Facebook Journalism Project, nasce il giornalismo social

11 Gennaio 2017 81

L’attenzione di Facebook verso la diffusione - e condivisione - di notizie di qualità si sta concretizzando sempre di più, e ne è una prova l’annuncio dato oggi di un nuovo e ambizioso progetto destinato a dare al giornalismo una connotazione social.

Facebook Journalism Project è la nuova piattaforma lanciata da Zuckerberg con l'intento di fornire informazioni sempre più dettagliate, interessanti e veritiere da poter poi condividere con i propri contatti.

L’obiettivo consiste nel creare un legame sempre più forte tra Facebook e l’industria dell’informazione, creando un nuovo ecosistema fatto di collaborazioni tra giornalisti, partner commerciali ed educatori.

Tre sono i punti su cui Facebook intende sviluppare il proprio progetto:

1. Sviluppo collaborativo del prodotto

Il lavoro congiunto di più persone permetterà di stabilire un percorso condiviso con tutti i partner fin dalle fasi iniziali. In tal senso verranno sviluppati nuovi formati di narrazione per attirare sempre più persone, con l’aiuto ad esempio dei Live, delle immagini e dei video a 360 gradi e degli Instant Articles. Un esempio è l’imminente sviluppo di modalità che consentiranno alle testate giornalistiche di mostrare storie multiple ai propri lettori tramite gli Instant Articles.

Un secondo aspetto riguarda le notizie locali: la collaborazione con i partner permetterà a Facebook di potenziare questa tipologia di notizie, particolarmente apprezzate dagli utenti. Inoltre Facebook dovrà essere in grado di sviluppare e sfruttare i modelli di business emergenti, tra cui l’accesso alle notizie tramite sottoscrizioni. In tal senso è in fase di test una collaborazione con la tedesca Bild.

Verranno poi organizzati nuovi hackaton in cui ingegneri e sviluppatori potranno interloquire, nonché incontri con i partner commerciali che si terranno in tutto il mondo, incluso il Perugia Festival of Journalism in programma questa primavera.

2. Formazione e strumenti per i giornalisti

A fianco della classica formazione già in atto, verranno sviluppati nuovi corsi in e-learning sui prodotti, sui servizi e sugli strumenti di Facebook. Le best practices verranno poi discusse regolarmente con i giornalisti di tutto il mondo. CrowdTangle, lo strumento per la misurazione della performance sociale delle storie e per l’identificazione degli “influencer” da poco acquisito da Facebook, sarà accessibile gratuitamente da parte di tutti i partner, offrendo così un’ulteriore opportunità per lo sviluppo di nuove idee.

Anche Facebook Live giocherà un ruolo importante all’interno di questo progetto: esso verrà utilizzato per riportare e scoprire nuove notizie in modo tempestivo. In più, a partire da oggi è stata introdotta la possibilità di nominare specifici giornalisti come contributori alla Pagina degli amministratori, permettendo loro di accedere alla pagina aggiungendo materiale per conto dell’amministratore.

Infine, Facebook cercherà di sostenere il ruolo di coloro che, anche casualmente, riportano tramite immagini e video uno specifico avvenimento. I testimoni oculari giocano oggi un ruolo fondamentale nel giornalismo, ma nel contempo le informazioni da loro fornite devono essere verificate e tutelate dal punto di vista etico. Per questo motivo Facebook fa parte del First Draft Partner Network, gruppo di piattaforme e editori che lavorano insieme per la definizione di regole comuni.

3. Formazione e strumenti per tutti

Facebook non si impegna solamente a sostenere i giornalisti, ma anche i propri utenti al fine di fornire loro i migliori strumenti per accedere alle notizie. Per ottenere contenuti sempre più interessanti, il social network lavorerà in collaborazione con giornalisti, educatori e ricercatori per promuovere progetti di “news literacy”, volti ad aiutare gli utenti a distinguere le notizie vere da quelle false e a selezionare le fonti più autorevoli.

Non mancherà neppure lo sforzo per il contenimento delle notizie false: il lavoro di squadra con i partner dovrà portare ad una minimizzazione di questo rischio.

