Peeple arriva in Nord America per utenti iOS, ecco come funziona

07 Marzo 2016 24

Peeple e la sua co-fondatrice Julia Cordray avevano scatenato un certo putiferio in Rete verso fine 2015. l'app era balzata agli onori della cronaca agli inizi ottobre, come network di recensioni di persone. L'idea iniziale era che chiunque avrebbe potuto recensire chiunque, sia in modo positivo che negativo, anche se non iscritto al social. Esattamente come capita in TripAdvisor o Google Maps, ma invece che la pulizia delle coperte di un b&b o la bontà di una pizza si valutano gli aspetti della personalità di qualcuno.

Un potere pericolosissimo nelle mani sbagliate; in pochi giorni, le reazioni contrarie hanno risonato talmente tanto in Rete da giungere alle immancabili esagerazioni, sotto forma di minacce personali alle fondatrici sui social network; dopo pochi giorni, arriva quindi la decisione di cambiare radicalmente il format, permettendo solo l'invio di recensioni positive e, soprattutto, a persone consenzienti. Dopo un periodo di gestazione di qualche mese, Peeple è finalmente disponibile, anche se solo su iPhone e solo in Nord America; serve anche un invito per entrare. Al momento gli iscritti dovrebbero essere circa 500, su 1500 inviti distribuiti. Ecco come funziona in sintesi.

  • Peeple permette di interagire solo con utenti iscritti al network, o comunque che hanno acconsentito esplicitamente ad apparirvi; è necessario usare il proprio nome reale. Non è possibile avviare il profilo di qualcun altro, e il proprio profilo può essere disattivato in qualsiasi momento.
  • È possibile rilasciare feedback positivi, neutri o negativi; sarà "il recensito" a decidere quali feedback visualizzare sul proprio profilo personale.
  • I feedback (Recommendations) possono essere rilasciati (e ricevuti, ovviamente) in tre ambiti: professionale, personale e sentimentale. Il totale di Recommendations (Peeple Number) può essere condiviso sui vari social network.
  • Gli utenti possono controllare il nostro profilo online, e vedere le nostre Recommendations. Possiamo scoprire anche persone che usano l'app nelle vicinanze, oppure cercarle in base a determinate caratteristiche o keyword. C'è anche un servizio di chat integrato.


Tutto sembra abbastanza "politically correct", diciamo così, se non fosse per il servizio premium che dovrebbe essere presentato a breve, probabilmente nel corso di aprile. La "Truth License", così si chiamerà, permetterà di visualizzare tutti i feedback rilasciati a tutti gli utenti, anche quelli non condivisi pubblicamente. Se non altro, ribadiamo, non potremo esserne coinvolti contro la nostra volontà.

L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus, in offerta oggi da Stockisti a 639 euro oppure da Media World a 799 euro.

24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Paolo Allegro

Le fantastiche idee di queste donne... meglio che non continui

RESET!™

Mi chiedo dove andremo a finire.
Che tristezza.

Babi

Sai che in linea di massima hai ragione?!! :)

Horatio

Ah ah ah, no, quelle non mi molleranno mai! xD

snke

L'oggettificazione dell'essere umano fatta app

michi17

ricorda tanto l'episodio di Always sunny in philadelphia, dove c è un app per valutare gli incontri sessuali

marcoar

Il punto è tu recensisco il fatto che una persona faccia male il proprio lavoro, o magari recensisci il fatto che faccia male il proprio lavoro perché quello/a non ti sta molto simpatica?

Yellowt

Peccato. l'essere umano medio vede solo le str****te che potrebbero sorgere. Sarebbe stato più che utile poter recensire chiunque. L'impiegato delle poste, il dipendente pubblico allo sportello che fa male il suo lavoro, il vicino rumoroso, i guidatori incapaci e via di seguito.
Se poi uno non è d'accordo ha solo da comportarsi bene. Oggi la maggior parte dei cafoni esistono solo perchè non possono essere sbugiardati in diretta mondiale.

TiFaccioDelMale

Vedendo la tua foto profilo lo posso già intuire, porcone...! xD

TiFaccioDelMale

Insomma, "fallito subito" non proprio, anzi ora saresti probabilmente ricco! xD

Simtopia23

C'è gente che potrebbe uccidersi per queste cose.

StriderWhite

e loro si preparano a legnarti in gruppo! XD

StriderWhite

meglio, con un social del genere rischiavi un linciaggio!

Carburano

tutte e 5 le dita della tua mano destra e di quella sinistra?

Carburano

si ma meglio gli altri smartwatch!

Andrej Peribar

Potevi chiamarlo: "le comare 2.0"

Andrej Peribar

Non v'è limite culturale che una persona può raggiungere, sia come vetta che, come nel caso in oggetto, come abisso.

edoluz

Idea validissima. Ottimo potenziale per essere diffusa in tempi brevi. Virale, divertente e con una parvenza di utilità (anche). E fa parlare di sé. Ottima idea, anche quella del servizio premium che punta sul desiderio scabroso di sapere cosa davvero la gente pensa di te... in questo modo hanno colto due piccioni con una fava rendendo invisibili i commenti negativi e lasciando i negativi solo a chi vuole. Chapeau!

Horatio

Mi preparo a recensire le mie ex xD

Andhaka

Quindi dalla mostruosità che era in origine è diventato un social dove, se non si paga, si vedranno solo recensioni positive selezionate da chi è recensito.

No, notevole..

Cheers

deepdark

Io avevo pensato a un social per fare fiki fiki o cmq conoscersi bene prima ancora di conoscersi effettivamente ma con malizia, si mettevano i gusti e foto e si sceglieva se "conoscersi". In italia sarebbe fallito subito, ma all'estero....

flu.

F5

Lo Sfanculatore Errante

Si, sei proprio un coglio*e

Alex Rizzari

Che coglione che son stato.... Avevo messo giù l'idea di un social esattamente così 4anni fa, ma per mancanza di soldi nn l'ho portato a termine

Android

Sony Xperia X Performance: la nostra Recensione

Samsung

Samsung Galaxy Note 7: la nostra Video Anteprima

Samsung

Galaxy Note 7 vs Note 5 vs S7 Edge: primo veloce confronto | Video

Samsung

Samsung Galaxy Note 7 e Gear VR 2016 ufficiali: dal 2 settembre in Italia | Foto