Un gruppo di micro-robot da 17g traina un'automobile da 1800 kg

15 Marzo 2016 28

La forza di traino per i robot non è data dalla loro sola potenza meccanica, ci sono tanti ricercatori che invece hanno focalizzato il loro interesse sull'aderenza alle superfici per un perfetto ancoraggio prima dello sforzo. In tanti ricorderanno, ad esempio, il piccolo esemplare realizzato alla Stanford University in grado di trainare sul piano oggetti 2000 volte più pesanti del proprio corpo; un risultato ottenuto grazie ad un 'movimento a bruco' e un'ottima aderenza su qualsiasi superficie.

Al Biomimetics and Dexterous Manipulation Laboratory (BDML) sono andati ancora oltre e realizzato che un simile approccio, associato al lavoro di gruppo, permette ai cosiddetti robot 'microTug' di trainare anche l'impensabile. Uno degli studenti del BDML che ha partecipato alla realizzazione di questi super esemplari ha provato a fare una comparazione in scala per darci un'idea del risultato ottenuto: sei microTug da 17g ciascuno che trainano un'auto da 1800 kg 'sta' infatti a sei esseri umani che trainano la Tour Eiffel!

Il segreto che si cela dietro a questi esemplari deriva dal mondo animale, gli scienziati hanno infatti copiato il meccanismo che utilizzano i gechi per aderire alle superfici più lisce e ripide, con micro piedini flessibili che fissano i robot al terreno e permettono una presa salda. Questi ed altri prototipi verranno mostrati più nel dettaglio nel corso della International Conference on Robotics and Automation che si terrà a Stoccolma a maggio.

Il miglior top di gamma compatto? Sony Xperia Z3 Compact è in offerta oggi su a 280 euro oppure da ePRICE a 343 euro.

28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GoodSpeed

Sì visto e sono state due ore buttate della mia vita.. fim sopravvalutato imho

Pierantonio Durante

Vi rendete conto che dovete fare i cervelloni sotto ogni post? Magari vi sfugge che quei robot pesano 17g e il problema non è spingere la macchina ma non scivolare sul pavimento nel farlo, geni.

AllBlack

Non possiedono il significato di leve,ruote etc.

_M[4]uR[1]n[0]_

Epic.

Mattia

Ora c'è Ibra

Dabliw

Il problema è vincere l'attrito statico iniziale.

Pavone Da Giardino

Ricordo il tipo che ha trascinato un aereo intero attaccato a delle funi... il problema sta solo nel momento iniziale, una volta mosso il colosso con le ruote la forza di inerzia ci mette del suo

erdarkos

io l'auto la sposto senza nemmeno toccarla, la sposto a forza di smadonne!

Joel-TLoU

Le Torre Eiffel ha le ruote?

Francesco

un auto anche da 2 tonnellate la sposti a mano, basta che la metti in folle

Politano Alessandro

Sei il capo

Michele M.

certo, se ci pensi hanno un peso complessivo inferiore alla metà di un comune smartphone (di quelli leggeri anche!!)

Marco

Altro che costosi studi!
:-))))))))

Vittorio

Concordo il confronto è completamente sballato. E' comunque impressionante che dei cosini da 17g possano superare quel tipo di attriti.

Alle_G

Big Hero 6... dateci un'occhiata..

maic84

ehm qualcuno è riuscito a fare di meglio https://www. youtube. com/watch?v=0xpuub2DBB8

Michele M.

Non capisco su cosa mi vuoi attaccare: la tua prima frase è una spiegazione da bar sulle forze dissipative messe in atto dagli attriti. La seconda frase invece è ancora più vaga ed inesatta (forza di inerzia..?!)

Maurizio Mugelli

prova a spingere un camion carico e dimmi se non e' differente da spingere una palla da spiaggia...

le componenti orizzontali e la forza di inerzia esistono sempre.

steek

vedremo in futuro un ape car che rimorchia un trasporto eccezionale??

ZioGrimmy

I Granchi che trainano sulla sabbia la "nave" di Jack Spar... Ehm, Capitan Jack Sparrow insegnano tante cose xD

Michele M.

Ho detto e lo ripeto che la forza peso viene esercitata verticalmente e non ci sono componenti orizzontali. Queste compaiono solo quando si tenta di spostare l'auto e sono gli attriti interni dell'auto (mozzo e tutto quello che c'è dentro l'auto e per ignoranza non elenco) e gli attriti tra battistrada e pavimento (coeff attrito volvente).

Dimmi di quello che ho detto cosa è sbagliato e possiamo parlarne,
altrimenti il tuo commento mi sa tanto di saputello e nient'altro.

lupo

Davide Giannico

hai vinto tutto quello che c'è da vincere.

Ing.Gae

qualcuno ha già detto Big Hero 6?

Ing.Gae

forse ti sfugge che tu non riusciresti a vincere l'attrito di un auto da 1800 kg. Forse ti sfugge anche che l'attrito offerto dal pavimento è direttamente collegato con gli pneumatici e con la loro pressione di gonfiaggio. E forse ti sfugge anche che, in generale, la forza d'attrito (contraria alla direzione del moto) è direttamente proporzionale alla forza peso tramite un coefficiente che si chiama "coefficiente d'attrito relativo". E ti sta pure sfuggendo che la forza peso è verticale non nel caso dell'auto, ma sempre!!!
Così giusto per essere precisi.
PS: per la cronaca superfici ad attrito nullo esistono solo nella teoria. Fai muovere quel cubo da 10 tonnellate su una superficie ghiacciata e oleata. Chiamami quando ci 6 riuscito

Michele M.

sei microTug da 17g ciascuno che trainano un'auto da 1800 kg 'sta' infatti a sei esseri umani che trainano la Tour Eiffel!

Ma anche no! Nel caso dell'auto la forza peso è rivolta verso il basso e non ha alcuna componente orizzontale. I robottini devono solo superare gli attriti sui mozzi delle ruote per far muovere l'auto.

E' come se un cubo di 10 tonnellate fosse adagiato su una superficie con coefficiente di attrito statico pari a zero: sarebbe sufficiente un soffio per farlo muovere.

Bruce

Invenzione inutile. E' già da parecchio tempo che esistono determinati tipi di pelo che tirano più di un carro di buoi........

ciro

Incredibile

Android

Lenovo Moto G4 & G4 Plus: la nostra recensione

Apple

Apple Macbook 2016: la nostra recensione

Google

Google I/O 2016: tutte le novità presentate durante il keynote di apertura

Games

Homefront The Revolution: trailer di lancio e dettagli sui DLC