Tutte le iniziative in programma sono disponibili a questo link.

Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 349 euro.

81

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
tyrion94

grazie del consiglio!!!! grazie alla tua spiegazione mi sono registrato al Sacro Blog e voterò gli Onestissimi alle prossime elezioni! grazie davvero!!!!

Babi

Ti consiglio di rivedere un po' le tue idee e di guardare un po' più in faccia alla realtà...anche perché saresti comunque in controtendenza visto che ormai i migliori cervelli sono partiti!

carlo

E allora ti meriti lo schifo che abbiamo..

tyrion94

Emigrerei

Babi

Fossero vere le tue parole...

tyrion94

M5s al 70% netto alle prossime elezioni

Aster

Il problema e che quello non "laureato" o con un collège di un paese sperduto negli USA viene in Italia e tutti a sbavare,se va un italiano laureato negli USA fa fatica

Aster

Il nr chiuso crea un primo filtro,non e lui che impedisce al povero di iscriversi, tanto il rico va in Romania o Albania un anno o due poi torna o fa un anno di biologia,come fanno i greci vengono qui con le quote per stranieri e poi si trasferiscono in Grecia,un povero ci pensa due volte pagare 10 anni di tasse al università (vecchio ordinamento) che poi era nuovo alla mia epoca non si capisce bene;)più la famiglia spinge per certi mestieri,più le donne un po prevenute visto che e un po lungo e un lavoro con turni e se sei mamma non e il massimo

Aster

E no tu sei con trump e la destra devi stare nel tuo orticello non in giro per l'Europa;)

Aster

Non c'entra il nr chiuso con blocco esami,se non passi tot esame non puoi dare l'altro,tipo se non dai istologia non puoi dare anatomia o chimica con biochimica

Azzorriano

Cioè dovrebbero vietare di associare Facebook a Informazione e Giornalismo per crimine contro l'umanità!!! Altro che questi progetti ;-)

Andrew23

Fissazioni e ragionamenti gretti. Combo XD

M_90®

hahaha lo stesso discorso che mi dicono pure i miei :D però io sono molto testardo, nella mia vita ho quasi sempre deciso con la mia testa cosa fare, e su questa cosa sono abb convinto per il momento.

Danny #

Più che altro ha le sue fissazioni :D

Andrew23

Ma lascialo perdere. A volte (fin troppo spesso) fa dei ragionamenti di una grettezza disarmante...

Danny #

Se entri nella scuola pubblica hai fatto 13, fidati.
Poi il privato lo fai lo stesso, il pomeriggio saresti liberissimo ;)

M_90®

questo lo sperano i miei, io no invece. vorrei stare nel privato, poter cambiare posto ogni tot anni, fare esperienze diverse, ambienti diversi. la scuola italiana a me non piace, l'uni mi piacerebbe di più, ma la scuola in italia è fatta malissimo per come l'ho vissuta io e per come la penso io, non credo che riuscirei ad adattarmi.

Danny #

Tu vuoi entrare nell'insegnamento immagino.

M_90®

infatti dovrebbero essere tutte a numero chiuso, altrimenti fai la fine di giurisprudenza e economia, dove ci vanno in tanti, ne escono in tantissimi e non lavorano perchè sono troppi. comunque per medicina si sa, ma come anche ad esempio diventa prof la stessa cosa, accedono persone che con quei quei lavori importantissimi non ha nulla a che spartire.

Danny #

P.S. io iniziai che facevo le superiori ancora... licenza media. Non so quanto fosse legale la cosa ma la facevo :D

Danny #

Perché della cultura del nostro paese? Ci hanno provato in tanti, alcuni -molti- validissimi. Non ce l'hanno fatta, loro sì. E li conosco e sono delle grandiose teste di cazz0.
Uno è un totale rimbambit0, forse un po' minorato mentale (anzi, di per certo) ma entrambi i genitori sono medici e lui sta lì, a medicina.
Fa un esame all'anno quando gli va bene ma è lì, e svolgerà la professione, un giorno. Povero chi gli capiterà.
Questo è il numero chiuso che conosco io.
Infine, se vuoi il numero chiuso, TUTTE le facoltà devono diventare a numero chiuso, non la soluzione di mezzo attuale.

