questo Xplova da dicembre ad oggi e ho cercato di sfruttarne ogni aspetto per capire se davvero i circa 400€ necessari fossero giustificati. Da dicembre ad oggi il prezzo è calato di 100€ per la versione che ho io, ovvero quella senza sensori aggiuntivi che ha un costo di 100€ superiore.

L'idea è ottima, la realizzazione del prodotto anche ma manca tutto l'ecosistema software a corredo e di qualità, oltre che adatto al nostro mercato. Un prodotto non ancora pronto fino in fondo e che, considerando il prezzo, dovrebbe avere un hardware migliore, sopratutto per quanto riguarda la parte video. Ormai siamo tutti "social" dipendenti e il 1080p a 30fps è il minimo sindacabile a patto di avere un'ottica di qualità almeno sufficiente.

Xplova X5 mi è piaciuto come strumento, la possibilità di connettersi con altri ciclisti e vedersi sulla mappa può essere utile, ma per l'amatore e il ciclista occasionale, avere dati abbastanza dettagliati e video del nostro giro è possibile spendendo 50€ e utilizzando il proprio smartphone.

Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 439 euro.

17

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
checo79

bello, messo li così però durerebbe gran poco

iNicc0lo

1 scritto nell'articolo vedi scheda
2 scritto e detto nel video trovi anche i formati e parlato dell'editor
3 strava non ho provato ma non mi pare si possa

anddrea

mancano parecchi dettagli che non avete recensito o forse sono stato disattento io
1) ha un altimetro barometrico?
2) è possibile caricare mappe customizzate?
3) ha segmenti strava?

iclaudio

ba ...diciamo che se esporti un prodotto e te lo vuoi fare pagare devi dare per prima cosa un supporto almeno la lingua...altrimenti cosa mi fai pagare? ....se si vogliono distaccare dalla cineseria che uno piglia sulla baia qualche cosa devono fare altrimenti 400 euro sono davvero tanti per non parlare delle caratteristiche della cam
direi magazzino ...altro che scaffale

Matteo Ronchi

...ma scaffale duro

punk3r

Belli i guanti

Dav Baz

Inutile...chi li usa veramente sta su garmin o polar...parlo da ciclista...

Luca Nucci

Concordo, inutile e costoso. Action cam da 9 sec ? Inutile....Chi vuole un prodotto del genere sceglie Garmin Edge, per tutti gli altri come me c'è fascia cardio bt, Android montato sul manubrio e strava, endomondo etc. Minima spesa massima resa.

Pirata

Ci sono troppe app bellissime per smartphone che fanno di meglio, basta portarsi dietro una batteria usb!! Io uso il quad-lock per iPhone (che ormai è impermeabile) e mi trovo benissimo!!

maxdelay

450 EURO? brevi video?
scaffale
secondo me una cosa che troppi sottovalutano sono gli stabilizzatori. sono fondamentali e devono essere il top

Lucente

Non vedo l'ora che torni il bel tempo per tornare a pedalare!

Timos

Si inserisce in una categoria dove Garmin la fa da padrona. Per quella cifra è una pazzia preferire questo cumputerino anziché edge 1000 che io uso. Parliamo di 2 mondi completamente differenti. Ne venderanno pochissimi.

KeePeeR

bah, tu sarai il quarto, io rimango con il mio sport preferito LA PIZZA :P

dario

ahahah sì anch'io leggo tutti gli articoli fitness senza praticarlo! :D

dario

troppo di nicchia e troppo prototipale... decisamente non vale 400 euro, anche se l'idea, per il ciclista professionista, sviluppata in una versione 2.0 rinnovata in hw e sw, potrà valerne la pena.

LaVeraVerità

Non è vero, lo sto guardando anch'io che non vado in bici. Di solito anche a leggere solamente un articolo che parla di fitness, la panza mi diminuisce di 2 cm.

KeePeeR

Prodotto troppo di nicchia, saranno in 3 in tutto che guarderanno questa recensione

Android

MEIZU M5 NOTE: banda 800MHz e batteria da 4000mAh | Recensione

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report

Samsung

Samsung Galaxy A3 2017: piccolo, elegante e potente | Recensione

Alta definizione

Bowers & Wilkins P7 Wireless, le cuffie Hi-Fi più comode | Recensione