Yahoo, chiusura in vista dei magazine digitali e Editor-in-Chief licenziato

18 Febbraio 2016 11

Il Global Editor-in-Chief di Media Division di Yahoo Martha Nelson ha annunciato su Tumblr l’imminente chiusura della maggior parte dei magazine digitali della piattaforma, tra cui Yahoo Food, Health, Parenting, Makers, Travel, Autos e Real Estate.

Si chiude dunque un ciclo all’interno del colosso californiano dopo che negli ultimi anni erano stati creati ex-novo team editoriali di spessore composti da “guru” del giornalismo mondiale come David Pogue del New York Times.

Martha Nelson ha ammesso che dei magazine rimarranno online solamente News, Sports, Finance e Lifestyle, mentre Yahoo Tech ha un destino ancora non del tutto chiaro.

Come se non bastasse, l’Editor-in-Chief di Yahoo Tech Dan Tynan è stato licenziato dopo due anni di “sfide interne” difficili da condurre in un ambiente che sta vivendo importanti cambiamenti. La stessa Yahoo ha ammesso il declino di lettori dei magazine digitali, dato confermato da uno studio condotto da The Information secondo cui gli utenti giornalieri attivi che hanno visitato la homepage di Yahoo sono diminuiti del 16.5% da dicembre 2014 a dicembre 2015. Per di più, anche il tempo di permanenza sulla pagina avrebbe subìto una forte contrazione.

Nonostante la settimana nera, Dan Tynan non ha perso il suo “sense of humor”, dichiarando:

“Sono certo che ci attenderanno cose migliori di queste. Per quanto riguarda Yahoo, sono sicuro che continuerà ad

essere Yahoo, nel bene e nel male. E un giorno ci ritroveremo tutti quanti a riderci su. Ma non proprio questa settimana".

E come se non bastasse, ha twittato in questo modo la fine della collaborazione con Yahoo:


Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus, compralo al miglior prezzo da eBay a 251 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mattia Cavallo

HAHAHA me lo immagino

Elias Koch

finche Flickr rimane....

Extradave

Bisogna anche tenere conto che Yahoo è nata due anni prima rispetto a Google... Possibile che non abbiano visto arrivare la palla?

DKDIB

Negli USA non era messa poi così male (almeno fino ad un paio di anni fa).

DKDIB

Quando c'era competizione, Google era tecnicamente imbattibile.
Non è che in Yahoo! abbiano "pianificato" di realizzare un prodotto inferiore, rispetto ai competitor: gli è semplicemente uscito male.

Lato marketing, certamente Google è stata più coraggiosa: optare per una home page pulita al posto del portale, è stato un azzardo che hanno vinto.
In quel caso, però, Google andò controcorrente: è stato quindi più un merito suo, che un demerito dei vari Yahoo!, AOL e Microsoft.

Extradave

Sai che potrebbe non essere la minchiata che sembra? XD

Extradave

Un destino palese... Se fossero stati lungimiranti fin dall'inizio, potrebbero essere al posto di big G ora... Invece si sono visti soffiare il businness da sotto il naso! Personalmente, mi aspettavo un declino molto più veloce!

StriderWhite

sì, ma presto cambierà nome in yabba-dabba-dooo!

iclaudio

oramai di fronte a google e i suoi servizi ..

Emanuele

Che lenta agonia

Everything in its right place.

Ah ma esiste ancora yahoo.

Android

Sony Xperia X Performance: la nostra Recensione

Samsung

Samsung Galaxy Note 7: la nostra Video Anteprima

Samsung

Galaxy Note 7 vs Note 5 vs S7 Edge: primo veloce confronto | Video

Samsung

Samsung Galaxy Note 7 e Gear VR 2016 ufficiali: dal 2 settembre in Italia | Foto