Facebook potrebbe aprire le iscrizioni agli under 13, ma solo con il consenso dei genitori!

07 Giugno 2012


Facebook sta preparando una opzione per i minori di 13 anni intenzionati ad iscriversi al social network più famoso del mondo. La soluzione dovrebbe essere di questo tipo: permettere loro di accedere al social network sotto la supervisione dei genitori.

La nuova opzione permetterà ai bambini di 13 anni di avere gli account  legati a quelli dei loro genitori, almeno secondo il Wall Street Journal. I genitori saranno in grado di controllare i loro figli sia nel caso dell'aggiunta di nuovi amici che nelle applicazioni che utilizzano.

Facebook ha detto che sta esaminando le opzioni per gli utenti più giovani, ma non conferma né smentisce le indiscrezioni riportate dal WSJ.

Molti studi recenti hanno messo in evidenza quanto sia difficile far rispettare i limiti di età su Internet, soprattutto quando i genitori vogliono che i loro figli abbiano accesso ai contenuti online e ai servizi. Siamo in continuo dialogo con le parti interessate, regolatori e politici sul modo migliore per aiutare i genitori a tenere i figli al sicuro in un ambiente così in evoluzione come quello online.

Anche se Facebook limita attualmente gli utenti sotto i 13 anni, gli studi hanno dimostrato che ben il 38% dei bambini su Facebook ha meno di 12 anni. Se Facebook apre le sue porte digitali ai giovani, potrebbe significativamente aumentare la propria base di utenti stimata a 900 milioni.

La Federal Trade Commission ha detto che l'intenzione è quella di aggiornare le politiche sulla privacy in campo minorile. Le modifiche possono includere un'opzione per i genitori in modo da tenere traccia delle attività online dei loro figli richiedendo, ad esempio, il consenso dei genitori per i servizi di geolocalizzazione.

Riconoscendo che molti bambini di 13 anni creano in pochi secondi account di Facebook falsi, l'unica alternativa è quella di dare nuovi strumenti ai genitori, gli unici a garantire che il social network venga utilizzato in modo sicuro.

Oltre ai rischi pedofilia e a quelli legati a questo aspetto, bisogna valutare anche i possibili rischi dovuti alla visualizzazione di contenuti non adatti a quell'età.

Secondo voi, è possibile prendere serie precauzioni riguardo l'iscrizione dei bambini a piattaforme online?

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Apple

iPhone 6, nuovo confronto dimensionale con HTC One M8, LG G2 ed altri

Games

Mondiali FIFA Brasile 2014: recensione da HDBlog

Apple

Apple annuncia i risultati finanziari relativi al Q2 2014

Android

Sony Xperia Z2 Tablet: la Recensione da HDblog.it