Danny #

No no, il giornalista pubblicista è colui che ha collaborato per una testata per 2 anni in modo continuativo e ha ricevuto il tesserino. Gli articoli vengono visionati e l'editore effettua dei versamenti annuali. Il pubblicista però non è ancora propriamente iscritto all'albo.
Il giornalista vero e proprio invece segue un iter più lungo, supera un esame molto duro (non so quanto efficace ma tant'è) e il giornalismo diventa per lui l'unica fonte di reddito (o meglio, la principale).
Per il pubblicista, invece, è il contrario.
Per svolgere entrambe le professioni basta il diploma, anche se è evidente quanto una laurea ti dia una spinta in più.

Simone

L'ho scritto, ho sbagliato a quotare, stavo facendo altro ed ho combinato un casino.

M_90®

nun vuò sapè nient squak, fai sord a palat :P

M_90®

questo è un problema della cultura del nostro paese, che non è presente solo all'uni ma anche in tanti altri ambiti. ma in se la soluzione del numero chiuso per me rimane giusta.

Squak9000

l'Italia è casa mia.... in cruccolandia ci passo il 14....
ma capirai ci sto mezza giornata...

Danny #

Io no, sinceramente.
Guarda, ti dico una cosa, statisticamente irrilevante eppure... conosco circa 20 studenti che frequentano medicina.
Sai, tra questi, quanti non sono figli di professionisti (soprattutto medici ma anche avvocati ed ingegneri)? 1.
Una sola ragazza, su 20 persone, è figlia di 2 poveri contadini che faticano per arrivare a fine mese.
Il numero chiuso non è una soluzione, è solo un palliativo.

Simone

Io non lo ricordo benissimo, mi pare che esistano due categorie, quella di giornalista pubblicista e quella di giornalista professionista, per la prima non occorre la laurea, per la seconda sì?

Danny #

Mentana non è laureato ma è iscritto all'albo.
Tecnicamente lui ha scritto che deve essere giornalista ed iscritto all'albo; Mentana rientra in questa categoria. Il punto è che forse non sa come si diventa giornalisti :)

Danny #

Io che c'entro? :D Lo conosco a mala pena e ci ho pure litigato :)

Simone

Viscardi mi bannò dal suo sito perché gli feci notare che aveva sbagliato un congiuntivo, altro che "dizionario spettacolare", forse ti sei fatto abbindolare dal "volume rocker", anche il suo inglese lascia a desiderare... Poi, che abbia un timbro di voce radiofonico non lo metto in dubbio, del resto è il suo mestiere...

M_90®

sa gestire il tono veloce spettacolare, e sa gestirlo, sa cambiarlo come vuole. eh si, è un piacere ascoltare il suo "italiano" .

M_90®

ma non stavi in cruccolandia? sei tornato in patria?

Danny #

Fa il giornalista in radio immagino. Quindi il giornalismo è la sua primaria fonte di reddito :)
P.S.: no ma a che serve studiare le materie "inutili"!1, ma sia mai! Ormai tutti bravi!
Poi ci bagniamo quando ascoltiamo uno che sa parlare bene :)

Squak9000

ragazzi.. ci sono certe parti d'italia che non si possono raggiungere in altro modo....

Simone

Su questo non lo so, ci sono sempre tanti scandali ed è difficile trovare dei criteri univoci per la valutazione dei candidati.

M_90®

sicuramente, come ad esempio io sono assolutamente favorevole ai corsi a numero chiuso all'uni.

Simone

Io a molti loro negherei proprio l'accesso ad internet...xD

Simone

Il medico no, ma altri mestieri sì, non c'è preclusione, se non hai una laurea ma dimostri di essere capace puoi aspirare a lavori che qui ti sarebbero preclusi. Anche in Italia un tempo si parlò di eliminare il valore legale della laurea, io sono contrario, non perché sia laureato, ma perché già così la meritocrazia non esiste, figuriamoci se si può fare a meno anche del titolo di studio...

