Questo drone riesce a superare da solo una rete di ostacoli

19 Gennaio 2016 5

Il volo autonomo è una delle chiavi di successo dei droni, basti pensare a tutte le multinazionali già impegnate nello sviluppo di sistemi di trasporto aerei senza pilota per avere un'idea di quanto sia caro l'argomento nel mondo dell'high-tech. Al MIT hanno sviluppato un nuovo algoritmo che aiuta gli UAV in volo nel riconoscere gli eventuali ostacoli e superarli con estrema facilità, sfruttando movimenti rapidi, imposti anche all'ultimo secondo.

Lo stesso algoritmo è stato utilizzato nella scorsa edizione del DARPA Robotics Challenge, permette ai piccoli velivoli come questo quadcopter di analizzare in breve lo spazio e tracciare una rotta sicura tra gli ostacoli. L'approccio è descritto come 'glass half-full' ed è la migliore soluzione ideata al momento per spazi ristretti, ma chi ha pubblicato lo ricerca ha ammesso che queste istruzioni possono già essere applicate a droni di tutte le taglie, veicoli e robot.

Vediamo quindi l'algoritmo in azione, sia su quadcopter sia su un piccolo UAV a due ali, una perfetta simulazione di come potrebbe essere il volo in una foresta, tra vegetazione e i rami degli alberi:

L'atipico che non delude in Italia? Meizu MX6, compralo al miglior prezzo da Media World a 299 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

vorrei tanto pilotarne uno, deve essere ganzo,.

Francesco Prochilo

adoro queste giovani menti :O

Fabio81

e se si incontrassero due droni con lo stesso algoritmo, uno di faccia all'altro? motore gatto-nutella 2.0?

Alfo466

Si ma riesce a schiantarsi su una pista da sci?

Crazy999

geniale.

LG

LG K4 è un ottimo entry-level 2017 da 90€

Windows

Microsoft Surface Pro 2017 è ufficiale: la nostra video anteprima

Android

Recensione Sony Xperia XA1: equilibrato in tutto meno che nel prezzo

Samsung

Galaxy J5 e J7 (2017) mostrano un lato B diverso dal solito