Sungfive52

Da qui https://uploads.disquscdn.com/...
A qui https://uploads.disquscdn.com/...

momentarybliss

uno dei problemi di fondo dovrebbe essere proprio la protezione dei meno acculturati dalle fake news

M_90®

" In molti Paesi la laurea non ha valore legale, figuriamoci l'iscrizione ad un albo, una roba ormai tutta italiana." ma che dici? anche negli USA ad esempio esistono gli albi, chiamati "licenze": i dottori dopo la laurea ne devono avere una, idem gli avvocati e così via, gli stessi settori che richiedono l'albo qui ce l'hanno anche negli altri paesi. non ho mai visto o sentito, in nessun paese al mondo, che uno possa fare il medico, avvocato, ingegnere e tutti i lavori che si basano su indirizzi accademici, senza una laurea.

Giuseppe Crescenzo

Tanto feisbuc da visibilità bassa (o sborsi) quindi inutile

Simone

Il tuo ragionamento in teoria sarebbe condivisibile, in pratica non lo è per niente. In molti Paesi la laurea non ha valore legale, figuriamoci l'iscrizione ad un albo, una roba ormai tutta italiana. La rete è globale, non si possono imporre limitazioni simili, il lettore dovrebbe avere un grado di istruzione sufficiente per comprendere la veridicità di ciò che legge, insomma, il problema sono gli analfabeti funzionali e il loro diritto di voto.

M_90®

asp non capisco il fatto del reddito: ad esempio il visca lavora alla radio e fa il bloggher in ambito tecnologico(a me piace molto quando parla, sa usare la voce e ha un "dizionario" spettacolare, oltre che a conoscere varie lingue, ed è giornalista iscritto all'albo).

momentarybliss

purtroppo c'è chi erroneamente vede nella diffusione incontrollata di informazioni e false notizie la "libertà del web". una bella regolamentata invece è diventata necessaria, del resto, come giustamente sottolinei, scrivere su un sito o un blog non è diverso da pubblicare su una rivista o un giornale

Danny #

Più o meno.
Per poter prendere il patentino da pubblicista devi scrivere un tot di articoli per due anni per una redazione... il punto è che prima di prendere questo patentino (che attenzione! non ti porta ad essere giornalista) scrivi da signor nessuno e cmq per un giornale.
Io l'ho fatto.
Tecnicamente devi essere anche retribuito ma lasciamo perdere, è già molto se pagano i versamenti e le tasse. Lavori in nero sempre.
Per poi poter diventare giornalisti veri e propri il procedimento è ancora più lungo con esame/pagliacciata finale e cmq se fai il giornalista non puoi avere altre fonti di reddito come principali (ad esempio gourmet non avrebbe potuto scrivere qui).

momentarybliss

spero che i quotidiani e i media non prendano nemmeno in considerazione questo progetto. facebook è la rovina del web, auspico che prima o poi i post pubblicati saranno visibili esclusivamente agli amici, così come i commenti, e che anche le istituzioni e personaggi politici la piantino di usare questo social network per fare annunci e dichiarazioni. ci manca solo che zuckerberg metta le sue manacce anche sulla libera informazione

M_90®

fino a quando si è della stessa "categoria", con gli stessi titoli, con le stesse basi, ci sta che uno è più bravo e l'altro no, come un chirurgo che può essere più bravo di un altro collega. ma quando si parla di categorie esattamente opposte, dove da una parte c'è la cultura, la preparazione ecc e dall'altra c'è solo "la passione" (per dirla in modo semplice), per me c'è un chiaro problema da risolvere( e ti parlo per esperienza personale).

Danny #

Sto per sentirmi male. Quanto vorrei che sprofondassero negli abissi loro e la loro .Inc di merd4.

Android

HTC U11, la nostra recensione

Oneplus

OnePlus 5: LIVE batteria + DASH Charge | Fine ore 20:45

Oneplus

Recensione OnePlus 5: lo smartphone Android più potente

Android

HTC U11: Live Batteria | Finito ore 20.30